Torino, Lukic titolare e zero gol subiti: il ritorno dell’equilibratore granata

Torino, Lukic titolare e zero gol subiti: il ritorno dell’equilibratore granata

Focus on / Efficace in difesa ma anche in fase d’impostazione, Mazzarri può essere contento del ritorno del 23enne serbo, che si è cimentato nel ruolo di trequartista

di Marco De Rito, @marcoderito
Lukic

Zero gol subiti dal Torino contro il Napoli. Un unicum in questa stagione per i granata e il dato coincide con il ritorno di Sasa Lukic tra i titolari nello scacchiere di Walter Mazzarri (non accadeva in campionato dalla vittoria della prima giornata contro il Sassuolo, complice un guaio al polpaccio). Può essere una coincidenza, effettivamente tutta la difesa è sembrata più registrata e anche Nicolas Nkoulou è ritornato ad essere padrone del reparto arretrato. E’ innegabile però che il centrocampista serbo  dà il suo contributo alla squadra in termini di equilibrio. E un altro indizio che conferma l’importanza di Lukic è il fatto che il serbo non sia stato titolare in alcuna delle sette sconfitte rimediate dal Torino nella stagione 2018/2019.

LE STATISTICHE – Contro il Napoli, Lukic è stato impiegato in un ruolo sostanzialmente inedito: da seconda punta del 4-4-1-1, con il preciso compito di ostacolare la fase la prima impostazione degli avversari. Il suo lavoro in tal senso è stato utile, le statistiche Opta parlano di tre palle recuperate da Lukic. Considerando che giocava in una posizione avanzata, il dato si può considerare positivo (superiore a quello di Lyanco e Izzo, fermi a due). Il suo contributo l’ha dato principalmente nello smistamento dei palloni e anche con precisione: ben 20 sono i suoi passaggi positivi, a fronte dei solo due negativi. Il recupero di Lukic si può senz’altro considerare importante per il Toro, e tutta la squadra ne ha tratto benefici.

Leggi anche: Il Torino si conferma grande con le “big”, ora Falque e Verdi per crescere con le “piccole”

EQUILIBRIO – Mazzarri gli ha ritagliato un ruolo “particolare” nella formazione, che può essere utilissimo contro determinati avversari di qualità. Il Napoli è sicuramente uno di questi, ma andando indietro nel tempo si può pensare anche al derby di ritorno della scorsa stagione (dove è anche andato in gol). Lukic in fase offensiva deve legare il gioco tra centrocampo e attacco, mentre in fase di non possesso cerca di bloccare sul nascere gli attacchi avversari. Certo, Lukic non è un classico “10”: gli mancano fantasia e iniziative personali, caratteristiche che – almeno per il momento – non sono nelle sue corde. Il compito che è richiesto al 23enne però è diverso, e lo svolge in maniera più che positiva. E Mazzarri può essere soddisfatto dalla prestazione di Lukic contro i partenopei.

14 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Simone - 1 settimana fa

    Tecnicamente non è un fenomeno ma ha tanta tanta gamba.
    E in quel reparto è fondamentale uno come lui

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13773864 - 1 settimana fa

    Io lo vedrei bene come regista arretrato, davanti alla difesa. Se poi avessimo davvero un regista avanzato (non Verdi, che è un’ala), potremmo finalmente avere un’identità e un gioco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. lello - 1 settimana fa

    4411? Seconda punta? E verdi? Tutto molto strano questo calcio moderno, troppi numeri. Molte volte dati a caso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 1 settimana fa

      Verdi ha fatto il quarto a sx di centrocampo mentre Lukic giocava piu alto andando a prendere il primo portatore di palla. In fase di non possesso si poteva leggere chiaramente il 4411. Con le ripartenze Verdi si accentrava lasciando la corsia a laxalt e la “fotografia”, a quel punto, diveniva di 3421.
      La squadra è stata piuttosto ordinata cosicché s’è potuto vedere chiaramente la metamorfosi a seconda delle fasi di gioco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. abatta68 - 1 settimana fa

        E vabbè.. allora sui calci d angolo giochiamo con il 901, mentre sul fallo laterale a destra con il 1234, mentre con quello a sinistra con il 4321…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. maxx72 - 1 settimana fa

    Ha fatto gol alla giuve quindi è un grande.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Ciccio Graziani - 1 settimana fa

    Non segna e non rifinisce molto, ma raccorda molto bene. Giocatore prezioso. Peccato si sia infortunato con la sua nazionale nella sosta precedente, farà comodo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Héctor Belascoarán - 1 settimana fa

    Comunque giocatore prezioso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Héctor Belascoarán - 1 settimana fa

    Tatticamente è quasi un ossimoro: con lui Mazzarri ha inventato il trequartista difensivo. 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Ospunda - 1 settimana fa

    Giocatore spesso sottovalutato perché non appariscente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. tric - 1 settimana fa

    Finalmente ce ne accorgiamo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Toro Forever - 1 settimana fa

    Lukic è giovane ma possiede ottimi fondamentali. Ha corsa e velocità, grinta e temperamento, gioca la palla a testa alta e “rischia” la giocata con personalità e ottime movenze. È un ragazzo talentuoso e il Toro deve aiutarlo a crescere facendolo giocare di più. Utilissimo e duttile. A me piace molto. Forza Sasha !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. abatta68 - 1 settimana fa

    Molto bravo lukic, considerando la sua età a maggior ragione… dire che fa la seconda punta nel 4411 è una bestemmia! Diciamo che in formazione abbiamo tante mezzali e terzini che il mister mette un po ovunque, anche in attacco va!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 1 settimana fa

      … il trequartista difensivo 🙂 :;-

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy