Torino, Zaza: Longo lo rilancia, ma la conferma passerà dal successore

Torino, Zaza: Longo lo rilancia, ma la conferma passerà dal successore

Focus on / Il gran gol di Bologna permette al lucano di guardare al futuro con più fiducia, ma starà al prossimo allenatore del Torino decidere se possa rientrare nei piani

di Redazione Toro News

Il campionato del Torino si chiude così come si era aperto il 25 agosto scorso contro il Sassuolo: con un gol di Simone Zaza. È stato proprio l’attaccante lucano, infatti, a segnare il primo e l’ultimo gol del Torino nella Serie A 2019/2020. Nel mezzo un’annata travagliata per l’ex Valencia, che però si è riscoperto importante per i granata nel post-lockdown grazie alla fiducia riposta in lui da Moreno Longo.

I NUMERI – Il gol di Bologna chiude il campionato di Zaza a quota 6 reti e 2 assist in 24 presenze in Serie A. Il numero 11, che al pari di Berenguer è il secondo miglior marcatore della stagione del Torino alle spalle di Belotti, ha attraversato una stagione con più bassi che alti, che non gli ha di certo permesso di conquistarsi un posto nel cuore dei tifosi granata, ma il bellissimo gol al volo segnato domenica scorsa a Skorupski è senza dubbio il miglior modo per guardare al futuro con ottimismo. Un futuro che non vedrà la conferma sulla panchina del Torino di Moreno Longo, tecnico che in Zaza ha fortemente creduto sin dall’inizio della sua avventura e che nel post-Covid ha sempre schierato dal 1′ l’ex attaccante di Juventus e Sassuolo quando l’ha avuto a disposizione. Non è un caso infatti che delle 17 presenze da titolare in campionato, Zaza ne abbia raccolte ben 10 nelle 16 partite della gestione Longo.

FUTURO – Ora toccherà al successore dell’ex tecnico del Frosinone decidere se Zaza potrà o meno continuare a far parte del progetto tecnico del Torino. Una cosa è certa: il numero 11 granata a Torino sta bene e – per sua stessa ammissione – vorrebbe continuare la sua avventura sotto la Mole per riscattare almeno in parte le ultime due annate deludenti. La condizione per la permanenza al Torino dell’ex attaccante del Sassuolo è però che possa continuare ad essere importante. Una scelta che spetterà probabilmente a Marco Giampaolo, l’indiziato numero uno a prendere il posto di Moreno Longo sulla panchina granata. In attesa di novità, la volontà di Zaza è chiara: “La mia intenzioneaveva confidato l’attaccante al termine di Torino-Verona è quella di restare qua anche il prossimo anno. Ma vorrei avere l’opportunità di giocare per dimostrare il mio valore“. Il lucano vuole la terza chance al Toro: la palla passa a Vagnati e al nuovo allenatore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy