Dall’organigramma societario alla questione stipendi: Toro, ecco perchè Vagnati serve subito

Dall’organigramma societario alla questione stipendi: Toro, ecco perchè Vagnati serve subito

Toro / Molti, ed importanti, i motivi per cui i granata vogliono il nuovo DS il prima possibile e hanno chiesto ed ottenuto la deroga dal Consiglio di Lega

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0

Dimessosi il 30 aprile dalla Spal, Davide Vagnati si appresta a diventare il nuovo Direttore Sportivo del Torino. Manca solo l’ufficialità, che secondo l’iter tradizionale non sarebbe potuta arrivare prima dell’1 luglio: ma il Toro ha necessità di averlo subito operativo, circostanza che ha spinto la società granata a richiedere una deroga al Consiglio di Lega Serie A, la quale ha accolto la richiesta. E c’è tutta una serie di buoni motivi per i quali avere subito un direttore sportivo nel pieno della sua operatività era un’esigenza indifferibile per il Torino.

Toro, Vagnati su Instagram: “Strade difficili spesso portano a destinazioni meravigliose”

IL DA FARSI – Davide Vagnati arriverà nelle prossime ore a Torino, ma già sono chiare le cose più urgenti da fare. Una delle prime cose sarà di sicuro l’incontro con il predecessore nella carica di ds del Torino, Massimo Bava. Lui e Vagnati dovranno per forza confrontarsi per capire quali saranno gli spazi a disposizione di Bava con l’arrivo dell’ex Spal. A seguito di questo colloquio, il Torino dovrà decidere nei dettagli il nuovo organigramma societario: Vagnati porterà con sè almeno tre collaboratori, ma deve prendere forma il settore giovanile e l’area osservatori. Una volta pienamente insediato, poi, Davide Vagnati dovrà discutere i rinnovi dei granata attualmente in scadenza (in primis quelli di De Silvestri ed Ansaldi, due trattative che però erano state già ben indirizzate da Massimo Bava)

IMPAZIENZA – Sempre sul fronte interno ci sarà da trattare, insieme ad Urbano Cairo, i tagli agli stipendi dei giocatori imposti dallo stop per coronavirus del calcio italiano. Il patron granata ha già detto che delle rinunce a Belotti e compagni saranno necessarie ma un’intesa non è stata ancora raggiunta: è questo un tema importante che dovrà trovare soluzione al più presto. E poi c’è ovviamente la necessità di programmare il futuro, a partire dalla scelta dell’allenatore della prossima stagione. Tutti motivi che rendono comprensibile l’impazienza dello stato maggiore granata di assicurarsi nel minor tempo possibile le prestazioni del nuovo DS. Visto il da farsi, si capisce anche perché la data del primo luglio sembrava troppo lontana. Adesso starà a Vagnati, già così carico di responsabilità, soddisfare le aspettative del Torino già dai prossimi giorni.

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Marchese del Grillo - 4 mesi fa

    Ciao a tutti, io su Bava sento l’esigenza di dirvi la mia, convinto che sia opinione abbastanza aderente alla realtà. Secondo me Massimo Bava non è mai stato nei fatti il DS del Toro. La sua è stata solo un’investitura, per così dire (perché ufficialmente mai avvenuta), di facciata in attesa che arrivasse il DS ufficiale. Non dimenticherò mai la faccia che fece quando fu chiamato sul palco a Bormio durante la presentazione della squadra. Avete presente quella di un bambino beccato a “rubare” la Nutella? Ecco, quella cosa mi lasciò molto perplesso, ed i fatti seguenti, in qualche modo, hanno sempre confermato la mia opinione.
    Credo che Bava tornerà serenamente ad occuparsi dei nostri ragazzi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bertu62 - 4 mesi fa

    Di cose da dire ce ne sarebbero tante, veramente, talmente tante che evito 🙂 …. Però un paio meritano di essere evidenziate…Innanzi tutto I CAMPIONATI “stoppati” perché, ATTENZIONE, NON E’ solo la Serie A ad essersi fermata ma TUTTE QUANTE: infatti nel Decreto “Rilancio” del Governo è stata inserita una “clausola” AD HOC per la FIGC, cioè la deroga, per questo anno calcistico, di LIMITARE gli eventuali ricorsi a SOLE 2 Settimane nel caso in cui, a classifiche decise a tavolino (con vincitori e vinti, promossi e retrocessi), le squadre che ritengono di aver subito “un torto” potranno rivolgersi ai Tribunali, DOPODICHE’ FINE, ciò che avranno deciso in FIGC SARA’ LEGGE.
    Per quanto riguarda poi il calcio “GIOCATO” c’è (ANCORA) da distinguere: UN CONTO è riprendere gli allenamenti DI SQUADRA (fra l’altro con tutto ciò che comporta, compreso il fatto che i medici dovranno accettare di essere ritenuti PENALMENTE responsabili per eventuali contagi SE NON DOVESSERO DENUNCIARE comportamenti vietati…) UN CONTO invece è RIPRENDERE A GIOCARE! Le due cose NON SONO LE STESSE, soprattutto se durante gli allenamenti di squadra (che con tutta probabilità riprenderanno Lunedì prossimo) dovessero saltare fuori dei positivi…
    Infine le mosse che il Toro sta facendo direi che sono proprio in funzione della prossima stagione, finalmente pare che ci si muova PER TEMPO al contrario di quanto fatto negli ultimi anni: la questione BAVA/LONGO credo sia più una “boutade”giornalistica/giornalaia che VERA: entrambi sapevano che il Loro sarebbe stato un “mandato a termine”, Bava perché la sostituzione di Petrachi non è potuta avvenire in tempi “utili” (Bava era quello “già in casa” senza dover andare sul mercato) però i contatti con Vagnati si sono gettati proprio l’anno scorso, mentre per Longo è stato “ancora peggio” nel senso che le rescissione consensuale di Mazzarri (che quindi non ha preso altri soldi…) è stata così immediata e Longo era così “voglioso” di allenare IL SUO TORO che l’intesa è arrivata subito, consapevole che non era “stato scelto” ma semplicemente sarebbe stato “un supplente”…..
    In questo periodo di nulla giornalistico spesso le notizie si “inventano” o quantomeno si tende a trasformare delle opinioni in “notizie”….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dattero - 4 mesi fa

    se si deve occupare di queste incombenze è perche bava non è stato ritenuto idoneo,mi par di capire tra le righe

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. christian85 - 4 mesi fa

    speriamo fratello maxx
    Ho solo paura del solito dubbio….. quanti e quali poteri potra’ avere realisticamente ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 4 mesi fa

      Pochi, almeno all’inizio. Cairo è un accentratore da paura, devi lavorare un bel po con lui prima che ti dia mano libera. Non lo invidio fratello Christian

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. maxx72 - 4 mesi fa

    Sono contento sta arrivando il salvatore della patria. Bene bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. rolandinho9 - 4 mesi fa

    ma io dico, sbrigarsi a cancellare questo campionato fake e organizzare l anno prossimo con una coppa italia seria ( squadre delle prime 4 serie senza teste di serie e con fattore campo a favore della squadra della categoria inferiore ) e una supercoppa a 4 squadre ( alzare una coppa con una partita fa ridere, e cosi sarebbe diciamo un playoff anche per sopperire alla mancata assegnazioni di questo scudetto) no eh???
    ci vogliono i geni?
    perchè se si vuole aiutare chi realmente va in difficoltà, ossia chi fa leva sui botteghini e non sulle tv come le squadre di B e C cosi bisognerebbe fare, mandargli le squadre top negli stadi e per incassare di più anziche giocare ora che non si puo mi sembra piu sensato intensificare quando si potrà…
    ma evidentemente cè ipocrisia in lega, perchè alla fine si curano gli interessi di quelle 3 che conosciamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. christian85 - 4 mesi fa

      Hai ragione Rolandinho9, la penso esattamente come te..
      ma devo essere sincero.. non sarebbe del tutto giusto cancellarlo, e lo dico anche nel rispetto della B. IL Benevento per esempio avrebbe diritto di essere promosso gia’ da ora.

      IL Brescia, che ha avuto troppi casini in panchina, sarebbe spacciato comunque, ma il Lecce, se devo essere sportivo, meriterebbe di giocarsela per salvarsi, e sempre sportivamente parlando, alla luce degli ultimi 8 risultati del nsotro Toro, meriteremmo di retrocedere… abbiamo fatto troppo schifo in tutto e per tutto..

      Quindi.. si ok per cancellare il campionato, ma non sarebbe del tutto giusto. Tuttavia…. diverso e’ per i campionati minori, dove appunto Monza e Reggina sono state promosse meritatamente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. rolandinho9 - 4 mesi fa

        lo so hai ragione, il capitolo promozioni retrocessioni vedrebbe ricorsi e contro ricorsi. a occhio la cosa più sensata ( anche vedendo le classifiche ) sarebbe di farne salire 2 e scendere 2. in B le prime 2 vanno dirette e per la terza promozione cè un playoff,niente playoff e terzultima, il lecce, salvo. sarebbe la cosa più sensata, penso.
        poi pensare è un conto e decidere è un altro, non ci piove, però è il lavoro di certe persone. non so in francia come si siano pronunciati su promozioni e retrocessioni

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. christian85 - 4 mesi fa

          In Francia? Non si sono pronunciati. Ha deciso direttamente il Goveeno anteponendo la salute e la vita delle persone a tutto e tutti. Papillon per quel che mi riguarda

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy