Calciomercato Torino, stallo con lo Sporting Lisbona per Lyanco

Calciomercato Torino, stallo con lo Sporting Lisbona per Lyanco

In uscita / I granata sparano alto, sul difensore brasiliano c’è grande interesse: anche Lille e Bologna vogliono accaparrarselo

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

La trattativa tra Torino e Sporting Lisbona per Lyanco è in fase di stallo. I granata chiedono tanto per il difensore brasiliano, che ha già chiesto la cessione alla società, e c’è distanza tra domanda e offerta. Intanto il ritiro pre campionato si avvicina e servirà trovare una destinazione per il centrale. Il Toro, però, non ha alcuna intenzione di svendere un giocatore che ancora può dimostrare tanto e che fa anche parte del giro della Nazionale brasiliana Under 23.

LEGGI ANCHE: Torino, nodo Sirigu: posizione da definire mentre il ritiro si avvicina

Le richieste dei granata sono giustificate anche dall’alto interesse che c’è su Lyanco. Oltre allo Sporting Lisbona, infatti, sul difensore brasiliano ci sono anche il Leeds, il Lille e il Bologna. Per questo motivo il Torino non ha alcuna intenzione di abbassare la domanda. Il ragazzo piace e ha talento, quindi non ci sono motivazioni per essere accondiscendenti con le altre società. Piuttosto l’alto interesse potrebbe innescare una competizione tra i club interessati ad accaparrarselo e potrebbe fare la fortuna del Torino, che potrebbe vedere rispettate le proprie richieste economiche. Intanto il ritiro si avvicina e rimane anche da capire se Lyanco ne prenderà parte o meno. I granata sono tra i primi a iniziare la preparazione. Basta pensare che il Bologna partirà per il ritiro di Pinzolo il 27 agosto. Quindi i rossoblù hanno quasi due settimane per superare la concorrenza.

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. policano67 - 2 mesi fa

    Fa bene a monetizzare urbanetto.nn so se e vero ke per lyanco kieda 20ml di euro o piu.pero poi quando si va noi a compra le trattative tipo rodriguez durano na vita per centomila euro di differenza.commercialmente parlando fa bene lui ci mankerebbe.l unica cosa ke mi kiedo e perke vuol uendere bene e poi vuole rafforza la squadra con svincolati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Bastone e Carota - 2 mesi fa

    Eh però anche quelli dello Sporting Lisbona che si mettono a barboneggiare!
    Che tirino fuori questi 25 mln e non stiano lì a contare i centesimi in più o in meno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. policano67 - 2 mesi fa

      be nn e che il nostro magnate quando compra nn bada a spese.3 ml di euro per rodriguez ci ha impiegato 15 giorni.per lynetti la samp ne vuole 12 e lui e a 6 quindi lo vedremo qua magari tra due anni.poi lo sporting dovrebbe accetta subito?nn ti sembra un po strana la cosa.cairo sara pure bravo ma gli altri nn dormono.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bastone e Carota - 2 mesi fa

        Infatti, non mi scandalizzo quando barboneggiano gli altri e non mi scandalizzo quando barboneggia Cairo, perché è la prassi dacché mondo è mondo “quanto volere per cammello?”. Mi sale solo la pressione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Bastone e Carota - 2 mesi fa

    Monetizzare al meglio e reinvestire in giocatori affidabili e uomini veri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Lemmy - 2 mesi fa

    Non voglio entrare nelle questioni personali di Lyanco, che rispetto anche se non approvo (ma forse sono poco informato).
    Ciò che va considerato invece, è il fatto che questo giocatore, potenzialmente forte fisicamente e tecnicamente, non ha mai dimostrato al Torino le sue potenzialità per cui:

    Ha un contratto fino al 2024, quindi per altre 4 stagioni, ed ha 23 anni, una società con le palle (come fatto con Maksimovic 4 anni fa) lo tiene fino a che una squadra sborsa “almeno” il doppio di quello che ha versato il Torino per svezzarlo quando aveva 20 anni, altro che “se ne vada”, o “fuori dai coglioni” come scritto più volte solo perché chiede di essere ceduto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata75 - 2 mesi fa

      Il problema è che non si può volere l’uovo e la gallina: da un lato vogliamo giocatori nuovi, forti e subito perchè devono imparare in fretta le tattiche di Giampaolo, dall’altro vogliamo che si aspetti a cedere fino a che non ci danno una marea di soldi. Quello che non consideriamo è che: 1) se non cedi e contemporaneamente acquisti 4 o 5 giocatori nuovi inizi il raduno con un rosa spropositata, con quindi grandi difficoltà per Giampaolo
      2) per il punto di cui sopra, meno spazio per i giovani aggregati alla prima squadra per mettersi in mostra
      3) secondo noi tutti i nostri fenomeni valgono una marea di soldi (Izzo 25 milioni, Nkoulu 20, Lyanco 15), ma i giocatori valgono le cifre che gli altri club ti offrono
      4) quando è noto nell’ambiente che un giocatore se ne vuole andare e che la società lo vuole cedere è chiaro che nessuna squadra ha interesse ha comprarlo subito a prezzi alti… tira per le lunghe e fa abbassare il prezzo. E’ la stessa tattica adottata da Cairo lo scorso anno per Verdi, con la piccola differenza che Verdi sarebbe stato volentieri a Napoli, mentre dubito fortemente che Izzo, Sirigu e Lyanco abbiano voglia di restare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Kieft - 2 mesi fa

        I giocatori del Milan con Giampaolo sembravano tutti brocchi e adesso con pioli sono dei fenomeni che fanno 4 goal alla juve e strapazzano la Lazio ….lyanco non è brocco…..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Lemmy - 2 mesi fa

        Non condivido molto il tuo pensiero anche se ovviamente lo rispetto.

        Cerco di argomentare…un giocatore sotto contratto, in particolare se lungo (Aina, Meitè, Lyanco, Izzo) va tutelato dalla società per la società, e se questi giocatori sono reduci da una stagione pessima (tranne Bremer, Sirigu e Belotti, come tutti sanno) intanto si rivalutano dimostrando quello che valgono, e poi vengono eventualmente ceduti, sul discorso dell’ampiezza della rosa non condivido molto ma prendo atto.
        Sui giovani non mi pronuncio, mi pare che il Torino, anche se a piccole dosi quelli che ha ritenuto di fare giocare in prima squadra lo abbia fatto e non mi sembra sia stato un successone.
        Il valore dei giocatori dipende dalla lunghezza del loro contratto (cit.) per cui ad esempio Izzo e Lyanco valgono molto anche se reduci da una stagione scadente mentre Nkoulou in scadenza 2021 se non allunga vale praticamente zero.
        Sul punto 4 condivido, ma ribadisco, secondo me, se un giocatore ha un contratto lungo e se ne vuole andare, società e procuratore devono trovare un accordo che favorisca sopratutto il volere della società, proprio perché il giocatore si è legato alla società per un tempo lungo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. TOROPERDUTO - 2 mesi fa

      Proprio perché non ha mai dimostrato le sue potenzialità è rischioso tirare troppo la corda tanto non sarà mai un fenomeno e operazioni alla maksimovic ti riescono una volta sola, anzi neanche quella perché la cifra di Verdi mi puzza e tanto e sono strasicuro che è legata a quell affare

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy