Torino, al Filadelfia si rivede anche Kone: il giovane ivoriano è tornato più maturo

Torino, al Filadelfia si rivede anche Kone: il giovane ivoriano è tornato più maturo

Focus On / Dopo De Luca, Ferigra e gli altri giovani, si unisce al gruppo anche Ben, che è rientrato alla base dopo l’annata travagliata di Cosenza

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Sale la curiosità di vedere all’opera il Torino, in vista dell’amichevole contro il Novara di sabato. Sarà un banco di prova per tutti, soprattutto per quei giocatori che devono essere valutati da Giampaolo, come i giovani rientranti dai vari prestiti. Negli ultimi giorni si è unito al gruppo anche una vecchia conoscenza granata, Ben Lhassine Kone, protagonista per due anni nel Torino Primavera tra il 2017 e il 2019.

LEGGI ANCHE  – Torino, le ultime dal Fila: Vojvoda subito nel gruppo di Giampaolo

LEGAMENTO – Dopo un anno difficile per Kone, potrebbe arrivare un periodo più dolce. Infatti il centrocampista nel 2019/2020 si è unito in prestito al Cosenza in Serie B, ma la sua esperienza è durata poco perché si è rotto il legamento crociato, e ovviamente è stato K.O. per oltre sei mesi. Paradossalmente, la pandemia di Coronavirus lo ha anche aiutato, perché al rientro lui ha avuto la possibilità di giocare qualche minuto in B (58 totali, in tre partite). Ma in ogni caso il bottino è stato troppo magro per la sua esperienza e per la sua carriera. Attraverso le difficoltà, tuttavia, un ragazzo giovane si tempra e così è anche per Kone, che ha smussato alcune asperità caratteriali e ora appare più tranquillo e maturo.

LEGGI ANCHE – Torino, Cairo sul mercato: “Belotti rimane, Izzo ha molte richieste”

CHANCE E PRESTITO – Ed ora Kone vuol giocarsi le sue carte. Il Torino glielo vuole permettere visto che si tratta di un giovane da valorizzare a cui è stato fatto un contratto sino al 2023. Ciò che al momento pare più probabile è che Kone potrà essere ceduto in prestito ancora in Serie B per permettergli di fare esperienza, ma Ben si aggrappa a tutte le possibilità che ha. Ora Giampaolo potrà valutarlo attentamente: il duttile centrocampista, che nello schema del tecnico può fare la mezzala ma anche il trequartista, vuole cercare di impressionare il tecnico nelle amichevoli con giocate e gol, per avere la possibilità di giocare in Serie A.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Forzatoro - 4 settimane fa

    Questo ragazzo potrebbe diventare veramente forte! Grande carattere, ottima tecnica e ottimo fisico. In prima era mi piaceva tantissimo perché incarnava il vero spirito toro. L’unico difetto che aveva era quello di essere troppo irruente e che si innervosiva e intestardiva facilmente. Quest’anno non l’ho seguito ma spero che sia maturato sotto questi punti di vista e che sia uscito più forte dall’infortunio. Lo manderei comunque ancora un anno in b per valorizzarlo appieno e fargli fare le ossa, come fatto con segre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. fabio.tesei6_13657766 - 4 settimane fa

    Lo visto giocare con la primavera, e secondo me è forte, potenzialmente può diventare molto forte. È un ragazzo che ha fame di calcio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Garnet Bull - 4 settimane fa

    Se sgrezzato diventerebbe una bomba, è già un giocatore super moderno e un conferma se dovesse appunto sfruttare le occasioni non mi stupirebbe…potenziale enorme

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Bastone e Carota - 4 settimane fa

    Ce lo auguriamo per lui e per noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy