Qualificazioni Mondiali 2022, Brasile-Venezuela 1-0: Rincon si prende un giallo

Nazionali / El General ha disputato la gara da titolare ma non ha evitato la sconfitta dei suoi

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0

Brasile-Venezuela, gara del girone sudamericano di qualificazione al Mondiale del 2022 in Qatar giocata all’Estadio do Morumbi di San Paolo, è terminata sul risultato di 1-0. Alla gara ha preso parte dal primo minuto, come confermato dalle previsioni prepartita, anche il centrocampista del Torino Tomas Rincon.

LEGGI: Chi subisce più falli in Serie A?

LA GARAEl General è stato confermato titolare da Peseiro per la sfida contro i verdeoro, gara nella quale per la Vinotinto era importante fare il risultato dopo le due sconfitte in altrettante gare (contro Colombia e Paraguay) giocate nel girone di qualificazione al Mondiale del 2022. Invece la formazione venezuelana incassa, seppur di misura, la terza sconfitta, mentre i brasiliani rimangono in testa alla classifica a punteggio pieno. Il Venezuela non si mostra comunque mai veramente pericoloso e in controllo della gara: prima del vantaggio di Firmino, al 21′ del secondo tempo, il VAR annulla due reti – nel primo tempo – a Richarlison e Douglas Luiz. La prestazione di Rincon è nel complesso buona, da segnalare alcune chiusure difensive e qualche buono spunto, ma viene un poco offuscata dal giallo rimediato al 36′ del secondo tempo. Il prossimo impegno di Rincon e compagni sarà il 17 novembre alle 22 italiane, quando allo Estadio Olímpico de la UCV, a Caracas, il Venezuela sfiderà il Cile.

QUALIFICAZIONI MONDIALI 2022, IL TABELLINO DI BRASILE-VENEZUELA 1-0:

BRASILE (4-3-3): Ederson; Danilo, Marquinhos, Thiago Silva, Renan Lodi; Allan, Douglas Luiz, Everton Ribeiro; Richarlison, Gabriel Jesus, Firmino. All: Tite

VENEZUELA (4-3-3): Farinez; Rosales, Osorio, Angel, Feltscher; Moreno, Rincon, Casseres; Machis, Rondon, Soteldo. All: José Peseiro

RETI: Firmino (21′ st)

Arbitro: Benítez (PAR)

Cartellini gialli: Douglas Luiz (BRA), Casseres, Rincón, Machís (VEN)

 

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Madama_granata - 2 settimane fa

    La novità sarebbe stata se Rincon “non” si fosse preso il giallo..
    Tuttavia io penso che, Belotti e Sirigu a parte, Rincon sia ancora tra i migliori, o tra i meno-peggio dei nostri.
    Se non altro ha dimostrato e dimostra sempre massimo impegno.
    Ce la mette tutta, e si vede che “ci tiene”, al Toro e alla squada.
    Non è certo più un ragazzino: gli hanno cambiato ruolo e lui lo ha accettato senza proteste, si è calato con impegno a svolgere ciò che Giampaolo gli chiede, e cerca di fare sempre del suo meglio.
    Riuscisse ad “insegnare” a molti dei suoi compagni, specie ai più giovani, che cos’è il “granatismo”, cosa sono il senso del “dovere”, l’amore e l’attaccamento alla squadra, forse il Toro non sarebbe così “mal messo”!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. luizmuller - 2 settimane fa

      Mah! Rincon sarà anche una brava persona, ma dubito che abbia tutte queste qualità e che non riesca ad insegnarle ai suoi compagni. Ferrini – cito un nome a caso – ci riusciva. Ma lui certe qualità le aveva sul serio, e non si serviva di modalità fasulle come gli attuali social per comunicarle. Che è quello che, a mio parere, fa il buon Rincon: frasi retoriche da latte alle ginocchia che non lasciano traccia, tanto sono fasulle. Il cambio di ruolo poi ha fatto la sua fortuna, dato che veniva dato come sicuro partente, prima del fallimento della trattativa per Torreira.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. michelebrillada@gmail.com - 2 settimane fa

    è molto strano che abbia preso un giallo non succede quasi mai che finisca una partita non ammonito sto scarpone

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy