Torino, ecco l’Inter: nerazzurri in difficoltà, Longo può approfittarne

Torino, ecco l’Inter: nerazzurri in difficoltà, Longo può approfittarne

Verso il match / Sembra che ad Appiano qualcosa non funzioni come dovrebbe e ciò rappresenta un’occasione da non prendere per il Toro

di Lorenzo Chiariello, @lorechiariello

L’Inter di Antonio Conte, scivolata al quarto posto in classifica a – 10 dalla Juventus, sta attraversando un momento complesso. Da quando il calcio italiano è tornato dopo l’emergenza sanitaria, i nerazzurri per ben tre volte su cinque incontri – a partire dal pirotecnico pareggio in casa col Sassuolo – sono stati rimontati. Dopo la pesante sconfitta patita a San Siro contro un Bologna garibaldino grazie alla coppia Barrow-Juwara, la sfida in casa del Verona ha regalato altri indizi sul fatto che Longo e i suoi hanno l’opportunità di sfruttare le attuali incertezze nerazzurre.

LEGGI: Toro, il paradosso di Zaza: non convince appieno, ma per Longo è fondamentale

RIMONTE – In generale, l’Inter di quest’anno sta confermando ancora una volta la tendenza, già vista negli ultimi anni, a rimanere vittima di evidenti flessioni in termini di risultati nel girone di ritorno. Gli undici punti raccolti nelle sei partite del post-Covid non possono lasciare soddisfatti una squadra che aveva l’obiettivo di lottare per lo Scudetto. Al Bentegodi, in avvio, Lazovic ha messo a nudo i problemi difensivi dei nerazzurri sulle palle lunghe, poi Miguel Veloso ha mostrato come l’Inter soffra di cali di attenzione in piena Zona Cesarini. Ma i problemi per Antonio Conte arrivano anche dai singoli oltre che dalla squadra nel complesso, la rosa corta lascia infatti poche opzioni all’allenatore pugliese.

LEGGI: Torino, con il Brescia la quarta rimonta stagionale: Longo ha ridato carattere

FORMAZIONE – Contro il Verona targato Juric, il tecnico nerazzurro ha schierato un 3-4-1-2 con Skriniar, Godin – dato per patente in direzione Lione – e De Vrij davanti ad Handanovic. Young, Gagliardini, Brozovic e Candreva a comporre il centrocampo, Sanchez e Lukaku in attacco con Borja Valero alle loro spalle. Per difesa e mediana si possono prevedere pressoché gli stessi interpreti: le assenze di Barella e Sensi lasciano poche alternative. Una di queste potrebbe essere Eriksen – entrato a 2′ dalla fine contro i veronesi –  che però non ha ancora convinto del tutto l’allenatore nerazzurro. Davanti invece, Conte potrebbe anche concedere un po’ di riposo a Lukaku, sostituito a Verona per un problema agli adduttori che dovrà essere valutato nei prossimi giorni. L’Inter non è al meglio ed è evidente, Belotti e compagni dovranno giocare a viso aperto e dimostrare cinismo anche sul più piccolo errore avversario.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. MASSIMO64 - 4 settimane fa

    Lorenzo,stai buono dai.Qui i gesti scaramantici sono ormai un rito quotidiano

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy