Longo pre Inter-Torino: “Mettiamo da parte l’Io e ragioniamo con il Noi”

Conferenza / Così il tecnico granata ha presentato la sfida contro i nerazzurri

di Redazione Toro News

CONFERENZA

TURIN, ITALY – JULY 08: Torino FC head coach Moreno Longo reacts during the Serie A match between Torino FC and Brescia Calcio at Stadio Olimpico di Torino on July 8, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Il tecnico del Torino, Moreno Longo, ha presentato la sfida di domani contro l’Inter. Ai microfoni di Torino Channel, Longo ha trattato molti punti, tra cui quelli prettamente tecnici, fotografando l’attuale momento del suo Toro che si appresta a giocare le ultime 7 gare della stagione.

Le sue parole sulla ripresa del campionato: “Sicuramente questo format era sconosciuto a tutti. Oggi lo stiamo testando settimanalmente, come ho detto la capacità di adattamento deve contraddistinguere tutto: adattarsi è la soluzione migliore”.

Sulla condizione della squadra e le cinque sostituzioni: “Non c’è nessun segreto. Questo format ti impedisce di allenarti, se non per la fase di recupero. Penso che le cinque sostituzioni possano essere un’opportunità anche per il futuro. Penso anche però che non è necessario fare cambi per forza: un allenatore interviene se ci sono problematiche”.

30 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. BogaBoga - 3 mesi fa

    Caro Moreno, questo dovresti dirlo al tuo presidente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pacman - 3 mesi fa

    Non fa una sostituzione nemmeno sotto tortura e loda le 5 sostituzioni. Ha ragione madama: che parole intelligenti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Rimbaud - 3 mesi fa

    Se devo essere onesto gli ultimi minuti di toro brescia con quel cerchio e longo a parlare nel silenzio dello stadio mi sono sembrati minuti di autentico Toro che non vedevo da secoli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. pupi - 3 mesi fa

    Miracolo di Cragno e palo del Lecce, fuori Nainngolan per infortunio. Con noi fu straripante. Male!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Toro Forever - 3 mesi fa

    Credo che oltre all’obbiettivo fondamentale della salvezza, per il Torino sarà importante recuperare l’identità e anche la dignità che la nostra Storia pretende. In queste ultime partite andrà inoltre completata la valutazione dei giocatori idonei a far parte di un progetto nuovo e ambizioso, senza inutili sentimentalismi. Cairo ha ancora una possibilità. Ma sarà veramente l’ultima.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ValerioneDiCesare - 3 mesi fa

      cairo è quello che abbiamo e che probabilmente ci dobbiamo tenere. Però parlare ancora di possibilità da dargli mi sembra veramente eccessivo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. pupi - 3 mesi fa

    Forza Cagliari!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Madama_granata - 3 mesi fa

    Che persona intelligente!
    Intelligente e auguta, semplice ma determinata, molto determinata, nel voler raggiungere il traguardo che si è prefisso.
    Ottimo motivatore ed ottimo psicologo, l’ho detto più volte,
    Credo che i miglioramenti di Verdi, Meité, Zaza e non solo, di tutta la squadra insomma, dimostrino che sa toccare le corde giuste x motivare, incoraggiare ed incentivare i suoi uomini, singolarmente a seconda dei caratteri, ma
    per farne poi una forza unica, coesa e comune.
    I compagni sono amici che devi aiutare, e che ti devono aiutare, non nemici che vogliono rubarti il posto e contro i quali devi combattere!
    Lottando con tutte le tue forze per il bene comune, fai anche del bene a te stesso, diventi più bravo, e quindi più apprezzato ed amato da compagni e tifosi!
    Credo sia gratificante per ogni calciatore sapere di essere utile alla squadra, di contare qualcosa nel gruppo.
    È e sarà uno sprone a fare sempre meglio!
    L’unione fa la forza, e in questa unione devono esserci tutti, da Belotti e Sirigu all’ultimo dei ragazzini: tutti utili e tutti importanti, tutti impegnati al massimo delle proprie capacità!
    Nessun giocatore di seconda fascia, con Longo, nessuno dimenticato, nessuno accantonato: tutti alla pari, con le stesse opportunità!
    E a tutti l’opportunità di riscattarsi e riprendersi, se e quando errore c’è stato!
    Che sollievo non sentire più “dare la colpa sempre e solo ad alcuni giocatori” per giustificare i fallimenti di tutti, in primis dell’allenatore!!!
    Credo sappiano i co-tifosi di cosa parlo!!
    Con Longo una buona parola sempre per ogni giocatore, un complimento ed uno sprone, ma con il monito a fare sempre meglio, con e per i compagni di squadra, non solo per se stesso!
    Il protagonista deve essere il Toro e solo il Toro.
    I giocatori tutti attori che per il Toro e nel Toro recitano, facendo sempre del loro meglio.
    Apprezzo e sottoscrivo ogni singola parola espressa dal signor Longo in questa sua conferenza.
    Siamo sulla strada giusta!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ezio 76 - 3 mesi fa

      Certo è che da quando ha preso il Toro siamo ultimi o penultimi come punti, in piena zona retrocessione.
      Purtroppo i numeri, e spesso il non gioco, ci riportano ad una realtà molto poco rassicurante.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bacigalupo1967 - 3 mesi fa

      Signora le sue parole mi ricordano quelle espresse per Bonifazi, Parigini etc etc.
      Capisco difendere ad oltranza le scelte di Cairo.
      Ma le chiedo se il precedente allenatore secondo lei era il male assoluto, come mai una volta eliminato il male, la media punti si è ulteriormente abbassata? Come mai partendo tutti alla pari come preparazione si sono raccimolati 7 punti 3 dei quali contro una squadra praticamente retrocessa contro la quale abbiamo riachiato di finire O/2 il primo tempo?
      Prima di tessere lodi sperticate e e dare patenti di intelligenza per una conferenza stampa o perché guarda i calciatori negli occhi, pragmaticamente è meglio attendere i risultati che piaccia o meno sono sempre loro a determinare il successo o l’insuccesso di una scelta.
      Un pareggio con il Genoa del cuore granata Nicola e di Jago prestato per risparmiare 4 mesi di stipendio, una vittoria sulla Spal ex un pareggio tra fiorentina e Bologna possono darci la salvezza, ma si deve pareggiare con il Genoa e mi creda sarà molto complicato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. maxgemelli - 3 mesi fa

      Sei un parente? Ridicolo….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Pacman - 3 mesi fa

      Vero madama sulla strada giusta per andare in B. Non avete idea di quanto quest’uomo sia pieno del suo IO!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Ardi - 3 mesi fa

    Almeno sostituirli no?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Veyser - 3 mesi fa

    Personalmente dopo questi primi 45 minuti tra Genoa e Spal concordo con la società che ha venduto Bonifazi (un colpo da maestri) e sul cedere Iago in prestito al Genoa perché di gente che sbaglia i rigori ne abbiamo già…. scherzi a parte non credo sarebbe utile in questo momento quindi meglio farlo giocare altrove….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. MimmoBG - 3 mesi fa

      Se non ci fosse stato il Covid, ed a gennaio non si poteva sapere, iago non avrebbe giocato un minuto x i soliti problemi fisici.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. pupi - 3 mesi fa

    Qui a Ferrara bellicapelli, così viene chiamato Bonifazi, non si capacitano di come possa essere costato tanto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 3 mesi fa

      Qui a Torino alcuni tifosi non si capacitano del perché sia stato venduto a così basso prezzo.
      Per alcuni è il nuovo Beckenbauer!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Ardi - 3 mesi fa

    L’unica squadra che ho visto giocare peggio di noi è la spal. Vagnati mi fa ben sperare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Ardi - 3 mesi fa

    Assist di jago, gran colpo darlo al genoa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 3 mesi fa

      Bonifazi uccellato da un 37enne quasi peggio di Lyanco con Dibala

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 3 mesi fa

        Se la giocano!
        Ma per ora vince Lyanco per 2-1!
        Tra i due “brutti anatroccoli” è almeno spuntato un cigno che si chiama Bremer, e per fortuna lo abbiamo noi!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bacigalupo1967 - 3 mesi fa

          Signora non le rispondo per non esser scortese.
          Buona serata

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Madama_granata - 3 mesi fa

            Il mio (+) scaramantico gliel’ho dato.
            Ricambio gli auguri di “buona serata”! Per il resto bene così: giusto non essere scortese!

            Mi piace Non mi piace
        2. Pacman - 3 mesi fa

          che a sentir lei non avrebbe mai dovuto giocare, perché abbiamo il fior fiore dei giovani difensori di belle speranze mondiali venuti fuori dal nostro vivaio. Ma un pò di coerenza o ammissione di montagne di castroneria scritte in precedenza, mai?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Bacigalupo1967 - 3 mesi fa

            Tipo Bongiorno vale 2 Bremer?

            Mi piace Non mi piace
    2. Veyser - 3 mesi fa

      Bel rigore quello calciato da Iago…. 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Bacigalupo1967 - 3 mesi fa

    Se Conte vuol fare riposare qualcuno…potrebbe far rifiatare il portiere titolare…. Tanto Padelli offre delle certezze!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Veyser - 3 mesi fa

      Grande Bacigalupo 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Pacman - 3 mesi fa

      Io a Padelli sarò sempre grato per aver contribuito in maniera decisiva, con delle grandi parate, a farci vincere l’unico derby dagli anni 90 ad oggi… ricordo sotto la guida di Ventura.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bacigalupo1967 - 3 mesi fa

        Io sarò sempre grato a Padelli per Torino-Empoli mai vista una cosa simile…. e per essersene andato. Ma lo hai visto nelle partite dove ha sostituito Handanovic?
        Gratitudine a Ventura che ha ottenuto i risultati che ha ottenuto con Padelli in porta.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy