Rampanti: “Torino, fare a meno di Singo mi sembra autolesionismo puro”

Parola al Mister / Serino analizza così i temi in casa Toro dopo la sconfitta interna contro il Cagliari

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Tre sconfitte in tre partite per il Torino, che è al momento l’unica squadra di Serie A con zero punti in classifica. Il momento è senza dubbio delicato e come ogni settimana arriva il momento di analizzare i temi più caldi insieme a Serino Rampanti nel nuovo appuntamento con “Parola al Mister”.

Serino, da dove nascono le difficoltà attuali del Torino?

“Ho già espresso la mia opinione sul fatto che alcuni giocatori non si sposano al meglio con il 4-3-1-2 di Giampaolo e lo sottolineo ancora una volta. Il tecnico ha detto che non intende cambiare modulo, quindi mi auguro che i giocatori di cui sopra riescano con il tempo ad adattarsi ai nuovi compiti o sarà difficilissimo rientrare in carreggiata. Di certo a giudicare dalle partite di questo Toro sembra che la società non abbia ancora le idee chiare sulle potenzialità di alcuni singoli, e di conseguenza nemmeno l’allenatore”.

A chi ti riferisci?

“Mi vengono in mente due esempi. Uno è Lyanco, un giocatore stilisticamente bello da vedere (ed è qui che ti frega). Chi segue da tempo il Torino sa che questo ragazzo purtroppo si è macchiato diverse volte di errori difensivi evidenti. A questo punto mi sembra che, se proprio si vuol puntare su di lui, sia meglio farlo giocare in una difesa a tre, dove c’è un leader difensivo (che nel Toro è Nkoulou) che possa rimediare ai suoi buchi. Il secondo esempio di ciò che dicevo prima è Singo”.

LEGGI ANCHE: L’analisi dei gol di Torino-Cagliari 2-3: pesano due errori individuali granata

Cosa pensi di lui?

“L’anno scorso era un esordiente in Serie A, e nelle occasioni che gli diede Longo già ebbi l’impressione che potesse essere un giocatore molto utile. I pochi (troppo pochi) minuti che ha giocato contro il Cagliari hanno confortato quella mia impressione. Si tratta di un giocatore con doti atletiche e fisiche importanti, che ha una bella padronanza del ruolo di esterno destro nonostante sia giovane. Contro i sardi a mio avviso è stato semplicemente dirompente. Fare a meno di lui in questo momento mi sembra autolesionismo puro”.

Ha esordito dal primo minuto Bonazzoli: come è stato il suo primo impatto?

“Non mi ha impressionato granchè. Negli scorsi giorni ho letto molti pareri di esperti che lo definiscono un potenziale campioncino. Giampaolo lo ha già avuto alla Sampdoria e spero che possa aiutarlo a esplodere. Però la prima impressione è quella di un giocatore che magari è fortissimo in allenamento e poi in partita si squaglia come neve al sole. Come esempio di questa categoria di giocatori mi viene in mente Schutz, giocatore tedesco che militò nel Torino di Nereo Rocco. Fortissimo in allenamento, finì a giocare con la squadra De Martino. Spero comunque di sbagliarmi”.

Sul match ha pesato un errore decisivo di Sirigu. Cosa pensi a riguardo?
“A lui non si può dire nulla, spero e credo che si possa mettere in fretta alle spalle questo errore. Però fammi dire una cosa. Nell’ultima campagna acquisti il Torino è riuscito solo a comprare e non a vendere (a eccezione di Berenguer) alcuni giocatori che magari erano convinti di andare via. Questo a lungo andare può causare scorie negative nello spogliatoio e di conseguenza nel terreno di gioco. Come pensi reagiranno giocatori strapagati come Zaza, Verdi e Izzo quando capiranno (ma lo hanno già capito) che Giampaolo non li ritiene ideali per il suo gioco? Ecco, io spero che l’errore di Sirigu non sia figlio di queste dinamiche”.

LEGGI ANCHE: Torino, Giampaolo promuove Lukic da trequartista. E spiega i motivi della scelta

Insomma, non hai una grande idea dell’operato del dt Davide Vagnati.

“Ho già detto in passato che mi sembrava troppo giovane e inesperto per gestire l’area tecnica in un contesto molto, molto difficile come quello di Torino. In precedenza c’era un direttore sportivo di esperienza simile, Massimo Bava, che però aveva il vantaggio di conoscere bene società, piazza e giocatori, soprattutto i più giovani. Forse lui sarebbe potuto essere maggiormente d’aiuto all’allenatore”.

Belotti ha segnato un’altra doppietta: se avessi la possibilità di parlargli, cosa gli diresti?

“In passato non gli ho risparmiato qualche critica per spronarlo, però ormai è diventato un campione entusiasmante. Se solo quella rovesciata fosse entrata… L’unica raccomandazione che gli si può fare è di ascoltare i complimenti al lunedì e poi di dimenticarseli al martedì, perché se resta sempre concentrato e determinato in questo modo farà una grandissima stagione a prescindere dal contesto”.

L’ultima domanda è su Lukic: ti convince da trequartista?

“No. Lui è un buon giocatore ma quello non è il suo ruolo: non ha l’estro, lo spunto offensivo e la tecnica per ricoprire quella posizione. Serviva un giocatore che sapesse dare alla palla i giri contati, ma non è arrivato”.

113 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 1 mese fa

    Il ragionamento che Rampanti ha fatto su Singo, può benissimo essere esteso anche a Segre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. dattero - 1 mese fa

    boh..punti su di un tecnico,diciamo particolare e lo supporti a parole. il soggetto in questione becca sempre e batte un record del 1940 con 8 pere prese in tre partite.Rilascia interviste deliranti,quasi come il proprietario,giocatori fuori ruolo,solita maionese mpazzita,solita macedonia con frutta scadente e aceto
    pesce puzza dalla capa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. maxxx - 1 mese fa

    Inutile continuare a parlare dei singoli, bisogna guardare al collettivo. Abbiamo una rosa adatta a qualunque schema tranne che al 4.3.1.2, l’unico che il Maestro conosce. Abbiamo una rosa non adatta al solo Giampaolo ed abbiamo proprio lui in panchina. Con questo non voglio discutere il tecnico, discuto la scelta di puntare su di lui sapendo che non si poteva, o non si voleva, rivoluzionare la rosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. leggendagranata - 1 mese fa

    Spesso mi trovo in disaccordo con Rampanti, ma in questo caso condivido le sue opinioni al 90%. Dissento solo sulla difesa di Bava come Ds: ha fallito e, oltretutto, è stato meglio rimetterlo a badare alla Primavera che aveva risentito della sua assenza. Sostengo da giorni che bisogna buttare nella mischia aria fresca, Singo, ma non solo, Segre, Gojak. Chissà che uno fra Singo e Vojvoda non possa essere dirottato a sinistra, in modo che entrambi siano contemporaneamente in campo. E lasciamo perdere voli pindarici per l’ attacco. A fianco di Belotti Bonazzoli è stato un fantasma ed ha fatto rimpiangere Zaza. I giudizi non vanno dati in base a simpatie o antipatie, a pregiudizi. Per sostituire Zaza si dovrebbe averne uno meglio e non c’è, così come per tenere fuori Verdi (che pure non vale i 25 milioni di euro pagati). Quindi avanti col trio Belotti-Zaza-Verdi (come fece Longo, dopo le prime batoste), altro non passa il convento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. miele - 1 mese fa

    Nel passato, ho spesso criticato Serino perché mi appariva troppo benevolo nei confronti della società. Da qualche tempo a questa parte, mi trovo invece a condividere le sue opinioni. In merito a questa intervista, posso dire che il parere su Singo e Lyanco coincide col mio: secondo me, gli esterni bassi dovrebbero essere Singo e Vojvoda, sempre che uno dei due riesca ad adattarsi a sinistra. Lyanco, con questo modulo, è meglio che stia in panchina a favore di Bremer, così come Rodriguez che, vedi in nazionale, gioca da terzo difensore di sinistra in um modulo con difesa a 3. Poi ci sarebbe da completare l’analisi parlando del centrocampo, ma il discorso sarebbe ripetitivo e lungo, con l’ennesima bocciatura del mercato imposto da Cairo. Su questo argomento posso solo augurarmi che Gojak venga provato il più presto possibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Cup - 1 mese fa

    Magari si potrebbe giocare in difesa con Voivoda a destra e Bremer a sinistra, N’Koulou e Lyanco/Singo centrali, a centrocampo con Baselli (quando rientrerà), Segre, Linetty e Gojak, in attacco Belotti e Verdi/Bonazzoli. Rodriguez e Murru raccattapalle

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paulinStantun - 1 mese fa

      Avrai sicuramente ragione tu, però bocciare irrimediabilmente Rodriguez dopo una sola partita, che tralaltro si è giocata pure dopo la pausa nazionali), mi sembra un po’ prematuro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. granatadellabassa - 1 mese fa

    Per il resto bisogna far lavorare Giampaolo nella speranza che riesca a cavare qualcosa da questa squadra. Scadenza fiducia 31-12-20, nessun cambio di guida tecnica a febbraio quando il mercato è chiuso. Capito Cairo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toro_felix - 1 mese fa

      Vorrei che tutti la pensassero così, ma temo di no. Troppo lineare. Il risentimento in molti prevarrà sulla logica.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. granatadellabassa - 1 mese fa

    Come hanno scritto in molti, con il duo Vojdina-Singo il ruolo di terzino destro sembra ben coperto. Potessimo dire lo stesso di quello di regista o trequartista!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. 27 marzo 1983 - 1 mese fa

    Di autolesionismo ne abbiam visto molto ultimamente. Dal pagare circa 15 milioni Niang e Zaza o 25 milioni Verdi, al chiedere a Rincon di giocare come regista per fare alcuni esempi. E ho la sensazione che ne vedremo ancora molti altri…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Rimbaud - 1 mese fa

    Tra parentesi, singo è arrivato come centrale, è stato trovato acerbo tatticamente e per questo è stato adattato terzino dia vari allenatori della primavera. Per me è un ragazzo ancora da scoprire per molti versi e può ancora crescere moltissimo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Rimbaud - 1 mese fa

    Va bene tutto serino, ma rendiamoci conto che siamo nella m fino al collo e stiamo invocando un ragazzone della primavera come fosse la salvezza (peraltro vojvoda è uno dei più positivi nelle tre partite, i problemi sono sulla fascia sinistra). Può essere Singo la soluzione ai nostri problemi? Direi proprio di no, nonostante concordo che debba giocare qualche partita in più, ma ricordiamoci anche che era infortunato fino a poco fa…cambiano gli allenatori, ma i risultati sono sempre gli stessi. Il problema sta a monte, in scelte sbagliate pesantissime di cui ora paghiamo tutte le conseguenze.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. FORZA TORO - 1 mese fa

    a me Singo è sempre piaciuto,ma piano adesso a dire che è imprescindibile,oltretutto Vojvoda è l’unico fino ad ora dei nuovi acquisti ad aver convinto e gioca nello stesso ruolo,Singo avrà il suo spazio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. skrunk - 1 mese fa

      Ok, ma almeno il ruolo di terzino destro è ben coperto o da Vojvoda o da Singo, che tra l’altro è uno dei pochi ad aver tirato fiuori la grinta e ha fatto più lui in 7/8 minuti, o poco più che ha giocato, che gli altri in tutta la partita, a parte Belotti (su un’altro pianeta)… nel ruolo di terzino sinistro, Rodriguez è lento come una tartaruga e Murru è troppo distratto… se non si mettono in riga sarebbe meglio provare Buongiorno… poi, il centrale di centrocampo, per quanto sia rispettabile Rincon, è più un’interditore che un regista, meglio provare Segre o Gojak o tutti e due, uno da centrale e l’altro trequartista, sempre che il “Maestro” intenda farli giocare, certo giocare peggio di chi ha coperto quei ruoli nelle prime tre partite è difficile… per quanto riguarda le punte, Bonazzoli impalpabile, speravo meglio, su Belotti che dire? fa miracoli con i pochi palloni che gli arrivano… dmenticavo il portiere, Sirigu ha fatto un’errore, succede… si è notato tantissimo perchè si solito non ne fa… speriamo bene, soprattutto che Giampaolo possa capire che non è il nuovo messia del calcio e si ravveda…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. skrunk - 1 mese fa

        Dimenticavo… perchè ha giocato Lyanco al posto di Bremer…?!?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. dattero - 1 mese fa

    la proprieta’ rifugge i risultati sportivi,per me l’unica spiegazione.
    vi ricordate? via cerci immobile x amauri,a gennaio con ambiente carico,squadra ben messa,con due rinforzi avremmo potuto ambire a qualcosa,invece che capito’? arrivo ichazo ed un altro mezzo figuro. Poi,via glick,arriva rossettini,uno dei piu scarsi manovali del calcio mai visti,piu le chicche castan ed il mitico carlao.
    frasi tipo “l’europa” era un obbiettivo del’altro mister e schifezze fregnacce varie assortite.
    Ne potrei citare altre,ma non esagero.
    Quest’anno che capèita? che prendi un mister dalla carriera anonima,che ha determinate idee e non lo supporti,o se lo fai,solo in minimissima parte.
    Vi sembra un modo congeniale di fare le cose? a me no,per me solo la conferma che a questo gnomo avido dei risultati sportivi non interessa nulla,che i suoi traguardi son altri.
    disorganizzazione,superficialita’ menefreghismo,poca attenzione a cose semplici ma basilari,vedi Fila robaldo e qua dopo 4 anni,la situazione è tragicomica,vedi rapporti con tifosi..ma vi sembra normale?poi possiam parlare di schemi,ma,se rimane sta sciagura,tra 5 anni i discorsi saran gli stessi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. ciccio76 - 1 mese fa

    D’accordo su tutto , volevo solo rammentare che abbiamo in rosa anche Segre con un campionato in B eccellente, Buongiorno promettente virgulto della primavera , Millico al quale non è stata data una vera opportunità per farsi vedere. Concludendo possiamo fare anche a meno dei vari Lyanco , una bufala galattica, Meité , da rispedire subito in Francia, Izzo volgare procacciatore di ricchi contratti senza un briciolo di attaccamento alla maglia, Edera Murru Zaza Milinkovic Savic a far numero come spettatori sulle tribune. Detto ciò che il Mister adatti il modulo ai giocatori più utili e speriamo bene.FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. blubba - 1 mese fa

    La scelta di GP è sbagliata è basta gia a partire dal contesto in cui ci troviamo.Zero ritiro, Zero amichevoli,Zero tempo per dare un qualsiasi novo assetto alla squadra .Bisognava semplificare inserendo i giovani in un modulo semplice da fare .Niente si è voluti il profeta di sta di sta mm…. che avrà anche delle idee ma sono inattuabili nel contesto in cui viviamo ora e con l’organico a disposizione.Il mercato quest’anno era impossibile da fare perchè nn potevi vendere ,tutto era contro….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toro_felix - 1 mese fa

      CI sono altri punti… non c’è la curva a contestare e quindi c’è più tempo.
      C’è l’incognita COVID, se per disgrazia entriamo in lockdown del calcio i tempi si allungano. Solo per essere scaramantico.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. olivia - 1 mese fa

    Certamente Lyanco e’ stata una delusione Lui capitano della nazionale Brasiliana Under 23 d’ inspiegabile come possa fare errori come ha fatto con il Cagliari e l anno scorso a Genova con la Samp

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. olivia - 1 mese fa

    Certo che Singo e’ buono.Anche Alessandro Buongiorno e’ il centrale migliore che abbiamo.A questo punto cosa facciamo fare ai vari Bremer Izzo Lyanco Vojvoda: la panchina?k

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toro_felix - 1 mese fa

      …diciamo che se ne abbiamo due per ruolo siamo dei signori. Gli altri a gennaio in CINA, che ridere…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. paulinStantun - 1 mese fa

      Sulla base di cosa affermi che Buongiorno è meglio di N’Koulou e di Bremer???

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Ezio 76 - 1 mese fa

    Come sempre sottoscrivo totalmente ogni parola di Serino, soprattutto su Singo, in 10 minuti ha fatto vedere cose che altri non hanno fatto in tutta la partita, lui deve essere l’esterno di destra.
    Per il resto non ci resta che sperare in Gojak, che sia una scommessa che si vinca, altrimenti per gli altri acquisti alcuni voluti forse da GP la vedo male.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kieft - 1 mese fa

      Un conto è giocare dall’inizio e uno è entrare quando gli avversari sono 80 minuti che corrono ….il kossovaro non è male …..come non è male singo …..rodriguez e murru invece hanno fatto vedere abbondantemente che sono giocatori da bassa serie A

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Ezio 76 - 1 mese fa

        Singo è fisicamente e atleticamente superiore al kossovaro, il che non è poco, poi tecnicamente non è affatto male. Chiaro che occorre vederlo dall’inizio, ha bisogno di mettere minuti nelle gambe ma in prospettiva direi che è decisamente migliore.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Kieft - 1 mese fa

          A destra una sana competizione ….a sinistra invece no comment…..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. maxx72 - 1 mese fa

    A me sembra che il nostro filosofo Coligno già al 20 Ottobre non ci capisca una fava. Detto questo io tifo per lui e per il TORO perché è il mio dovere di tifoso, però bisogna fare punti sennò siamo in merda. E basta con sto pippaiolo di Lyanco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Stufodellamediocrita' - 1 mese fa

    Alcune considerazioni:
    1) Rampanti pare aver cambiato totalmente registro, come era pro-Mazzarri anche di fronte ad oggettive evidenze negative, appare decisamente critico nei confronti di Giampaolo fin dall’inizio. Rispetto le sue opinioni, pur non condividendole, non fosse altro che ha esperienza e conoscenze di calcio che qui dentro nessuno ha.
    2) Giampaolo, la cui scelta è sbagliata a priori sapendo di non poterne/volerne assecondare le necessità tecnico-tattiche, avrebbe bisogno di tempo ma, se malauguratamente i punti non arrivassero, non potremo aspettarlo più di tanto perché il rischio, già evidente, di beccare l’annata fatale, è ormai chiaro a tutti.
    3) l’unico vero responsabile della situazione attuale è e rimane Cairo: lui ha scelto l’allenatore e lui non l’ha assecondato. Soprattutto con questa filosofia basata sull’ assenza di obiettivi ed il galleggiamento nel limbo, prima o poi capita l’anno negativo che abbiamo sfiorato la scorsa stagione, salvandoci solo grazie al gruzzolo di 27 punti accumulato da WM ma che quest’anno rischiamo di cogliere a pieno. I primi segnali sono inequivocabili.
    4) Giampaolo ha in mente solo un modulo, lo porterà avanti adattando i giocatori che ha e che non sono granché, a parte Belotti e Sirigu e si spera qualcuno dei nuovi. La mia impressione è che se alla prossima sosta per le nazionali avremo collezionato 1 o 3 punti, Cairo lo manderà via, affidandosi a qualcun altro (Nicola?)
    5) siamo ormai in balia degli eventi, il famoso galleggiare di Cairo ci sta facendo sprofondare e quest’anno rischiamo davvero di affogare di brutto. Gli è già successo nei suoi 15 anni, che restano la più lunga ed ingloriosa fetta di storia granata, in perfetta continuità con i suoi immediati predecessori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. robinhood_67 - 1 mese fa

    1) Singo (che non è un Lentini ma un terzino destro, come lo era Ola Aina) ha qualità fisiche importanti ed ha giocato a 4 dietro con Coppitelli. E’ un ottimo prospetto ma parliamo di un dicembre 2000 che manderebbe in panca Vojvoda, un altro che al netto di qualche amnesia difensiva ha corsa, piede (è praticamente l’unico a crossare per Belotti), 5 anni di massima serie alle spalle ed esperienza internazionale. A meno di invertire uno dei due sulla corsia di sinistra, cancellando l’altro colpo di Vagnati, Ricardo Rodriguez. E piano a giubilare Bonazzoli dopo mezza partita
    2) Lukic non è trequartista, lo sa benissimo anche Giampaolo. Infatti la cosa migliore della partita contro il Cagliari, il rigore procurato, l’ha fatta con un’ottima incursione da dietro. Lukic è un interno di centrocampo. Il messaggio dell’allenatore alla società, detto chiaro alle telecamere, è che neppure Gojak è un numero 10.
    Quando avevamo un numero 10, Ljiajc, gli chiedevamo di fare l’esterno nel 4-3-3 e molti, incluso Rampanti, non lo amavano troppo. Quindi quella casella, che Giampaolo voleva riempire con l’alternanza Gaston Ramirez/Torreira, è vuota. Come è vuota l’altra, del play arretrato: Rincon è in quel ruolo è una finzione scenica.
    Tanto vale, pensiamo in molti, passare senza tentennamenti a un canonico 4-4-2 che contro squadre della classifica di sinistra diventi un 4-5-1
    3) Osservazione centrata di Rampanti è quella sui difensori. Purtroppo anche qui il non-mercato ha lasciato giocatori con propensione evidente alla difesa a 3: Izzo, Lyanco, lo stesso Bremer. E infatti Giampaolo voleva Anderssen da affiancare a Nkoulou al centro. Ma di Lyanco contro il Cagliari bisgonerebbe ricordare anche il goal evitato con l’intervento su Simeone
    4) Giampaolo però non vuole tornare a 3 dietro. Il che significa che da qui a gennaio – quando Vagnati cercherà di sistemare i molti giocatori in esubero con scambi che doveva esplorare ad agosto – questa squadra può crescere con altri allenamenti insieme, si spera senza altri contagi, e mettendo nel motore due elementi di qualità, Baselli e Gojak, e due giovani forti, Segre e Singo
    5) contro il Cagliari dopo un primo tempo avvilente, il secondo doveva e poteva dare al Toro un pari, non avremmo rubato nulla. Ma il punto è: perché non vedere che a sinistra la catena Nandez-Zappa per un’ora almeno ha tagliato a fette il povero Rodriguez e non cambiare nulla?
    6) per dirsi d’accordo con Rampanti sul ‘Bava meglio di Vagnati’ bisognerebbe valutare le operazioni del mercato della scorsa stagione. Ricordo solo Laxalt, e non ho rimpianti
    Forza Toro sempre!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ToroNelCuore - 1 mese fa

      Io ci proverei, intendo spostare Vojvoda sulla sinistra e far giocare Singo a destra. Sono gli unici (a parte il Gallo) che mi hanno fatto una buona impressione contro il Cagliari.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Paul67 - 1 mese fa

    Lyanco dopo questi anni in Italia nn è migliorato tatticamente, si ha avuto tanti infortuni ma in 3 anni tatticamente devi comunque crescere un po’, invece niente continua a fare errori da esordiente, se la spugna nn assorbe bisogna cambiarla…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 1 mese fa

      Lyanco avrebbe bisogno di un Fascetti che lo riempia di calci nel culo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Paul67 - 1 mese fa

        Già, anche il povero Eugenio Berselli i, detto il sergente di ferro. Nn ricordo l’anno ma c’era Bersellini in panca, agosto coppa Italia, Reggiana Torino, Reggiana era in C mi pare, primo tempo la partita la subiamo ma chiudiamo 0-0 una sola squadra in campo, la Reggiana, il secondo tempo ricomincia sulla falsa riga del primo, dopo 10 minuti Bersellini si alza dalla panchina e comincia ad urlare, lo avrà fatto per un minuto consecutivo, dai distinti si sentiva bene nn si capivacosa dicesse ma era incazzato nero, bene da quel momento la squadra ha cambiato passo, in 10 minuti 2 gol e qualificazione portata a casa.
        Grande Eugenio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 1 mese fa

          Mizzica Paul con la buonanima di Bersellini con me sfondi una porta aperta. Io me lo ricordo nel 83-84 ero allo stadio e c’era TORO-inter. Subito gol dell’Inter e lui si incazza di brutto, si vedeva dai distinti che urlava…risultato finale TORO-inter 3-1. E poi era lui il mister di TORO-merde 3-2 mi chiedo nell’intervallo cosa sia successo quel giorno. Lyanco avrebbe bisogno di quella gente, che lo facciano pinciare all’infinito. Anche Gigi Radice, il più grande di tutti mica scherzava. Bei tempi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Messere Granata - 1 mese fa

    Cairo ha pensato che, rimescolando le carte, capitasse una “mano” più favorevole. Ma ha dimenticato che gli Assi in un mazzo sono 4, e noi ne abbiamo solo 2. E sappiamo già chi sono. La qualità del Torino non è migliorata. Spero nella “freschezza” di Gojak. Altrimenti continueremo a cambiare il “croupier”, ben sapendo che la colpa è di chi fornisce le carte taroccate. Ma non importa. Il Casinò vince sempre. Quello conta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 1 mese fa

      bel commento.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. tric - 1 mese fa

    Bremer deve giocare sempre!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gianluca - 1 mese fa

      Direi che è banale. Se Giampaolo la pensa diversamente va accompagnato all’uscita con una mano sulla spalla. Avesse poi un’alternativa plausibile capisco…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. avvopal_14171626 - 1 mese fa

        Ventura cambiava formazione quasi ogni domenica a seconda dell’avversario…mazzarri no, una volta trovata la quadra gli 11 di partenza erano sempre quelli….evidentemente Giampaolo ha voluto provare Lyanco dal 1′ e giustamente…gli è andata male….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Gianluca - 1 mese fa

          Come fa a venirti in mente una cosa simile? Come se avessi un’auto che non va e tu, da genio, vai a togliere l’unico pezzo funzionante. Sei matto vero.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. olivia - 1 mese fa

    Certo che Singo e’ buono.Anche Alessandro Buongiorno e’ il centrale migliore che abbiamo.A questo punto cosa facciamo fare ai vari Bremer Izzo Lyanco Vojvoda: la panchina?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Paul67 - 1 mese fa

    Anche a me pare che Serino nn sia più allineato all’operato societario, detto questo Bonazzoli é ingiudicabile, Vojvoda per ora l’unica nota positiva del mercato, per il resto solita pena, con l’imsolito infortunio di Sirigu, ed il solito Belotti.
    con cairetto NO PARTY.
    cairesefc GAME OVER.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CLAUDIO - 1 mese fa

      Per me non si può dire bonazzoli e ingiudicabile. Purtroppo è stato inesistente. E questo è grave. Sei giovane in una nuova piazza hai subito l’opportunità di partire titolare mi aspetto che spacchi il mondo che tu rinorra ogni pallone che esci dal campo sfinito. Se fosse così anche se avesse fatto errori sarebbe stato da giustificare e magari dire oggi era ingiudicabile ma ha dato tutto. Ma ha avuto un atteggiamento molle senza grinta quasi fosse svogliato mentre il gallo si dannava l’anima e tornava anche a difendere lui trotterellava sulla tre quarti senza metterci minimamente la grinta che ti aspetti da un giovane. Ragazzo ti aspettiamo e crediamo in te ma cambia atteggiamento sei al toro e i giocatori che qui sono amati giocano come fa il tuo capitano. Hai un ottimo esempio vicino a te cerca di giocare con la sua grinta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Gianluca - 1 mese fa

    @kieft Scrivi che Bremer l’impostazione non sarà mai una sua caratteristica. Stiamo delirando. Innanzitutto se rivedi il primo gol contro il Milan in Coppa Italia cogli che il ragazzo con i piedi ci sa fare. Sbaglia un po’ troppo con il sinistro quando è pressato sull’out, ma una palla in tribuna in più o in meno, nella nostra attuale squadra, non fa troppo la differenza. Invece la sua qualità difensiva non si discute ed è da potenziale top-player. E noi lo teniamo addirittura fuori? Al massimo stia fuori NK, diamine… ma poi per fare giocare Lyanco. Ci rendiamo conto? Stiamo perdendo la dimensione delle cose. Del resto abbiamo cacciato Quagliarella, cose da matti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 1 mese fa

      Dopo la partita contro il Milan bremer lo avevo immaginato pure come esterno di sinistra, per passo e capacità di controllo, poi è migliorato molto anche in mezzo. Ma come al solito, tutti a dargli contro per i 20cm lasciati a ronaldo in un derby, come se ronaldo fosse uno facile da marcare!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Gianluca - 1 mese fa

        Lascia perdere. Noi tifosi del Toro e forse anche altre tifoserie, si alimentano di queste fesserie e perdono la visione di insieme. I lacci di El Kaddouri (avercene), il rigore di Quagliarella (avercene al cubo), Cittadella di Ventura (forse sarebbe meglio resettare tutto e ripartire da lì, guarda cosa mi tocca dire)…e potrei continuare

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. TOROPERDUTO - 1 mese fa

          Be’ sai non è questione di noi tifosi, ognuno ha le sue idee nel calcio come nel resto e quello che la maggioranza dice e pensa non lo saprai sapremo mai perché o interroghi tutti o non avrai mai il dato reale.
          Non è vero che è stato criticato da tutti ed anche quelli che l’hanno criticato ammettevano che aveva fatto una gara quasi perfetta.
          Poi devi tenere conto che molti esprimono valutazioni a caldo.
          C’è troppo la tendenza ad assolutizzare il pensiero di pochi o tanti che siano ma che è sempre solo una frazione.
          Io invece leggo con piacere che per fortuna salvo qualche psicopatico che ci sono pareri differenti e variegati.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Gianluca - 1 mese fa

            Un conto è il parere tecnico, quindi a me Baselli non piace da sempre e a te magari sì. Poi magari dopo cinque o sei anni di Baselli uno fa una valutazione e mette da parte la simpatia. A me piaceva Barreto e gli ho visto fare cose che pochi altri attaccanti hanno fatto al Torino, per capacità tecniche e di dialogo con i compagni. Però alla fine era un ragazzo problematico e sfortunato dal punto di vista fisico. Ergo è sparito dal calcio e ne ho preso atto. Queste sono valutazioni. Invece il mondo dei social porta nell’ambiente Toro a far fuori determinati personaggi e – te lo dice uno che un po’ vive il calcio, seppur a livelli più bassi – mi sembra che qui da noi si abbia il lanternino per fare cazzate. Per me Ventura, Mazzarri, Quagliarella, El Kaddouri… anche Longo…tutti personaggi che un club ambizioso dovrebbe coccolare. Invece li sputtaniamo con Cittadella, Chiellini, il rigore, i lacci, non riconoscendo i miracoli… etc. Poi quando è ora di epurare gente che oggettivamente ha avuto comportamenti davvero anti-Toro… vedi NK, Lyanco (non ho certezze, ma forti indizi) o che non ce la fa…Verdi e Zaza… boh, li abbiamo sempre fra i piedi. Non se ne vanno mai. Mai. Quindi siamo una sorta di discarica del calcio che conta. E, a lungo andare, ci rimane il peggio.

            Mi piace Non mi piace
          2. TOROPERDUTO - 1 mese fa

            Se vai sul forum delle altre squadre leggi di molto peggio fidati.
            Noi dobbiamo sempre aitoflagellarci per qualcosa anche come tifosi.
            E basta.

            Mi piace Non mi piace
  28. Prawda - 1 mese fa

    Rampanti ha completamente cambiato registro rispetto al passato, mancano ormai solo piu’ le doverose critiche a Cairo per questi 15 anni abbondanti di nulla.
    La scelta di Gianpaolo quale allenatore e’ oggettivamente incomprensibile, aggravata dalla sua testardaggine tattica e non fanno certo ben sperare i risultati assolutamente mediocri conditi per lo piu’ di esoneri; come arrivare a chiamarlo maestro, se fatto per prenderlo in giro non fa ridere, se fatto seriamente e’ oggettivamente demenziale.
    Le critiche di Rampanti sono logiche e sono quelle che la maggior parte dei tifosi ha da tempo sollevato; la squadra ha dei ruoli fondamentali scoperti che vengono coperti con dei giocatori adattati, il risultato finora e’ stato disastroso e ho ben poche speranze che Rincon possa diventare un regista o Lukic un trequartista. Non e’ solo questione di tecnica ma di avere delle caratteristiche di passo, di visione che entrambi non hanno e tanto meno avranno.
    Sulla difesa io credo che la scelta di Lyanco sia stato un errore, pero’ non lo colpevolerizzerei troppo, ha commesso uno sbaglio sulla seconda marcatura dei sardi, ma in precedenza aveva salvato un goal fatto su Simeone; ha tecnica, un ottimo fisico, e’ forse meno veloce di Bremer, che peraltro nelle sue prime uscite con Mazzarri ne aveva fatti parecchi di sbagli che molti ora sembrano aver dimenticato.
    La difesa patisce ancora troppo i buchi sulle fasce e l’inferiorita’ che spesso si crea e che finisce per coinvolgere anche i due centrali; non e’ un caso che in tutte e tre le partite gli avversari abbiano scelto di attaccare molto larghi, con rapidi cambi di gioco, d’altra parte Mazzarri aveva giocato forse una delle poche belle partite da vedere proprio contro la Samp di Giampaolo a Genova, dove aveva stravinto dominando sulle fasce.
    Difficile comprendere le scelte societarie ed ancor di piu’ aver voluto prendere enormi rischi in un campionato che si sapeva sarebbe stato particolarmente atipico, resta una rosa che sulla carta puo’ mettersi dietro almeno 5/6 squadre ma se si continua su equivoci tattici, giocatori fuori ruolo, se non arrivano risultati a dare morale, se chi non gioca mina gli equilibri all’interno dello spogliatoio, allora si rischia seriamente una stagione non solo molto difficile ma che puo’ diventare drammatica. Le qualita’ di Sirigu e Belotti potrebbero questa volta non bastare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Gianluca - 1 mese fa

    Altra cosa. Lasciamo tranquillo Bonazzoli eh. Non cominciamo a scoglionare pure lui. Fra 20 partite, tutte mal giocate, allora possiamo parlare. Belotti quando arrivò alla sua età (e con i suoi numeri, Under 21 a parte) non combinò granché per molte partite. Però è sempre stato sostenuto. Aiutiamo anche Bonazzoli che forse ha bisogno di questo. E di un allenatore (come lo sono Ranieri, Ventura… che gli insegni ancora qualcosa su come stare in campo. Non di gestori o di maniaci di tattica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paulinStantun - 1 mese fa

      Bonazzoli ha fatto poco o nulla. Però ha guadagnato 3 o 4 falli difendendo il pallone, non ha fatto neanche un passaggio agli avversari, non ha fatto neanche una smorfia e non ha fatto qualche fallo da folle… per me meglio di Zaza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Gianluca - 1 mese fa

    Qualcuno si è accorto che c’è un giocatore che è stato il migliore in campo del Toro nel 50% delle partite del 2020 (il 40% lo lascio a Belotti e il 10% a Sirigu) e domenica è stato messo in panchina. Un giocatore per il quale ci sono state offerte milionarie dall’Inghilterra che sono state rifiutate. Ora dico, si può sapere se Giampaolo si è rincoglionito del tutto per preferirgli Lyanco o se aveva la febbre? Io dico, ma ci sono giornalisti o cosa al seguito del Toro??? Abbiamo due giornali che parlano di noi ogni giorno e non si capisce cosa avesse Bremer? o non l’ho letto io? P.S. su Singo concordo… sembra cresciuto tanto, speriamo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 1 mese fa

      Credo, più semplicemente, che Lyanco debba per forza giocare qualche gara, come Izzo e Verdi, o non li cederemo neanche a gennaio a un prezzo decente. Se anche i giornalisti chiedessero conto a Giampaolo non direbbe mai la verità ma inventerebbe una qualsiasi scusa digeribile, tipo stato di forma e necessità di rotazioni a causa degli impegni ravvicinati.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Gianluca - 1 mese fa

        Al massimo quello che puoi cedere è Bremer. Spiace dirlo, ma la possibilità del Toro di autofinanziarsi e sperare che con due spicci in tasca un ds riesca a rimettere ordine è passare dalle cessioni (per amarissime) di Bremer e Belotti. Così da racimolare denaro da investire. Quando invece su Bremer e Belotti sarebbe stato bello costruire. Quindi può darsi abbia provato Lyanco per capire se possiamo fare a meno di Bremer. Resta il fatto che in campo devi mettere i più forti. Se Giampaolo ha qualche dubbio…allora mi torna in mente l’intervista allucinante dopo Genoa-Milan in cui non si era accorto di aver giocato in inferiorità numerica (o in superiorità numerica, ora non ricordo esattamente). Comunque da maniaco di tattica si era perso il fatto di aver giocato più di 15 minuti con un uomo in più o in meno. Pazzesco.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Mimmo75 - 1 mese fa

          No, non credo sia alle viste una cessione di Bremer, non ancora, non prima di aver potuto giocare un’intera stagione da titolare (magari raggiungendo la nazionale) e non fino a quando il covid terrà bassi gli investimenti. Capisco cosa vuoi dire ma per una volta l’avidità di Cairo gioca a nostro favore. Io credo che a gennaio, magari accettando di incassare un po di meno, Izzo e Lyanco (forse anche Verdi) partiranno. Il che vorrebbe dire risparmiare anche una decina di milioni l’anno di ingaggi lordi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. maccabee - 1 mese fa

            su GP è stato fatto un progetto, ambizioso e rischioso, di rinnovamento nel gioco e nell’organico (questo non è stato fatto granché per le ormai “solite” limitatezze di budget e di vedute).
            adesso ci vuole coerenza per portarlo avanti e coraggio per non avere paura delle difficoltà e dei primi risultati negativi.
            Resistiamo, costruendo il gruppo e gli schemi per la nuova impostazione, fino al mercato di Gennaio: lì dovrebbe uscire Izzo in cambio di Vecino, e dovrebbero uscire Lyanco e Zaza in cambio di un trequartista vero.
            Avremo la quadra nella seconda parte del campionato: e raggiungeremo a stento il 10 posto.
            Nell’estate 2021 si migliora l’organico, mantenendo la struttura raggiunta e ormai rodata: e saremo competitivi per un buon campionato 2021-22.
            …SPERO…

            Mi piace Non mi piace
        2. Mimmo75 - 1 mese fa

          Il tutto al netto di offerte immorali, tipo quando cedemmo Zappacosta.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Gianluca - 1 mese fa

            Immorali per il Chelsea che poi ci pagò con Aina. La coppia Petrachi-Conte non credo sia piaciuta ai Blues 🙂

            Mi piace Non mi piace
      2. renato (quello vero) - 1 mese fa

        Che diamine vuol dire che deve giocare per forza? Che cosa può interessare di cedere costoro ad un prezzo decente se nel frattempo fanno solo danni?
        Continuerò a dire fino alla nausea che il primo obiettivo di qualsiasi società sportiva è il risultato sportivo. Tra l’altro, dati i soldi che girano nel mondo del calcio, i risultati sportivi portano tanti soldi, molti di più di quelli che si potrebbero strappare con una vendita particolarmente fortunata.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. paulinStantun - 1 mese fa

      A me invece è venuto il dubbio che Lyanco debba essere recuperato dato che avendo due centrali titolari ce ne vogliono altri 2 in panca: Bongiorno e Lyanco.
      Solo che dopo che per mesi hai detto che lo volevi cedere ora devi fargli sentire la fiducia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Jerry - 1 mese fa

    Le colpe maggiori di quello che stiamo vivendo, sono solo esclusivamente a carico della Società. Intesa come presidente e direttore sportivo. In primis, vivendo questo periodo molto particolare, dove questo maledetto virus ha preso il sopravvento, tu non puoi e non devi programmare una rivoluzione tecnica così radicale sapendo, che non potrai, attuarla in toto. Non vai a prendere un integralista come GP, se sai che la tua rosa non è costruita per il suo credo. Non puoi sperare di vendere giocatori che ritieni in esubero, con prezzi da pre COVID. Il calcio, come ogni cosa in questo mondo, è cambiato. Nessuno spende, perché nessuno ha. Quindi è per questo che tu avresti dovuto fare scelte diverse. Avresti dovuto prendere un allenatore più adatto alla rosa che hai( e Semplici sarebbe stato l’ideale)… avresti dovuto cambiare in Toto il centrocampo aggiungendo un vero regista d’avanti alla difesa( gente come Biglia, Cigarini, Badjel, Schone) una seconda punta di movimento e saresti stato a posto. Invece sì è deciso di fare la rivoluzione nel momento più sbagliato, è non si è accontentato il mister prendendo seconde o addirittura terze scelte, rendendo il lavoro di quest’ultimo quasi impossibile. Ora si ha ciò che si merita, ovvero una squadra senza capo né coda, piena zeppa di giocatori fuori ruolo o di acquisti fatti tanto per….. è la colpa non è di certo del mister…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Pimpa - 1 mese fa

    L’esito della stagione del Toro è scritto sulla pietra,non c’è bisogno di guastarsi il sangue ogni domenica.
    Mentre pedalavo stamattina per andare a lavoro ho ripensato al Giampalo e mi sono fatta ancora più persuasa che con questo personaggio si va da poche parti,come da poche parti siamo andati con i personaggetti che abbiamo messo in panchina gli anni scorsi.
    Mi si dirà:allora non ti va bene nessuno a prescindere?
    No,io arrivo a sostenere un concetto ancora più radicale,cioè che chiunque sieda o sederà sulla nostra panchina deve necessariamente essere un grigio e impresentabile allenatorucolo da campetto di provincia,non a caso Ventura è scomparso,Mazzarri idem,c’è da aspettare ancora qualche anno e anche il mandriano e Giampaolo per il bene del calcio nostrano usciranno dalla scene.
    Scusate:come giudicate voi uno che,nonostante continui a dare molteplici segni di ottusità tattica,chiede un trequartista tutta l’estate (mentre la società faceva castelli di sabbia sulla spiaggia),la società glielo compra naturalmente l’ultimo giorno di mercato e Giampalo che dice,prima,e che fa,poi? Dice che Gojak è una mezzala e che Lukic può fare il trequartista. In altre parole:siccome ci manca un trequartista,noi che siamo furbi che facciamo? Compriamo un trequartista ma gli facciamo fare la mezzala e a quello che già mezzala è (Lukic) facciamo fare il trequartista. Geniale davvero.
    Guardate,giusto perché abito lontano da Torino e l’impresa mi riuscirebbe scomoda e gravosa ma ci sarebbe da andare dal Giampalo e chiedergli se nella testa ha le scimmie urlatrici o cosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. user-13958142 - 1 mese fa

    Si vabbè dai… Singo adesso è uno a cui è da TSO fare a meno quando di terzini abbiamo Vojvoda, Rodriguez e Ansaldi e Bonazzoli, dopo averlo visto giocare una partita in un ambiente che non conosce e in cui ancora non si è ambientato, abbiamo già la sentenza, è un giocatore che gioca solo in allenamento (chissà poi basandoci su cosa). Serino mi permetto di ritenere che per la prima volta è particolarmente eccessivo e frettoloso nelle sue valutazioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toro Loco - 1 mese fa

      Purtroppo non è la prima volta che trancia giudizi affrettati.. e dubito sarà l’ultima..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. paulinStantun - 1 mese fa

    Rampanti ha vissuto di calcio, io no, quindi dovrebbe capirne molto più di me.
    Detto questo io non sono d’accordo su quello che dice di Singo.
    Sia chiaro: Singo è stato bravo a rispondere sempre bene quando è stato chiamato in causa (e questa per un giocatore giovane, a parer mio, è la dote più importante perchè fa vedere che sei uno con la testa a posto, non come altri che si credono dei fenomeni poi quando entrano dimostrano poco o nulla) ed ha sicuramente un futuro dato che ha fisicità, coraggio nel fare la giocata e anche una tecnica decente.
    Quello su cui andrei molto più coi piedi di piombo è l’affermare che deve essere titolare in ogni caso; considerazioni:
    1 gioca dove gioca Vojvoda che al momento è il più convincente dei nuovi acquisti (2 gol su 4 del Gallo vengono da suoi assist)
    2 Singo ha una corsa devastante, entrare quando gli altri hanno 75 minuti nelle gambe gli facilita sicuramente la vita

    In conclusione il mio giudizio sarebbe : Singo è un ottimo prospetto e da garanzie che nel caso non ci sia Vojvoda si ha un sostituto all’altezza (mica si è sempre obbligati ad avere un titolare e una riserva impresentabile). Per la titolarità aspettiamo ancora un annetto, questo lo dedichi a crescere e a giocare qualche spezzone e qualche partita da titolare (qualche volta Vojvoda dovrà pur rifiatare o sarà squalificato).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. ALELUX777 - 1 mese fa

    Hai Singo ma hai anche Voivoda di cui tutti nell’ambiente parlano bene ed ha fatto vedere buone cose. Questo mi fa dire che sulla fascia destra siamo ben messi.
    Penso si alterneranno nel ruolo a meno in un momento “rivoluzionario” non li schieri entrambi nel 442, con a destra loro due e a sinistra Rodriguez ed Ansaldi.
    La rosa di quest’anno è comunque ampia e permetterebbe di giocare um po’ tutti i moduli. Capisco anche che Giampaolo abbia il suo modo, la sua professionalità e voglia fare i suoi schemi almeno per una decina di partite. Penso però che se non arriveranno risultati in questo mese ricco di gare, dovrà necessariamente fare una scelta:cambiare o dimettersi.
    La mia idea è che Giampaolo può riuscire a fare il suo gioco anche con questa rosa, ma se così non fosse andrebbero scelti gli 11 più forti e andrebbe creato il modulo su di loro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. Tarzan - 1 mese fa

    Io a Serino avrei chiesto un commento su Gojak. Abbiamo preso uno che nella vita ha sempre fatto il trequartista per fare la mezzala. E adattiamo un’ala (Verdi) o una mezzala (Lulic) a fare il trequartista. Ma perché?? Io comunque su Gojak nutro grandi speranze, qualunque sia il suo ruolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. Battitogranata - 1 mese fa

    Cambiamo allenatori ma la musica sempre uguale…Campagna acquisti da oratorio..fatta senza un perché..Sono 36anni di abbonamento per vedere una presa per il culo così..al presidente interessa che galleggiamo in serie a..ma non può sempre andar bene..quest’anno rischiamo..
    Tutti bene o male hanno un gioco..noi no..solo un giocatore immenso la davanti..IL GALLO..CIRCONDATO DA BRADIPI..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. avvopal_14171626 - 1 mese fa

    Singo farà sicuramente bene, così’come Segre, ma bisogna dare tempo al tempo…così come bisogna fare con Giampaolo che una volta assunto, deve essere aspettato. Si sapeva che aveva bisogno di tempo e che gli si doveva costruire una squadra in un certo modo: la seconda cosa non è stata fatta, almeno cerchiamo di concedergli la prima. Io penso che in linea generale bisognerebbe dare tempo almeno fino alla fine del girone d’andata a tutti gli allenatori al loro primo anno in una squadra: nel nostro caso poi abbiamo un allenatore che sta rivoluzionando non solo l’aspetto tattico ma anche e soprattutto una mentalità che negli ultimi anni era limitata al “una partita alla volta”. Se prendi Giampaolo sai che lui gioca con il 4-3-1-2 (così come Sacchi giocava col 4-4-2 e Zeman con un 4-3-3) e da lì non lo schiodi; perdipiù se non gli dai tutti i giocatori che vuole, hai un debito con lui e lo devi aspettare. Quanto ai vari Izzo, Lyanco ecc che non sono andati via, ricordiamoci che prima di venderli bisogna anche trovare qualcuno da comprare al loro posto e quest’anno avere una rosa ampia è necessario per eventuali contagi. Quindi, se se ne andranno a gennaio, dovranno prima essere trovati degni sostituti. Insomma, per mille ragioni. questa è una stagione atipica e allo stato non sappiamo nemmeno se sarà portata a compimento: l’errore di base è aver preso un allenatore che avrebbe avuto bisogno di tempo anche in condizioni normali, figuriamoci adesso…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. spelli_446 - 1 mese fa

      Certo, però se alla fine del girone d’andata abbiamo racimolato 10 punti che facciamo ? Torniamo alla vecchia solfa che oggi andrà meglio la prossima volta !?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. renato (quello vero) - 1 mese fa

      Continuo a leggere che a GP bisogna dare tempo. Sì, posso anche essere d’accordo ma QUANTO tempo? Il campionato non dura 3 anni ma circa 6 mesi, dare tempo vuol dire aspettare 2 mesi al massimo, non di più, altrimenti poi manca il solito “tempo” per recuperare una situazione compromessa.
      E poi stiamo parlando di spiegare a dei professionisti che bazzicano nel mondo del pallone da anni alcune SEMPLICI regole da seguire.
      Non credo siano cose così difficili da capire da necessitare addirittura dei mesi!
      Quanto tempo ci vuole per farlo? Non bisogna mica mettere a punto in 10 minuti il vaccino per l’ebola, mi sembra che si stiano enfatizzando oltre misura le difficoltà.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. GranataFinchCampo - 1 mese fa

    I numeri parlano chiaro.
    E non mi riferisco alle prime tre partite di Campionato, ma a tutto il 2020 (seppure con la sospensione).

    Quindi mi sembra assurdo non iniziare a dare più spazio a giocatori come Singo e Segre in primis.

    Non si tratta di venerazione a prescindere dei ragazzi del Fila e non deve essere un buttare nella mischia senza “se” e senza “ma”.

    Quando però hai toccato il fondo e continui a raschiarlo, è sportivamente criminale non ampliare la propria visione e continuare ad insistere con giocatori titolari inadeguati (ognuno avrà i suoi nomi, ma su qualcuno penso ci troviamo in larga maggioranza d’accordo), lasciando scampoli di partita soprattutto a giovani ancora da plasmare, in assetti tattici oramai saltati e risultati da ribaltare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. BiriLLo - 1 mese fa

    Tutto il campionato dovremo sorbircelo col buon Rincon adattato play, con la speranza che Belotti ne faccia tre e noi si subisca meno, col mister che schieri Singo che è lampante, ha ottime doti..
    Gojak, Segre, Bonazzoli possono crescere e, sinceramente mi piacciono tantissimo.
    Però, senza trasformare il malumore in insulto, vogliamo svegliarci e affermare, pur supportando quello che amiamo, il Toro e la nostra storia, che questo presidente è negato per gestirci?
    Aver scelto Giampaolo in un ottica di mercato difficile per i profili posseduti e la situazione economica è intollerabile. Dilettante brioso e superbo, Cairo..
    Dei conti apposto non discuto, ma se sposi un idea come la nostra devi anche utilizzarli bene, non solo pensare a quadrare i conti e fare cassa. Io la crescita non la vedo proprio, non per i ragazzi che continuo a supportare, ma per le scellerate scelte societarie.
    Cairo come Napoleone, un egocentrico insensato al comando.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. suoladicane - 1 mese fa

    per una volta sono d’accordo su tutti i punti con il sig. Rampanti, il che mi preoccupa un poco :-))
    CAIRO VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. marione - 1 mese fa

    Io direi che siamo a posto così… un bel 7
    Io mi unisco al coro di San Siro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. lucabenzoni7_8317634 - 1 mese fa

    Ora mi spiego (dopo l’ennesima intervista) perchè non hai mai allenato nei professionisti ………… FT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 1 mese fa

      Tu lo giudichi così perchè invece tra i professionisti hai allenato?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. lucabenzoni7_8317634 - 1 mese fa

        Mimmo da uno che dice quelle cose non ho nulla da imparare : e non è la prima volta …. FT

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Mimmo75 - 1 mese fa

          La domanda era un’altra.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. lucabenzoni7_8317634 - 1 mese fa

            No … FT

            Mi piace Non mi piace
      2. lucabenzoni7_8317634 - 1 mese fa

        Compagnia dell’ INETTO sempre presente tutti i giorni ….. che sfigati …. FT

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

      Lucabenzoni Serino ha allenato anche il TORO dei grandi oltre ad aver vinto e tanto con la primavera lanciando giovani quali Vieri e Baggio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 1 mese fa

        Vero, ma purtroppo con la prima squadra non ha avuto molta fortuna.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

          Si ma dire che non ha mai allenato tra i professionisti….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. tororussia - 1 mese fa

    con cairo non serve il direttore sportivo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. Guevara2019 - 1 mese fa

    Non ne ho idea se Singo e Segre potranno miracolare questa banda di squinternati,a parte i soliti due,non inserirli subitissimo, perché ci saranno pressioni del presiniente,questo è autolesionismo,dalla solita incapacità risaputa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. Granataforever - 1 mese fa

    Singo e Segre sono da fare giocare titolari…
    Il primo è dirompente sulla fascia
    Il secondo è l unico che po’ho fare la differenza in mezzo al campo….
    FoRzA ToRo Sempre!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. Forvecuor87 - 1 mese fa

    Mi auguro vivamente che le cose cambino in fretta, perché la situazione dopo 3 giornate giocate è veramente drammatica! La cosa che mi fa più ridere è che non si trova un regista in rosa, magari ci si poteva pensare qualche settimana fa??? Buffoni???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toro_felix - 1 mese fa

      Per dichiarazione di GP il regista di riserva è il n 6 Segre !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Toro_felix - 1 mese fa

        Pensate a cosa succederebbe se uscisse Meite ed entrasse Segre… E’ possibile o sbaglio qualcosa?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. oscarfc - 1 mese fa

          Se esce Meite entra Gojak parola di Gianpaolo

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  48. Scott - 1 mese fa

    Lyanco gioca perché sa impostare l’azione meglio di Rincon. Occorre trovare urgentemente lalternativa a rincon, altrimenti tutti gli altri temi tattici non si sbloccheranno. Coraggio, con Singo e Segre. Spero che Giampaolo abbia mentalità più aperta dei suoi predecessori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 1 mese fa

      Mettiamo lyanco regista!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Kieft - 1 mese fa

        Longo lo aveva provato a metà campo qualche minuto però …….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  49. Cristiano.123 - 1 mese fa

    Nel calcio come nella vita e nelle relazioni personali in particolare l’integralismo non paga. Anteporre lo schema agli uomini quando sei consapevole che molti non hanno caratteristiche adeguate a ricoprire ruoli fondamentali, vuol significare che sei prigioniero di un dogma, sei il capitano di una nace che sta per infrangersi sugli scogli ma non fai nulla per rimettere la rotta in sicurezza, perche’ le giornate passano e la classifica resta impietosamente ferma a zero.
    Un film andato in onda lo scorso anno a Milano, ne conosciamo gia’ la fine, 7 giornate, poi dinanzi all’ostinazione e’ stato sacrificato.
    Di contro Maldini ha difeso con determinazione il lavoro ed ha preteso la conferma di Pioli con la minaccia della sua stessa permanenza contro il volore della proprieta’. Qualcosa vorra’ dire o sbaglio?
    Lyanco probabilmente s’ stato scelto come titolare per le sue doti di costruzione della manovra e per sopperire a Rincon quando questi e’ marcato dagli avanti avversari. Lo stesso accade in nazionale, quando Jorginho e’ marcato stretto, come avvenuto con Polonia ed Olanda, non gioca un pallone, alla bisogna Bonucci viene esortato alla manovra o ai lanci lunghi, ma Lyanco non ha doti difensive efficaci ed infatti Simeone e’ andato a nozze.
    Sperimentiamo in campionato poiche’ non c’e’ stato il tempo per poter fare dei test amichevoli, il risultato e’ che ad ogni cambiamento anche parziale si torna a zero, non funziona nessuna variazione.
    Dobbiamo continuare ad anteporre lo schema agli uomini o adattare gli uomini ad uno schema funzionale?
    Cio’ che piu’ mi preoccupa sono le sue dichiarazioni, sembra vivere in un mondo tutto suo, assegna ruoli e funzioni in virtu’ del suo pensiero e di convinzioni sue, vedi Gojak. Mi chiedo, ma si confronta con i calciatori per sapere dove loro amano esprimersi al meglio? Non sono pedine di scacchi dove il cavallo resta sempre cavallo, devi chiedergli dove e come vogliono esprimere il loro talento e trovare la giusta collocazione ad ognuno, poi ne trai lo schema piu’ congeniale all’insieme degli uomini piu’ rappresentativi.
    Sembra banale ma credo che a Giampaolo le considerazioni banali non piacciano. Per non parlare di quell’aria cosi’ dimessa, sottotono.
    Un allenatore da Toro va dinanzi alla telecamera con il fuoco negli occhi, quale sicurezza puoi infondere ai tuoi uomini in questo modo, guardando per terra e cercando nell’aria una risposta che non hai?
    Attendiamo la partita in casa con il Crotone, giusto alla settima giornata, poi arrivano partite difficili aspettare oltre mi sembra troppo tardi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 1 mese fa

      C’è un errore di fondo nel tuo ragionamento, forse una considerazione che non fai: che sia giusto o meno essere integralisti è un qualcosa che prescinde dalle scelte compiute da chi sta nella stanza dei bottoni. Giampaolo è integralista, anzi, talebano per usare parole sue. E’ una sua scelta professionale e la rispetto, per quanto trovi anche io che la giusta dose di elasticità porti più lontano perchè ti consente di assorbire meglio le difficoltà che di volta in volta ti si presentano davanti. E comunque l’integralismo di Giampaolo è relativo solo al modulo, non ai compiti e questo è già qualcosa. Ha spiegato che la presenza di Rincon in mezzo al campo lo ha costretto ad adattare le linee di passaggio e infatti vediamo come l’impostazione spesso è demandata a N’Koulou. Ma tornando al tema principale, cioè l’integralismo… Giampaolo non ne ha mai fatto mistero, anzi, ne fa un vanto. Chi lo sceglie sa a cosa va incontro e pertanto non può diventare colpa del mister se poi non gli mettono a disposizione ciò che serve per fargli sviluppare efficacemente il suo gioco (che quando decolla è un gran bel vedere, detto per inciso). Al Milan gli hanno imposto Suso (ma non era l’unico a non essere idoneo, solo la punta dell’iceberg) come al Toro gli è toccato arrangiarsi con Rincon e Verdi/Lukic nei due ruoli fondamentali per lo sviluppo della sua manovra. Quindi, se è vero che essere talebano a volte rischia di essere controproducente, è altrettanto vero che se gli affidi una squadra devi essere coerente e mettergli a disposizione ciò che chiede. Altrimenti passa oltre, no? Ancor di più se sai (e lo si sapeva quando fu scelto Giampaolo) di non poter spendere molto sul mercato, causa covid. A maggior ragione se sei reduce da una stagione disastrosa e ti ritrovi un ambiente esasperato che non darà tempo a chi ha bisogno di molto tempo. Il mondo è pieno di allenatori elastici, magari non spettacolari ma sicuramente capaci di valorizzare al massimo la rosa. Cosa avrei fatto io? Avrei tenuto Longo che, per quanto acerbo e con uno score peggiore di quello di Mazzarri, aveva intrapreso un percorso coraggiosissimo dal punto di vista dei valori da pretendere da chi veste la maglia del Toro. Ricordo quando, a precisa domanda sul suo rinnovo, rispose “per la mia permanenza la società dovrà ascoltare quello che ho da dire”. In quel momento, nel mio piccolo, lo scelsi come futuro allenatore ideale. A prescindere da quelli che sarebbero stati i risultati nel breve/medio termine. Ma Cairo ha scelto altro. Cairo ha scelto, capisci? Il problema non è chi è stato scelto ma chi ha scelto chi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Carlin - 1 mese fa

        Se ho una barca vado in mare,se ho un’auto vado sulla strada. Gianpaolo,avrà chiesto una barca,ma se ha ricevuto un’auto,non deve ostinarsi ad andare in mare,altrimenti fra qualche partita affoga

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Cristiano.123 - 1 mese fa

        Si denuncia sempre il peccato non il peccatore.
        A 53 anni con una esperienza traumatica come quella precedente dove giunto alla Scala del calcio si e’ fatto esonerare dopo 7 giornate, se non cambi vuol dire che sei all’ultima spiaggia.
        Suso non lo hanno imposto come trequartista, Giampaolo lo vedeva tale. Il trequartista lo aveva e di lusso ma lo impiegava mediano, Calhanoglu. Oggi mi sembra che il Milan voli anche e soprattutto grazie al turco posto nel suo ruolo.
        Temo che non dialoghi correttamente con i propri giocatori.
        Riguardo al mercato non giravano soldi solo prestiti, ed alcuni come Edera non li hanno voluti neanche con questa formula.
        Sono completamente d’accordo con te su Longo.
        Grazie per il tuo contributo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Mimmo75 - 1 mese fa

          Il discorso Suso è un po più complesso. C’era l’esigenza di farlo giocare perchè era uno dei calciatori più importanti della rosa. Credo che Giampaolo si sia trovato a scegliere quale giocatore era più “sacrificabile” in un ruolo a lui non congeniale. Insomma, ha dovuto limitare i danni. Ovvio che Chalanoglu non avrebbe potuto accomodarsi in panchina essendo anche lui un pezzo da 90 della rosa. Tra lui e Suso, chi avrebbe sofferto meno da mezz’ala, posto che entrambi DOVEVANO giocare? Ecco, credo che il suo dilemma sia stato questo. Detto questo, con Ibra la davanti, tutta la rosa fa un salto di qualità, tutti rendono di più. Ricordi l’exploit di Nocerino durante la prima esperienza al Milan di Ibra? Non ricordo quanti gol fece quell’anno ma partito Ibra, Nocerino torno nella mediocrità.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mimmo75 - 1 mese fa

      Ah… Lyanco… giocherà qualche partita, come Izzo e Verdi, o non li cedi neanche a gennaio e ti ritrovi una polveriera nello spogliatoio. Questa è un’altra colpa che non si può imputare a Giampaolo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  50. granataLondinese - 1 mese fa

    Lyanco è un mistero tanto quanto Boyé.
    I giocatori belli da vedere in videocassetta, Petrachi ne ha presi un tot. Andava dato al Bologna anche senza cercar di far cassa, avendo in Miha un estimatore senza se e senza ma.
    Singo è fortissimo, ma ha ragione Daniele, I terzini nel gioco del Maestro sono bloccati dietro, verso la fine Giampaolo ha cambiato registro mettendo un trequartista più attaccante e un terzino di spinta. Singo è un Lentini ed è un peccato relegarlo in panchina, unico con classe e velocità cristalline in mezzo al campo.
    Lukic… Sapete cosa bestemmiano ancora i Milanisti?
    Di quantofece giocare fuori ruolo Suso.
    La storia si ripete.
    Il contratto era chiaro, si mette sotto contratto il Maestro, per garantire al Torino lidi sicuri, fuori dalla B e fuori dall’Europa, ma come mai non gli sono stati dati i giocatori giusti per raggiungere la metà classifica?
    Come mai non si è riuscito a dar via i vari Izzo Zaza Verdi Edera, giocatori fuori dal progetto?
    Come mai non si è riusciti a prendere anche delle seconde scelte per la tre quarti e per la regia?

    Non credo ai complotti, son sicuro che a Cairo piacerebbe aumentare non diminuire il valore della rosa (attualmente ai minimi storici considerato che ha gente che fino a un anno da era nel giro della nazionale).

    Per cui penso che come al solito Cairo sia negato per gestire una società di calcio, circondandosi di gente sbagliata, il Vagnati troppo inesperto, il Maestro, troppo inadatto alla rosa e al contesto (calciomercato, preparazioni corte e rosa).

    C’è chi parla già di allenatori pronti a subentrare, ma perché pagare milioni a Giampaolo ora quando potevamo pagare due lire per gli ingaggi di che ne so Ramirez e un Regista puro.

    Vorrei vedere il Maestro all’opera fino in fondo, non per autolesionismo, ma perché usare per la nona volta l’allenatore come capro espriatoio dell’ignoranza e della noncuranza con cui si gestisce la società Torino Calcio sarebbe veramente troppo.

    Avete lanciato un progetto credeteci fino in fondo, fino alla matematica retrocessione se necessario.

    Qualcuno ieri, mi pare, ha ricordato qui sul forum che Gasperini era sull’orlo dell’esonero quando cominciò il suo percorso a Bergamo.

    Ebbene che sia fiducia al tecnico allora, che scenda in campo Cairo a dargli fiducia al posto di scomparire come al solito quando perdiamo.

    La squadra fondamentalmente è un ritiro isolata tra hotel e fila, bene, avanti così.

    Abbiamo tre partite per capire se c’è speranza e io qualche sprazzo di calcio buono l’ho visto nelle prime tre partite.

    Non è una coincidenza che il gallo abbia fatto due doppiette, il gallo non degna da solo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Opi - 1 mese fa

      Mi piacciono i tuoi commenti granata londinese , scrivi bene e sei attento ai dettagli, anche tattici, credo anch’io comunque come serino che singo sia di un altra categoria, e qui sta il problema: se in questa squadra fatta di giocatori mediocri e di un paio di eccellenze non giocano quelli buoni allora vale davvero tutto!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 mese fa

      Ciao Londinese!
      Hai scritto cose condivisibili e personalmente penso che Gianpaolo in un giusto contesto e con giocatori adatti possa far bene.
      Il problema è che il giusto contesto è assente, sia a causa dell’emergenza sanitaria sia per l’ambiente intorno alla società (mal gestita )
      E quanto si giocatori adatti, idem. Semplicemente non ci sono.
      Sarà difficile trasformare in cigno questo brutto anatroccolo che siamo.
      Mancano i presupposti che nell’Atalanta di Gasperini invece c’erano tutti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. paulinStantun - 1 mese fa

      Sono d’accordo praticamente su tutto quello che hai scritto (sopratutto il discorso su Cairo: non c’è nessun complotto e vorrebbe anche lui sentirsi dire i complimenti che dicono a Percassi, però il calcio non riesce ad essere il suo mondo…)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  51. Mimmo75 - 1 mese fa

    Purtroppo Singo si trova in competizione con Vojvoda, l’unica nota positiva di questo inizio stagione (oltre al Gallo, va da se). Far giocare uno esclude automaticamente l’altro. Ma con le partite ravvicinate che ci saranno causa covid e gli impegni con le nazionali, il buon Singo riuscirà a giocare un buon numero di partite. Altrove sono i problemi, nella spina dorsale, nell’asse play – 3/4 – punte. E non a caso il gioco non decolla e le occasioni pulite per gli attaccanti scarseggiano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  52. Kieft - 1 mese fa

    Lyanco giocando migliorerà le sue letture difensive mentre bremer l’impostazione non sarà mai una sua caratteristica anche se ha doti fisiche evidenti è una serietà altrettanto evidente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  53. Kieft - 1 mese fa

    I giocatori che danno la palla con i giri giusti hanno un ingaggio fuori portata per il Torino. Noi avevamo Ljiaic ma l’abbiamo regalato con la scusa che “ non aveva testa” …..quando impiegato in posizione centrale e non defilato a sinistra con mhialovic, Ljiaic ha fatto la fortuna di belotti …e dopo che è stato relegato in panchina quando utilizzato ha salvato il deretano a Mazzarri nei suoi primi 6 mesi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Opi - 1 mese fa

      Vangelo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. paulinStantun - 1 mese fa

      Ljiaic è andato in una squadra che lo pagava il doppio!
      Probabilmente lo volevano cedere (se non è mai stato più di un paio di stagioni in nessuna squadra ed è riuscito a farsi a prendere a schiaffi in mondovisione da un “esagitato” come Delio Rossi qualcosa vorrà pur dire) ma lui se ne è andato ben volentieri.
      Poi vabbè tecnicamente non si discute, infatti se avesse avuto testa non sarebbe stato nelle squadre che è stato.
      In conclusione: Ljiaic era forte, ti risolveva anche 5 o 6 partite all’anno, era un ectoplasma anche per 10 partite l’anno, grazie è stato bello ma rimpiangerlo dopo 2 o 3 anni mi sembra un po’ esagerato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  54. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 mese fa

    Caro vecchio ingenuo Serino,
    La penso come te su Singo e Lyanco. Ma Gianpaolo gioca a 4 con gli esterni bassi (esclusi gli ultimi disperati minuti di partita quando si deve recuperare il risultato ) e perciò mai e sottolineo mai vedremo questo “maestro “ impiegare la difesa a tre.
    Che poi non abbia gli interpreti per farlo, sia negli esterni che nei centrali che nel regista…è un problema che lui non si pone e non lo scalfisce.
    Resta un problema solo per noi tifosi, che vediamo la nostra squadra attaccata sulle fasce da qualsiasi avversario per 70 minuti almeno, sufficienti a subire una manciata di gol.
    Non ci resta che sperare nei giocatori che si adattino al suo gioco, o ad avversari ottusi che non ci aggrediscano con i loro esterni…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy