Cairo-Bava, l’altro 4 maggio: al Filadelfia un faccia a faccia di due ore

Cairo-Bava, l’altro 4 maggio: al Filadelfia un faccia a faccia di due ore

Il retroscena / Presidente e direttore sportivo del Torino si sono incontrati. Sul tavolo l’accordo con Vagnati

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Un confronto intenso, per non dire acceso. Durato due ore, al Filadelfia, il 4 maggio. È quanto accaduto ieri tra Urbano Cairo e Massimo Bava, presidente e direttore sportivo del Torino. Il patron granata, dopo essersi recato in mattinata a Superga per l’omaggio al Grande Torino, è sceso in città e si è diretto al Filadelfia dove aveva un appuntamento con l’ex responsabile del settore giovanile promosso a direttore sportivo dopo l’addio nel 2019 di Gianluca Petrachi. Il tema dibattuto è stato l’accordo ormai raggiunto con Davide Vagnati, che diventerà direttore sportivo del Torino a partire dalla prossima stagione. Come già raccontato, il 41enne dirigente ha rescisso con la Spal per siglare un biennale con opzione con Cairo. Dal prossimo anno sarà lui l’uomo mercato granata e porterà con sè diversi collaboratori a partire dallo scout Gianmario Specchia.

Vagnati ad un passo dal Toro: nel suo staff anche Gianmario Specchia

IL CONFRONTO – Secondo quanto appreso, Massimo Bava non ha gradito (eufemismo) il trattamento ricevuto, innanzitutto per i metodi adottati dal patron. Il dirigente dei trionfi della Primavera granata degli ultimi anni avrebbe infatti saputo dell’accordo tra Cairo e Vagnati, prima di ieri, solo da media e addetti ai lavori. Discussioni sono poi nate anche sull’operato del direttore sportivo, che certamente non ha inciso granché sulla costruzione dell’ultimo Torino. Il patron ha in ogni caso proposto a Bava di rimanere in società, con altri ruoli più vicini a quanto portato avanti sino allo scorso anno. Ma il futuro del dirigente granata, al Torino dal 2012, è un punto interrogativo: l’unica certezza è rappresentata ad oggi dai due anni di contratto che gli rimangono.

59 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Héctor Belascoarán - 5 mesi fa

    Longo è un altro paio di maniche, a parer mio, è l’unico a cui non si può dare responsabilità. Cairo, Mazzarri, Bava, giocatori… Questi sono i responsabili, le percentuali fatele voi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. pinco pallino - 5 mesi fa

    Entrano Semplici e Vagnati, per i bocciati Longo e Bava?
    SPeriamo di poter mantenere la categoria, perché siamo caduti in picchiata verso la retrocessione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Héctor Belascoarán - 5 mesi fa

    Concludo…
    Cairo sappiamo come è fatto, purtroppo, vicino a lui ci vogliono persone di calcio che sappiano imporsi alla Petrachi-Ventura… altrimenti abbiamo visto che fine facciamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Héctor Belascoarán - 5 mesi fa

    Io non ce l’ho con Bava, sia chiaro, riconosco lo splendido lavoro fatto nel settore giovanile, ma quando tutti dicevamo che 25 Mln per Verdi erano una follia lui dov’era? Quando tutti a Gennaio dicevamo che servivavano come il pane centrocampisti e laterali a sx, anche solo per una mera questione numerica, lui dov’era? Non c’era o non aveva voce in capitolo. Ma di un DS che, nella migliore delle ipotesi, non ha voce in capitolo che ce ne facciamo? Cairo sappiamo come e

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

      I nomi (almeno 2) a gennaio sono stati fatti, il presidentissimo invece di allargare i cordoni ha fatto cassa con Bonifazi e risparmiato 4 mesi di contratto di Laxalt e Falque indebolendo ulteriormente una rosa scarsissima sia tecnicamente che moralmente ed ora anche numericamente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Héctor Belascoarán - 5 mesi fa

        Però dare tutte le responsabilità al Megapresodente Galattico non mi basta, non dico qualitativamente ma almeno numericamente si poteva risolvere con piccole operazioni a basso costo… poi ci sono quei 25 Mln che comunque – l’uomo più tirchio del mondo – ha tirato fuori. Qualcuno doveva prendersi la responsabilità di spenderli meglio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. maxx72 - 5 mesi fa

    A me Vagnati non dispiace però Bava, se è vero quello che si dice, sta subendo un trattamento vergognoso.
    Caspita ma una giusta la fa il boss?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

      Ha mandato il cerbero arrestatore domiciliare di Parigini. Cosa vuoi di più caro co-tifoso.
      Ps hai visto con che coppola è andato a fare il tampone N’kolou? Diciamo che la sua voglia di eleganza è pari alla sua voglia di giocare nel TORO.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

        Mandato via

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. maxx72 - 5 mesi fa

        Si ma adesso arriverà il co-cerbero Semplici. Si ho visto la coppola e mi è venuta voglia di comprarla. Veramente stilosa e direi che con gli occhiali alla Laxalt che ho già farebbe un figurone.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

          Coppola occhiali bermuda bianche e infradito a ti presenti a cena da Madama@

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Mimmo75 - 5 mesi fa

    Questo è Cairo. Questo è il motivo per cui non gliene frega niente del Toro e della sua identità. Questo è il motivo per cui Pulici risulta “difficilmente collocabile”. Questa è la prova provata di quel che sostengo da quando ha chiamato Longo e Asta per il post Mazzarri con quel vergognoso contratto che tutto dice fuorché fiducia e programmazione, rispetto e voglia di granatizzare il Toro. Partito Petrachi all’improvviso, a Cairo serviva un pupazzo da metter lì per tener buona la piazza (chi altri, tra i DS di livello, sarebbe venuto al Toro dall’oggi al domani solo prr sostituire in corsa piuttosto che per precisa scelta strategica societaria?). Chi meglio di Bava, anche se all’esordio assoluto? La piazza avrebbe gradito uno che ha riportato in auge il settore giovanile rifiutando a più riprese i gobbi. E allora ecco Bava, mai presentato ufficialmente, caricato di doppio lavoro (continuare a gestire il vivaio) e mandato allo sbaraglio per parare il culo al presidentissimo. Alla prima occasione: sdranghete! Tanti saluti osso Bava. Stessa sorte capitata a Moreno e Asta: chiamati in fretta e furia e senza uno straccio di programmazione per risalvare il culo a un presidente indifendibile, gettati alla folla urlante con il gravosissimo, per non dire impossibile impegno di salvare il Titanic tirandolo a riva con un canotto a remi. E già questo basterebbe di per se a capire quanto poco interessino le sorti sportive del Toro a Cairo. Avrà pensato che la squadra si sarebbe comunque salvata da sola (altro errore) e allora ha badato a salvare solo le apparenze (le sue) chiamando altri due cuori Toro e gettandoli alla folla urlante. E alla prima occasione: sdradadanghete! Tanti saluti ossi Moreno e Antonino. Nel frattempo, preso atto di tale gestione fallimentare e toccato con mano il reale rischio di retrocedere, si affanna a far si che il campionato non riprenda o davvero i boomerang sportivi inizieranno a colpirlo senza pietà. Ha tolto a questa squadra l’ultimo motivo (ammesso che ci fosse) che avrebbe potuto far scattare qualcosa di positivo: la voglia di convincere mister e DS a continuare a puntare su di loro per il futuro. Oggi il Toro è composto in parte da gente che aveva scientemente mollato in parte da cuori Toro che si sentono traditi. Come tifoso sono nauseato da questo presidente. Con queste premesse, se il campionato ripartirà, retrocederemo. Alla Madama chiedo se per un solo momento ha provato a mettersi anche nei panni di Bava, Longo e Asta invece di mettersi in quelli di Vagnati pur di trovare qualcosa di positivo in questa scellerata gestione societaria del suo idolo assoluto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

      Mimmo@ ti quoto al 100 x 100.
      Scommettiamo che se il campionato dovesse riprendere il povero Longo non lo finirà…
      Ps comunque quando Longo ha firmato il contratto capestro che gli è stato proposto non aveva la pistola puntata alla testa…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 5 mesi fa

        Longo si è ritrovato praticamente costretto ad accettare per non passare per un cuore Toro solo a parole. Poteva rifiutare, certo, ma credo che su di lui abbiano fatto pressione una serie di circostanze: voglia di allenare, possibilità di farlo in serie A e nella squadra del cuore, trasporto per i colori granata ancor più in un momento di difficoltà e, come detto, necessità di non passare (a maggior ragione non essendolo) per traditore della patria. La verità è che Cairo ha giocato benissimo le sue carte mediatiche, malissimo quelle sportive. Se il campionato riprenderà sarà come dopo il fallimento: serie B e tutto da rifare.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

          Ciao Mimmo@ proprio x quello che dici tu… E perché Cairo era con le spalle al muro ed aveva la necessità di un nome gradito ai tifosi avrebbe dovuto prtendere ed esigere un contratto e delle dichiarazioni che non lasciassero dubbio alcuno sulle reali intenzioni della società di aprire un nuovo ciclo con Longo.
          Invece per la bramosia di tornare ad allenare (il toro non c’entra nulla) ha accettato l’inaccettabile.
          Risultato… Filadelfia aperto, e solo sconfitte. Voglio vedere se riprenderà il campionato e se il trend in serie A di Longo continuerà come è terminato (tra Frosinone e Torino 1 sola vittoria in serie A e purtroppo per noi con il Frosinone) come verrà scaricato dai tifosi e dal presidentissimo in attesa della nuova vittima sacrificale.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. suoladicane - 5 mesi fa

        non sono mai, e dico mai, stato d’accordo con te in passato. Oggi invece mi trovi assolutamente in linea con il tuo pensiero. Ben scritto!
        SFT

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. maxx72 - 5 mesi fa

      Mimmo ti quoto anch’io hai fotografato perfettamente la situazione però ti dico che a Longo nessuno lo ha obbligato a venire da noi. Anche lui avrà visto questa opportunità come un occasione. Tutto li.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Roland78 - 5 mesi fa

      Stranamente d’accordo con te. Soprattutto riguardo alla nausea che questa gestione, ormai, ispira in noi veri tifosi del Toro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Paul67 - 5 mesi fa

    L’arrivo di un nuovo DS avrebbe avuto senso lo scorso anno per sostituire Petrachi, ora no. Bava nn ha gradito? Come dargli torto è stato promosso in prima squadra dove si sa, un Ds ha l’autonomia limitata dall’ombra dell’illustrissimo. Bava è stato promosso per piazzare tutti quei giocatori che nn rientrano nella prima squadra e nn sono pochi, del mercato in entrata se n’è occupato direttamente Cairo, ha confermato tutti inserendo un paio di “ciliegine”. Tutti ci chiedevamo dove fosse Bava e cosa stesse facendo durante il mercato, era nell’ombra forzata del PRESINIENTE, che come sempre si preoccupa più della propria esposizione mediatica che delle sorti della squadra, vedi telenovelas infinite per l’acquisto di giocatori importanti. Bava ha fallito? Si, come tutti in questa stagione ma è anche colui che ha più attenuanti, poca autonomia e tanto lavoro da fare, ha dovuto continuare ad occuparsi anche della primavera oltretutto . Ora verrà sostituito passando per colui che ha fallito nel proprio ruolo, quando in realtà è stato trattato come un burattino.
    Niente di nuovo, questo è Cairetto, e fino a che sarà al timone le nostre pene nn avranno fine.
    Nessuno é riuscito a commemorare gl’invincibili ieri, causa la situazione, ma lui si, è salito a suprga a farsi intervistate davanti alla lapide, sfruttando l’occasione a proprio vantaggio, l’ennesima esposizione mediatica personale, anche il 4 maggio ha USATO, questo essere indegno di rappresentare il popolo GRANATA.
    CAIRO GAME OVER. VATTENE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. michelebrillada@gmail.com - 5 mesi fa

    io penso che cairo sia un arrivista senza scrupoli non capisce nulla di calcio non deresponsabilizza nessuno è un accentratore che pretende sempre il signor si
    e non si assume mai colpe lui è sempre al di sopra di ogni sospetto spero che il processo che deve subire lo condanni ci ha sempre preso tutti per il culo è un degno compare di conte al governo fa schifo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toronelcuore - 5 mesi fa

      Ti appoggio in toto. Ma qui vedo ancora troppa dietrologia. A tutti va bene così. Farsi prendere per il culo dal peggior presiniente della storia. Falso come la banconota da 300 Euro. FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Madama_granata - 5 mesi fa

    Questo Vagnati D.S., giovane, rampante e speriamo capace, e Bava responsabile di tutto il settore giovanile, e supervisore dell’operato del nuovo arrivato e di coloro che si porterà appresso.
    In fonfo essere “osservati, consigliati e guidati” da Bava, con l’esperienza pluriennale che ha nella Società, dovrebbe essere un piacere, anzi un onore!
    Non potrebbe accontentare tutti tale soluzione?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

      E tutti vissero felici e contenti.
      Mi sa che il lieto fine questa storia non lo avrà.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 5 mesi fa

        Temo anche io, e mi spiace

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

          Allora signora cara non continui a difendere le scelte di Cairo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Giancarlo - 5 mesi fa

      Temo purtroppo che la storia non avrà questo lieto fine; gli uomini, e mi riferisco a Longo, Bava ed Asta, pur con tutti i se ed i ma del caso, ampiamente evidenziati dai colleghi tifosi, non ci stanno a farsi prendere a schiaffi ed assumersi responsabilità che non hanno avuto modo di assumersi. Inoltre, e qui il caso di Bava, non viene sostituito da un top manager, ma da uno che, specie in una società “ambiziosa” (uso le virgolette!) deve ancora dimostrare tutto e non mi pare abbia un curriculum ricchissimo. Io amavo la “granatizzazione>” perchè aveva un senso di appartenenza. Ricorso con nostalgia, ad esempio, l’epoca di Giacomini: in campo tutti o quasi nostri ragazzi che si sono salvati con onore e contro ogni pronostico. Certo mi esaltavo di più allora che non nell’anonimato di oggi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. dattero - 5 mesi fa

    Granata,lo conosco e,lungi dal polemizzare, ma veramente, prendendo il forum come chiacchiera estensiva,la sua storia parla chiaro. La pubblicità del gobbodromo, poco mi dice,sinceramente. Se dopo 15 anni siamo al pian dei babi, qualcosa vorrà dire. Si è sempre appoggiato a qualcuno,si è sempre offerto x primeggiare. Comunque dai,la cosa che mi disturba è che siamo e saremo terra di mezzo.ps: chiacchiera distensiva, non estensiva..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 5 mesi fa

      Per carità, @dattero, non voglio polemizzare ma correggere l’assunto dell’essere sostenuto dagli ovini. Qualcuno pensa di essere proprietario di Fincantieri se possiede 100 azioni ? Cairo gestisce pubblicità e magari fa pubblicità anche per qualche microcosmo exor ma da qui a dire che è legato a loro ce ne corre. Sui risultati, se continuerà a fare di testa sua , come con Bagnati, non si andrà mai da nessuna parte se non per caso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. dattero - 5 mesi fa

    Granata, dai,siam seri. Non raggiungere mai obiettivi vuol dire che è ben conscio di ciò che fa.naviga a vista,è tenuto su dagli Elkann, prende in giro tutto e tutti,irride Ferruccio novo, la società è al 4 posto come carenze logistiche,settore giovanile in smobilitazione. Nel campo imprenditoriale contestato. È stato messo li,un fedele zelante collaboratore pma in quota mediaset ora in quota Venaria. Ci usa x i suoi scopi da15 anni,non due giorni. Non ti faccio l’elenco delle sue frottole. La cosa terribile è che rimane,soprattutto nel contesto odierno, ove solo un pazzoide investe nel calcio. Anche a Roma, trattativa arenata. Un piazzista speculatore, non certo imprenditore. Saremo solo una pianta di plastica

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 5 mesi fa

      Ciao @dattero, se conoscessi il personaggio scriveresti altre cose. Che sia sorretto dagli ovini, scusami, ma è una castroneria grande come la terra. Così come la stupidaggine della gestione pubblicità dello stadium da poco rinnovata con il colosso Lagardere di cui , certo, Cairo non fa minimamente parte. L’acquisto di RCS non è stato pilotato su di lui. È stato un rischio elevato dopo che proprio gli ovini hanno gestito in modo fallimentare. Io dicevo che stava imparando a delegare. Dicevo. Se vuole fare qualcosa, lasci il comando a chi sa e si occupi di gestione finanziaria.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. gianTORO - 5 mesi fa

      cairo tenuto su dagli ovini…….è come dire che nel sangone ci sono i salmoni. dai su…che poi sia criticabilissimo (fine eufemismo)siamo in MOLTISSIMI d’accordo, ma bon parei.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Opi - 5 mesi fa

      Quello che non capisco dopo aver letto il tuo commento e quello di altri utenti più o meno analoghi, è come ci siano parecchi commenti negativi, giuro mi piacerebbe vederli in faccia e sentire, se ne hanno, delle argomentazioni cazzo, quello che ha combinato quest’ominide negli ultimi 15 anni non è abbastanza? Ora ci sarà qualcuno che obbietterà che via il nano chi viene? Ma guardate che di ladri di cavalli che vengono a guardare la stalla è pieno il mondo, basta scegliere! 60 anni che vedo presidenti ma uno che si rendesse così ridicolo non l’ho mai visto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. ulisse71 - 5 mesi fa

    si può condannare l’operato di Cairo l’anno scorso, quando, non sapendo che pesci pigliare, ha “promosso” Bava in un ruolo non suo, esponendolo anche a figuracce (che ahimè ci sono state). E anche in conseguenza dei disastrosi risultati sul campo e le difficoltà (per usare un eufemismo) di gestione dei giocatori, il Toro (se nutre qualche ambizione) non può non cambiare pagina, affidandosi a dirigenti che siano di mestiere e si sappiano muovere nel mondo del calcio professionistico (tra i lupi). Poi giudicheremo Vagnati, per quel che farà (sperando gli sia lasciata una certa autonomia da Cairo). A ciascuno il suo – a Bava, se vorrà, la gestione del reparto giovanile, che è fondamentale per una squadra come il Toro. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. suoladicane - 5 mesi fa

      credo che bava non abbia avuto un briciolo di autonomia e che la gestione dello spogliatoio sia stata completamente affidata al testadighisa (che se ne è anche non tanto velatamente lamentato), che si è anche esposto sui media per le questioni disciplinari quando invece normalmente di queste parlano il DS o tuttalpiù il presidente; detto questo (ognuno si faccia la propria opinione sulla professionalità di tutti) mi pare ovvio che Bava ed i suoi (Milanetto e gli altri scout) probabilmente se ne andranno, dove? dove li hanno cercati e dove le competenze sono riconosciute, (anche se a noi granata fa girare tremendamente i coglioni, e li odiamo anche per questo.)
      CAIRO VATTENE

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. suoladicane - 5 mesi fa

        sottinteso che andranno a venaria e che odiamo gli strisciati

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Héctor Belascoarán - 5 mesi fa

    Io cercherei di capire quali responsabilità oggettive ha Bava nello sfacelo di questa stagione.
    Più precisamente, visto che dovrebbe esser stato il suo ruolo, nel mercato estivo e in quello di Gennaio. Insomma: è una sua responsabilità il solo acquisto di Verdi per la sopravalutata cifra di ben 25 MLN? E’ lui che decide, in autonomia o in accordo con tecnico e società, che a gennaio si riduce la rosa all’osso senza minimamamente provare a “correggere” quei ruoli dove siamo in difficoltà (centrocampo, terzino sx, ecc.)?

    Se Bava ha avvallato queste decisioni è giusto che venga sostituito. Se Bava invece non c’entrasse nulla ma fossero tutte iniziative del Grande Mazzarri e del Megapresidente Galattico allora, come minimo, Bava sarebbe stato uno Yesman.
    Ora, è a tutti chiaro che Bava ha svolto un ottimo lavoro nel settore giovanile ma se al salto di ruolo le premesse sono queste…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. suoladicane - 5 mesi fa

    due commenti dove riassumevo i 15 anni di urbanetto alla presidenza, nessuno dei due pubblicato, brava reda! nemmeno adesso che state “assaggiando” il bastone del padrone……
    CAIRO VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Granata1950 - 5 mesi fa

    INONDIAMO DI EMAIL LA SEDE DEL TORO RIVOLTE A CAIRO UN QUI SI DICA LA NOSTRA VERA VERGOGNA DI AVERLA COME PRESIDENTE. SPERO DAL PROFONDO DEL CUORE CHE NON ANDIAMO IN SERIE B ALTRIMENTI DOPO LA DISGRAZIA CORONAVIRUS A TORINO SUCCEDE LA RIVOLUZIONE DA PARTE DEI GRANATA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Garnet Bull - 5 mesi fa

    Noi come quasi sempre commentiamo “voci”, voci che in questo caso mostrano una gestione di ardua comprensione, perché il fatto di portarsi avanti con un ds a parer mio molto interessante è una buona mossa, ma di contro c’è quello che è successo appunto con bava… Tanti dubbi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Granata1950 - 5 mesi fa

    RIMANGO ALLIBITO (NON IMMAGINAVO) COME CAIRO TRATTI COSI I SUOI COLLABORATORI A PESCI IN FACCIA.FAR FUORI CHI HA PORTATO IN ALTO I COLORE GRANATA E UNA VERGOGNA.E ANCHE PER QUESTO CHE CON LA SUA GESTIONI NON VI è NESSUN EX.ADESSO ANCHE IO MI AGGIUNGO ALLA VOCE VATTENEEEEEE VATTENEEEE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. CUORE GRANATA 44 - 5 mesi fa

    Caro Sartori se quanto da Lei appreso risponde ai fatti abbiamo la conferma del modus operandi di Cairo. Come già detto in altri commenti “il peccato originale”di Bava è stato quello di accettare l’incarico da DS(peraltro mai ufficializzato..)in un momento topico di Torino fc.Penso abbia accettato in quanto veramente legato alla ns. maglia senza fare troppi “calcoli”sul terreno incognito che avrebbe dovuto esplorare e valutarne l’operato sarebbe ingeneroso.Bava è “uomo concreto”nonchè capace e prima di “privarsene”il Patron,a mio parere,farebbe bene a riflettere.In un precedente commento ebbi a chiedermi quale sia in concreto il “ruolo” di Comi in Società(di certo è una mia “carenza” ma non ho ancora capito cosa…)Ecco che allora vedrei Bava(al di là dell’etichetta)in un ruolo operativo a 360 gradi con particolare attenzione alla “questione Robaldo”(semprechè rientri ancora nei programmi societari..) ed al settore giovanile in qualità di super visore.Non dimentichiamo che tutto questa comparto rischia il dissolvimento!Quanto a tutto il resto vi sarà tempo e modo per approfondire. Sempre FVCG!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Spliff - 5 mesi fa

      Perdonami ma non capisco il “mai ufficializzato”.. È sull’organigramma della società come Direttore Sportivo..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. pupi - 5 mesi fa

    Se Bava trova un’altra opportunità in altri lidi è normale oltre che giusto che sbatta la porta in faccia a Cairo. Gestione inammissibile per una società seria (ipotetica).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Bela Bartok - 5 mesi fa

    Bella manovra, abbiamo rimediato all’addio di Petrachi perdendo il ds delle giovanili. Non c’è niente da fare, nemmeno dopo 15 anni Cairo ha capito che solo con una dirigenza stabile si riesce ad ottenere qualcosa. Speravo che dopo l’era Petrachi-Ventura si fosse ravveduto ma vedo che non è così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. suoladicane - 5 mesi fa

    improvvisazione societaria, sovravalutazione di una rosa che aveva dato tutto, scelte tecniche discutibili, mercato nullo; bruciato il miglior gestore di settori giovanili in italia, adesso sono pronti a farlo alle merde che lo inseguono da 4 anni; proprio un bel progetto.
    CAIRO VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. LeoJunior - 5 mesi fa

    ieri ipotizzavo e speravo fosse una mossa concordata da tempo, soprattutto con Bava. Nelle mie speranze Bava sarebbe tornato a curare il settore giovanile. Se fosse andata così, prima di tutto umanamente, non è condivisibile. A me sembrano errori da dilettante e continuo a pensare non possa accadere a imprenditore di tale livello. Spero di sbagliarmi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Nero77 - 5 mesi fa

    Cronaca di un imprenditore squattrinato che cerca di risparmiare su tutto.Peccato,Massimo Bava non meritava questo trattamento

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Mestregranata - 5 mesi fa

    Disperdere e lasciare ad altri il talento e la professionalità di Bava e il suo staff è più rovinoso che la vendita dei nostri big.Lui zitto zitto lavora per il nostro futuro. La società spero lo capisca il presente per essere forte deve avere anche una continuità ed è qui che entra in gioco il ruolo di Bava. Costruire un futuro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Granata - 5 mesi fa

    La mossa di Cairo è davvero arrivata improvvisamente. Alcuni giornalisti, mi riferisco in generale, hanno solo azzeccato. Non sapevano in anticipo. È stata una decisione maturata in assoluta autonomia. Tutto lecito dal punto di vista tecnico. Ho moltissime riserve dal punto di vista morale. Questa fuga in avanti non sono così convinto possa portare buoni risultati. Se io fossi un professionista di altra società, come potrei fidarmi di un patron che di punto in bianco si dovesse comportare così nel caso mi venisse offerta proposta di collaborazione?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. suoladicane - 5 mesi fa

      Come ho scritto in altro commento tutto in Cairo sembra improvvisazione, e questo soprattutto nel calcio non funziona; Bava credo che a questo punto rescinderà o si dimetterà e se ne andrà bello bello a venaria; tutto sembra portare li, ridimensionamento della prima squadra, ridimensionamento del settore giovanile (è bastata una sola stagione per tornare indietro di 10 anni, almeno a livello di risultati) normalizzazione della tifoseria, se c’è un progetto è quello di farci sparire…….con tutto rispetto per questo giovane DS che è evidente non ha capito con chi ha a che fare.
      CAIRO VATTENE

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 5 mesi fa

        No @suola… conosco l’ambiente dal di dentro e posso dirti che non sono quelle le intenzioni. Il fatto è che Cairo continua ad applicare al calcio metodi validi in altri ambiti convinto portino risultati. Non è così. Purtroppo se ne accorgerà a posteriori ed i tifosi saranno i primi a subirne conseguenze

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

          Granata, se ciò che scrive Sartori fosse vero a tuo parere Milanetto resterebbe in granata?
          E se si con quale ruolo?
          Cosa ha determinato questa accelerazione? Faccio veramente fatica a comprendere illuminami tu se puoi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Granata - 5 mesi fa

            Ciao @Bacigalupo, dipende dallo spazio di manovra ma non sono ella sua testa. Ha accettato perché Bava gli da fiducia. Spero resti ma ho dubbi.

            Mi piace Non mi piace
          2. Granata - 5 mesi fa

            Su cosa succederà non ti so rispondere. Io sono rimasto allibito e molto male perché sia Moreno che Bava meritano ben altro trattamento. Fra qualche settimana avrò idee un po più chiare.

            Mi piace Non mi piace
        2. Garnet Bull - 5 mesi fa

          @Granata come fai a sapere sempre tutte queste cose?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

            Garnet… Sei giovane, imparerai che si dice il peccato e non il peccatore

            Mi piace Non mi piace
          2. Granata - 5 mesi fa

            Ciao @Garnet, io so alcune cose, non tutte. Commentando l’arrivo di Vagnati, scrivevo di fantasie e, credimi, in tanti lo hanno saputo solo dalla stampa. In tanti mi riferisco a chi invece dovrebbe sapere in anticipo.

            Mi piace Non mi piace
          3. Garnet Bull - 5 mesi fa

            In ogni caso grazie per i consueti approfondimenti

            Mi piace Non mi piace
  26. rolandinho9 - 5 mesi fa

    se cosi stanno realmente le cose dispiace vedere che non si riesca mai a agire senza farsi terra bruciata attorno, cosa che non è nel nostro dna.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy