Il Toro a San Siro resiste solo un tempo

Il Toro a San Siro resiste solo un tempo

L’ Analisi di Gino Strippoli – La papera di Handanovic illude i granata poi l’ Inter fa sua la partita

di Gino Strippoli

Rispetto a tante altre sconfitte il Toro ieri sera contro l’Inter ha fatto vedere di saper combattere. Per carità l’Inter ha stravinto la sfida per qualità e corsa ma i granata per un tempo hanno tenuto bene il campo andando anche in vantaggio su un infortunio del portiere Handanovic che su un innocuo cross da angolo si è fatto sfuggire la sfera dalle mani regalando il quindicesimo gol a Belotti. Da qui in poi una bella difesa granata con Sirigu che ha fatto le sue solite parate salva-gol ma anche i difensori granata hanno giocato marcando bene gli avversari. Soprattutto il Toro nei primi 45 minuti è riuscito, nonostante la pressione nerazzurra, a chiuder bene gli spazi stretti dando poche possibilità agli attaccanti granata, per poi ripartire in contropiede. Proprio in uno di questi momenti al 39′ il duo Belotti-Ansandi ha costruito un occasione gol con il tiro finale dell’ argentino parato con difficoltà dal portiere nerazzurro. Sfiorato il raddoppio il Toro ha controllato bene fino alla chiusura del primo tempo.
Da qui in poi nasce e fiorisce un altra partita con i granata che entrano in campo quasi deconcentrati, tant’è che nel giro di 12 minuti i nerazzurri realizzano ben tre reti , con fase difensiva del Toro inguardabile.

LEGGI: Inter-Torino 3-1, Millico: “Questa maglia pesa, devo dimostrare di meritarla”

Toro che però non ha mai sbandato del tutto. Anche sul raddoppio nerazzurro i granata hanno sfiorato il pareggio con Verdi che di testa ha impegnato Handanovic in una difficile respinta. Poi dopo il terzo gol se ci si aspettava un Toro arrendevole la realtà ha fatto vedere una squadra che si è subito ricompattare cercando delle sortite in avanti e dimostrando un carattere battagliero. L’entrate poi di Millico e di Singo hanno dato ancora più vivacità alla manovra granata. Poi la traversa di Belotti ha detto no alla rimonta granata.
Questo Toro nonostante la sconfitta ha dimostrato carattere al di là dei limiti tecnici. Si voleva una squadra che desse battaglia e contro l’Inter si è vista. La differenza l’ha fatta la qualità tecnica dei due organici. I gol nerazzurri sono stati tutti e tre molto belli e nati da manovre vere. Peccato per quel black out granata di 12 minuti nel secondo tempo che ha dato il via libera alla vittoria dell’ Inter.  D’altronde certi errori difensivi contro l’ Inter non sono ammissibili. Le sconfitte sono sempre amare da digerire ma l’impegno messo in campo dai giocatori granata può essere di buon auspicio per la partita di giovedì prossimo contro il Genoa.

LEGGI: Le pagelle di Inter-Torino 3-1: Izzo svagato, Verdi passo indietro. Ok Singo e Millico

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. fabrizio - 4 settimane fa

    altro articolo da gara di arrampicata sugli specchi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gantonaz64 - 4 settimane fa

    Troppo generoso…ma la squadra e’ questa. Scarsa da rifondare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy