Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Toro, a Firenze il 4° errore di procedura di un arbitro: così il VAR è inutile

FLORENCE, ITALY - JULY 19: Maurizio Mariani referee during the Serie A match between ACF Fiorentina and  Torino FC at Stadio Artemio Franchi on July 19, 2020 in Florence, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Per la quarta volta in tre anni, la seconda in poche settimane, il Torino si vede annullare un gol regolare a causa di un errore procedurale dell'arbitro

Redazione Toro News

A cosa serve il VAR, se gli arbitri non rispettano le procedure? Questa la domanda che in tanti, tra appassionati ed addetti ai lavori, si pongono ormai da qualche anno. Una domanda che si pongono in particolare i tifosi del Torino, che nell'ultimo triennio si sono visti annullare per quattro volte reti regolari a causa di errori procedurali commessi dai direttori di gara. Episodi che, curiosamente, sono arrivati tutti nello stesso modo: fischio dell'arbitro arrivato (erroneamente) prima dell'interruzione dell'azione e gol metodicamente invalidato al Toro. Errori gravi, che se al primo anno potevano essere parzialmente "perdonati" dalle tante novità introdotte in poco tempo; al terzo anno di vita del VAR non hanno più attenuanti.

L'EPISODIO - E così, dopo Bologna (nel 2017) e Udinese (per due volte, prima nel 2018 e poi nel 2020), il quarto clamoroso errore di applicazione del protocollo del VAR ai danni del Torino è arrivato al Franchi contro la Fiorentina. La genesi dell'errore è sempre la stessa: fischio troppo frettoloso e gol regolare annullato, senza potersi avvalere in alcun modo dell'ausilio dell'assistenza video. Anche se in realtà, a termini di regolamento, di effettivo gol annullato non si può parlare. L'arbitro Mariani, infatti, fischia prima che il tiro di Edera finisca nel sacco; punendo un contatto (leggero) tra Millico e Chiesa al limite dell'area di rigore della Fiorentina.

I PRECEDENTI - Un film già visto troppe volte dal Torino, che già era stato sfortunato protagonista in altre tre occasioni. Le prime due facenti riferimento alle stagioni 2017/2018 e 2018/2019, quando Berenguer si vide annullare ingiustamente i gol contro Bologna e Udinese. Quest'anno è toccato invece a Edera fare "doppietta": il primo dei quali il 23 giugno scorso contro l'Udinese, quando al classe '97 fu annullato il gol del potenziale 2-0 a causa di un contatto tra Samir e Nuytinck; valutato da Maresca come fallo di Zaza. Si tratta del secondo errore grossolano commesso da parte degli arbitri nel giro di poche settimane. Un errore che, inevitabilmente, ha scatenato anche la dura risposta di Moreno Longo; che nel post partita ha fatto notare come ci sia stata "un’azione in cui ci hanno fermato prima della conclusione dell’azione ed era già successo contro l’Udinese. Alcune decisioni arbitrali sono state rivedibili". Più che trovare alibi - metodo comunicativo che non è affatto nelle corde di Longo - il tecnico granata ci ha tenuto ad evidenziare un problema che nell'era del VAR ha colpito il Torino già quattro volte. Un problema diventato ormai abitudine per i granata.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso