Torino, Nicola e il rilancio di Nkoulou: perché conviene insistere

Il commento / Per il bene del difensore e della squadra a tutti conviene andare avanti insieme fino a fine contratto

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Davide Nicola ha rilanciato Nicolas Nkoulou: titolare a Bergamo, nella prima partita dopo il calciomercato. Una coincidenza non certo casuale. È noto infatti che fino agli ultimi giorni di mercato è rimasta in piedi la possibilità che il difensore camerunese lasciasse il Torino a fronte della scadenza di contratto ormai imminente (giugno 2021). Una possibilità che non si è concretizzata perché nessuna offerta ha convinto fino in fondo il giocatore, che a quel punto ha preferito rimanere in granata e dare piena disponibilità al nuovo allenatore dopo un colloquio, dopo che quello precedente, Giampaolo, lo aveva accantonato da tempo (l’ultima presenza da titolare in Serie A era datata 12 dicembre).

BERGAMO, ITALY – FEBRUARY 06: Luis Muriel of Atalanta B.C. is challenged by Nicolas Nkoulou of Torino FC during the Serie A match between Atalanta BC and Torino FC at Gewiss Stadium on February 06, 2021 in Bergamo, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Una volta terminata la finestra di compravendita con le sue distrazioni, Nkoulou ha voltato pagina e Nicola non ha perso tempo nel tentare di rilanciarlo. Perché, se sta bene, Il camerunese è il difensore più forte in rosa al Torino. E come centrale della difesa a tre potrebbe sempre tornare ai livelli della grandiosa stagione 2018-2019, in cui insieme a Izzo e Moretti formò una delle retroguardie meno battute in Italia. Se assistito dalla condizione migliore, Nkoulou per qualità tecniche è un titolare di questo Torino e può dare garanzie, forse più di Lyanco, che ha stoffa ma che nel girone di andata ha chiuso poche partite senza errori.

BERGAMO, ITALY – FEBRUARY 06: Federico Bonazzoli of Torino FC celebrates after scored his goal during the Serie A match between Atalanta BC and Torino FC at Gewiss Stadium on February 06, 2021 in Bergamo, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Gli obiettivi di Nkoulou e del Torino a questo punto coincidono. Il club granata deve fare fondo a tutte le risorse utili a proprio a disposizione per arrivare a centrare un obiettivo imprescindibile, mentre il giocatore, se vuole trovare squadra a parametro zero ottenendo un ingaggio importante, dovrà dimostrare con i fatti di essere ancora al top del suo potenziale. La partita di Bergamo ha detto che Nkoulou deve ancora lavorare per arrivare al meglio della forma. Ma la scusante c’era ed è appunto la mancanza del ritmo partita dovuta al fatto di aver giocato due partite negli ultimi due mesi. Non ci sarebbe da stupirsi se Nicola decidesse di dargli continuità nelle prossime partite: per lui tutti sono utili, soprattutto se si tratta di giocatori di qualità.

61 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Kieft - 3 settimane fa

    Bisogna vedere se non ci sono pressioni del procuratore di nkolou che è anche procuratore di singo ….altrimenti Lyanco ha tutt’altro spirito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. come un pugno chiuso - 3 settimane fa

    solo la cairese poteva riuscire nell’impresa di portare finora a casa 41 goal con una difesa che, sulla carta, non è certo fra quelle tecnicamente più scarse del campionato… c’è stato, evidentemente, un problema di pessima gestione delle risorse, e pessimo mercato, che questa manica di incapaci guidati da un fanfarone ribalta sempre puntualmente sull’allenatore di turno, mettendolo quest’anno nella meravigliosa condizione di dover provare a ritirare fuori il massimo da tre giocatori come Sirigu (irriconoscibile) Izzo (svagato) e Nkoulou (scolastico) che volevano già di essere da un’altra parte e che, almeno nel caso di quest’ultimo, lo saranno comunque a giugno alla faccia di urbanello

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. suoladicane - 3 settimane fa

    NKOULU LO AVREI LASCIATO IN PANCA, secondo me è meglio insistere con i giovani poi il mister è Davide uno di noi, io mi fido e ci credo!
    CAIRO VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. fabio.tesei6_13657766 - 3 settimane fa

    Mi fido di Nicola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Kieft - 3 settimane fa

    Lyanco è nostro …è giovane…e non è meno forte di nkolou

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Gallochecanta - 3 settimane fa

    Una società seria l’avrebbe mandato via a pedate nel koulou senza alcun ragionamento ulteriore sulla parte tecnica.
    Per diventare come l’Atalanta, bisogna fare come l’Atalanta, non solo sulla parte tecnica (fondamentale) ma anche nella gestione delle persone, vedi caso Papu.
    Noi invece giustifichiamo comportamenti inaccettabi dei giocatori perché forse una volta Petrachi gli avrebbe detto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Bastone e Carota - 3 settimane fa

    Provocatoriamente, visto che sia Izzo sia N’Koulou non sono immuni da cappellate, proporrei una difesa a tre così composta:
    BREMER BUONGIORNO RODRIGUEZ

    che ha il pregio di poter passare a 4 facilmente e con efficacia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. FORZA TORO - 3 settimane fa

    sono certo che in una situazione così complicata nelle sue sfaccettature,nessuno come l’allenatore ha idea di quel che sia più giusto fare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Benzorogranata - 3 settimane fa

    Non credo che qualcuno possa mettere in discussione la bravura di Nkl (e Sirigu) ma si sta solo parlando della voglia di dare ancora qlcs alla maglia : il terzo gol è emblematico in quanto il ns dif è lento, come sempre ultimamente, e non riesce a contrastare il primo tiro di Muriel, ma cosa più incredibile è che si disinteressa dell azione e va verso il fondo dmenticandosi della ribattuta che fa gol … subito Lyanco che ricordo quando gli è stata data fiducia, in quel di Bologna di due campionati fa, è stato il miglior centrale del girone di ritorno ….. FT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Toroperduto - 3 settimane fa

    Ripeto su Nkolu ci si fa troppo condizionare dalla vicenda ormai vecchia.

    Per il resto il giocatore è entrato nel vortice disastroso del Toro e non penso proprio che certi errori siano né volontari né dettati dalla voglia di andare via così come non lo sono quelli di Sirigu o quelli di Zaza o quelli di Izzo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 3 settimane fa

      concordo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Bastone e Carota - 3 settimane fa

    Andate a rivedervi il primo gol dell’Atalanta: non sbaglia Sirigu, non sbaglia Bremer; sbaglia in modo evidentissimo N’Koulou che tiene in gioco Ilicic. I suoi compagni erano saliti e sarebbe stato un semplicissimo fuorigioco. L’arbitro richiamato dal VAR rivede l’azione e conferma il gol. Si vede benissimo nel replay dell’azione con evidenziate la linea rossa e quella blu.
    Come nel secondo si vede Izzo fare una cappellata mostruosa nella metà campo avversaria, facendosi saltare come un birillo, e Murru dormire in area senza seguire Gosens in profondità.
    Sul terzo gol, nuovamente Izzo a spasso per il campo e in ritardo nel rientrare in difesa, N’Koulou rimane interdetto se stringere subito su Muriel o temporeggiare: entrambi per niente reattivi sulla parata di Sirigu e successiva ribattuta di Muriel.
    N’Koulou ha responsabilità più o meno gravi in tutti e tre i gol subiti.
    Izzo gravi in almeno due.
    Murru gravi nel secondo gol.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 3 settimane fa

      cioè, fammi capire, se un giocatore balla sulla linea del fuorigioco e riesce a non finire in fuorigioco per un niente è colpa di chi l’ha “tenuto” in gioco e non chi avrebbe dovuto marcarlo essendo nella sua zona di campo (bremer)?
      Nel terzo gol Nkoulou, nonostante non fosse zona di sua competenza (era di Izzo), va diretto a chiudere la diagonale ma l’errore è PALESEMENTE di Izzo (anche i commentatori sky l’anno sottolineato).
      Nel secondo, poi, che sia colpa di Nkoulou è frutto solo della tua mente.

      Hai fatto un’analisi molto lucida e priva di pregiudizi, chapeau!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bastone e Carota - 3 settimane fa

        Ilicic non balla sulla linea del fuorigioco. Ilicic è tenuto in gioco alla grande da N’Koulou che non sale ed è almeno un metro dietro la linea dell’attaccante. Bremer a Murru erano saliti correttamente, N’Koulou ha dormito.
        Non si tratta di pregiudizio, ma di guardare e riguardare con attenzione le immagini.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 3 settimane fa

          il pregiudizio c’è eccome nel momento in cui attribuisci a lui tutti e 3 i gol.
          Che fosse “almeno un metro” lo dici solo (!) te

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Bastone e Carota - 3 settimane fa

            Vedo che non capisci. Il primo gol nasce da un suo errore marchiano, basta guardare i filmati, senza pregiudizi.
            Poi se vuoi essere il partigiano di n’koulou, liberissimo.

            Mi piace Non mi piace
          2. Simone - 3 settimane fa

            “N’Koulou ha responsabilità più o meno gravi IN TUTTI e 3 i gol subiti.”
            Questo è ciò che hai scritto TE, più pregiudizievole di cosi!!

            Mi piace Non mi piace
  12. michelebrillada@gmail.com - 3 settimane fa

    io penso che nkulu sia bravo tecnicamente ma di una lentezza disarmante qualsiasi uomo di attacco se riesce a saltarlo ,lui non recupera piu e difatti ha causato un sacco di gol unito al fatto che non ha firmato il contratto deve stare sempre in panchina o in tribuna tanto non è il giocatore che fa la differenza casomai con sirigu ci porta dritti in serie B

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. eurotoro - 3 settimane fa

    magari uno spogliatoio ricompattato…magari piena sintonia col mister..magari si convince che il calcio che conta può esserlo anche qui..magari un’offerta di rinnovo convincente..hai visto mai un suo grande girone di ritorno e rinnovo a vita…i want Believe..forza Nicolas!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. vincenziluca7_14052178 - 3 settimane fa

    Bè, io farei una linea a 4 da destra Izzo, Bongiorno, Nkoulu, Rodriguez, poi 4 a centrocampo , singo, Mandragora,Baselli, verdi, attacco Gallo e bonazza.ciao e forza Toro e abbasso le squadre con le strisce

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 3 settimane fa

      Chi è la “bonazza” ??? 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. framantic - 3 settimane fa

      Izzo terzino fa cagare e lo abbiamo visto diverse volte. La difesa a 4 con Nkolou é troppo lenta e ci espone di fronte a esterni che saltano l’uomo o attaccanti che attaccno la profonditá. Mandragora Baselli non fanno abbastanza filtro. Manca un raccordo tra centrocampo e attacco se metti Verdi all’ala. Questa formazione va bene al massimo contro il Crotone o in casi estremi in cui dobbiamo fare la partita. Guarda che dobbiamo salvarci, non giocare per l’europa con un calcio spumeggiante. Apprezzo comunque il tuo entusiasmo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. leggendagranata - 3 settimane fa

    Sono d’ accordo con Sartori: ‘Nkoulou “è il difensore più forte in rosa al Torino” ed è stato uno dei tre invocati da Rampanti nel momento più buio di qudsta stagione: “Giampaolo fai giocare i senatori”, ha scritto su questo sito Serino, riferendosi a ‘Nkoulou, Izzo e Sirigu. E’ evidente che di loro “questo” Torino non può fare a meno, anche se non sono al massimo della forma. Bisogna stare con i piedi per terra, non sognare di avere rose tipo Barcellona, Bayern Monaco o Liverpool. L’ accantonamento di ‘Nkoulou e di Izzo è stata una della colpe di Giampaolo, che ha pagato anche per le indicazioni di mercato che ci hanno portato giocatori mediocri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. framantic - 3 settimane fa

      L’accantonamento di izzo e nkolou era dovuto a temi di natura tecnica o motivazinae. Quando si é tornati al 352 izzo é rientrato titolare e finito il mercato pure nkolou. Ció che non era conveniente fare prima, lo si é fatto al momento appropriato. Guarda che nkolou cappellate ne ha fatte parecchie er essere un difensore di 30 anni con la sua esperienza. Cerchiamo di essere obiettivi, dare tutte le cole a Gianpaolo é ingiusto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. a.stefanell_10146599 - 3 settimane fa

    secondo me un buon giocatore non diventa brocco all’improvviso quindi NK e Sirigu hanno bisogno di resettare e ripartire giocando come sanno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toro_felix - 3 settimane fa

      Trovare un futuro…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. CUORE GRANATA 44 - 3 settimane fa

    A mio parere,conviene sia alla squadra che allo stesso NK “seppellire l’ascia di guerra” per questo scorcio di Campionato.Con la mente sgombra da retropensieri potrà tornare il giocatore che abbiamo conosciuto e “cicero pro domo sua”a fine stagione allocarsi presso una Società di un certo livello nel giro Coppe Europee che ,tra l’altro, vedrà,sotto altro nome,anche la rinascita della Vecchia “Coppa delle Coppe”.NK ed altri meritano altre allocazioni rispetto al nulla che continuerà ad offrire il TorinoUC in termini sportivi.Sempre FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CUORE GRANATA 44 - 3 settimane fa

      PS. Noto con piacere che “le truppe cammellate” del Pres. sono sempre molto vigili:direi bene così nel rispetto di tutte le opinioni.Vorrei solo aggiungere e rammentare che in altri tempi AC Torino ha partecipato con una certa assiduità alla Coppa Coppe,Coppa Fiere e Mitropa Cup,acquisendo una visibilità per quei tempi molto significativa rispetto all’attuale nulla cosmico.Oggi,forse,potremmo partecipare alla “Coppa del nonno”che riguardo al mio status andrebbe anche bene..però.Urbano Urbano..”gent c’à và,gent c’à ven l’urinari l’è sempi pien!”Nonostante tutto sempre FVCG!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. OldBull - 3 settimane fa

    Devo dire di non avere mai creduto in Nicola, nel senso che io assolutamente non credo sia una dote indispensabile essere stato un giocatore del Toro per essere anche un buon allenatore, mentre leggevo che molti lo volevano alla guida del Toro proprio perchè in maglia granata s’era distinto, oltretutto in serie B…
    Non ci credevo anche perchè pur avendo fatto bene nella sua breve carriera d’allenatore, lo ritenevo davvero troppo acerbo.
    Invece Nicola mi sta piecevolissimevolmente dando torto, almeno fino ad oggi s’è dimostrato davvero in gamba nelle scelte, nei cambi, nella gestione generale.
    Il problema Nkoulou sembra con lui meno problematico.
    Per dirla come si diceva qualche anno fa, io cioffiducia…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toro_felix - 3 settimane fa

      Ma cosa vogliono dire i meno?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bilancio - 3 settimane fa

        Ignorali non sono tifosi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Pau - 3 settimane fa

        Si possono mettere anche senza loggarsi, deve essere qualcuno che ha la carogna a tempo pieno.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. OldBull - 3 settimane fa

          Probabilmente sono quei pochi cairoboys ancora rimasti, sono duri da convincere, sono duri a autoconvincersi d’avere torto DA SEMPRE e poi magari sono dei provocatori esterni sempre presenti ma assolutamente innocui, sò ragazzi, si divertono con poco…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Toroperduto - 3 settimane fa

      Guarda old il discorso su Nicola è molto semplice, si può dire tutto ma carisma ne ha sempre avuto e non importa se sei stato in serie a o in serie b o ce lo hai o non ce lo hai, e questa squadra probabilmente ha più bisogno di uno carismatico che di essere allenata.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. bordeauxgranata - 3 settimane fa

    Io vedo da sempre Lyanco centrocampista, ha un ottimo piede e sa tenere la testa alta…
    Là dietro mi fa troppa paura

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fb - 3 settimane fa

      Centrocampista?
      E’ lentissimo, porta troppo la palla…

      No, e’ un difensore che ama troppo tenere la palla tra i piedi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bordeauxgranata - 3 settimane fa

        Sarà pure lento ma sa uscire palla al piede con una certa dimestichezza, almeno in mezzo al campo se perde palla ha qualcuno che gli para il didietro…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. christian85 - 3 settimane fa

      Ciao bordeauxgranata,

      eppure se non ricordo male io, Lyanco doveva essere la nuova stella, il nuovo asso in difesa e se ne parlò talmente tanto nel periodo in cui poteva giocare ( arrivato nel marzo 2017 ).
      Poi inizia ad avere infortuni su infortuni a non finire, ma in tutto ciò da quel poco che vedevamo, non mi pareva fosse sto granchè..

      Insomma, morale della favola, dopo 3 anni ( esperienza Bologna compresa ) non mi pare che alla fine abbiamo presto sto fenomeno e alla fine N’Koulou che ha 7 anni di più è 100 volte più forte, senza alcun dubbio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bordeauxgranata - 3 settimane fa

        Ciao christian85, io vedo similitudini tra Maksimovic e Lyanco, due difensori che sanno il fatto loro ma sono con la testa tra le nuvole e un po’ supponenti.
        In serie A ci sono tanti “cani” che però hanno un intelligenza tattica e un mordente che gli permette di sopperire alle lacune tecniche.
        Come il gobbo nasone

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. christian85 - 3 settimane fa

          Non saprei sai.. ho amici a Napoli, super tifosi del Napoli.. e insomma, non lo vedono di buon occhio Maksimovic.
          Non che Koulibaly stia facendo meglio, ma Maksimovic proprio non piace.. e come dare torto a loro ??

          Nemmeno quando era con noi mi faceva impazzire, a parte qualche partita giocata sopra le righe, ma in un Toro come questo avrebbe naufragato.

          Lyanco…. l’unica cosa buona che mi fa abbastanza ben sperare, è che finalmente non si fa male ogni 2×3, ma nel rendimento è piuttosto imbarazzante.
          A esser onesto, non ricordo una sola partita di lui in cui io abbia detto “Buono”
          “Forte”..

          Mi ha dato più rassicurazioni Buongiorno, per essere alla sua prima esperienza, anzi mi ha proprio colpito in diverse partite.. cosi come ovviamente Singo, nella sua esplosività.

          Lyanco di convincente ed esplosivo ha poco e niente.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Toroperduto - 3 settimane fa

          Bordeaux
          Con la differenza che da noi maksimovic ha giocato veramente veramente bene lyanco mai.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. bordeauxgranata - 3 settimane fa

            Toroperduto
            Si lo apprezzo solo quando sporadicamente esce dalla difesa palla al piede…poi sul resto non mi piace

            Mi piace Non mi piace
          2. Toroperduto - 3 settimane fa

            Magari potrebbe giocare davanti alla difesa.
            Sai quale è il problema?
            Finché annaspiamo nella merda non possiamo neanche fare esperimenti o scoprire giocatori in altri ruoli.
            Anche se è un po’ il calcio moderno ad impedirti questo.
            Penso che nel calcio di oggi quello che è stato fatto ad esempio con Pirlo sia abbastanza inverosimile

            Mi piace Non mi piace
  20. Granata - 3 settimane fa

    Post Atalanta, il giocatore più “rincuorato” , diciamo così, fu proprio NKoulou. Nicola gli sta molto vicino. Molti diranno che non merita questo trattamento ma vorrei ricordare che nello spogliatoio ci sono stati elementi che con le loro battute, e non solo, creavano tanti, troppi malumori. Nicola, il Toro, non si possono permettere altre mele marce dentro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mazz - 3 settimane fa

      Ciao, e Nicolas non era uno di questi?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 3 settimane fa

        No. Nicolas da quando è stato riammesso in squadra non ha mai dato fastidio. Erano altri che avrebbero meritato di essere spediti altrove ben prima di quando è stato fatto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. framantic - 3 settimane fa

          Veramwnte, gli unici che hanno mandato via negli ultimi 2 anni sono stat Aina, Meité e Segre. Non certo giocatori del nucleo duro. Davvero bastano questi tre a rovinare il gruppo? E ora é tutto risolto?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Granata - 3 settimane fa

            Hai sbagliato centro. Ripassato chi c’era e chi c’è.

            Mi piace Non mi piace
          2. Bastone e Carota - 3 settimane fa

            Bisogna contare Millico e Edera. Non penso che Segre abbia mai rotto i maroni.

            Mi piace Non mi piace
          3. Granata - 3 settimane fa

            @Bastone, ….centro….. 😉

            Mi piace Non mi piace
          4. Mazz - 3 settimane fa

            A me hanno detto che Sirigu è uno dei piantagrane. Però hanno tutti fonti interne, quindi potrebbe essere una caxxata.

            Mi piace Non mi piace
        2. Mazz - 3 settimane fa

          Menomale, per me è una spanna sopra gli altri.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Granata - 3 settimane fa

            @Mazz, Sirigu è un perfezionista e quando le cose non vanno come dice lui si arrabbia ma poi finisce lì. I rompipalle erano altri, fidati.

            Mi piace Non mi piace
          2. Mazz - 3 settimane fa

            Ottimo

            Mi piace Non mi piace
    2. suoladicane - 3 settimane fa

      @granata
      ti rispondo qui,
      sinceramente che due pivelli sfigati come millico ed edera fosso i rompi-spogliatoio mi è veramente difficile crederlo; sicuramente si sono accodati ad altri, fossero stati soli qualcuno gli avrebbe rifilato uno schiaffone…..ah già scusa Big Jim non fa piu il team manager…..
      CAIRO VATTENE

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 3 settimane fa

        @suola, gli è stato detto più e più volte in modo troppo garbato. Ci fossero stati Bruno o Policano o Tarzan, non sarebbero più usciti da casa. Mancano quei tipi di giocatori.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. ALESSANDRO 69 - 3 settimane fa

    Anche qui poche storie, Nicolas recuperato alla causa significa avere a disposizione il miglior centrale che abbiamo in rosa. Nicola, che non è cretino, lo ha capito e giustamente in barba alle vicende passate farà di tutto per recuperarlo e secondo me ci riuscirà…E sarà bene sperarci tutti quanti invece di attaccarci a inutili polemiche. Se vogliamo salvare la carretta ci sarà bisogno di tutti, soprattutto di quelli più bravi. Nicola lo ha capito subito…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 3 settimane fa

      Concordo al 100 x 100.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Dr Bobetti - 3 settimane fa

      D’accordo su tutta la linea. Lyanco centrale nella difesa a 3 fatica, rende molto meglio nella difesa a 4 che ora è un di cui.
      Serve N’Koulou senza se e ma. Qui conta salvarsi ed in difesa facciamo molta, troppo acqua in mezzo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Maurone - 3 settimane fa

        Non solo N’Koulou, spero, fa acqua. A Milano in Coppa uno dei migliori. Scusate ma per ora chi mi ha deluso di più e’ Izzo, anche se ogni tanto segna gol sul secondo palo. Ma a Genova non giocava centrocampista di destra?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. michelebrillada@gmail.com - 3 settimane fa

      io penso che nkulu sia bravo tecnicamente ma di una lentezza disarmante qualsiasi uomo di attacco se riesce a saltarlo ,lui non recupera piu e difatti ha causato un sacco di gol unito al fatto che non ha firmato il contratto deve stare sempre in panchina o in tribuna tanto non è il giocatore che fa la differenza casomai con sirigu ci porta dritti in serie B

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy