Toro, Millico ancora convincente. Ma è difficile vederlo titolare con il Genoa

Focus / Il gioiellino granata a San Siro ha sfiorato la rete entrando con il giusto piglio, fino a salvezza acquisita difficile lanciarlo dal 1′

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

Ancora solo scampoli per Vincenzo Millico con il Torino. Ancora un ingresso in campo con il giusto piglio e una rete sfiorata dopo un bel tiro da fuori area. Il gioiellino granata sta dimostrando nei minuti che gli vengono concessi di avere le qualità per meritarsi una maglia dal primo minuto. Eppure è complicato pensare di vederlo dal 1′. La situazione in casa granata è complicata, prima di tutto c’è da ottenere una salvezza che al momento non può essere data per scontata. Se il Toro dovesse vincere con il Genoa, allora, tutto potrebbe cambiare. Un successo contro i rossoblù allontanerebbe i granata dalla zona retrocessione e potrebbe dare più tranquillità.

LEGGI ANCHE: Torino-Genoa, i granata hanno un match point salvezza. Con un occhio a Lecce

TITOLARE – Per vedere Millico dal primo minuto si deve aspettare uno scenario migliore. Al momento la situazione è troppo complicata e servono giocatori di esperienza per affrontare partite che – soprattutto sotto l’aspetto mentale – sono complesse da preparare. La vittoria con il Genoa darebbe una tranquillità tale da poter provare a lanciare Millico da titolare. Lui è un bene del Torino. Giovane e talentuoso che sta affrontando la sua prima stagione in Prima squadra con grande professionalità.

LEGGI ANCHE: Inter-Torino 3-1, Millico: “Questa maglia pesa, devo dimostrare di meritarla”

INGRESSO POSITIVO – Anche a San Siro ha dimostrato di saper aspettare il suo momento e giocarsi le sue carte nei minuti a sua disposizione. Entrato in campo a 14 minuti dal fischio finale, Millico ha giocato con intraprendenza e senza timori reverenziali. In tutto ciò ha anche sfiorato il gol con una bella conclusione da fuori area che ha fatto la barba al palo. Giocate che fanno aumentare la curiosità di vederlo dal primo minuto per capire cosa potrebbe fare se giocasse più dei solito 10/15 minuti. Contro il Genoa, però, dovrebbe essere ancora in panchina. Se il risultato dovesse essere positivo, allora le sue possibilità aumenterebbero considerevolmente di fare il suo esordio da titolare in Serie A.

17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Luigi-TR - 3 mesi fa

    a me questo signor Millico non sta molto simpatico…quando vedo questi ragazzini in erba già tatuati già capisco tante cose…poi ha un’espressione che è tutto fuorchè grinta e cuore Toro…bah… (e ora tutti giù con i “non mi piace”…pazienza…)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

      Ma sai , la questione secondo me non sta tanto nei tatuaggi e nell’espressione quanto piuttosto in ciò che riesce a dimostrare sul campo. Ecco ,fino ad ora onestamente non mi sembra che abbia “Spaccato” ….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pacman - 3 mesi fa

    Utilizzando lo stesso metro di ragionamento, adoperato per altri allenatori, sarebbe corretto dire o almeno si dovrebbe iniziare ad accusare Longo di odiare i giovani.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Daniele abbiamo perso l'anima - 3 mesi fa

    Millico è meglio di Zaza e Verdi e Berenguer messi insieme.
    Vero che è giovane e potrebbe soffrire la mancanza di esperienza in partite così delicate ma proverei almeno a farlo giocare 45 minuti anziché solo scampoli di partita. Lo vedo meglio nel secondo tempo, come titolare in partenza a mio parere sentirebbe più la responsabilità .
    Ma tanto si sa che facilmente entrerà al 75esimo e oltre. Se entrerà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luigi-TR - 3 mesi fa

      @Millico è meglio di Zaza e Verdi e Berenguer messi insieme.
      ma ci credi veramente quando scrivi queste cose ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Mik - 3 mesi fa

    Ehhh è proprio vero…difficile vederlo titolare con davanti una certezza come zaza! Vai a giocare altrove caro Millico, con fuoriclasse del genere in campo impossibile trovare spazio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

    Entrare a partita in corso può risultare più facile incidere in maniera positiva, risultato ormai compromesso ,schemi saltati e stanchezza degli avversari favoriscono un buon impatto(ovviamente non è scontato e molto dipende sempre dall’intraprendenza del ragazzo ).Partire titolari dal primo minuto è un altra musica e chi ha giocato a pallone lo sa meglio di me. Quando si parla di Longo ricordiamoci ogni tanto che in serie lui ci ha giocato facendo tutta la trafila nelle giovanili e quindi sa benissimo che esordire in prima squadra fra i professionisti non è la medesima cosa che giocare in primavera. Tutti i grandi giocatori sono diventati tali esordendo per poche manciate di minuti e poi via via conquistandosi meritatamente sul campo sempre più spazio. Poi possono esserci le eccezioni ma sono davvero rare come le mosche bianche. Longo conosce i ragazzi ,avendo allenato e vinto in primavera.., quindi sa sicuramente come dosarli.Nessun allenatore si diverte a lasciare i fenomeni in panchina specialmente se avessero i numeri per poter fare la differenza ma a oggi nessuno sembra in grado di garantire questo. Longo non avrà una grande esperienza in serie A ma non è un cretino ed è molto preparato, poi si sa : un’ allenatore è come il medico , bravo fin quando ci indovina……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bloodyhell - 3 mesi fa

      ragionamento,il tuo, che ha qualche spunto di ragionevolezza,ma che a mio avviso crolla davanti al dato di fatto che questo allenatore ha schierato Edera titolare in ben due delicate partite.magari potrai portarmi qualche motivazione come si possa preferire un altrettanto acerbo e scarso Edera, ad un acerbo ma talentuoso Millico. Attendo delucidazioni con vera curiosità, e lo dico senza nessuna ironia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

        Questo dovresti chiederlo a Longo , c’è anche da sottolineare una cosa : quando Longo Ha schierato Edera titolare Millico rientrava dalla malattia ed era in evidente ritardo di preparazione, Ansaldi ko, Verdi KO, Baselli completamente fuori causa…..Insomma ,noi siamo qui a discutere le scelte del Tecnico ma alla fine Quali alternative ha…???? Siamo onesti….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13658761 - 3 mesi fa

    Certo perché con i giocatori di esperienza si vede dove siamo. Millico ed anche Singo al posto di de Silvestri che nn ne ha più. Credevo che Longo che era bravo con i giovani nella sua gestione li facesse giocare di più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Come un pugno chiuso - 3 mesi fa

      d’accordissimo, Singo e Millico, si è visto a Milano, hanno stimoli ed energie che altri non hanno più, inoltre tutte le altre squadre i propri giovani talentuosi li mandano dentro noi siamo gli unici che li teniamo a scaldare la panca, ci vuole più coraggio !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Bischero - 3 mesi fa

    Millico non perdere tempo. Il prossimo anno vai a giocare in b. È un passaggio doveroso. Tornerai più forte e potrai prenderti il toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 3 mesi fa

      Occhio che potrebbe farci comodo in b

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. natureboy - 3 mesi fa

    Eh Longo preferisce gli ectoplasmi.. non è che mi aspettassi molto da un allenatore così giovane ed inesperto (a certi livelli), però è riuscito ancora a deludermi (e penso tanti altri). Speriamo in uno più concreto e navigato per il prossimo anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granatissimo - 3 mesi fa

      …Probabilmente la “faccenda” la devi vedere più nel breve periodo…Ovvero: se non vinci (non ne parliamo poi se perdi) di un allenatore concreto e navigato ne avrai bisogno, diciamo da venerdì prossimo, per poterti salvare, altrimenti il prossimo anno fai la B con il Pordenone e il Cittadella (con rispetto parlando)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bacigalupo1967 - 3 mesi fa

        Da venerdi con 5 partite è mooolto tardi..
        La doria con Ranieri ha trovato la quadra da pochissimo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. granatissimo - 3 mesi fa

          ….Comunque, a proposito di “ciclisti”, Millico e Zaza (anche se in questo caso sarebbe meglio dire “a sproposito”), io in caso di salvezza prenderei Gabbiadini (senza “svenarmi”) che può essere veramente la spalla ideale di Belotti in attacco e poi vedi che…

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy