Torino, là dietro la rincorsa va al rilento: così la quota salvezza si abbassa

Approfondimento / Nelle retrovie perdono tutte le rivali del Torino: quella per la salvezza, almeno per il momento, è una corsa che procede al rallentatore. I numeri

di Nicolò Muggianu

Fatica a decollare la corsa salvezza. La 22° giornata di Serie A ha confermato le sensazioni delle scorse settimane: per salvarsi, in questo campionato, potrebbero bastare anche molti meno dei fatidici 40 punti che da sempre rappresentano la “quota minima” per la permanenza in Serie A. In attesa del Parma (che sarà di scena questa sera alle 20.45 a Verona contro l’Hellas di Juric), tra le ultime cinque della classe soltanto i granata di Davide Nicola sono stati infatti in grado di portare a casa almeno un punto. Per il resto soltanto sconfitte: il Crotone battuto in casa dal Sassuolo (1-2), il Cagliari beffato in extremis dall’Atalanta alla Sardegna Arena (0-1) e la Fiorentina sconfitta a Genova dalla Sampdoria (2-1).

TURIN, ITALY – FEBRUARY 13: Mattia Perin and Davide Zappacosta of Genoa C.F.C. interact following the Serie A match between Torino FC and Genoa CFC at Stadio Olimpico di Torino on February 13, 2021 in Turin, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

TREND – Con 16 partite da giocare e ancora 48 punti a disposizione chiaramente qualunque scenario resta ancora aperto, con altre squadre momentaneamente più tranquille quali Benevento, Udinese e Spezia che potrebbero nei prossimi mesi essere risucchiate nel pantano da Torino & company. Al momento però c’è da constatare la terribile media punti delle ultime quattro in classifica: basti pensare che i granata – attualmente quartultimi – sono la squadra che ha raccolto più punti nelle ultime 5 partite (5 ). Fermo a 3 invece il Crotone fanalino di coda e capaci di raccogliere addirittura un solo punto nelle ultime 5 partite il Parma di D’Aversa e il Cagliari di Di Francesco.

TURIN, ITALY – FEBRUARY 13: Kevin Strootman of Genoa interacts with Andrea Belotti of Torino FC during the Serie A match between Torino FC and Genoa CFC at Stadio Olimpico di Torino on February 13, 2021 in Turin, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

QUOTA SALVEZZA – Per questo motivo non appare utopistico ipotizzare che quest’anno potrebbero bastare molti meno dei fatidici 40 punti per riuscire ad assicurarsi la permanenza in Serie A. Un dettaglio che non può lasciare indifferente il Torino, che ad oggi dista ben 23 lunghezze dalla suddetta “quota salvezza” e per raggiungerla dovrebbe raccogliere una media di 1,44 punti a partita da qui al termine della stagione. Che dire poi dello storico degli anni precedenti: la scorsa stagione il Genoa riuscì a salvarsi in extremis con 39 punti (ne sarebbero bastati 36 per la salvezza matematica), mentre nel 2018/2019 al Grifone ne servirono ben 38 per mantenere la categoria. Più probabile però, numeri alla mano, che si possa verificare una situazione più simile a quella della Serie A 2016/2013, che vide il Crotone di Nicola salvarsi con 34 punti con una salvezza matematica ferma addirittura a 33.

26 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. 31082018 - 2 settimane fa

    Quest”anno si chiude minimo a 40 punti massimo a 44. Segnatevelo. Forza Vecchio Cuore Granata Sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. olivia - 2 settimane fa

    Non possiamo fidarci di rimanere quart ultimi.Si rischi troppo.Dobbiamo coinvolgere nella lotta almeno altre due squadre.Dobbiamo puntare ai 40 punti non possiamo fidarci.Nicola ha capito finalmente quello che GIAMPAOLO GRANDISSIMA TESTA DI CAZZO NON AVEVA CAPITO.Cioe’ che per salvarci SIRIGU IZZO e NKOULOU sono FONDAMENTALI.Diciamo che ci servirebbe anche MORETTI.Grande MORETTI quanto ci manchi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Tifoso da Malta - 2 settimane fa

    Contro il Cagliari umilmente io suggerisco una attacco forte con tre attacanti – Belotti – Bonazzoli – Sanabria.
    Poi c’e’ Verdi o Zaza/Lukic
    Appogiati con Ansaldi – Rincon – Mandragorla – Singo
    Poi una difeza con Izzo – Nkolou – Bremer
    E un turno di riposo per Sirigu.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. NEss - 2 settimane fa

    Cosa si guadagna a rimanere in A?
    Una 70ina di milioni in diritti tv.

    Se pensate che il Torino fatichi a fare una buona squadra quando i soldi ci sono, pensate quanto sara’ difficile dovendo ricostruire tutto da zero.

    Non e’ che vai in B, l’anno seguente torni in A e punti alla coppa campioni. I tempi sono cambiati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Malco160576 - 2 settimane fa

    Sono daccordo con Leggendagranata. Questa squadra al massimo arriverà a 35 punti. Questo significa 21 nel girone di ritorno. Per me non saranno sufficienti. Cagliari e Parma arriveranno a quella quota. Secondo me, mi ripeto, devono assolutamente arrivare per salvarci i 3 punti a tavolino di Toro-Lazio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianTORO - 2 settimane fa

      …guarda che la fatina del dentino non esiste purtroppo…sigh

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. come un pugno chiuso - 2 settimane fa

    che la quota salvezza si sia abbassata è una speranza,
    che la cairese sia un palese oltraggio a quello che fu il Toro, invece,
    è ormai una certezza !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Roberto - 2 settimane fa

    È ovvio che con il Cagliari è fondamentale non perdere, vincendo metteremmo 5 punti e sarebbe tanta roba, ma soprattutto dovremmo accorciare con le altre squadre, perché ridurci a giocare la salvezza in sole 4 squadre, sarebbe troppo pericoloso… I pareggi fanno solo…. Morale bisognerà iniziare a vincerne qualcuna… Altrimenti è un casino….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. gianTORO - 2 settimane fa

    la faccia di Belotti della prima foto vale più di 100.000 commenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bordeauxgranata - 2 settimane fa

      Quando lo vedo testa bassa tentare di sfondare la difesa avversaria, mi commuove: ha capito che intorno a lui c’è il nulla, nessun compagno pronto a sostenerlo.
      Zaza avrà una media di 200 metri corsi a partita, Verdi non lo ritengo manco più in calciatore. Quella punizione alla fine dimostra quanto al ragazzo non gli importi un fico secco del Toro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. christian85 - 2 settimane fa

    …. metto le mani avanti, visto come stanno le cose…

    Vorrei porre una domanda a tutti, ma se per caso veramente dovessimo salvarci, che cosa ce ne viene in tasca, visto che il prossimo anno sarà uguale se non peggio di questo e dell’anno scorso ?

    Che utilità avrebbe salvarci ?

    Nemmeno io vorrei scendere in B,
    ma nemmeno ripetere un altro anno ancora cosi come quest’anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 2 settimane fa

      Una retrocessione è una cosa che rimane nella storia di una società, esattamente come uno scudetto. Ognuno di noi spera il meglio per il toro, non certo di retrocedere! Il toro non è solo toro e basta, è anche una squadra che partecipa ad una competizione sportiva a livello agonistico e professionistico… che vuoi dire con “cosa ci cambia retrocedere?!?” Che poi questa società debba essere rivoluzionata a partire dal presidente, questo poco centra con il risultato sportivo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. bordeauxgranata - 2 settimane fa

      Attento che i dementi ti accusano di essere gobbo.
      Hai perfettamente ragione, siamo tornati alla dimensione pre-Ventura..lo sport é ambizione, non é sopravvivere sperando di godere ogni 10 anni..
      Liberarsi di Urb-ANO é la cosa più importante

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Toroperduto - 2 settimane fa

      Hai assolutamente ragione, me lo chiedo pure io ogni volta.
      Ma tanto viviamo di speranze per cui ho la speranza restando in a che un giorno cambieremo presidenza.
      Abbiamo più probabilità che il porco ci ceda in a che in b

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. christian85 - 2 settimane fa

        Ciao toroperduto

        Infatti.. esattamente.. ma firmerei per andare in B e liberarmi di quello schifoso.
        Veramente se non se ne può più!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Granatapersempre - 2 settimane fa

    Venerdì è fondamentale non perdere, anche se temo questo ci porterà a fare la solita partita per non prenderle sempre col rischio di prendere la pera in qualunque momento, mentre invece sarebbe una partita da vincere senza se e senza ma. Però abbiamo visto l’incapacità cronica di fare gioco oltre al fatto di avere pure l’incapacità di fare dei contropiedi decenti (cosa che ha imparato invece a fare il Genoa e si vedono i risultati). Non oso pensare alla devastazione psicologica che creerebbe un eventuale sconfitta, però i giocatori deve mettersi in testa che in serie A un passaggio facile non si può sbagliare e che la testa deve essere tenuta alta. E poi è possibile che Verdi sia l’unico in grado di battere (in tribuna) le punizioni? Cacchio li metterei tutti a battere le punizioni tutte le sere fino a mezzanotte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. FORZA TORO - 2 settimane fa

    anche se le vittorie servono e serviranno come il pane se vogliamo salvarci,questa è la dimostrazione che i pareggi in chiave salvezza hanno un peso specifico molto maggiore,ma è una cosa risaputa,quindi andiamoci piano a schifare certi risultati,saranno inutili solo se non accompagnati di qualche vittoria

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. stanislaobozzi - 2 settimane fa

    lotta salvezza limitata alle quattro peggiori squadre del campionato…

    la meno peggio è il cagliari e quindi per venerdì temo l’ennesima sconfitta negli scontri diretti decisivi… il toro di cairo è maestro nel fallire gli appuntamenti decisivi

    non credo possano essere coinvolte altre squadre anche se vedo più in crisi la fiorentina che benevento o spezia

    sarà comunque una via crucis fino alla fine del campionato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 2 settimane fa

      che quest’anno fosse una via crucis o comunque una stagione molto tribolata,ne ero pressochè certo,tanto che avevo risposto ad un utente che sperava di chiudere l’andata con 20/22,che io me ne “auguravo” 15/16 e facendo un ritorno discreto avremmo raggiunto i 40,purtroppo difficilmente sarà così

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. abatta68 - 2 settimane fa

      Spezia e benevento stanno facendo un bellissimo campionato, quale crisi?!? Prima di quest anno non pensavo nemmeno che avessero una squadra di calcio!! Chi mi sorprende in negativo, oltre al toro che non ha eguali, è la fiorentina, che ha buoni giocatori e ha fatto anche alcune partite ad alto livello, non capisco come possa essere messa così male.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. leggendagranata - 2 settimane fa

    Se le cose andassero un pochino meglio (ma non troppo),arriveremo a 35 punti (4 vittorie, 6 pareggi e 6 sconfitte), bastera? Se nessuna di quelle che stanno dietro innesca la quarta e se qualcuna di quelle che ci stanno davanti non sfodera contro di noi prestazioni maiuscole forse sì. Questo è realisticamente a tutt’ oggi il nostro potenziale, ma certo bisogna osare un po’ di più rispetto alla gara col Genoa. Come ho scritto in altra sezione di questo sito, Nicola deve lasciar perdere i mediocrissimi “rinforzi” voluti da Giampaolo, schierare il tridente (due punte + Verdi esterno al loro servizio), provare un centrocampo con Baselli, Mandragora, Rincon, in difesa Ansaldi, ‘Nkoulou , Izzo e Singo, in porta Sirigu. Altro di meglio il convento non passa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 2 settimane fa

      Sono daccordo, perlomeno in partite in cui puoi centrare i tre punti, come contro il sassuolo e il crotone. A cagliari invece bisogna fare una partita cinica e intelligente.. se perdiamo siamo fottuti, loro sono costretti a vincere. Cerchiamo di essere furbi noi una volta nella vita e sfruttare questa situazione a nostro favore.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. bordeauxgranata - 2 settimane fa

    Non amo ripetermi ma per salvarsi servono 5/6 vittorie e altrettanti pareggi…
    Nelle condizioni in cui ci troviamo e con la sterilità offensiva che abbiamo, mi pare molto complicato.
    Non é disfattismo, ma onestà intellettuale, quella che non appartiene a molti qui dentro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. tric - 2 settimane fa

    Attenti al Cagliari! Si salverà. Bisogna risalire la classifica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. suoladicane - 2 settimane fa

    CAIRO CONTUBALE INCOMPETENTE
    CAIRO VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. GranataFinchCampo - 2 settimane fa

    Se arriviamo a 36 è un miracolo.

    Poi mi auguro di essere smentito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy