Torino-Cagliari 1-1, il film della partita: “Con amore e fischi”

Torino-Cagliari 1-1, il film della partita: “Con amore e fischi”

Film / La pellicola del 1927, diretta da Fred Guiol con protagonisti Laurel & Hardy a rappresentare il pareggio dell’Olimpico

di Redazione Toro News

BUON AVVIO

TURIN, ITALY – OCTOBER 27: Daniele Baselli (L) of Torino FC competes with Radja Naiggolan of Cagliari Calcio during the Serie A match between Torino FC and Cagliari Calcio at Stadio Olimpico di Torino on October 27, 2019 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

All’Olimpico arriva il Cagliari di Maran, tra le sorprese del campionato e al quinto posto in classifica. Il Torino arriva al match con le spalle al muro: la pressione per la squadra di Mazzarri è tanta e lo si intuisce sin dalla lettura delle formazioni. Il match comincia con un buon approccio alla gara da parte di Belotti e compagni, che però non si concretizza nel gol del vantaggio.

LEGGI ANCHE – MAZZARRI: “SENTIAMO LA PRESSIONE, E’ UN MOMENTO PARTICOLARE”

LEGGI ANCHE – CAIRO: “LA SQUADRA E’ CON MAZZARRI, SONO FIDUCIOSO”

LEGGI ANCHE – SIRIGU: “I FISCHI CI STANNO, DOBBIAMO RITROVARE NOI STESSI”

17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Scott - 3 mesi fa

    Assente inguistificato: il gioco. Unica soluzione tattica sensata giocare con Zaza e Belotti, finchè si continueranno a gettare in area solo pallate della gittata di 40m. Gravi carenze a centrocampo, i soldi spesi per Verdi andavano investiti per 1/2 centrocampista/trequartista. Qui anche (in assenza di DS) penso ci sia lo zampino di Walter.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. KEYPAX - 3 mesi fa

      Esatto, ha fatto andare via Ljiaic, mettendolo nelle gerarchie dopo Falque e Berenguer, e dopo 1 anno si accorge di non avere nessun giocatore in grado di saltare l’ uomo e fare l’ ultimo passaggio. Verdi non è questo tipo di giocatore, ci ha provato con Meite, Lukic , ed Ansaldi; l’anno scorso con Falque e Berenguer.
      Un disastro, abbiamo venduto l’ unico capace a 9 milioni per comprarne uno a 25 che doveva dimostrare tutto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Il_Principe_della_Zolla - 3 mesi fa

    Commentare le non-prestazioni di squadra e allenatore è come sparare sulla Croce Rossa. Dell’inettitudine e tronfiaggine del presidente non vale più la pena. Questo siamo diventati, e per soprammercato con una buona parte del tifo vuoi sequestrato dai normalizzatori, vuoi ipnotizzato dal Sir Biss che si sente un emulo di Ferruccio Novo (perdona!).
    Il Cagliari, come prima l’Udinese, il Lecce, La Sampdoria non incontrano un avversario, ma una vittima predestinata, molli e sfigati come non avremmo mai immaginato potessero diventare i figli degli Invincibili e del Toro scudettato.
    Se non il blasone, l’onore, l’orgoglio, ci vorrebbe che si ritrovasse almeno un po’ di decenza: Mazzarri a godersi la pensione, giocatori variamente tatuati e poco dotati in ritiro punitivo, Comi e Bava a ripetizione da qualcuno che sappia insegnar loro un mestiere che non sanno fare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toro Forever - 3 mesi fa

      Tutto giusto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Alex70 - 3 mesi fa

    Unica nota positiva di oggi e’ che siamo nella ultima settimana di MAZZARRI
    MAZZARI – 7 GIORNI E VA VIA…..

    ma come si fa ad aspettare di prendere mazzata con Lazio e Juve ma come si fa a non dover cambiare allenatore
    ripeto la nostra rosa non e ‘ da meno di squadre come quelle dal 4 posto in poi ….

    ora basta , spero che Cairo sotto traccia abbia gia’ contattato un nuovo allenatore

    MAZZARRI E’ PARTITO IL CONTO ALLA ROVESCIA -7…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. GlennGould - 3 mesi fa

    Vorrei ancora sottolineare un aspetto che, essendomi rifiutato ieri di vedere o leggere tutte le dichiarazioni post partita,non ho potuto cogliere.
    Questa mattina, ad un certo punto mi sono sentito preso in giro.
    Leggo il commento di Mazzarri e stento a credere a ciò che dice, ossia sostanzialmente che Iago non rende perché ha compiti anche di copertura.

    È troppo!

    Nelle sua squadra non esiste un giocatore, a volte gallo compreso, che non abbia compiti di copertura. E sapete perché? Perche GLIELI DA LUI!!!.

    Ed ecco che dal cilindro tira fuori la scusa n 723.
    Imbarazzante.
    Non avendo più speranze per il futuro se non che si dimetta o lo allontanino, l’unico personale scaccia pensieri rimastomi è ipotezzare le prossime scuse che declamera’, magari a partire da post Lazio Toro.

    In ordine sparso:

    Il caldo romano.

    La vicinanza del Colosseo ha imbrigliato i nostri giocatori più colti e sensibili.

    La nostra arcigna difesa era distratta dalla presenza in tribuna di Massimo il gladiatore.

    Sugli spalti c’era troppa gente e non ci siamo abituati.

    E speriamo non legga, ancora l’ultima la usa davvero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 3 mesi fa

      ah ah ah è vero, l’ha usata per il bernabeu di Ferrara…all’olimpico c’è il forte rischio di non entrare neanche in campo per paura degli spalti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. eurotoro - 3 mesi fa

    la squadra giocava male l’anno scorso e gioca male pure quest’anno. l’atalanta da 2 anni dimostra che solo se giochi bene e offensivo puoi togliere il posto europa alle 6 sorelle!…quindi se dopo 2 anni non abbiamo un gioco convincente x me questo mister ha fallito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Mario66 - 3 mesi fa

    La confusione di Mazzarri è evidente. Ansaldi trequartista può essere una soluzione valida in condizioni di emergenza e non quando hai tutti disponibili. Anche se la condizione atletica è precaria non si possono schierare formazioni sconfusionate con giocatori fuori ruolo (vedi Falche e lo stesso Ansaldi). E poi a questo punto della stagione anche se hai fatto i preliminari devi essere atleticamente a posto. Anche questa è una colpa di Mazzarri (e del suo staf). Una nota sul Presidente che forse in questo momento centra poco ma che in generale penso sia valida. Se devi trattare il TORO come solo una mera questione d’affari tradendo così la passione di milioni di persone almeno non infierire su di esse prendendole in giro con dichiarazioni al limite della demenza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. GlennGould - 3 mesi fa

    Mazzarri ha i giorni contati, e spiego la ragione.
    Giocare per salvarsi, rischiare la b, è un’ipotesi che attualmente Cairo non credo voglia prendere in considerazione, per il semplice motivo che retrocedere significherebbe un deprezzamento mostruoso della società; e Cairo, se da molti lati non ci sente o non vuole sentire, da quel lato ci sente benissimo.
    Ora, dopo il derby, ossia fra una settimana, con ogni probabilità saremo in piena zona b.
    Ed a quel punto il presidente non avrà scelta.

    Ecco perché a mio avviso, Mazzarri ha i giorni contati.

    D’altronde, potremmo vincere a Roma e nel derby.
    Con questo toro di Mazzarri, più probabile che stasera gli alieni vengano a cena a casa mia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Granat....iere di Sardegna - 3 mesi fa

    Diciamoci la verità e non nascondiamoci. Dopo i primi minuti dove almeno c è stato un pressing alto a recuperare palla per poi fare un noioso quanto sterile giropalla, il resto della partita è stato imbarazzante e anche il gol è stato più una scintilla del gallo che non il frutto di un sovvertimento di una superiorità netta, palpabile e tattica del Cagliari. Siamo anche sfortunati perché con la traversa di Verdi abbiamo pure rischiato di vincere immeritatamente. Ciò che è parso evidente è la confusione assoluta nella guida tecnica, con soluzioni all ultima spiaggia o scontate sostituzioni. Ed è forse questo l aspetto più preoccupante: il mister non sa più che pesci pigliare proprio per quanto riguarda l aspetto in cui lui è convinto di essere un guru: l aspetto tattico. A parte una ricerca ostinata di un possesso palla che nasconde, in realtà, la totale assenza di schemi per arrivare in porta, il Toro non offre niente. E non può essere solo un problema atletico così come non può essere un problema legato al fatto che non può lavorare coi giocatori con continuità. Sono con lui dal ritiro e, soprattutto, sono gli stessi dell anno scorso. Non credo abbiano bisogno di stare con lui intere settimane per migliorare. La dimostrazione di questo stato di confusione sono le giustificazioni sull utilizzo di falque fornite al gobbastro Marocchi. La gente ha la memoria corta e non gli ha ricordato le considerazioni su liaijc che faceva un anno e mezzo fa, secondo cui chi gioca con lui deve anche saper correre per recuperare palla. Ora scopriamo che falque invece deve poter giocare senza rincorrere per incidere. A parte che falque, nel suo ruolo naturale di laterale destro, sa come muoversi anche in copertura, quanto ci vuole al Toro per recuperare un infortunato? A mio modesto avviso il mister non ci sta capendo più nulla e la squadra ne riflette palesemente l inconcludenza. Male non sarebbe ripartire con una buona dose di umiltà. Vent anni di carriera non sono di per se garanzia di conoscenza assoluta e sulle pressioni bisogna mettersi d’accordo. La pressione può essere data dagli obbiettivi che si è data la società ma per quanto riguarda i tifosi l unica pressione è di evitarci di avere compassione per la nostra squadra almeno quando gioca con pari livello. È chiedere forse troppo mister?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Athletic - 3 mesi fa

      Sono d’accordo con quello che hai scritto, e anche io ho la sensazione che Mazzarri non sappia come uscire da questa situazione. Mi sto tuttavia sempre più convincendo che questa crisi sia legata alla mancanza di condizione atletica. Guardando le altre squadre, sembra che facciano un altro sport, e l’anno scorso se ricordi bene, noi facevamo un pressing altissimo e asfissiante, cosa che quest’anno non proviamo nemmeno a fare perché saremmo senza energie dopo dieci minuti, forse è per questo che si fa tutto questo giro palla, per correre il meno possibile, vista la mancanza di condizione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 3 mesi fa

        Può essere, magari è così. Però la condizione atletica deve pian piano migliorare, qui invece…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Granat....iere di Sardegna - 3 mesi fa

        Ciao fratello. Si anche il gap atletico si nota. Però questa è un’aggravante a mio modesto avviso. Perché la preparazione atletica attiene esclusivamente all’area tecnica, non può essere imputata a nessun’altro. Che il Toro dovesse fare i preliminari si sapeva, sia il mister che la società si erano detti pronti e felici di questa eventualità. Se poi guardiamo alle partite disputate quelle ante wolve potevano essere tranquillamente catalogate come amichevoli precampionato. Poi ci sarebbe anche da dire che se non siamo in grado di programmare una preparazione decente se andiamo in Europa come speriamo di poter anelare alla partecipazione alle competizioni europee con continuità? Io non credo tutto questo sia colpa solo di Mazzarri e neanche mi piacciono troppo i cambi di mister in corsa, se non strettamente necessari. Ma 22 giocatori non li puoi sostituire. Cambiare il mister potrebbe forse dare quella scossa all’ambiente necessaria in questa fase e toglierebbe alibi ai giocatori. Certo non è una situazione facile ed anche il parco sostituti mi lascia qualche perplessità, tenuto conto che un eventuale sostituto dovrà costare pochissimo. So solo che ieri l’ho guardata insieme ai fratelli del mio Toro Club ed era di una tristezza unica. Io poi sono affetto da una sindrome incurabile: la Toropatia…sono fottuto

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Athletic - 3 mesi fa

          Certamente qualcosa non ha funzionato, e ha ragione anche Davide, un qualche miglioramento dovrebbe vedersi, perché ci sta che qualcosa sia andato storto nella preparazione, poi però se cominci ad occupartene, penso che qualche miglioramento dovrebbe essere possibile vederlo, ma qui ormai sono settimane che vediamo giocatori molli, che non coprono, non pressano e nonostante questo, giocano gli ultimi venti minuti completamente esausti.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Simone - 3 mesi fa

      Pienamente d’accordo.
      La confusione la si nota anche nel non sapere più dove mettere il povero Ansaldi ieri ritrovatosi trequartista (quest’anno penso gli manca solo di fare l’attaccante).
      X non parlare dell’aver messo Iago dal primo min pur sapendo che aveva solo un tempo mentre in passato disse SEMPRE che non voleva cambi obbligati.
      Dopo il pareggio pensavo li avremmo schiacciati e invece è stato un miracolo (grazie Sirigu) che non siamo usciti meritatamente sconfitti.
      Prima lo si caccia e prima si darà uno scossone alla squadra.
      Ogni giornata in più è una giornata persa!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. roby.1974 - 3 mesi fa

    Forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy