Toro, i numeri di Giampaolo: 1,18 di media punti, obiettivo 300 panchine in A

Toro, i numeri di Giampaolo: 1,18 di media punti, obiettivo 300 panchine in A

Focus on / Tutti i dati del nuovo tecnico granata che ha esordito in Serie A nel 2006

di Andrea Calderoni

Marco Giampaolo può essere analizzato sotto tanti punti di vista, dal modulo alle citazioni famose, dalle esperienze avute in panchina al suo alto concetto di dignità. Come tutti gli uomini di calcio, tuttavia, anche Giampaolo è vincolato ai suoi numeri, quelli che ha accumulato nel corso della carriera.

LEGGI ANCHE: Torino, il 4-3-1-2 è il modulo di Giampaolo: la rivoluzione sarà anche tattica

PANCHINE MEDIE – Il tempo medio in carica da allenatore in una squadra non raggiunge l’anno. Si ferma, infatti, a 0,80 anni per compagine. Calcolando le presenze  della scorsa stagione al Milan, Giampaolo ha raggiunto le 277 panchine in Serie A: 85 vittorie, 71 pareggi e 121 sconfitte. L’obiettivo con il Torino sarà superare le 300 panchine. La sua media punti è pari a 1,18. Ha quasi sempre allenato in Serie A. Le uniche esperienze nelle serie cadette sono state con Brescia in B e Cremonese in C. La media punti più alta della carriera in Serie A l’ha stabilita alla Sampdoria nella stagione 2017/2018 (1,42), finendo al nono posto.

LEGGI ANCHE: Fabio Gallo: “Giampaolo è di primissimo livello. Con lui servono giocatori con personalità”

BOTTINO PERSONALE – Le squadre che più ha affrontato in carriera sono il Chievo e il Milan, 16 volte a testa. Al quarto posto della graduatoria la Juventus. 14 le sfide con i bianconeri, ma il bottino è piuttosto magro: 2 vittorie e 12 sconfitte. Gli allenatori che più ha sfidato sono stati Luigi Delneri, suo mentore per i movimenti della retroguardia a quattro, e Massimiliano Allegri. Ha giocato contro entrambi ben 13 volte. Giampaolo ha esordito ufficialmente in Serie A a 39 anni, 1 mese ed 8 giorni il 10 settembre 2006 sulla panchina del Cagliari, perdendo 1 a 0 in casa contro il Catania. Da quel momento di strada ne ha percorsa. Ora una nuova tappa sotto la Mole.

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. WGranata76 - 2 mesi fa

    Il calcio è tante cose, sicuramente non è solo vincere come dicono i gobbi, ma comunque i risultati fanno parte integrante dello sport. Per questo, pur dando tempo e modo di lavorare a Giampaolo, trovo francamente ridicolo associare il titolo maestro di calcio a chi nella sua carriera non ha mai avuto risultati oltre la mediocrità. In futuro avrà sicuramente tempo di ottenere vittorie e risultati e se questo avverrà attraverso il bel gioco, allora sarà ben meritato quel titolo, ma oggi lui è un maestro di calcio come lo era Ventura, cioè detentore di un titolo immeritato dato dai giornalisti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kieft - 2 mesi fa

      Ventura ha fatto giocare il Bari come la squadra pugliese non ha mai fatto …..ha preso il Torino nel punto più basso della sua storia e l’ha portato in Europa facendomi divertire nel solo anno di cerci e immobile come non facevo dai tempi di Mondonico…..e lui grandi squadre non gli sono mai state affidate ……mentre A Giampaolo hanno dato il Milan che è sicuramente in squadra di seconda fascia dopo juve e Inter….ventura cerci e immobile per me intoccabili 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. WGranata76 - 2 mesi fa

        Ventura sicuramente ha avuto risultati migliori di Giampaolo, ma in generale a livello di gioco era davvero poca roba. Il 4-2-4 del Bari e Toro era ingestibile in serie A e infatti ha usato prevalentemente un 3-5-2 con poche varianti di gioco. Prevalentemente Ventura utilizzava due schemi di attacco sviluppati in verticale, ossia scambio a triangolare tra le due punte oppure scambio con velo e incrocio delle punte. Altro schema era il classico sovrapposizione terzino/mezzala e cross in area con le punte distribuite equamente tra primo e secondo palo, più un inserimento da dietro.
        Purtroppo è vero e concordo che non avesse grandi squadre e ha tirato fuori sangue dalle rape con Vives e Gazzi, ma quello che ha fatto non basta per definirlo maestro di calcio. Non ha inventato nulla e non ha portato chissà che grandi novità o modelli di gioco. Tanto per dire il 4-2-4, tanto decantato dai giornalisti, è un modulo vecchio come il mondo, sin dalla grande Ungheria, passando per il Brasile, ma poco efficace nel calcio moderno perché poco equilibrato e comunque i giornalisti hanno glorificato questo modulo come fosse inventato da Ventura..
        Oggi se parliamo di Maestri di Calcio penso a gente come Klopp, Guardiola, Ancelotti o Ranieri.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Kieft - 2 mesi fa

          Semmai Sacchi ….ha eliminato il ruolo del libero dal calcio ….Ancelotti è stato per anni un suo scolaretto ….che Ventura non sarà ricordato dai libri di storia lo condivido ma io lo ricorderò sempre con gratitudine per quello fatto a Torino e con dispiacere per la nazionale …

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. WGranata76 - 1 mese fa

            Kieft assolutamente d’accordo su Sacchi, ma avevo portato solo esempi di gente ancora attiva in carriera. Se per questo anche Cruyff e Ferguson se scomodiamo gente del passato.

            Mi piace Non mi piace
    2. Rimbaud - 2 mesi fa

      Giampaolo i risultati che ha ottenuto Ventura al momento se li sogna, speriamo solo che in futuro che dovremo ringraziare anche lui.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. paulinStantun - 1 mese fa

      Ma non è che forse il maestro di calcio (almeno per quel che riguarda Ventura) fosse la capacità di far crescere i giocatori e non tanto quella di portare innovazione negli schemi??
      Perchè se fosse così è indubbio che gli è riuscito in più di una occasione di partire dal giocatore grezzo fino a portarlo a una certa qualità (quello che più mi viene in mente come esempio è Glik: all’inizio sembrava un mezzo giocatore poi una carriera se l’è costruita)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. subcomandante - 2 mesi fa

    Salvezza tranquilla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. renatoponzzo - 2 mesi fa

    299 panchine esonerate?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Garnet Bull - 2 mesi fa

    come ho già detto non mi piace particolarmente come allenatore e avrei preferito altri scenari ma non per questo non lo sosterrò e non tiferò per lui e ovviamente, gli concederò del tempo per farmi ricredere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. oscarfc - 2 mesi fa

    Accidenti abbiamo preso un un maesto di calcio per fare 4 punti più di quest’anno?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy