La probabile formazione del Torino: Belotti e Verdi guidano i granata

La probabile formazione del Torino: Belotti e Verdi guidano i granata

Probabile formazione / Nel caso sarebbero pronti rispettivamente Lyanco per la difesa e Lukic per il centrocampo

di Andrea Calderoni

Chi gioca contro l’Inter? Tra 24 ore scopriremo le scelte di Moreno Longo per la gara del “Giuseppe Meazza”. Il vero problema per il tecnico granata sarà l’assenza per squalifica di Simone Zaza. Il rendimento del lucano è stato altalenante quando è stato impiegato, ma per i dettami tattici di Longo è molto importante. Abbandonata in partenza l’idea del 3-4-3, Longo potrebbe optare per il 3-4-2-1, lo stesso modulo del Derby per intenderci. Un paio di dubbi in Longo ci sono, uno in difesa, l’altro a centrocampo.

LEGGI ANCHE: Longo pre Inter-Torino: “Mettiamo da parte l’Io e ragioniamo con il Noi”

In porta naturalmente Salvatore Sirigu che ritroverà di fronte a sé Armando Izzo, rientrante dalla squalifica che lo ha costretto alla tribuna nella sfida contro il Brescia. Con Izzo al centro del terzetto è pronto Nicholas Nkoulou. Favorito per il centrosinistra Gleison Bremer, uno degli stakanovisti del Torino post-Covid (già 561 minuti giocati). Proprio per tale motivo, però, Longo sta valutando se concedere al brasiliano un po’ di fiato. Al suo posto giocherebbe Lyanco. A centrocampo tutto lascia propendere per questo quartetto da destra a sinistra: Lorenzo De Silvestri, Soualiho Meité, Tomas Rincon e Cristian Ansaldi. L’unico vero dubbio è l’impiego di Sasa Lukic. Il serbo, infatti, potrebbe sostituire un altro dei sempre presenti nel Toro delle ultime settimane, ovvero Meité. Dietro all’unica punta a disposizione, il capitano Andrea Belotti, che andrà a caccia del sesto gol consecutivo, probabilmente troveranno spazio Alex Berenguer (poco impiegato contro il Brescia) e Simone Verdi, reduce dalle sue due migliori prestazioni stagionali. Alle loro spalle, tuttavia, scalpita il pupillo di Longo, ovvero Simone Edera, che sembra destinato alla panchina.

LEGGI ANCHE: Polimanti (Passioneinter): “Toro, non è il momento peggiore per affrontare l’Inter”

PROBABILE FORMAZIONE
TORINO (3-4-2-1)  Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bremer (Lyanco); De Silvestri, Meité (Lukic), Rincon, Ansaldi; Verdi, Berenguer; Belotti. All. Longo

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ardi - 4 settimane fa

    Probabilmente lo perderemo per non dargli i buoni pasto. Prenderemo invece il difensore del brescia di cui non ricordo neanche il nome

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Madama_granata - 4 settimane fa

    Ma queste “probabili formazioni” che vengono anticipate sono dati che arrivano dagli “entourages” delle squadre, o frutto della fantasia del giornalista di turno??
    No, perché, a mio modesto avviso, ci sono delle incongruenze:
    – A centrocampo il dubbio dovrebbe essere tra Rincon (stanco e fuori forma) e Lukic. Io Meité, miracolosamente rinato e in stato di grazia, proprio non mi sognerei di toglierlo!!
    Titolare dall’inizio e da sostituire solo se veramente sfinito a partita inoltrata.
    – Stesso discorso per Bremer, che sta facendo veramente bene. Perché sostituirlo con Lyanco che sta facendo veramente male??
    Meité e Bremer sono giovani e di costituzione robusta: se “tiene” De Silvestri, a 32 anni, perché non dovrebbeto farcela i nostri due Marcantoni??
    – Tra Edera e Berenguer, già l’ho detto altrove, da stabilire qual’è il migliore, o il meno-peggio.
    Mi piacerebbe vederli giocare “alla pari”, x un tempo ciascuno,
    Poi Longo potrà trarre le giuste conclusioni, anche in ottica futura.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. AppianoGranata - 4 settimane fa

    Leggo del primo colpo di Vagnati: Malang Sarr.

    Andate a vedere! Se fosse vero sarebbe un acquisto eccezionale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 settimane fa

      Se fosse..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bacigalupo1967 - 4 settimane fa

        Esatto se.
        Tra il dire ed il fare c’è di mezzo il fare…
        Ad oggi l’unica cosa sicura è che tornerà ad alla base Segre dal Chievo. E tornerà Savic il donnarumma serbo che neppure sinisa conosceva.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 4 settimane fa

      Comunque quello forte è ismaila sarr , del watford…mi sembrava strano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bacigalupo1967 - 4 settimane fa

        Inarrivabile per noi. Per costo ed ingaggio.
        Il presidentissimo non voluto spendere una miseria per acquistare il cartellino di Juwara (il ragazzino del Bologna che ha steso l’Inter) dopo averlo opzionato dal Chievo e fatto giocare nel torneo di Viareggio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy