La moviola di Torino-Lazio 1-2: Immobile mani da rigore, ma i biancocelesti reclamano un penalty

La moviola di Torino-Lazio 1-2: Immobile mani da rigore, ma i biancocelesti reclamano un penalty

Moviola / Giusto il rigore fischiato da Massa, lamentele laziali per le ammonizioni

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

Oltre che sulle giocate di Luis Alberto e sui goal di Belotti e Immobile, la lente di ingrandimento era puntata anche sull’arbitro Massa di Imperia. Il rigore concesso alla Lazio contro la Fiorentina ha scatenato le polemiche, così come ci sono stati diversi dubbi su un paio di episodi avvenuti sabato scorso in area cagliaritana. Massa gestisce tutto sommato bene questa pressione, anche se non sono mancate proteste per alcuni episodi avvenuti nel corso del match. Ma ripartiamo dall’inizio con la cronaca degli episodi da moviola.

LEGGI ANCHE: Torino-Lazio 1-2, Longo: “Partita di sacrificio. Derby? Giocheremo con il coltello tra i denti”

EPISODI – Al 4’ Massa non sbaglia e concede subito un rigore al Torino per fallo di mano di Immobile. Rigore giusto poiché il numero 17 aumenta il volume del corpo, ammonizione automatica nonostante le lamentele (Immobile era in diffida e salterà il prossimo match contro il Milan). Minuto 23, Immobile si divora l’1-1 davanti a Sirigu, ma probabilmente era in offside e qualora avesse segnato, il goal sarebbe stato annullato. Squalificato (e molto ingenuo) anche Caicedo: al 29’ trattiene Meité da dietro senza nessuna chance di recuperare il pallone. Fallo tattico, ammonizione, squalifica. Minuto 43, la Lazio lamenta un penalty: su un pallone alto, Milinkovic-Savic viene sovrastato da Bremer e Aina proprio sulla linea dell’area di rigore, Massa lascia giocare, giusto così. Al 45’ annullato per fuorigioco il goal di Acerbi, nettamente al di là della linea.

LEGGI ANCHELe pagelle di Torino-Lazio 1-2: bene i difensori, troppo poco dai cambi. E Verdi non si vede

 

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Granata - 2 settimane fa

    Se vogliamo fare i sofisti ci sarebbero 2 appunti da fare. 1 Parolo ha menato peggio di un maniscalco indisturbato per tutta la partita. Un ammonizione sarebbe stata sacrosanta. 2 la libertà assoluta di dirigere la partita come allenatore da parte di Inzaghi in tribuna. Da squalificato, sedendo in tribuna, non avrebbe potuto comunicare in nessun modo dettando tempi metodi e sostituzioni. Ha agito indisturbato anche lui nonostante gli fosse stata fatta notare la cosa al quarto uomo che non poteva non sentire. Detto questo, spesso sono le piccole cose che fanno le grandi cose. Il Toro ha meritato di perdere. La Lazio avrei voluto fosse sconfitta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. angelo - 2 settimane fa

      Visto che si parla di ammonizioni, manca un clamoroso giallo a immobile per un’entrataccia su Lyanco con successiva sceneggiata come se gli fosse caduto addosso un camion. Si era 1-0 ed era già stato ammonito

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granata - 2 settimane fa

      Si @angelo, vero. Ho scritto di piccole cose in riferimento a molti episodi piccoli se isolati ma se sommati assumono altro valore. Ciò non toglie che il Toro poteva e doveva fare di piu.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ToroNelCuore - 2 settimane fa

      Parolo è uno di quelli, assieme a Chiellini, che può menare impunemente tutta la partita senza manco un cartellino. Ieri, per me, ha fatto 3 falli da cartellino giallo. Almeno in un occasione ha fermato una chiara occasione da contropiede (fallo su Meitè, se non sbaglio).

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy