Torino-Shakhtyor, la lavagna tattica: fondamentale non subire gol, Millico l’arma in più

Torino-Shakhtyor, la lavagna tattica: fondamentale non subire gol, Millico l’arma in più

Rubriche / La conferma dell’ossatura della squadra può essere positiva, anche nel proseguo della stagione

di Lello Vernacchia

Stasera si disputerà una partita, dove tutto è consentito. Al Grande Torino va in scena la gara tra il Toro e il Shakhtyor. L’obiettivo per il Toro dev’essere non subire gol, e segnarne almeno due. I granata dalla propria parte possono confermare un’ossatura di squadra in fase d’interdizione in particolare modo. L’attenzione deve sempre rimanere alta, sono partite tranello soprattutto quando si gioca in casa. E’ vero che l’Europa dà un sapore in più ai tifosi e può rappresentare una spinta ma bisogna stare attenti a non subire gol. La squadra sta facendo bene in fase difensiva e, ultimamente, in fase offensiva ancora meglio.

PARTECIPA A MAGIC: DIVENTA IL FANTACALCISTA MIGLIORE D’ITALIA!

I SINGOLI – Passando ai singoli questa può essere l’annata di Andrea Belotti. Ha svolto una preparazione regolare, senza infortuni e si potrà ritornare a vedere un Gallo goleador. In attacco l’arma in più può essere Vincenzo Millico, con il gol siglato di testa nell’ultima partita ha dimostrato di avere grande intelligenza tattica. E’ stato bello vedere il suo entusiasmo dopo la rete, se lo merita. Tocca a Mazzarri farlo crescere, è un ragazzo che sa chiudere l’azione e mettere la palla in porta ma bisogna stare attenti a non bruciarlo, giusto non farlo partire sin da subito titolare, dalla panchina può essere il valore aggiunto. In difesa si sta facendo apprezzare Glaison Bremer. E’ molto veloce e rapido, se Mazzarri gli dà fiducia, vuol dire che se la merita.

L’OSSATURA – La conferma della squadra in blocco può essere positiva. Con una stagione così lunga e iniziata così presto un gruppo coeso, dove i giocatori si conoscono può essere utile nel proseguo della stagione. Anche se in questa squadra ci starebbe bene un innesto come Simone Verdi. Un 3-4-3 con tre centravanti come l’attuale giocatore del Napoli, Belotti e Zaza sarebbe scomodo per chiunque. Berenguer è un bravo giocatore, ma non ha le qualità di Verdi. Bisogna fare comunque un passo per volta. Oggi per il Torino è fondamentale non subire gol ma anche segnare.

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13958142 - 1 settimana fa

    Sto guardando il Wolverhampton, niente niente niente di che per ora, 0-0 al 32’ zero tiri in porta e il Pyunik non è nulla di che

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. pupi - 1 settimana fa

      Come niente che ha segnato il Wolverhampton al ventinovesimo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. da sempre Toro - 1 settimana fa

    Con una somma decisamente inferiore a quella per Verdi potremmo comprare un attaccante senior di grande qualità, tale da far fare al Torino un salto di qualità in tempi brevi. Suggerisco Quagliarella.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. da sempre Toro - 1 settimana fa

    vorrei dire, inoltre, che con una somma decisamente minore potremmo comprare attaccante senior (Quagliarella, Manzukic) che potrebbe permettere in tempi brevi un salto di qualità all’attacco del Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 1 settimana fa

      Manzu cosaaaaaaaaaaa??????? Ma si pazz!!!!!!!!!!!!!!!!!! Quagliarella chiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii??????? Ma stai ciuccato?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Garnet Bull - 1 settimana fa

      Mandzukic? Non basterebbe 1 giorno per elencarne tutti i difetti e inoltre credo sia incredibilmente sopravvalutato solo per la maglia di merfa che indossa. Quaglia ha beccato l’anno buono, era sempre stato un giocatore da 10 gol a stagione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. da sempre Toro - 1 settimana fa

    per me come per molti tifosi del Toro, Verdi non é visto come un “sogno” ma come un bravo giocatore che non vale di certo 20 milioni, tenuta anche in conto l’età. Meglio investire i soldi in un giovane di prospettiva. Teniamo poi presente che nel ruolo dobbiamo far crescere Parigini e Millico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Garnet Bull - 1 settimana fa

    Mazzarri sa perfettamente come preparare la partita così come i nostri sanno bene a loro volta come riuscire a sopraffare questi bielorussi senza correre rischi…. Le premesse sono ottime per cui FORZAAA TOROOO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Marchese del Grillo - 1 settimana fa

    A sto giro invertirei rispetto al Debrecen. Facciamo 4 in casa e tre fuori, così, giusto per cambiare un po’.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy