Defense!

Le Opinioni – Prima che sia troppo Tardy / L’analisi della gara persa in modo rocambolesco dal Torino contro la Lazio

di Enrico Tardy
tardy

Nel basket NBA, da me poco masticato ma sbirciato talvolta, la fase difensiva viene accompagnata da un coro dell’intero palazzetto urlante: defense! defense!
La tutela della proprio porta o canestro e della sua conseguente inviolabilità, impone rispetto, rigore e concentrazione. Chi partecipa maggiormente a questa fase di gioco deve, nel nostro caso dovrebbe, avere a cuore la difesa della rete e del risultato come tormento mentale.

Bene, il Toro di domenica è riuscito in un’impresa quasi unica nella storia, per la quale occorre dire si era allenato già la giornata precedente contro il Sassuolo. Era tempo che non mi imbufalivo (incazzavo è più da “dolce stil novo”) come ieri. Abbiamo vanificato una prova più che decorosa seppur connotata da limiti difensivi colossali.

LEGGI ANCHE: Sintomi di Toro

Andiamo per ordine: Sirigu. Si trattasse di un errore casuale si potrebbe approcciare in altra maniera il discorso, quando invece la situazione è preoccupante da almeno tre gare qualche interrogativo in più sorge spontaneo: perché abbiamo trattenuto un calciatore che non aveva più voglia di rimanere?

TURIN, ITALY – SEPTEMBER 26: Salvatore Sirigu of Torino FC looks on during the Serie A match between Torino FC and Atalanta BC at Stadio Olimpico di Torino on September 26, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Nkoulou: è finito in panchina, evidentemente appurate le sue motivazioni e il suo impegno, ora, dopo una pessima stagione passata, scende in campo senza un briciolo di voglia e determinazione. Valgono per lui le medesime considerazioni espresse sul portiere. Dentro Buongiorno in caso di necessità, please. Lui ed Izzo, come direbbe Briatore: fuori!

fiorentina
FLORENCE, ITALY – JULY 19: Fedrerico Chiesa of ACF Fiorentina battles for the ball with Nicolas Nkoulou of Torino FC during the Serie A match between ACF Fiorentina and Torino FC at Stadio Artemio Franchi on July 19, 2020 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Rodriguez: incomprensibile, lascia praterie dalla sua parte e non si vede in fase di appoggio, un mistero. Abbiamo buscato almeno tre gol con il cambio gioco dalla sua parte, vogliamo continuare all’infinito?

TURIN, ITALY – OCTOBER 18: Ricardo Rodriguez (L) of Torino FC in action against Diego Godin of Cagliari Calcio during the Serie A match between Torino FC and Cagliari Calcio at Stadio Olimpico di Torino on October 18, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Per “sanificare”, termine oggi tanto in voga, la testa di questa squadra occorre puntare su chi abbia qualcosa “dentro”: Bremer, Singo, Lukic. Non fenomeni, ma gente volenterosa e vogliosa di ben figurare. È finito il tempo di provare a raddrizzare le piante storte.
Per queste prime cinque gare abbiamo collezionato il record negativo della storia del Toro, occorre dire ed attendere altro?!

LEGGI ANCHE: Quel che non si vede


Avvocato penalista, appassionato di calcio (ha partecipato al corso semestrale di perfezionamento in diritto e giustizia sportiva presso Università di Milano), geneticamente granata, abbonato al Toro da circa trent’anni.

Le opinioni espresse negli articoli dagli opinionisti sono proprie degli autori e non necessariamente della redazione.

20 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Messere Granata - 4 settimane fa

    Gentile Avvocato, vado fuori tema per chiederle una “consulenza” legale ed un’opinione personale. Cosa ne pensa della continua e provata “reticenza” del Torino? Reticente sul Covid, quando è evidente che i contagiati sono Zaza e Millico. Reticente nell’affrontare l’argomento arbitraggio con la Lazio e non solo. Reticente nell’esprimersi sulla fiducia o meno nella Squadra e nell’Allenatore. Insomma. Quando sarebbe importante comunicare correttamente con “l’esterno”, il Torino dimostra un’omertà incomprensibile. Credo che se attribuiti alla riservatezza, questi comportamenti risulterebbero leciti e persino educati, tali da non configurare nessuna ipotesi di reato. Ma dal punto di vista “ambientale” costituiscono una vera e propria “iattura”. Mutismo e rassegnazione. Ecco il messaggio che passa, e che arriva, attraverso una Società totalmente assente e colpevolmente inetta. E reticente. A questo punto, per coerenza, quando Cairo venderà il Torino non lo saprà nessuno. Ma fa lo stesso. L’importante è che lo faccia. Cordiali saluti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Maroso - 4 settimane fa

    Dopo aver letto l’articolo di Tardy, che condivido, mi sorge spontaneo sottolineare un aspetto collaterale a quanto dice lui. Nello sport, come nella vita, i risultati di livello si hanno con le giuste motivazioni e credendo in quello che si fa. Sono quelle le molle che ti fanno prendere le palle impossibili, che ti mandano a segno una rovesciata, che ti fanno strappare una palla alla rimessa (bravo Lukic). Se mancano questi due fattori, assieme alla grinta e alla concentrazione e determinazione necessarie alla defense, non si può partecipare con successo a nessuna competizione, tanto più sportiva. Ecco allora che sorge spontaneo dire: ma ds, Presidente, allenatore non verificano le motivazioni di ogni giocatore prima di prolungare un contratto, prima di assoldare un calciatore? Un allenatore, non ha il polso in campo durante gli allenamenti? Inutile incazzarsi alla fine, a frittata fatta, bisognerebbe evitare di arrivare a quei punti lì. Un mandria di Tori assortiti, tra stracchi e infuriati, non può fare nient’ altro che disastri. Insomma fuori tutti gli scontenti. Pensiamo al futuro. Io non ho stima di Petrachi (non mi piacque come se ne andò, con tanto di bagaglio appresso), ma ricordo di un gennaio in cui fece piazza pulita e trovò dei giovani validi fra cui D’Ambrosio e altri. Dai! Voltiamo pagina e tornerà l’entusiasmo. Sono sicuro che anche i tifosi tornerranno a tifare convinti, credendo nel nostro Toro, dopo che chi deve fare le valigie le avrà fatte.
    Ciao a tutti.
    FVCG
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Maroso - 4 settimane fa

      Ringrazio per i meno, sempre 3. Forse gli stessi? Mi ditr allora la vostra idea in contradditorio? Grazie.
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. OldBull - 4 settimane fa

    Ncoulou e Sirigu e Izzo ecc. ecc. non sono partiti perchè il prezzo di vendita che cairetto ha stabilito era fuori mercato, il fenomeno c’ha provato ma nessuno l’ha cagato e i giocatori sono rimasti, con tutti i mal di pancia del caso… non è colpa di Giampaolo, che è un allenatore più che degno, e colpa del solito elemento che pretenderebbe di fare il presidente e non si rebde conto d’essere spernacghiato dall’intero mondo del calcio. In alto i cuori! Stianmo battendo ogni record, mi aspetto che il Toro sarà la squadra retrocessa col minor numero di punti fatti della storia del calcio europeo. No ma son soddisfazioni eh!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. bloodyhell - 4 settimane fa

    la conferenza stampa del dopo partita di giampaolo, a mio avviso fotografa la situazione: i giocatori non riescono a togliersi dalla testa qualcosa che va avanti da oltre un anno. è un problema di convinzione in ciò che fanno. poi che nkolou, izzo e sirigu non volessero rimanere, e quindi andavano prontamente ceduti, è semmai l’aggravante della preoccupante situazione psicologica createsi. con la lazio, comunque, si è stati anche parecchio sfortunati e il rigore a nostro sfavore non c’era.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. suoladicane - 4 settimane fa

    tutto vero,
    tutto vero quello che dite nei commenti
    manca solo una cosa……….CAIRO VATTENE!
    CAIRO VATTENE
    CAIRO VATTENE
    CAIRO VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Mestregranata - 4 settimane fa

    Si legge che N’kolou non rinnova. Andrà via a parametro 0 quindi magari a gennaio possiamo liberarcene almeno risparmiamo metà ingaggio. Intanto tribuna. Si parla di semplici in caso di disastro GP.Anche qui il nostro ds più in là del suo naso non vuol vedere o forse nessun allenatore ha voglia di far parte di questa combriccola.una volta essere un allenatore nel Toro era un vanto e migliorava il curriculum ora invece è macchiarsi la carriera. Anche juric ci ha snobbato. Non è il nome Torino a farli desistere ma Cairo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. luizmuller - 4 settimane fa

    Tutte queste gravi manchevolezze di Rodriguez io non le ho viste, pur vedendo tutta la partita di domenica scorsa. Ma ormai qui si fa a gara a dare addosso al Toro, non mi sembra di aver visto un solo articolo obiettivo, tutti negativi: si sta forse preparando qualcosa?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. abatta68 - 4 settimane fa

    Quindi stiamo dicendo che sirigu, nkoulou, rodriguez, linetty, verdi, rincon, murru, lyanco giocano così perché non sono più motivati a restare? Lo fanno di proposito? La soluzione, secondo il giornalista, sarebbe quella di togliere tutti quelli che, a turno fino ad ora, hanno preso insufficienze? E cosa faremo quando, nella prossima partita singo e segre giocheranno sotto tono? O bremer si dimenticherà di marcare l uomo come tante volte ha fatto con mazzarri? O come quando belotti non centrava piu la porta .ancora a buttarlo dentro con tutta la palla? Ricordate anche voi o me le sto inventando? Via ventura, basta! Via sinisa basta! Via Longo… via giampaolo! Via metà dei calciatori…poi via anche l altra metà! I tifosi invece se ne sono andati da tempo… ho dimenticato qualcuno?!? Forse si… ed è l unico che se ne dovrebbe andare per sempre, inizia per C e finisce per O… e non è una parolaccia, è una condanna

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Opi - 4 settimane fa

      Editoriale perfetto! ….. quello di abatta68 ovviamente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Boss Granata - 4 settimane fa

    Il vero pensiero della squadra… Relax, take it easy!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. mauro69 - 4 settimane fa

    Niente da dire, anzi una cosa da dire ci sarebbe… AL PEGGIO NON C’È MAI FINE.
    Saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Faustoro - 4 settimane fa

    Crotone intendevo, naturalmente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Faustoro - 4 settimane fa

    Aggiungo:
    Notizia sicura,se non facciamo 4 punti con Genoa e Toro,arriva Semplici

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mauro69 - 4 settimane fa

      Io di punti me ne aspetto 6 dopo gli ultimi incommentabili disastri.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. paviagranata - 4 settimane fa

    L’era Cairo prosegue a suon di record, tra serie B, derby persi, gol subiti, calciatori scarsi allenatori finiti e dirigenza ridicola. Mai una gioia. Sarai ricordato come il peggior presiniente della storia. Vattene, sei un patetico perdente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Faustoro - 4 settimane fa

    Secondo me,GP è una brava persona,ma x allenare il Toro,che ha un campione( Gallo)tre futuri campioni(Segre , Bongiorno e Singo) e tutti gli altri normali/scarsi calciatori,ci vuole un allenatore grintoso,non che li faccia giocare a calcio come il Liverpool,ma che li faccia giocare con grinta,voglia e determinazione e mandi in tribuna chi non ha voglia,senza se e senza ma.
    Solo così ci salveremo!
    Tutto il resto sta a zero!
    Buonanotte a tutti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 4 settimane fa

      Lo avevamo, si chiamava mhiajlovic e aveva chiesto 4 giocatori di livello per andare in EL on due anni. Disse a Baselli di tirar fuori gli attributi, se voleva stare in campo, si infuriò con ljaic perché era uno che giocava quando ne aveva voglia lui… la tifoseria se la prese con sinisa perché usava modi troppo diretti, tali da inibire i calciatori! Poi venne cacciato perché prendevamo troppi goal.. quali erano i giocatori che arrivarono? Castan rossettini ajeti e carlao!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. luizmuller - 4 settimane fa

        Io invece mi ricordo che chiese, e ebbe, Ljajic, Iago Falque, De Silvetri, poi anche Rincon e Niang. Al bresciano Baselli disse che gli sembrava strano, un bergamasco sezna palle (lo stile definisce l’uomo). Bruno Peres mi sembra ricordare che diede il benestare alla cessione, non gli piaceva, idem Benassi. Il secondo anno arrivarono Sirigu, Nkoulou, Ansaldi, Rincon, Berenguer, e soprattutto Niang, chiesto da lui stesso alla società. Non so, io sono contento che Mihajlovic non alleni più il Toro, che fece giocar bene soltanto nella fase centrale del primo anno, male prima e malissimo dopo. Poi, per carità, tante teste tante idee,

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. granataLondinese - 4 settimane fa

    Lukic e singo sono dei fenomeni e cmq è troppo Tardy caro Tardy.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy