Torino, Lyanco scalpita: il brasiliano è pronto a rilevare Izzo in difesa

Torino, Lyanco scalpita: il brasiliano è pronto a rilevare Izzo in difesa

Focus on / Chance importante in vista per il brasiliano, sempre più favorito per prendere il posto del napoletano in difesa nello scontro diretto contro il Genoa

di Redazione Toro News

Lyanco scalda i motori. Cambiamenti in vista per Moreno Longo, che dopo la prova deludente di Izzo a San Siro è pronto a cambiare qualcosa in vista dello scontro salvezza contro il Genoa. Troppo gravi, secondo le valutazioni del tecnico granata, le disattenzioni commesse dal numero 5 del Torino contro l’Inter (LEGGI QUI). Errori che il suo Toro non potrà assolutamente permettersi di ripetere oggi contro il Genoa: ecco spiegato dunque il motivo di questo cambio in difesa, che con il passare delle ore sembra essere sempre più probabile.

OCCASIONE – Potrebbe toccare proprio a Lyanco prendere il posto di Izzo in quello che si preannuncia essere lo snodo cruciale della stagione del Torino. Un’occasione che sarà allo stesso tempo un onere e un onore per il centrale brasiliano, reduce nell’ultima apparizione dal 1’ da un derby della Mole tutt’altro che esaltante. Al pari di Izzo, infatti, anche Lyanco è reduce da una prova caratterizzata da almeno un paio di gravi disattenzioni individuali nell’ultimo periodo. Poi il brasiliano, complice la squalifica dell’ex Genoa, è stato confermato titolare contro il Brescia, portando a casa una prova onesta anche se con qualche sbavatura. Infine, con il ritorno a disposizione di Izzo, Lyanco a San Siro è rimasto in panchina.

CRUCIALE – Ora c’è un banco di prova importante per il classe ’97, atteso da quello che potrebbe essere a tutti gli effetti l’esame più importante dal suo arrivo sotto la Mole. Una partita che vale doppio quella contro il Genoa e che il Torino non potrà assolutamente perdere. Il rischio, in caso di sconfitta, sarebbe infatti quello di essere risucchiati nel pieno della bagarre salvezza. Una situazione particolarmente complessa, che il Torino potrebbe invece scongiurare in caso di vittoria (o al più di pareggio). I tre punti, infatti, permetterebbero a Belotti e compagni di portarsi a quota 37 punti in classifica: sette in più del Genoa, contro il quale i granata avrebbero anche il favore degli scontri diretti, e otto in più del Lecce. Un vantaggio tutt’altro che trascurabile in una lotta così serrata, in cui anche un solo punto potrebbe fare la differenza.

LEGGI ANCHE: La probabile formazione del Torino: Izzo verso la bocciatura

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ardi - 2 mesi fa

    Certo dovremmo giocare accorti, ma se l’unica fase che faremo sarà quella difensiva, come già successo, la squadra avversaria dovrà’ pensare solo ad attaccare. Il problema è che non ci sono ne equilibrio ne corsa. Nei calci d’angolo poi marcherei a uomo, ci siamo già presi troppi gol marcando a zona. Altra cosa bisognerà evitare di lasciare libero qualcuno di tirare anche da fuori area, sono tanti i gol presi in questo modo. Il centrocampo dovrà riuscire in qualche modo a fare le due fasi ed evitare di sbagliare passaggi di tre metri. Mi fa anche preoccupare l’atteggiamento degli arbitri col genoa, sono la squadra che ha preso più rigori, metà dei quali, tra quelli che ho visto inesistenti. Insomma l’unica sarà che per una volta tutti tirino fuori le palle, se ce l’hanno e che rimangano concentrati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. grammelot - 2 mesi fa

    Izzo, De Silvestri e Rincon, sei braccia strappate all’agricoltura.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Leojunior - 2 mesi fa

    Anche secondo me Izzo deve marcire in panchina fino a fine campionato, a meno che non ci sia necessità. Puntare su Lyanco che certo non fa peggio di lui. Su Zaza, condivido il fatto che alle volte sia indisponente, ma almeno dimostra piu dignità ed impegno. Tra l’altro io ho visto bene Singo, ammazza quanto è grosso. Poi non ci ha pensato due volte, appena ha avuto la possibilità ha scaricato il tiro. A parte oggi che non lo puoi rischiare vista la posta in palio, se dovessimo arrivare ad una salvezza acquisita io proverei a giocare con il 4-3-3 con i giocatori su cui puntare l’anno prossimo (fuori gli altri, i vari nKoulou, Izzo, Rincon)

    Sirigu; Singo Bremer Lyanco Aina; Meitè, Lukic, Ansaldi; Verdi (Millico) Belotti Zaza. (con Aina che puo anche fare il centrocampista se usi il 3-4-3)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. pinco pallino - 2 mesi fa

    Da quando é venuto al TORO, Lyanco, ha solo preso. Speriamo inizi a dare. Certo che bisognerebbe puntare su di lui veramente. Visto i risultati della squadra, l’avrei messo titolare al posto dell’uomo di merda. Perché cosí, fino adesso il meglio di Lyanco è stato giocare nel bologna e farsi le ferie in Brasile a curarsi.Tanto siamo sicuri di due cose che Izzo e l’uomo di cacca, il prossimo anno non ci saranno piú….i nostri supercampioni, cosi carini e belli nei loro messaggini social, quelli che sono subito corsi a chiedere denaro per baciare la maglia perché avevano fatto un solo cazzo di girone di ritorno decente. I nostri beniamini che sputano grinta, adesso si sforzeranno per non andare in serie B, GRANDIIIII fdp
    FVCG
    non vedo l’ora di leggere un altro messaggio social, di izzo o di quaquaraqualunque altro, perle di di saggezza, che loro ci tengono tantissimo ai nostri colori

    ma vaffanculo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 mesi fa

    Izzo non dovrebbe più giocare con la maglia granata. Il suo comportamento peggio ancora di quello di N’Koulou.
    Il prossimo anno se saremo in A via lui e N’Koulou in difesa.
    Via Zaza.
    De Silvestri e Rincon solo come rincalzi.
    Aina e Meite da valutare
    Millico in squadra secondo me meglio di Zaza e Verdi messi assieme.
    Ci serviranno almeno un centrale in difesa “, due nuovi esterni, il famoso centrocampista di qualità e un altro almeno.
    Con i soldi delle vendite di Izzo, N’Koulou e di Zaza se qualcuno se lo prende si potrebbe fare.
    Ma con Cairo presidente sto delirando.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. pinco pallino - 2 mesi fa

      L’uomo di merda non l’avrei fatto giocare mai piú.
      Pero ci furoono mitragliate di cazzate del tipo con lui si vince, lui e forte….ed eccoci qua.
      Su izzo che dire, quando lo vidi rotolarsi per terra nel derby, che gemeva come una signorina, lui tutto tatuato, lo sciupafemmine di Scampia, il guerriero,ci son rimasto male, per lui , per la tremenda figura di merda che fece.
      Non vedo l’ora che inizi il prossimo campionato.
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. pinco pallino - 2 mesi fa

        lui é forte

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. pinco pallino - 2 mesi fa

        ci rimasi male

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. TOROPERDUTO - 2 mesi fa

    Boh mi sembra palese dall’andamento di quest’anno che cambi poco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. LILLOSTICK - 2 mesi fa

    E’ da difesa a 4 (vedi 6 mesi a Bologna). Nella difesa a 3 fatica, soprattutto a destra, lo si è visto. A sinistra al posto di Bremer potrebbe giocare, ma qualche cappella la fa sempre in ogni partita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Steu68 - 2 mesi fa

    Speriamo, meglio uno Lyanco forse ancora acerbo, ma motivato che 10 Izzo svogliato e disattento. E’ destinato ad andare via, che si accomodi in panchina fino a fine campionato. Dobbiamo far crescere Lyanco e capire se si possa basare la prossima difesa su di lui oppure no.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy