Torino, da Vojvoda e Murru segnali opposti: uno convince, l’altro arranca

Focus on / Due lati dello stesso ruolo, i due neo acquisti granata sembrano aver reagito diversamente al primo impatto con il gioco di Giampaolo

di Lorenzo Chiariello, @lorechiariello
Diversi sono nomi, indicati proprio Marco Giampaolo, che si sono accasati al Torino in questa sessione di mercato. Il reparto difensivo è stato quello più “alimentato” dai nuovi innesti. Dai due nuovi terzini granata, Mergim Vojvoda e Nicola Murru,  sono però arrivati segnali contraddittori durante il match con l’Atalanta. Il primo è sembrato già inserito in gran parte degli automatismi voluti da Giampaolo, il secondo al contrario è parso spaesato e poco lucido.

INCISIVITÀ – Sia Vojvoda che Murru hanno avuto un ruolo importante nel determinare il 2-4 finale del match contro i bergamaschi. Il kosovaro è riuscito a completare qualche bella giocata, andando anche in profondità e mostrandosi propositivo. Suo è infatti l’assist per il gol numero due di Belotti. L’ex Sampdoria ha invece una grossa parte di responsabilità su due delle quattro reti atalantine: prima perde la marcatura su Muriel, che entra in area e buca Sirigu con una rasoiata sul secondo palo siglando l’1-2. Poi gli sfugge anche Hateboer, che può sgattaiolargli alle spalle e infilare il portiere Sardo sul palo lontano per l’1-3.

LEGGI ANCHETorino-Atalanta 2-4, Giampaolo: “Avversario complicato. Il modo di giocare non lo cambio”

I DATI – Prova del maggior coinvolgimento di Vojvoda è data anche dai numeri del match. Il classe 1995 è infatti tra i cinque giocatori che hanno portato a termine il maggior numero di passaggi tentati nel corso della sfida giocata all’Olimpico Grande Torino: Vojvoda ha raggiunto una percentuale del 91%, meglio di lui solo gli atalantini Lammers e Mojica con il 100%. Al contrario, Murru ha sfiorato appena il 70%. Il kosovaro poi, si è dimostrato molto propositivo, giocando con successo ben 16 palloni in avanti, contro i 9 dell’ex Sampdoria. E’ chiaro quindi che qualche assetto del gioco di Giampaolo debba ancora essere assimilato, Vojvoda avrà il dovere di continuare su questi binari, ma Murru dovrà presto cambiare registro.
4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Steu68 - 4 settimane fa

    Fratelli, decisamente meglio, ma ho trovato molto spaesato anche Vojvoda.
    Emblematico un episodio, da un lungo cross dalla destra, abbia alzato il braccio pensando che fosse uscita la palla e dietro è sbucato l’atalantino a rubargli il pallone. L’ho trovato molto scolastico nel coprire il suo ruolo. Comunque lo giustifico si tratta pure sempre della prima partita, esclusi i minuti della settimana scorsa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. iugen - 4 settimane fa

    La differenza tra fare scouting e prendere il pupillo di un allenatore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rolandinho9 - 4 settimane fa

      La differenza tra rischiare, tentare L ignoto, come sempre fa L Atalanta o comunque chi vuole fare il salto di qualità ed affidarsi ad un usato di sicuro mediocre qualità, come tanto piace fare a noi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giancarlo - 4 settimane fa

        Vojvoda dovrebbe essere un titolare, Murru riserva di Rodriguez ed Ansaldi. Però anche sulle riserve bisognerebbe contare con una certa tranquillità…

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy