Torino, Vagnati può influire sulla Primavera: il programma del nuovo dirigente

Torino, Vagnati può influire sulla Primavera: il programma del nuovo dirigente

News / Per il responsabile dell’area tecnica il rapporto tra prima squadra e giovanili deve essere molto stretto: da analizzare la posizione di Sesia

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

Una stretta osmosi tra prima squadra e Primavera. E’ il programma di Davide Vagnati, il nuovo responsabile dell’area tecnica del Torino. L’uomo che ha appena assunto la guida sportiva del club sta avendo parecchi confronti con Massimo Bava, appena tornato sulla carta responsabile del settore giovanile. Sulla carta, perchè Vagnati – a quanto appreso da Toro News – vorrebbe influire eccome sul vivaio e soprattutto sulla Primavera. La linea sembra molto chiara. Motivo per cui c’è da aspettarsi che l’organigramma del settore giovanile, a partire dalla panchina della Primavera attualmente occupata da Marco Sesia, possa essere rivisto con l’inserimento di professionalità scelte dallo stesso Vagnati.

LEGGI ANCHE: Torino, Fabbrini rimarrà nelle giovanili: da definire il ruolo al fianco di Bava

VISIONE VAGNATI – L’idea di Vagnati è, come menzionato, quella di poter gestire tutta l’area tecnica del Torino, dalla Prima squadra alle giovanili. Un modus operandi già attuato alla SPAL, dove Ruggero Ludergnani – il responsabile del Settore giovanile – era principalmente un suo collaboratore che seguiva i suoi dettami sui più ‘piccoli’. Il tutto era fatto per l’idea di avere continuità nella gestione di tutta la società. Al Torino non dovrebbe essere diverso. Il nuovo ds vuole poter gestire sia il Toro del presente che quello del futuro, dettando filosofie e decidendo anche l’organigramma. Così facendo Vagnati avrebbe il globale controllo della situazione e Bava dovrebbe lavorare semplicemente dal punto di vista tecnico, cercando di assicurare i giocatori migliori dall’Under 18 all’Under 14. Qualcosa di diverso dai tempi di Gianluca Petrachi, che era solito lasciare completamente a Bava il controllo sul settore giovanile. Qualcosa che potrebbe mettere a dura prova la coesistenza tra i due dirigenti.

LEGGI ANCHE: Calciomercato, ecco perché il Torino potrebbe (ri)tentare il colpo Fares

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. dattero - 4 mesi fa

    Citare le fonti un giornalista? E qdo mai? Un po’ superficialotta come richiesta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. NEss - 4 mesi fa

    Citare le fonti, o dare prove concrete, altrimenti il sito perde ulteriore credibilita’.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. al_aksa_831 - 4 mesi fa

    Forza Vagnati, fai un po’ di pulizia e valorizza questi ragazzi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Paul67 - 4 mesi fa

    Meno male che si parla di Vagnati….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy