Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

toro

Toro, il decimo posto è irraggiungibile: non scattano i premi per i giocatori

VERONA, ITALY - APRIL 23:  FC Torino president Urbano Cairo looks on prior to the Serie A match between AC ChievoVerona and FC Torino at Stadio Marc'Antonio Bentegodi on April 23, 2017 in Verona, Italy.  (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Focus on / Qual è stato l'impatto economico del Covid sulle casse del Toro?

Silvio Luciani

"Risparmio in vista per le casse del Torino. Niente premio per il raggiungimento dell'obiettivo stagionale per i giocatori granata. Il decimo posto, fissato come obiettivo nell'accordo post-Covid tra società e giocatori, è ormai irraggiungibile e per questo l'impatto del monte ingaggi sarà minore sul bilancio 2020 del Torino FC. L'accordo formalizzato a fine giugno, infatti, prevedeva la conversione di una parte dell'ingaggio (corrispondente ai mesi in cui il campionato è rimasto fermo causa Coronavirus) in un premio legato al raggiungimento dell'obiettivo decimo posto che, ormai, è fuori portata matematicamente.

"L'IMPATTO DEL MONTE INGAGGI - Com'è facile comprendere, quindi, il taglio che riguarda i mesi del lockdown è diventato definitivo. La società di Via dell'Arcivescovado compenserà con il taglio di parte del monte ingaggi (circa il 25%), i mancati introiti del botteghino e - soprattutto - l'ultima rata dei diritti tv. I mancati incassi da stadio, bilanci alla mano, sono stati quantificati per un milione di euro. A questa cifra, poi, vanno aggiunti gli eventuali rimborsi delle quote degli abbonamenti (con o senza voucher: il Torino deve ancora definire le modalità) e soprattutto le incognite sulla situazione conflittuale con Sky per ciò che riguarda il mancato versamento dell'ultima tranche per i diritti televisivi.

"E I DIRITTI TV - La situazione su questo fronte è ancora molto calda. La Lega Serie A ha diffidato Sky per non aver versato entro maggio l'ultima rata dell'accordo e il Tribunale Civile di Milano, il 6 luglio, ha emesso un decreto ingiuntivo (non esecutivo) nei confronti del colosso dei media. Da quanto risulta, pur essendo ancora all'interno del termine di 40 giorni per adempiere o proporre l'opposizione al decreto ingiuntivo (portando, quindi, la questione in tribunale), Sky non ha ancora versato l'ultima rata e la battaglia potrebbe continuare. È sicuramente questa la voce che impatta maggiormente sulle casse del Toro e il "risparmio" del monte ingaggi è una magra consolazione in attesa che i vertici del calcio italiano risolvano questo annoso problema.

Potresti esserti perso