Torino, atteso un confronto tra Sirigu e la società. La Roma osserva

Calciomercato / Ancora tutto da decidere il futuro dell’estremo difensore del Torino: atteso un confronto con la società granata, con la Roma interessata sullo sfondo

di Nicolò Muggianu

È ancora tutto da definire il futuro di Salvatore Sirigu. L’estremo difensore granata, tornato titolare a Napoli dopo due esclusioni consecutive contro Roma e Bologna, si trova oggi ad un bivio della sua avventura sotto la Mole: lasciare il Torino già nel prossimo mercato di riparazione o lottare per la salvezza insieme alla squadra fino al termine della stagione, per poi prendere una decisione riguardo il proprio futuro in seguito all’Europeo.

NAPLES, ITALY – DECEMBER 23: Salvatore Sirigu of Torino celebrates with Armando Izzo following the Serie A match between SSC Napoli and Torino FC at Stadio Diego Armando Maradona on December 23, 2020 in Naples, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

CONFRONTO – È lui uno dei principali intrighi di mercato che il Torino dovrà sciogliere al più presto. Nei prossimi giorni è atteso un faccia a faccia tra il giocatore, il suo entourage e la dirigenza granata in cui si cercherà di comprendere se Sirigu abbia ancora le giuste motivazioni per continuare a combattere per la causa granata almeno sino alla fine dell’anno. La certezza è che, in caso di risposta positiva da parte del portiere, il Torino è ben consapevole dell’impatto che può avere Sirigu sulla squadra: un giocatore che (quasi) da solo ha tenuto a galla il Toro nel finale di stagione dello scorso campionato. L’interesse delle due parti potrebbe dunque convergere nella decisione di avanti insieme fino a fine stagione: un compromesso che permetterebbe alla squadra di Giampaolo di lottare per la salvezza con un portiere di assoluto livello e a Sirigu di trovare continuità in vista del prossimo Europeo.

LEGGI ANCHE: Torino, il pagellone di fine 2020: Sirigu 5, metà stagione da dimenticare

CALCIOMERCATO – Resta però da considerare la conditio sine qua non per proseguire insieme almeno fino al termine della stagione: ovvero la volontà di Sirigu, che dovrà comunicare alla società di essere deciso e motivato di continuare a giocare nel Torino. Poi a fine stagione, con un solo anno di contratto rimasto, ci sarà tempo per decidere riguardo un eventuale divorzio con maggiore tranquillità. Intanto sullo sfondo c’è sempre viva l’ipotesi Roma, con la squadra di Fonseca che resta fortemente interessata all’estremo difensore granata. Tuttavia i giallorossi dovranno prima occuparsi del futuro di Pau Lopez, messo da tempo nella lista dei partenti ma difficilmente cedibile a gennaio se non in prestito. Ipotesi, quest’ultima, che convince poco la dirigenza capitolina.

LEGGI ANCHE: Torino, il pagellone di fine 2020: Sirigu 5, metà stagione da dimenticare

32 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. lucagranata - 4 settimane fa

    Sono sinceramente basito,pur di dare contro a Cairo si accettano palese sotto-impegno da parte di giocatori che prendono 2 milioni all’anno….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mimmo75 - 4 settimane fa

    Bisognerebbe chiedersi perché i top vogliono lasciare il Toro, Belotti a parte. La risposta è una sconfitta per Cairo. Non biasimo nessuno di quelli che vogliono andarsene: non brillano per professionalità ma gli stimoli quando arrivi a certi livelli contano più del denaro. E Cairo riesce a stimolare come una vegliarda in perizoma.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 4 settimane fa

      Maschilista!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Toroperduto - 4 settimane fa

      Porco!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. fabrizio - 4 settimane fa

      non e’ detto che non brillino di professionalita’. Se ti assumono per fare un certo lavoro ma non ti forniscono gli strumenti necessari, o ti vendono i macchinari/strumenti necessari per migliorare l’azienda, allora ne cerchi un altra con capacita’ o strategie di crescita migliori migliori.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Kieft - 4 settimane fa

      I top?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. LeoJunior - 4 settimane fa

    Conta poco chi abbia ragione e perchè si sia arrivati a questo punto. La realtà sta nel fatto che nessun ruolo come quello del portiere necessità di concentrazione e impegno. E non parlo di quello che si può promettere o credere “a parole” perchè quello è di qualche centesimo di secondo in ritardo rispetto a quello istintivo. Quindi possiamo anche credere che Sirigu, da professionista qual’è, possa dire di voler continuare ma il rischio è di vederlo arrivare sempre qualche centesimo di secondo in ritardo. Dovranno quindi scoprirlo insieme e decidere per il bene di tutti. Se non sposa la causa e ha qualche retropensiero, meglio lasciare perdere.
    Ci si saluta, lo si ringrazia per quello che ha fatto, evitiamo processi sommari e andiamo avanti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14287754 - 4 settimane fa

    ma io spero che resti sirigu io lo ringrazierò sempre per quello che a fatto se siamo in A e grazie a lui e al meraviglioso capitano BELOTTI… sirigu non c’entra niente e normale essere un po demotivato forza sirigu!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Toroperduto - 4 settimane fa

    Non sapremo mai come è andata, in ogni caso se voleva andare via questa estate è stato un altro errore della società.
    Se non voleva andare via questa estate allora un po’di colpa ce l’ha anche lui

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paul67 - 4 settimane fa

      Pretendeva di più dalla società,ma siccome la società nn esiste há tirato I remi in barca come N’Koulou, Izzo e altri. Nn é un comportamento da professionista esemplare, ma certi giocatori oltre al buon contratto hanno bisogno di vedere che possono lottare per obbiettivi sempre maggiori e nn navigare a vista come nella cairesefc.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Bob Rokk - 4 settimane fa

    siccome gli occhi di una persona non sanno (quasi) mai mentire, andatevi a rivedere le immagini di Sirigu in campo in questo 2020: la traduzione è “MA CHE CA**O CI STO A FARE IN QUESTA SQUADRA?”..
    ..quindi che evitino di perdere tempo con queste pantomime: vuole andare via? vada..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Macs - 4 settimane fa

      Altrimenti cura Lotito, tribuna fino a fine contratto. Questi sono strapagati per dare il sangue in campo, non sui sociale.. E’ ora di finirla.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Bela Bartok - 4 settimane fa

    Ma è il caso di correre il rischio? Già facciamo schifo di nostro, possiamo permetterci di puntare su un portiere che magari tra due mesi è di nuovo in paranoia per non so quale motivo e ogni tiro è goal?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Bacigalupo1967 - 4 settimane fa

    Potrebbe verificarsi uno scambio di prestiti tra Pau Lopez e Sirigu entrambi scontenti delle rispettive sistemazioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. oscarfc - 4 settimane fa

      Ti è chiaro chi ci guadagna nel cambio?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Tarzan - 4 settimane fa

    Io a Sirigu sarò sempre grato per tutto quello che ha fatto. Il problema non è Sirigu ma una società ridicola incapace di programmare una crescita seria. Sogno una società di alto livello, evidentemente senza Cairo al timone, che convinca Sirigu con proposte serie e convincenti, senza i bluff di Cairo, a rimanere ed essere uno dei capisaldi della nostra rinascita. Accusare Sirigu dei mali attuali del Toro è piuttosto miope.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fandangogranata - 4 settimane fa

      Tutto vero, rimane però il fatto che nel momento in cui giochi per una società, tu devi dare tutto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tarzan - 4 settimane fa

        Non è un robot. Il contesto ambientale e la situazione psicologica influenzano molto il rendimento. Dubito che abbia scelto di calare di rendimento, semplicemente è accaduto. Questo non fa che accrescere le colpe societarie ai miei occhi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Rimbaud - 4 settimane fa

      Condivido, dopo che ti fanno giocare in un campo di patate, ti promettono campagne acquisti, premi e posizionamenti che poi non arrivano grazie all’incompetenza societaria, inevitabilmente le cose vanno male. Io per primo al suo posto avrei il fegato marcio. La credibilità di questa società è pari a 0.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. paulinStantun - 4 settimane fa

    I commenti sono ondivaghi: tre settimane fa io 90% diceva Sirigu via a tutti i costi e dentro MS, ora tanti dicono che bisogna trattenerlo (per chiaramente alla prossima papera attaccare la società per non averlo ceduto).
    La verità è che noi non possiamo che osservare i pochi segnali e farci sopra ragionamenti da bar.
    Il caso N’Koulou credo sia diverso: lui disse di non sentirsi di giocare una partita importantissima per problemi inerenti il mercato, quindi è un ammettere pubblicamente di volersene andare. Lui lo considererei irrecuperabile.
    Degli altri nessuno di noi sa come sia veramente la situazione: un sorriso al termine di una partita è sufficiente a chiederne la cessione, poi un abbraccio al mister nel corso di una partita ben giocata fa tornare i dubbi che forse il giocatore si può ricuperare.
    La verità è che dobbiamo affidarci alla società ed ai suoi dirigenti (e questo onestamente un po’ di preoccupazione la fa venire…)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. christian85 - 4 settimane fa

    Mah… paradossalmente per Sirigu è meglio comunque finire la stagione al Toro, a parte che cambiare squadra ora non avrebe alcun senso.

    Inoltre i troppi gol subiti dal Torino non sono di certo tutta colpa sua.

    Quello che non capisco però è, visto che Sirigu voleva andarsene già il giorno dopo Toro 3 Genoa 0 dello scorso anno, che sancì di fatto la salvezza, perchè tenere in casa un indesiderato..

    Se Izzo prima era un caso disperato, adesso con questo gol al Napoli, pare di vedere un’altra cosa.. mentre N’Koulou è da tenere fuori rosa, oltre al fatto che uno tesserato non può permettersi di rifiutare un prolungamento per fare un dispetto.

    Dovrebbero intervenire la Lega e il Coni in questi casi, perchè poi alla fine sono stati questi casi di ammutinamento ad aver destabilizzato l’ambiente e lo spogliatoio e non si può che un calciatore possa avere il coltello dalla parte del manico, quando ha tutti i diritti inimmaginabili, oltre che una barcata di soldi.

    Una cosa però è sicura : dal prossimo anno e spero da gennaio, non voglio più vedere Sirigu, Izzo e Nkoulou con la nostra maglia e non mi interessa l’abbraccio di Izzo con GP, non siamo mica scemi.. un anno e mezzo a far vedere quello che era con il Toro dei 63 punti.
    E’ triste vedere le loro facce malcontente ed è penoso quello che fanno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. OldBull - 4 settimane fa

    La buona gestione dei giocatori, specialmente i più rappresentativi ed importanti, è l’indicatore che determina la validità di una società. Il Torino FC purtroppo non è nemmeno una società, semmai è un ente a conduzione UNICA il cui padre padrone fa e disfa a suo piacimento/interesse senza una logica creando così scontento tra i giocatori e mancanza di risultati.
    Qualunque club calcistico degno di questo nome farebbe di tutto per trattenere i migliori facendo mercato con i pezzi meno pregiati o promettenti, e se uno uno dei migliori venisse ceduto, lo si fa esclusivamente per rinforzare la squadra avendo pianificato con largo anticipo le eventuali sostituzioni. Cose che alla cairese non succedono…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PotenzaGranata - 4 settimane fa

      Esatto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Tarzan - 4 settimane fa

      Esatto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Junior - 4 settimane fa

    Abbiamo solo da perdere a mandarlo via. È normale sia privo di motivazioni atteso lo sfacelo in cui incorriamo. Sono anni non abbiamo un portiere così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Garnet Bull - 4 settimane fa

    Poche balle, siamo ancora in A dopo l’anno scorso grazie al grande gallo e grazie a lui con le sue parate fuori dal normale. Ma quest’anno è un’altro campionato ed è evidente come sirigu sia un portiere normale (il sepe di turno, quello che potremo permetterci in futuro, abituiamoci) che però è poco motivato e il risultato è ciò che vediamo… I nomi 0er sostituirlo? Rajkovic del Reims, Andrada del Boca, Pacheco dell’alaves. I nomi ci sono, prenderli è tutto un altro discorso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PotenzaGranata - 4 settimane fa

      Sarà forse “poco motivato” per lo sfacelo che il mandrogno sta causando alla cairese o perchè si è sentito “solo un pochetto” preso per il culo, visto che aveva chiesto di essere ceduto ed invece è stato trattenuto e illuso dal madrogno medesimo con false promesse ?

      Plausibile no ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Gigiotto - 4 settimane fa

    Da mandare via, ormai il suo ciclo al Toro è finito, che vada anche lui nel calcio che conta. Basta pagare bene, altrimenti panchina e addio Europeo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PotenzaGranata - 4 settimane fa

      Un concentrato di cazzate, complimenti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. guidopernigott_484 - 4 settimane fa

        Se nello spogliatoio ci fosse qualche dirigente con i controcxxxi queste cose non succederebbero.il livello degli spogliatoi sono pietosi.si pensa solo al grano ,social,tatuaggi,etc..non c’è da meravigliarsi.noi facciamo parte di in calcio che non c’è più.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Paul67 - 4 settimane fa

      Eh si tanto abbiamo il Donnarumma Serbo……
      Sirigu in qualche modo si può tentare un recupero, con Savic invece nn c’è niente da fare…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy