Boyé entra e spacca la partita, Gemello blinda la porta della Fermana

Boyé entra e spacca la partita, Gemello blinda la porta della Fermana

Italia Granata / Ecco com’è andato il fine settimana dei granata in prestito: grande prestazione dell’argentino, che si guadagna un rigore e dà la scossa ai compagni

di Alberto Giulini, @albigiulini

SERIE B

VENICE, ITALY – AUGUST 11: Alessandro Fiordaliso of Venezia FC competes for the ball with Davide Di Molfetta of Catania during the TIM Cup Match beteween Venezia FC and Catania at Stadio Pier Luigi Penzo on August 11, 2019 in Venice, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Fine settimana ricco di impegni per i granata in prestito tra serie minori e campionati esteri. Andiamo a vedere come se la sono cavata i diversi calciatori nel nuovo appuntamento con Italia Granata.

CANDELLONE (Pordenone): In campo questa sera il Pordenone, che sarà ospite del Pisa.

SEGRE (Chievo): Sconfitta sul campo del Trapani per il Chievo. Un passetto indietro per il centrocampista, che corre tanto come sempre ma è meno preciso rispetto ai suoi alti standard. Da qui la sostituzione al 58′ (VOTO: 5,5).

DE LUCA (Entella):  Vittoria per la Virtus Entella, che supera 2-0 la Juve Stabia. Dopo l’assist della scorsa settimana è arrivata la conferma dal primo minuto per Manuel De Luca. Il centravanti è stato molto presente all’interno della manovra, risultando però poco concreto sotto porta (VOTO: 6)

FERIGRA (Ascoli): Pareggio esterno per l’Ascoli, che non va oltre l’1-1 sul campo della Salernitana. Come accade ormai da diverse settimane, Ferigra rimane in panchina per tutti e novanta i minuti di gioco.

KONE (Cosenza): Pareggio casalingo con lo Spezia per il Cosenza, assente il lungodegente Kone.

Kone: “L’infortunio non ci voleva. Toro, speravo in una chance in prima squadra”

FIORDALISO (Venezia): Arriva una sconfitta per il Venezia, che cede (0-2) di fronte al Benevento. Partita dal doppio volto quella di Fiordaliso, positivo in fase di costruzione del gioco ma in difficoltà quando puntato dagli avversari (VOTO: 5,5).

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Quello che il Toro è il Fila, i Balon boys, il Grande Turin e Meroni - 1 settimana fa

    Candellone Segre e Fiordaliso in una società dal cuore granata assolutamente da riportare a casa ma noi siamo la cairese e la politica aziendalista è un’altra

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 1 settimana fa

    La formazione della Cairese:

    MILINKOVI-SAVIC
    Carlao Aieti Rossettini
    Acquah Prcić Farnerud
    Boye Damascan Iturbe

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. drino-san - 1 settimana fa

      Te ne sei dimenticati un paio: Belotti, Benassi, Cerci, Sirigu, Darmian, Bruno Peres, Liajic, D’Ambrosio, Rincon, Iago Falque, Zappacosta, Immobile, Nkoulou, Glik

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 1 settimana fa

        Caspita prawn tu si che sei uno spiritoso. Però se ora c’è la cairese cosa tifi a fare?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. prawn - 1 settimana fa

          sempre e solo forza cairese ci mancherebbe

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. maxx72 - 1 settimana fa

            Che brutta cosa chiamare il TORO la cairese. Ma fai tu se ti sembra giusto.

            Mi piace Non mi piace
    2. Luciano gem - 1 settimana fa

      Fulgido esempio di contorsionismo del ‘Cairo vattene’. Bravò!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Fb - 1 settimana fa

      I meno peggio…
      pensa a quando ci toccava vedere Marcao, Karic, Tricarico, Saralegui, Ivic…
      Karic, ma vi ricordate Karic??

      E Tricarico era Tricaric, tre volte peggio di Karic

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy