Primavera, Torino-Ascoli 3-0: i granata tornano a vincere contro l’ultima in classifica

Giovanili / Obbligati a vincere contro l’Ascoli fanalino di coda, i ragazzi di Cottafava si impongono grazie alle reti di Greco, Karamoko e Cancello

di Alberto Giulini, @albigiulini

Torna a vincere la Primavera granata, che a Volpiano si impone 3-0 sull’Ascoli ultimo in classifica. Una boccata d’ossigeno per i ragazzi di Cottafava, obbligati a vincere dopo una serie di prestazioni deludenti. Contro una squadra nettamente inferiore aprono due conclusioni da fuori di Freddi Greco e Karamoko, chiude in avvio di ripresa il gol di Cancello.

LEGGI ANCHE: Primavera, le pagelle di Torino-Ascoli 3-0: bene Greco e Karamoko, si sblocca Cancello

LA CRONACA – Cottafava cambia molto rispetto al pareggio di mercoledì contro il Cagliari, schierando i suoi con il 4-3-1-2. Davanti a Sava linea a quattro composta da Todisco, Spina, Aceto e Celesia; in mezzo al campo Kryeziu regista affiancato da Karamoko e Freddi Greco. Nel reparto avanzato, a supporto di Vianni e del sottoleva Gymah, la scelta è ricaduta su Favale. A partire forte sono subito i granata, che provano a spingere sull’acceleratore ma non riescono a trovare il giusto sbocco per concludere a rete. Il vantaggio arriva al 13′ sugli sviluppi di calcio d’angolo: palla che arriva al limite e Freddi Greco fulmina Bolletta con un sinistro preciso. E sempre l’ex Roma, dieci minuti più tardi, è bravo a costruirsi un’occasione entrando in area, prima di andare a sbattere sulla difesa bianconera. Rischia quindi qualcosa il Toro che perde un brutto pallone in uscita con Spina, ma l’Ascoli non riesce ad approfittarne e conquista solo un calcio d’angolo. Al 33′ buona occasione per i granata, con Aceto che impatta su corner di Kryeziu, ma Bolletta riesce a bloccare in due tempi. Ma è solo l’anticipo del raddoppio che arriva tre minuti più tardi con un gran sinistro a giro di Karamoko. Bravi nell’occasione Vianni a servire il centrocampista ma soprattutto Favale a costruire l’occasione.

LEGGI ANCHE: Primavera 1, la classifica: il Torino aggancia Fiorentina e Lazio

LA RIPRESA – In avvio di ripresa Cottafava inserisce subito Cancello, che prende il posto di Samuele Vianni. E la prima occasione del secondo tempo capita proprio sui piedi del nuovo entrato, che sfiora il palo con un diagonale di destro. Al 51′ arriva quindi il terzo gol del Toro proprio con Cancello, che approfitta di un errore in uscita di Bolletta. Con la partita virtualmente chiusa cala l’attenzione dei granata, che si espongono alle offensive dei marchigiani. Ed è decisivo un salvataggio sulla linea di Celesia che, al 55′, salva la porta a Sava ormai battuto. La risposta di Cottafava è affidata ai cambi: dentro Continella e Larotonda per Celesia e Karamoko, con Freddi Greco che si abbassa a fare il terzino sinistro. Al 74′, con la gara ormai in controllo, è quindi il turno di Oviszach, che prende il posto di Favale sulla trequarti. Nel finale, Lovaglio entra al posto di Gymah e va subito vicino al quarto gol su imbeccata di Oviszach. La nota negativa degli ultimi minuti è l’infortunio di Larotonda, che lascia in dieci i compagni per gli ultimi scampoli di gara. Cottafava può comunque tirare un sospiro di sollievo: i tre punti di oggi non bastano ancora per migliorare nettamente la classifica, ma possono rappresentare un’iniezione di fiducia da cui ripartire.

LEGGI ANCHE: Primavera, Cottafava dopo Torino-Ascoli: “La nostra strada è ancora lunga”

IL TABELLINO

Marcatori: Freddi Greco 13′, Karamoko 36′, Cancello 51′

TORINO (4-3-1-2): Sava; Todisco, Aceto, Spina, Celesia (61′ Continella); Karamoko (61′ Larotonda), Kryeziu, Greco; Favale (73′ Oviszach); Vianni (46′ Cancello), Gyimah (84′ Lovaglio). A disposizione: Girelli, Nagy, Portanova, Foschi, Tesio, Fimognari, Horvath. All. Cottafava

ASCOLI (4-3-3): Bolletta; Pulsoni, Markovic, Alagna, Gurini (74′ D’Ainzara); Cudjoe (46′ Palazzino), Ceccarelli (71′ Mangini), Olivieri; Lisi, Ibrahimi (Riccardi 46′), Intinacelli (82′ Luongo). A disposizione: Maresca, Raffaelli, Rosolino, Rossi, Suliani, Marucci, Re. All. Seccardini

Ammoniti: Celesia 6′, Cudjoe 16′, Intinacelli 67′, Todisco 70′, Spina 78′

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy