Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

il tema

Juric e i muscoli fragili della trequarti: da Praet a Pjaca, cautela d’obbligo

Juric e i muscoli fragili della trequarti: da Praet a Pjaca, cautela d’obbligo

I trequartisti del Torino hanno avuto tutti quanti dei problemi fisici, il tecnico granata lo sa e intende gestirli al meglio

Federico De Milano

Uno dei punti di forza della rosa del Torino è, senza dubbio, il reparto dei trequartisti. Gli arrivi in estate di Pjaca, Brekalo e Praet sono stati molto importanti per Ivan Juric, che può contare su giocatori che hanno alzato la qualità tecnica e sanno essere determinanti. C'è, però, una nota dolente che è un dato di fatto: si tratta di elementi la cui qualità è purtroppo accompagnata da una certa fragilità fisica. Si tratta infatti di calciatori che nel primo spezzone di campionato hanno avuto tutti quanti dei problemi fisici che continuano tuttora a limitarne l'utilizzo. E pure Verdi, altro trequartista a disposizione, è notoriamente soggetto a fermarsi di tanto in tanto. Il risultato è che l'esito di diverse partite è stato condizionato dalle assenze per infortunio e pure a La Spezia domani Juric dovrà interpretare al meglio una situazione non facile.

LA SITUAZIONE - In conferenza stampa questa mattina Ivan Juric ha affermato che Dennis Praet non sarà titolare con lo Spezia, e al massimo si siederà in panchina. "Praet penso non ci sarà; ha fatto l'ultima partita da titolare a gennaio, non era più abituato a giocare novanta minuti", ha affermato il tecnico granata. Dopo l'ottima prova contro la Sampdoria, sua ex squadra, il centrocampista belga si ferma perché non è riuscito a recuperare a livello fisico dai novanta minuti giocati e Juric non vuole rischiare di perderlo ancora, dopo che un infortunio ai flessori lo ha messo ko per un mese. D'altro canto però Marko Pjaca è recuperato per la gara di La Spezia, ma anche lui è reduce da oltre un mese di stop e difficilmente avrà i novanta minuti nelle gambe. A proposito del croato ex Juventus, l'allenatore del Toro ha detto che è stato commesso un errore nel mandarlo in campo quando non era al meglio e da ciò è nato un problema più grande: il riferimento è probabilmente alla partita contro la Lazio. Il pacchetto dei trequartisti granata continua dunque ad essere caratterizzato da una grande qualità ma anche da una fragilità fisica che rischia di rallentare la marcia di questo Torino.

CAUTELA - Per evitare una situazione che vada a peggiorare la cautela è la parola d'ordine nella mente di Juric in questo momento. Il tecnico conosce l'importanza di questi giocatori e preferisce non rischiare, come successo nell'ultima partita contro la Sampdoria, quando Josip Brekalo si è fermato nel riscaldamento e non è sceso in campo: ma la precauzione non è servita ad evitare un'elongazione del soleo che lo terrà fuori per un mese. E allora, gira e rigira, Juric si è sempre affidato a Linetty che seppure inferiore tecnicamente, è molto affidabile ed integro dal punto di vista fisico. Il polacco sarà titolare domani contro lo Spezia, una partita in cui potrebbe trovare spazio anche Simone Verdi che è stato definito da Juric come un giocatore che può dare una mano. Da questa situazione complicata il Torino potrebbe dunque anche recuperare nuovi elementi come l'ex Napoli e Bologna, da tempo in attesa di rilancio: in vista del match contro lo Spezia è presumibile una staffetta con Pjaca, poichè entrambi sono giocatori appena tornati.

tutte le notizie di