Cairo a Superga: “Onoriamo il Grande Torino. E il calcio riparta in sicurezza”

Cairo a Superga: “Onoriamo il Grande Torino. E il calcio riparta in sicurezza”

Le parole / Il presidente granata da Superga: “I nostri giocatori faranno qualche giorno di test e visite, poi cominceranno ad allenarsi individualmente al Filadelfia”

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

FASE DUE A SUPERGA

Un 4 maggio davvero particolare, quello che sta vivendo il mondo granata: l’emergenza coronavirus condiziona la partecipazione del pubblico e impatta severamente sulle modalità della celebrazione del ricordo del Grande Torino. Ma il club granata, con il presidente Urbano Cairo in testa, in mattinata ha voluto procedere – nel rispetto delle norme vigenti – con la deposizione di un omaggio floreale alla Lapide commemorativa che sorge nel retro della Basilica. Il patron granata ha poi rilasciato alcune dichiarazioni ai media presenti. “Il Grande Torino fu la squadra che incarnò i valori di forza, di capacità di riscossa che l’Italia cercava nel Dopoguerra. Oggi inizia la cosiddetta Fase 2: spero sia un giorno di ripartenza, di rinascita, anche se tutto va fatto con grande prudenza perchè il contagio è da tenere sotto controllo. Non siamo fuori dai problemi. L’8 aprile, quando hanno riaperto in Cina a Wuhan, non c’era neanche un contagio, da noi ieri ne sono stati registrati 1300. Quindi, guardia alta. Ma il fatto che il primo giorno della Fase 2 sia il quattro maggio, è qualcosa di simbolico e molto speciale. Questo è il quindicesimo anno che vengo a Superga, abbiamo parlato tante volte dell’epopea del Grande Torino, la ricorrenza è sempre molto sentita. Noi dobbiamo ricordare sempre quei campioni, onorarli al meglio e prenderne esempio“.

Grande Torino, cerimonia a Superga: presenti Don Robella e Cairo

21 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. palmiro - 5 mesi fa

    Non si è però capito se ieri si sono onorati i caduti di Superga “ Grande Torino. Associazione Calcio Torino ” (Torino AC) oppure qualcuno ha voluto, come al solito, onorare il presidente del Torino FC che va a commemorare la tragedia del “Associazione Calcio Torino ” (Torino AC) e poi, di rimbalzo, parla dei fatti suoi . Dall’articolo di TN sembrerebbe la seconda ipotesi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Innav (CAIRO VATTENE) - 5 mesi fa

    Ma ancora qui questo? Ma niente se lo porta via?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Madama_granata - 5 mesi fa

    Condivido ed approvo totalmente il commento di “Donato”.
    Condivido pure in linea di massima le affermazioni di “Grande Torino”, “Dr.Bobetti”
    e “Maxx72”.
    Mi sembra inutile aggiungere altro, soprattutto in una Ricorrenza come quella odierna.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Paul67 - 5 mesi fa

    Oggi conta solo il TORO.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Donato - 5 mesi fa

    Credo che ogni speculazione su Cairo allo stato attuale sia anacronistica e priva di stile.
    Innanzitutto perché oggi si onorano Gli Invincibili e non ci dovrebbe essere spazio per contestazioni o mugugni.
    Ma soprattutto alla luce di quanto accaduto in questi 2 mesi e di quanto purtroppo ancora dovrà accadere. Innanzitutto mi auguro che nessuno di coloro che scrivono qui abbia avuto problemi associati alla pandemia in corso né di carattere economico né sanitario.
    Dovremmo aver imparato a valutare le cose sportive con maggiore serenità, ma poi, come scritto sotto, il calcio ne uscirà stravolto; difficile che vedremo la fine del campionato, e non sappiamo nemmeno quando comincerà il prossimo e soprattutto quando potremo tornare allo stadio. Cairo al momento è un punto fermo, forse uno dei pochi che abbiamo nel Toro e immaginare un suo disimpegno adesso mette i brividi.
    Ha fallito la stagione, è vero, ma auguriamoci tutti di poter ripartire con maggiore serenità e con migliori risultati. Credo che si possa fare, ma tutti assieme, Presidente, società, guida tecnica, squadra e tifosi.
    FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. dattero - 5 mesi fa

    grande torino,grazie per le risposte

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. dattero - 5 mesi fa

    max.per dire che è stato il mio modo,sul lavoro,di rendere omaggio,ogni anno,il 4/5 indosso un particolare granata. tra poco,sul balcone,maglia di Silenzi esposta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 5 mesi fa

      Grazie Dattero, non avevo capito davvero. Per me Bandiera del TORO sul balcone. E il 4 maggio indosso sempre la maglia del TORO di mio padre che ha visto gli invincibili e che ha partecipato ai loro funerali con mio nonno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. dattero - 5 mesi fa

    max 72,ho lavorato con distintivo sociale sulla giacca,bello in visto,distintivo anni 90,quello rotondo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 5 mesi fa

      Non ti seguo dattero, limite mio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. maxx72 - 5 mesi fa

    Vorrei fare un appello: oggi niente polemiche.
    Giusto o sbagliato che sia Cairo è a Superga, in fondo è il presidente del TORO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 5 mesi fa

      L’ho scritto di nuovo maiuscolo perché oggi si parla di GRANDE TORO

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. dattero - 5 mesi fa

    grande Torino,concordo sul fatto che solo un pazzo masochista in questro momento possa investire nel football.
    ringraziare che ci sia cairo è altrettanto masochistico.
    non ringrazio di avere uno che mi conta balle,dichiara traguardi e maio li raggiunge,fa esperimenti sociali sulla pelle delle persone ed irride il nome di Ferruccio Novo.
    editorino legato a doppio filo a venaria,non ringrazio x niente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Grande Torino - 5 mesi fa

      Fratello @dattero, sono d’accordo con te su molte delle cose che hai scritto. Non volevo essere frainteso, forse mi sono espresso male. Ringrazio che abbiamo un Presdente ed una società in grado di superare questo momento, non ringrazio Cairo, i suoi sono stati anni di gestione confusa e criticabile, in certi aspetti figlia di un approccio utilitaristico e orientato allo sfruttamento con scopi personale dell’immagine di una società e di una tifoseria che non meritano questo. Però oggi questo abbiamo e continuare a dire che se ne deve andar via, in questo momento a me pare un esercizio di puro autolesionismo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Grande Torino - 5 mesi fa

        Aggiungo, per concludere, oggi onoriamo i nostri caduti e non polemizziamo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 5 mesi fa

          È quello che volevo dire io di sopra fratello Grande Torino, ma non volevo offendere nessuno con il mio post, tantomeno dattero.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Dr Bobetti - 5 mesi fa

    Ha fatto ciò che era giusto nella sua posizione, che piaccia o meno. Io non sono tifoso di Cairo e penso che il suo desiderio di finire qui la stagione (lo penso anche io fortemente ma per ragioni diverse) dipenda da 2 motivi: lo spettro retrocessione se il trend fosse ancora quello di inizio anno e la possibilità di ripartire con la stagione successiva in una situazione economica comunque molto migliore rispetto a molte/tante altre squadre che con lo stop andrebbero con l’acqua alla gola per la gestione molto allegra dei propri bilanci.
    Giusto da parte di chi può, in modalità singolare, la salita a Superga.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Grande Torino - 5 mesi fa

    E’andato a Superga, visto la situazione poteva anche non andare ma ci è andato. Rimango allibito da certi commenti. Non entro nel merito della gestione di Cairo che ha tante lacune e della quale noi tifosi non siamo per la maggior parte contenti. Quello che mi stupisce è che non ci si voglia rendere conto della situazione: se prima della pandemia, forse e ripeto, forse, qualcuno poteva anche pensare di investire nel calcio, oggi non credo ci sia nessuno tanto folle da metterci dei soldi. Quindi, per un motivo o per l’altro, a nulla serve insultare Cairo, dobbiamo solo ringraziare che ci sia e che il Toro abbia, in questo momento, un assetto proprietario che ne garantisca il futuro. Magari non è quello che vorremmo ma almeno abbiamo la possibilità di pensare positivo, sperando che tutto quanto sta accadendo, passi in tempi ragionevoli per una ripresa in sicurezza. Non sarà facile, vedremo fallire parecchie società, il calcio non sarà estraneo a questa falcidia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Red - 5 mesi fa

    Forza TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. IlGrandePolicano - 5 mesi fa

    Tu non meriti di essere lì.
    L’unico modo che avevi quest’anno di salire a Superga era che succedesse qualcosa di imprevedibile come questa pandemia, se no, con tutti i tifosi presenti, non saresti mai riuscito ad arrivare.
    Non te lo avremmo permesso.
    Ignobile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Grease - 5 mesi fa

      Era il minimo che doveva fare visto che sei il presidente di QUESTA GLORIOSA SQUADRA.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy