Serbia-Scozia 5-6 d.c.r.: 120 minuti e una grande delusione per Lukic

Nazionali / Il centrocampista del Torino è tra i migliori dei suoi e sfiora il gol, ma a Euro 2020 ci vanno gli scozzesi

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

La Scozia si guadagna l’accesso agli Europei dopo uno spareggio interminabile in casa della Serbia. La partita viene decisa solamente ai calci di rigore. Tutti segnati i tiri degli scozzesi, fatale per la Serbia è stato il rigore sbagliato da Mitrovic, quinto e ultimo rigorista. In campo per tutti i 120′ Sasa Lukic, che è stato tra i più positivi della nazionale balcanica.

BELGRADE, SERBIA – NOVEMBER 12: The Serbia side line up for a team picture during the UEFA EURO 2020 Play-Off Final between Serbia and Scotland at Rajko Mitic Stadium on November 12, 2020 in Belgrade, Serbia. Football Stadiums around Europe remain empty due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in fixtures being played behind closed doors. (Photo by Srdjan Stevanovic/Getty Images)

LEGGI ANCHE: Longo: “Toro, ci sono problemi mentali pregressi. Ma Giampaolo saprà intervenire”

PRIMO TEMPO – Ljubisa Tumbakovic, ct della Serbia, a sorpresa decide di lanciare il centrocampista del Torino dal primo minuto per la gara secca di Belgrado e lo schiera davanti alla difesa nel 4-2-3-1 proposto dal ct. Il granata sembrava destinato alla panchina, ma evidentemente il ct è stato convinto dal grande stato di forma evidenziato da Lukic ultimamente. Nel primo tempo regna sovrana la noia. Le due squadre non rischiano vista la posta in palio. Lo stesso Lukic gioca in modo molto scolastico. In avvio parte meglio la Scozia, che schiaccia i ragazzi di Tumbakovic nella propria metà campo. A rompere la noia è la Serbia e ad andare a un passo dal gol è proprio Lukic. Al 22′ il centrocampista granata sfiora il gol del vantaggio, quando Mitrovic appoggia a Sasa, che dal limite dell’area prova a piazzare la palla sul secondo palo, ma la sfera esce di un soffio.

BELGRADE, SERBIA – NOVEMBER 12: Ryan Christie of Scotland celebrates after scoring his team’s first goal with his team during the UEFA EURO 2020 Play-Off Final between Serbia and Scotland at Rajko Mitic Stadium on November 12, 2020 in Belgrade, Serbia. Football Stadiums around Europe remain empty due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in fixtures being played behind closed doors. (Photo by Srdjan Stevanovic/Getty Images)

SECONDO TEMPO – A inizio ripresa la Scozia sblocca la partita grazie al bellissimo diagonale di Christie. La Serbia esce con il passare dei minuti e si riprende anche grazie ai cambi: dentro Katai e Jovic, fuori Maksimovic e Milinkovic-Savic. Insomma, cambiano tutti i compagni di reparto di Lukic, ma lui rimane in campo. Il granata, infatti, seppur in modo scolastico, gioca bene. Al 74′ dopo una grande rincorsa ferma Robertson. Il terzino del Liverpool era lanciatissimo in contropiede. Due minuti dopo sempre Lukic serve a Mitrovic un cross al bacio, ma la punta serba non riesce a mettere forza nel colpo di testa. I padroni di casa continuano a spingere e allo scadere agguantano il pari, grazie a un colpo di testa di Jovic su corner.

BELGRADE, SERBIA – NOVEMBER 12: Luka Jovic of Serbia celebrates after scoring his team’s first goal during the UEFA EURO 2020 Play-Off Final between Serbia and Scotland at Rajko Mitic Stadium on November 12, 2020 in Belgrade, Serbia. Football Stadiums around Europe remain empty due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in fixtures being played behind closed doors. (Photo by Srdjan Stevanovic/Getty Images)

TEMPI SUPPLEMENTARI – Nei tempi supplementari gioca decisamente meglio la Serbia che sfiora il 2-1 in più occasioni. Tumbakovic tiene in campo anche per i 30 minuti supplementari Lukic, che a lungo andare inizia a patire la stanchezza. Nonostante la fatica, il centrocampista del Torino dà sostanza alla linea mediana, andando a lottare per recuperare palloni anche al 120′. Si va così ai calci di rigore. Decisiva la parata di Marshall su Mitrovic. La Scozia torna a giocare una grande competizione per la prima volta dai Mondiali del 1998, la Serbia si lecca le ferite.

IL TABELLINO

SERBIA-SCOZIA 5-6 d.c.r.

Marcatori: 52′ Christie (Sc), 90′ Jovic (Se)

SERBIA (3-4-1-2):  Rajkovic; Milenkovic, Mitrovic (108′ Spajc), Gudelj; Lazovic, Maksimovic (70′ Jovic), Lukic, Kostic (59′ Mladenovic); Milinkovic-Savic (70′ Katai); Mitrovic, Tadic. All.: Tumbakovic. A disposizione: Dmitrovic, Rockov, Kolarov, Ristic, Gacinovic, Grujc, Radonjic, Vlahovic.

SCOZIA (4-3-3): Marshall; O’Donnel (118′ Griffiths), Gallagher, Mc Tominay, Robertson; Jack, McGinn (83′ McLean), Tierney; Christie (87′ Paterson), Dykes (83′ McBurnie), McGregor. All.: Clarke. A disposizione: Mclaughin, Gordon, McKenna, Cooper, Palmer, Considine, Armstrong, Burke.

Ammoniti: 10′ Milenkovic (Se), 44′ Gallagher (Sc), 49′ Gudelj (Se)

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. FORZA TORO - 4 mesi fa

    Lukic ha fatto una buona partita,mi spiace per lui

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. generazionenuova - 4 mesi fa

    Come ha fatto Mitorvic a sbagliare il rigore se, da quanto leggo qui, al 108 era stato sostituioto da Spajc?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy