Longo: “Toro, ci sono problemi mentali pregressi. Ma Giampaolo saprà intervenire”

Esclusiva TN / L’ex tecnico del Toro commenta la situazione attuale: “Bremer e Singo grandi lavoratori e molto umili, faranno strada”

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

Il filo granata che lega Moreno Longo al Torino non si spezzerà mai. Il tecnico dell’ultima salvezza dei granata aspetta un’altra chance da allenatore e nel frattempo studia, si aggiorna e osserva calcio, per quanto il coronavirus lo possa permettere. Ma un occhio di riguardo da casa Longo per il Toro c’è e ci sarà sempre: “Rimango sempre sul pezzo, lo seguo sempre“, dice Moreno, che si è lasciato con la società granata senza rancore e oggi condivide con Toro News il suo punto di vista a dir poco qualificato sulle vicende attuali della squadra che aveva in mano non più tardi di tre mesi fa.

Mister, a mente fredda cosa le ha lasciato questa parentesi da allenatore del Toro?

Sono state emozioni grandi. È una scelta che rifarei in tutto e per tutto. Nonostante sapessi che il percorso sarebbe stato impervio, rispondere alla chiamata del Toro è stato come aiutare una madre nel momento del bisogno. Le emozioni avrebbero potuto essere ancora maggiori, ma purtroppo abbiamo fatto una sola partita in casa con le porte aperte. Non aver vissuto il calore della gente in tutte le battaglie che abbiamo fatto è stato un peccato. Questo affetto, comunque, ce l’hanno dimostrato al primo allenamento al Filadelfia, un momento che non dimenticherò”.

La squadra adesso sta incontrando difficoltà. Sono più motivazioni psicologiche o tecnico-tattiche?

Innanzitutto quando c’è un progetto nuovo ci va del tempo per assimilare mentalità e richieste del nuovo allenatore. Il tempo è il maggior nemico di tutti gli allenatori e di tutti i progetti. Il Torino adesso è in una fase che definirei pensante. In una fase, insomma, in cui si devono capire esigenze e volontà dell’allenatore. Io credo che si debba analizzare la situazione a 360 gradi. Ci sono situazioni mentali pregresse che vanno tenute in considerazione, non solo questioni tecnico-tattiche”.

LEGGI ANCHE: Rampanti: “Una buona gara e poi lo stop: Torino, è un film già visto”

Nei finali di gara contro Sassuolo, Lazio e Genoa i giocatori hanno preso tanti gol. Che spiegazione si è dato?

Questo è un problema prettamente psicologico. Il riaffiorare di vecchie paure fa venire fuori il braccino. Quando c’è da consolidare una vittoria e gli avversari accorciano le distanze, viene fuori una paura che ti fa sprofondare. Io credo che sotto l’aspetto mentale vada fatto un grande lavoro. L’anno scorso avevamo fatto dei passi avanti. L’esempio migliore è la partita contro il Brescia, quando eravamo sotto a fine primo tempo e ribaltammo il risultato nella ripresa. Penso che Giampaolo abbia già chiaro dove e come intervenire, perché è un grande allenatore”.

LEGGI ANCHE: Sirigu: “Il momento no del Torino? Era preventivabile, serve ancora tempo”

Quanto può essere pesante l’assenza di Baselli? E quanto importante il suo recupero?

Le qualità di Daniele mancano molto a questa squadra, perché ha caratteristiche che completano il centrocampo. Baselli è un giocatore con capacità balistiche, di inserimento e di rifinitura. Il suo rientro completerebbe il reparto e darebbe una grande mano alla squadra”.

FLORENCE, ITALY – JULY 19: Moreno Longo manager of Torino FC gestures during the Serie A match between ACF Fiorentina and Torino FC at Stadio Artemio Franchi on July 19, 2020 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Uno dei giocatori che lei ha rivitalizzato è Meité. Sembra avere molta difficoltà nelle transizioni e nel coprire tutto il campo. Potrebbe diventare un regista?

Di Meité ho grande stima e lui ha dato tanto con noi l’anno scorso per concludere il campionato al meglio. Io penso che possa giocare in posizione più centrale, perché ha una fisicità che lo aiuta a uscire dagli spazi stretti. Sa usare bene il corpo, ha una gestualità che lo aiuta. Ha difficoltà invece negli spazi, ad esempio nel 4-3-1-2 può avere difficoltà a dare ampiezza”.

Un giocatore in rampa di lancio è Bremer. Dove può arrivare?

Io posso solo parlare bene di Bremer. Con me ha fatto un finale di stagione eccezionale, in grande crescita, e lo sta confermando anche adesso. Tra l’altro sta facendo bene dopo che è stato trasformato da difensore di centro sinistra in una difesa a 3 a centro destra di una difesa a 4. Questo cambiamento non è affatto semplice. È un giocatore che ha mezzi fisici notevoli, sta crescendo anche tecnicamente. Umanamente e professionalmente è un esempio, perché è un grande lavoratore ed è molto umile. Secondo me in futuro potrà giocare a grandi livelli proprio per queste sue caratteristiche umane”.

E poi c’è Singo, lei è stato il primo a lanciarlo da titolare in Serie A. Si imporrà a breve o serve tempo?

Secondo me Singo deve solo giocare con continuità. L’anno scorso l’avevamo identificato come un giocatore su cui puntare. Ha grandi mezzi atletici. Anche lui ha grande predisposizione al lavoro ed è umile. Poi ha fame, una grande fame di arrivare e di migliorare. Noi decidemmo di utilizzarlo anche in momenti in cui la tensione era palpabile. Ora che il Toro è ripartito da zero a mio avviso deve puntare su Stephane: prima accumulerà esperienza, prima potrà diventare un giocatore importante”.

Che campionato si aspetta dal Torino?

Io mi aspetto un campionato tranquillo. Nel senso che la squadra potrà uscire dalla zona paludosa e se dovesse imbroccare il filotto giusto potrebbe iniziare a pensare in grande. Come ho detto l’anno scorso è il campo a dare le risposte. Il mio augurio a Giampaolo e al Torino che possano avere un cammino tranquillo. Il Torino non può giocare per la salvezza”.

29 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Thor - 2 settimane fa

    Premessa: io non tifo un allenatore o un presidente, io tifo la squadra.
    A guardare i magri risultati della squadra nella nuova stagione, mi viene il sospetto che Longo avesse davvero fatto un miracolo. Siamo rimasti a galla quando stavamo annegando in B, allo sbando psicologicamente e fisicamente (come gran parte degli italiani)
    Longo partiva da pochissimo e ha fatto qualcosa.
    Giampaolo è partito da qualcosa e ha fatto pochissimo (finora).
    Ma tutto è migliorabile. Se non piangiamo è perché abbiamo già consumato tutte le lacrime, ma dopo le sacrosante inca##ature speriamo di tornare a sorridere. In alto i cuori granata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. BACIGALUPO1967 - 2 settimane fa

    Moreno il presidentissimo purtroppo ti ha usato. Gli servirvi per placare la piazza, gli servirvi per distogliere l’attenzione dal vero problema societario.
    Su di te non ha mai investito o pensato di investire. Ti ha proposto 3 mesi di contratto e buttato in uno spogliatoio distrutto da promesse mai mantenute. Ti auguro di tornare al Toro ma con una società diversa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Paul67 - 2 settimane fa

    Purtroppo, quelli mentali nn sono gl’unici problemi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. come un pugno chiuso - 2 settimane fa

    Moreno sei un gran signore oltre che un vero Cuore Toro.
    Qualche ingrato ha tirato fuori la media punti, io invece preferisco sottolineare che hai salvato una squadra che stava precipitando in B e non era affatto un’impresa semplice dati i problemi di cui ancora oggi non si è liberata, la cui fonte principale per me è una sola e ha la forma di uno squallido bipede con la erre moscia

    Grazie e saluti, anche ad Antonino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. christian85 - 2 settimane fa

    Emilianozapata

    Ti ha risposto benissimo Bastone e Carota.

    E comunque mettiamoci anche Lyanco che i suoi capricci, li ha fatti belli e grossi.. quello che stai vedendo ora, il fatto che giochi abbastanza discretamente bene è solo una pura convenienza.

    E detto questo non mi fiderei nemmeno di Meitè e di Edera, quest’ultimo nonostante sia un canterano ha il suo caratterino antipatico, credi a me e durante la sessione di calciomercato ha rifiutato alcune proposte. Oltre che essere una pippa ( perchè scusami ma lo è ) è anche uno che parla abbastanza tanto.

    Insomma i nomi non sono pochi di coloro che creano malcontentismo generalizzato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pau - 2 settimane fa

      ciao
      penso anche io che ci siano dei malcontenti che non sono motivati, sono delusi, vogliono più soldi o si credono di poter andare a giocare nel Liverpool. Alla fine però ognuno pensa con la propria testa e, a meno che uno non sia una banderuola volubile e senza personalità, il malcontentismo non è contagioso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Emilianozapata - 2 settimane fa

    Domanda a Christian85:la banda dei quattro da vendere da chi sarebbe composta? Posso pensare a Izzo, N’Koulou, ma gli altri?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bastone e Carota - 2 settimane fa

      Vado a casaccio… Verdi e Zaza?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. lucabenzoni7_8317634 - 2 settimane fa

        Scusa B&C ma Zazà anche no : è contentissimo di stare al Toro, tanto più che GP lo fa giocare titolare e lui è amicissimo col Gallo, mi risulta che sia uno di quelli che tira su lo spogliatoio …… FT

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Paul67 - 2 settimane fa

          Sono ben 2 le persone contente della conferma di Zaza, una é Zaza l’altra sei tu.
          Ma le vedi le partite o le sogni…..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. lucabenzoni7_8317634 - 2 settimane fa

            Sukamelo ….. manko lo hai calciato il pallone …… FT

            Mi piace Non mi piace
  7. Fantomen - 2 settimane fa

    Per me sta facendo un po’ troppe interviste sul toro da quando ha mollato …….sembra un avvoltoio sulla preda ……non mi sta piacendo …..detto che come allenatore lo trovavo un disastro poi essendo un granata gli voglio bene ma ancora più bene se lo vedo in tribuna e non in panchina…….peggior media punti del toro in serie A ……a momenti ci porta in B

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 2 settimane fa

      Non penso che abbia chiamato i giornalisti appena sveglio per dire che voleva rilasciare un’intervista spontanea sul momento del Toro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Paul67 - 2 settimane fa

      Intanto Moreno nn ha mollato ma è stato praticamente trombato dopo aver salvato una squadra e una società dalla serie B, e questi sono fatti che valgono più dei numeri.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Fantomen - 2 settimane fa

        Da che mondo è mondo i risultati nel icalcio li fanno numeri il resto sono congetture da simpatia o antipatia i numeri sono impietosi…..e se ci siamo salvati è grazie ai 27 punti di Mazzarri e non dei suoi 13 fatti in quasi altrettante partite…….che piaccia o no Longo chiamato per migliorare la media punti di Mazzarri l’ha peggiorata fino a quasi la B

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Paul67 - 2 settimane fa

          Quindi sogni Gonde o Allegri?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Pau - 2 settimane fa

    Un motivo per cui Giampaolo mi piace è che non ha avuto nessuna paura ad investire su Bremer e Lyanco, mandando in panchina i due senatori scontenti Izzo e Nkoulou. Bravo mister, aria fresca per combattere le tare mentali e via quelli che remano contro o si credono superiori E ancora ce n’è di lavoro da fare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. lucabenzoni7_8317634 - 2 settimane fa

    Bravo : “Torino adesso è in una fase che definirei pensante. In una fase, insomma, in cui si devono capire esigenze e volontà dell’allenatore” …….. e specifica : “Giampaolo abbia già chiaro dove e come intervenire, perché è un grande allenatore” …….. per chi ancora non avesse capito !!!! …. i professionisti lo dicono non i Pinco Pallino qua dentro ….. FT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Guevara2019 - 2 settimane fa

      Ha scritto il grande critico-tecnico fiore all’occhiello di Toro news…
      Vada a vedersi il palmares e i flop del grande allenatore che lei decanta.

      Stia bene pinco pallo saputello…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. lucabenzoni7_8317634 - 2 settimane fa

        Fenomeno hai mai allenato in serie A ????!!! e non lo ha detto solo Longo, ma anche Ranieri Mancini Conte ecc ….. bisogna che se scrive con me sia informato bene sulle cose perchè non ho tempo da perdere con tutti i tacchini qua dentro ….. FT

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Guevara2019 - 2 settimane fa

          Ma pisa più curt…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. lucabenzoni7_8317634 - 2 settimane fa

            Un altro compagnia dell’INETTO …… FT

            Mi piace Non mi piace
        2. Mimmo75 - 2 settimane fa

          Mi scusi, riceve su appuntamento?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. lucabenzoni7_8317634 - 2 settimane fa

            Per te Mimmo si così ti spiego Lyanco e smetti di dire c …….. FT

            Mi piace Non mi piace
  10. Rimbaud - 2 settimane fa

    E’ veramente una grande persona Moreno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. GlennGould - 2 settimane fa

    Unica soluzione, unica speranza.
    Cairo vendi e vattene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Cristiano.123 - 2 settimane fa

    Un ringraziamento particolare a Mister Longo, un uomo che ha dimostrato un sincero attaccamento alla maglia ed una sensibilita’ e dei valori umani rari da riscontrare in questo ambiente.
    L’augurio che possa presto trovare una societa’ ed una panchina da cui dimostrare il suo indiscusso valore e la sua grande preparazione e professionalita’.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. christian85 - 2 settimane fa

    Hai ragione Longo, ci sono problemi mentali pregressi,
    ma questi problemi mentali arrivano innanzitutto da quei 4-5 stronzi ( che sapete benissimo tutti chi sono ) che destabilizzano ambiente e spogliatoio.

    Aveva tutta la stagione per venderli, unica cosa di cui è buono a fare il nano da 4 soldi, visto che comprare non compra nessuno.

    Ma pur di non perderci nemmeno 1 centesimo ha preferito tenerseli e quasi sicuramente verranno svalutati dopo la grande stagione dei 63 punti.

    E’ inutile trovare scuse su scuse.. lo dico di nuovo, può venire anche Klopp o Guardiola ad allenare il Toro, ma non ci sarà supremo allenatore in grado di poter trovare una soluzione a questa rosa.

    I problemi partono dall’alto, mancanza di serietà e programmazione definita, poi scendendo ci sono altri problemi che, mescolati con quelli dall’alto, si fa una combo perfetta.

    Proprio ieri, si parlava e si analizzava del fatto che il Milan ha come allenatore Pioli, uno che fino lo scorso anno era un semplice allenatorino da metà classifica, la sua grande fortuna è stata quella di aver in rosa Zlatan Ibrahimovic.. un campione e probabilmente ultimo superstite del grande calcio, quello vero.

    Ora, speriamo solo che quei 4-5 stronzi se ne vadano al + presto, perchè finchè ci saranno in questa rosa, i problemi continueranno se non addirittura peggioreranno.

    Ma si sa, a gennaio braccino corto non prende nessuno nemmeno in prestito secco, quindi non resta che sperare che i buoni rimasti in rosa possano ribaltare la situazione.. ma questo è molto difficile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Guevara2019 - 2 settimane fa

    Grazie dell’augurio Moreno, fosse stato per me avrei risparmiato buona parte dei 3 milioni in due anni dati a Gp e ci sarebbe ancora lei in panca, anche perché non ha una rosa completa per i suoi schemi, ma è ovvio l’incompetenza regna sovrana in società.
    Io però rimango interdetto quando sento parlare di blocchi psicologici con dei professionisti pagati profumatamente, anche perché ormai sono cronici questi blocchi e pare siano trasmissibili con i nuovi che arrivano.

    Baselli? Spero tanto che abbia ragione, sicuramente darà una mano, non attendiamoci che sia una pedina che risolverà parecchie cosette.

    Auguri a lei e buona fortuna, se lo merita!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy