Toro, lettori concordi: giusto che Nkoulou giochi fino a fine stagione

Sondaggio TN / I lettori chiamati a dare un giudizio sulle future presenze del difensore granata

di Redazione Toro News

Abbiamo chiesto ai nostri lettori di esprimere un giudizio sulle future presenze in campionato di Nkoulou vista la sua situazione contrattuale. Il giocatore è in scadenza a giugno e non rinnoverà. Nonostante abbia ricevuto diverse offerte nell’ultima sessione di mercato, nessuna trattavita è mai stata conclusa. Nicola è ben coperto in quel ruolo ed è interesse del giocatore mostrare il suo valore per poter trovare una sistemazione futura che lo soddisfi. Si sa che gli ultimi mesi di un giocatore in scadenza sono poco stimolanti, a tal proposito abbiamo creato un sondaggio per sapere la vostra opinione riguardo il suo utilizzo. Il 63% si è espresso positivamente mentre solo il 37% si è espresso in maniera contraria. Il tecnico granata ha diverse soluzioni in difesa ma questo risultato mostra chiaramente che i nostri lettori preferiscano puntare ancora sul difensore camerunense per raggiungere la salvezza.

Caricamento sondaggio...
14 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. fandangogranata - 2 settimane fa

    Memoria corta, si è rifiutato di scendere in campo in una partita per noi molto importante.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Donato - 2 settimane fa

    Francamente ha dato troppe volte l’impressione di fregarsene del Toro quindi, io non lo voglio più vedere in campo.
    Il fatto che fosse un centrale forte ne aggrava le responsabilità

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. stanislaobozzi - 2 settimane fa

    sinceramente tra lyanco, bremer e nkoulou non saprei scegliere… tutti e tre tra girone di ritorno anno scorso e andata anno corrente hanno fatto cazzate individuali immani ed imperdonabili… l’unico che si sta riprendendo è izzo che in una difesa a tre è nel suo ambiente naturale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ardi - 2 settimane fa

    Le qualità di n’koulou non si discutono, le motivazioni si, sono due anni che vuole andare via, ma ciò che mi da fiducia sul suo impegno è proprio il fatto che andrà via a parametro zero a giugno, se vorrà trovare un suo ultimo contratto importante, sia per quanto riguarda i soldi che percepirà che la squadra dove andrà, dovrà dare il 110% e mettersi in mostra nel migliore dei modi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Frenck - 2 settimane fa

    Se nkuolu torna giocare come sa è se e motivato dietro un progetto serio per me deve giocare e star ancora qualche anno al toro. Si vedrà in questo periodo in questa ultima parte di campionato se e un professionista serio.forza toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. christian85 - 2 settimane fa

      caro Frenck,
      è inutile sperare che un calciatore che ha rifiutato di rinnovare il contratto, possa avere valide motivazioni.. è ormai un anno e mezzo che N’Koulou non è quello ammirato la prima stagione e quella successiva dei 63 punti.

      Sicuramente è il più tecnico che abbiamo in difesa, ma come tutte le cose, se mancano le convinzioni e le motivazioni è inutile… meglio un Buongiorno che ha necessità di mostrarsi che un N’Koulou ormai inutile alla causa.

      E’ profondamente rischioso mettere un giocatore a fine contratto dove non ha più alcuna responsabilità tecnica…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. christian85 - 2 settimane fa

    Comunque sia, N’koulou a parte, spero che tutti siano d’accordo con me che a fine stagione, che sia salvezza (speriamo) che sia retrocessione,

    i vari : N’Koulou, Izzo, Sirigu, Meitè ( se dovesse far ritorno da Milano ), Zaza, Rincon, Lyanco, Djidji ( è in prestito e tornerà da noi purtroppo ) e ci metto anche Edera e Millico ( caratterialmente non va bene per il Toro ) vengano ceduti senza se e senza ma!!!!!

    Non mi interessano i pollici in giù, ma sono certo che il 60/70 % di questi citati siano stati i principali attori di questa scellerate gestione.
    Rincon è l’unico tra questi che non c’entra a livello di impegno e serietà, ma tecnicamente mi dispiace dirlo, ma non va bene.

    Chiaramente ci vuole una rifondazione totale e purtroppo ancora dobbiamo capire cosa ne sarà del nostro beneamato Belotti, quindi doveroso doverlo mettere nella lista delle cessioni, perchè di certo in Serie B il Gallo non può e non deve scendere.

    Rinfondazione che, senza Gallo, mi auguro almeno di non vedere MAI PIU’ nemmeno uno di quelli citati sopra e mi auguro che al tempo stesso la totale rivoluzione/rifondazione avvenga con Nicola in panchina.

    Il Torino deve e dovrà sempre contraddistinguersi come squadra operai, caratterizzata dalla grinta e dalla tenacia, valori che negli ultimi anni abbiamo smarrito… e che con Nicola si possono riacquisire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. rolandinho9 - 2 settimane fa

    Gia paghiamo Giampaolo e staff per mangiare spaghetti alle vongole e prendere il sole al mare, ora pure Nkoulou..certo che deve giocare se il mister lo reputa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. leggendagranata - 2 settimane fa

    Sirigu, ‘Nkoulou, Izzo, Bremer, Zaza, in una squadra che cerca di uscire dalle basse posizionmi di classifica giocherebbero sicuramente da titolari. Da due stagioni la realtà del Toro è questa. Abbiamo sbagliato nuovamente la campagna acquisti estiva (e la colpa va ripartita equamente fra presidente, ds e allenatore) ed ora è inutile fare gli schizzinosi, altrimenti si peggiora ancora la situazione. Lo ha detto qualche mese fa Rampanti, invocando il rientro in prima squadra dei “senatori”. Abbiamo visto che Lyanco non è affidabile in fase difensiva, Bremer poco di più, Lynetti è un mediocre, idem Rodriguez e Murru; in attacco qualche segnale positivo sta solo ora arrivando da Bonazzoli, ma Millico ed Edera non davano affidamento. Auspico quindi che Nicola dia un assetto stabile alla formazione, evitando soprattutto il tourbillon difensivo che tanti guai ci ha provocato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. leggendagranata - 2 settimane fa

      Scusate, ho sbagliato nella prima riga c’ è un Bremer di troppo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. rolandinho9 - 2 settimane fa

      Vero per L uso di tutti. Dietro però avendo abbondanza pure giusto scegliere in funzione delle caratteristiche dell avversario. Tipo con Genoa dovremmo avere il possesso, loro hanno attaccanti lenti e prendono pochi gol per me ci sta di mettere difensori che siano pure pericolosi da corner quindi più un Izzo Bremer buongiorno che Lyanco o Nkoulou

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. eurotoro - 2 settimane fa

    Mai come adesso mi fido del mister su chi debba scendere in campo! Mai come adesso ho la certezza che chi gioca dia tutto x la causa!… certo che se facciamo 3 punti col Genoa sarebbero 6 punti in 4 partite( media=1,5…)ahhhh che bello i want believe!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Pacman - 2 settimane fa

    Sarà?!!! Ma io noto che uscito lui la squadra aveva smesso di prendere 2-3 goal nel giro di 10 minuti e aveva smesso di sbandare pericolosamente rischiando l’imbarcata. Rientrato al centro della difesa questo è puntualmente riaccaduto, purtroppo da un anno sbaglia tutti i movimenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. altoro - 2 settimane fa

      Pacman la tua osservazione è legittima, tuttavia ritengo che l’imbarcata delle tre reti subite in 7 minuti sabato scorso a Bergamo sia stata generale del pacchetto arretrato, quindi inclusi Izzo e Bremer e il disastroso Sirigu, addirittura responsabile di una clamorosa autorete. Nkoulou percepisce un ingaggio di un milione e mezzo netto a stagione per cui lasciarlo “vegetare” in panca sino a fine stagione è assolutamente autolesionistico per entrambe le parti. Personalmente confido che Nicola abbia toccato le corde giuste per motivarlo a provare a restituire le sue prestazioni individuali all’eccellente rendimento ammirato un paio di stagioni fa, naturalmente prima che accadesse il clamoroso personale ammutinamento estivo alla vigilia della trasferta inglese del preliminare di Europa League. Nella sostanza la “ragione di Stato” della salvezza del Vecchio Cuore Granata impone al tecnico Nicola di fare in modo che il gruppo intero remi tutto nella stessa direzione, quindi inclusi gli ex dissidenti dello scorso autunno ossia Sirigu, Izzo e Nkoulou il cui valore tecnico individuale non è comunque mai stato messo in discussione, casomai la loro effettiva professionalità personale, peraltro sottoposta nel caso specifico all’ assoluta verifica dei fatti sino al termine di questa ulteriore sofferta stagione. Naturalmente è un dato oggettivo che, auspicando che a fine stagione l’obiettivo della salvezza della squadra granata sia effettivamente centrato, il prossimo Giugno le strade con i sopracitati tre calciatori, sino ad oggi lautamente retribuiti dalla Società TORINO F.c. , peraltro con l’ottavo monte ingaggi della Serie A, si separeranno. Amen. Alè TORO !

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy