Toro, sabato arriva l’Atalanta: il riscatto passa da una gara tutt’altro che facile

Verso la partita / I granata sono ancora un cantiere aperto, la squadra di Gasperini può invece contare su un’identità ben definita

di Redazione Toro News

Dopo la Fiorentina, ecco subito l’Atalanta. Non è sicuramente un avvio di campionato facile quello del Torino, ancora un cantiere aperto, che sabato alle 15 ospiterà la squadra di Gian Piero Gasperini. Bergamaschi che faranno il loro esordio stagionale, dopo il rinvio della prima giornata per gli impegni estivi in Champions League.

LEGGI ANCHE: Le tre sentenze di Fiorentina-Torino 1-0: la certezza è sempre Sirigu, ma manca il regista

SQUADRE ALL’OPPOSTO – Situazioni all’opposto per i due allenatori. Marco Giampaolo sta infatti facendo i conti con una squadra ancora senza tasselli importanti ed alle prese con una profonda rivoluzione culturale. A Firenze si è già intravisto qualcosa del nuovo credo tattico dei granata, ma il tecnico avrà ancora bisogno di molto tempo per plasmare a dovere la squadra. Tempo di cui non ha bisogno Gasperini, la cui Atalanta è ormai una macchina rodata. I bergamaschi hanno un’ossatura consolidata ed un’identità precisa: la situazione ideale, insomma, per fronteggiare un’estate decisamente diversa dal solito.

LEGGI ANCHE: Primavera, le pagelle di Torino-Lazio 2-3: Guerini gol. Pirola per poco non prende il rigore

LA CONDIZIONE – Elemento fondamentale della gara sarà anche la tenuta atletica delle due squadre. A Firenze il Toro ha avuto un crollo nella seconda frazione, in cui ha lasciato il pallino del gioco ai viola. Sarà invece un’incognita la condizione dell’Atalanta, che ha ritardato ulteriormente la preparazione per gli impegni in Champions League. Nelle scorse stagioni i bergamaschi nelle prime giornate avevano mostrato una condizione non ancora ottimale, ma questo nuovo campionato è destinato a fare storia a sé. Quel che è certo, però, è che il riscatto dei granata passerà da una partita tutt’altro che facile.

39 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. maxgemelli - 1 mese fa

    Se Giampaolo avesse i coglioni e dal mercato non arrivassero i rinforzi che ha richiesto, dovrebbe dimettersi, specialmente se sabato perdessimo anche con l’Atalanta. Appunto… se li avesse…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gm - 1 mese fa

    Altre 7 pere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. leo67 - 1 mese fa

    Sei peggio
    dei GOBBI MAIALI

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. leo67 - 1 mese fa

    Nano pagliaccio affarista VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. abatta68 - 1 mese fa

    Cerchiamo di stare in campo ordinati, magari giocando più coperti nel primo tempo, senza correre inutilmente. Cerchiamo di addormentare un po la partita, per poi provare a giocarcela verso la fine. Non serve a nulla fare un primo tempo a tutta… se non ne hai non ne hai! Poi l articolista può anche dire che questa è un’altra stagione, ma non sa quel che dice.lo stato di forma nello sport dipende da varie fasi di allenamento, mica da un calendario! Qui poi non è finita nessuna stagione.. domenica sarà la 40esima giornata di del campionato lega covid 2019-20-21!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. michelebrillada@gmail.com - 1 mese fa

    è impensabile vedere rincon glionito fare il regista meite non serve a nulla e andiamo avanti cosi facciamo pena e ridere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rogozin - 1 mese fa

      Brutto leggere ste schifezze su un giocatore che semplicemente fa quello che gli chiedono di fare secondo le sue possibilità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. maxx72 - 1 mese fa

      Sig.Brillada il suo commento è semplicemente vergognoso. Mi spiega lei cosa ci può fare Rincon se gli chiedono di fare il regista? Lui è pagato e esegue senza discutere anche se gente come lei lo sa solo insultare. Lei di calcio capisce una mazza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Bastone e Carota - 1 mese fa

    Cairo è stato inteso male, non ha detto “apriamo un ciclo”, ma “abbiamo un triciclo”. E ora ci tocca pedale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. policano67 - 1 mese fa

    Alla fine ci ritroviamo con gli stessi ke ci stavano portando in b.le lacune nn so state colmate in mezzo al campo.linetty serve a poco e niente se vicino ci rimetti meite e rincon.mercato incompleto e inutile a sto punto.a firenze di buono ce stato poco e l atalanta fara man bassa.con questi giampaolo nn arrivera a novembre.ennesimo fallimento e lo dimostra anke il fatto ke in uscita nessuno compra i nostri fenomeni.urbanetto gia tira na brutta aria per te a comincia dalla prox

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Bischero - 1 mese fa

    Sarà durissima. Ma meglio incontrarli ora che fra 1 mese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 1 mese fa

      Si ma… cosa cambia? Quelli che hanno oltretutto un problema di condizione fisica siamo noi!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. fabio.tesei6_13657766 - 1 mese fa

    Primo tempo 2+over 3,5. Gianpaolo via prima di subito. I maestri servono nelle scuole come il pane nel calcio basta un allenatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 1 mese fa

      …e chi vuoi prendere a sto giro? Non ti sono bastati 4 allenatori in 4 anni?!? Davvero pensi che il problema sia l allenatore? Pensa che io non l ho mai pensato, oggi mhjailovic non avrebbe fatto peggio di così!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabio.tesei6_13657766 - 1 mese fa

        Infatti mhjailovic non era da mandare via. Ha praticamente giocato un intero girone senza il gallo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Tommydado - 1 mese fa

    Io pultroppo sono veramente nero non si può non si può …altro che nuovo ciclo non sa nemmeno cos’è un ciclo il nano …per prima cosa bisogna comprare giocatori validi e vendere il 90% di quelli che sono attualmente in rosa …ma per fare questo ci vanno persone che sappiano scovare i nuovi talenti magari giovani valorizzare i tanti che arrivano dalla primavera e un allenatore giovane che sia anche del toro e capace come era Longo e non sta roba sta accozzaglia che sembra sia messa in piedi per un solo motivo …retrocedere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. granatasky - 1 mese fa

    Sabato la DEA batte il record.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Messere Granata - 1 mese fa

    Prendendo fino a 6 goal, Cairo “direbbe bene”. Saremmo migliorati. Io, intanto, preparo l’elmetto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Nero77 - 1 mese fa

    L unica nota positiva della sconfitta con Dea,perché sarà sicuramente così,è un altra settimana di silenzio del nostro parsimonioso presidente!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 1 mese fa

      in genere i parsimoniosi vagliano bene come spendere i soldi e molte volte li spendono bene. I; nostro invece unisce incompetenza sportiva e manageriale (nel calcio) alla parsimoniosita’.. speriamo sparisca..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. rb27 - 1 mese fa

      Io giá proposi, é bene che sparisca. La faccia da presidente ce la faccia mettere a qualcun altro, che può essere ancora visto dall’ambiente Toro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Guevara2019 - 1 mese fa

    È molto difficile che il Toro contro l’Atalanta sia anche di poco diverso da sabato, sarei soddisfatto di vedere un po’ di gioco e di cancellare il secondo tempo di Firenze.

    L’unica speranza per noi, è che la dea sia ancora imballata, causa l’appendice di champions che ha ritardato la preparazione.
    Penso anche per i bookmaker non ci siano dubbi sul 2 in schedina, solo il risultato finale non è prevedibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 1 mese fa

      non posso che concordare su tutto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Granata69 - 1 mese fa

    D’accordo che è la prima e magari non siamo in perfetta condizione, ma non saremmo crollati fisicamente se avesse fatto i cambi per tempo. Non mi sembra una novità che Ansaldi e Meite corrono ( per modo di dire) per 50 o 60 minuti al massimo. Posso capire se avessi ancora solo tre cambi a disposizione che temporeggi un pochino, ma adesso manco solo si possa cambiarli tutti, e tu aspetti di essere sotto?
    Ps. Per chi non ha seguito la partita su sky, nella sosta al 22esimo per il cooling break Izzo si è lamentato con i compagni che secondo lui avevano mollato. Chi è che si è fatto fregare come un pollo 8n occasione del gol? Pensa che simpatico gli deve stare ai suoi compagni sto fenomeno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Ardi - 1 mese fa

    La sconfitta con la Fiorentina e l’evidenza che la squadra è incompleta e carente non solo a centrocampo hanno tolto qualsiasi alibi alla dirigenza del Torino e così inizia la settimana della verità visto che il calciomercato è nel pieno dello svolgimento. Dopo Rodriguez, Linetty, Vojvoda e Murru altri rinforzi non sono arrivati per Giampaolo, soprattutto, mancano quelli del regista e del trequartista, ma sia chiaro servono anche un difensore centrale, una mezzala e un attaccante. Alla voce cessioni, che dovrebbero finanziare  i nuovi ingressi, lasciato andare via De Silvestri per fine contratto solo Aina ha fatto le valige, a parte qualche giovane.
    E’ tutta una questione di soldi. I giocatori che interessano costano per Cairo troppo e in alcuni casi hanno ingaggi superiori a quelli che normalmente elargisce ai suoi giocatori e le richieste per chi non rientra più nei piani tecnici sono eccessivamente alte per cui anche chi è interessato attende sperando che i prezzi calino. Sabato al Grane Torino Olimpico arriverà l’Atalanta e se con la Fiorentina la squadra pur soffrendo ha tenuto botta un tempo con la formazione di Gasperini potrebbe andare anche peggio e l’umiliante 7 a 0 del 25 gennaio scorso è troppo vivido per non destare ai più grande preoccupazione.
    Torreira e Ferrari sono l’emblema dello stallo. Da settimane non si fa che parlare di trattative in ballo per arrivare a Lucas Torreira, il regista, dell’Arsenal e a Gian Marco Ferrari, difensore centrale, del Sassuolo,  ma della conclusione delle operazioni neppure l’ombra. L’Arsenal a tutti quelli che gli chiedono Torreira dice che lo cede per 24 milioni e ieri l’amministratore delegato del Sassuolo Giovanni Carnevali ha dichiarato che il Torino non ha fatto offerte ufficiali e quella riportata dal procuratore del giocatore, 7-8 milioni, è ritenuta troppo bassa. E per Andersen, Krunic, João Pedro, Perreyra, Praet, Ramirez e Vera, i più gettonati fra gli altri papabili rinforzi per Giampaolo, chiacchiere e ancora chiacchiere, ma nulla di concreto. E alla voce cessioni non va tanto meglio, in uscita restano su tutti Izzo, Lyanco, Djidji, Falque  e Edera.
Quella che inizia oggi è una settimana cruciale per il mercato del Torino perché il campionato ha reso il via ed è già in salita e alla chiusura delle trattative mancano quindici giorni nei quali o si registreranno veloci operazioni oppure i potenziali rinforzi rischiano di accasarsi altrove e, ad esempio, per Torreira è sceso in campo l’Atletico Madrid che potrebbe portarsi via il giocatore a stretto giro di posta. Ridursi all’ultimo e poi dare a Giampaolo seconde, terze o quarte scelte o peggio ancora non dargli proprio nulla sarebbe una colpa grave.
Ho preso l’articolo da altro sito, questa è la realtà precisa di come stanno le cose

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

    Firmerei oggi vista la situazione per 27 punti nel girone di andata. Gli stessi fatti da Mazzarri e che ci hanno consentito di salvarci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 1 mese fa

      eh si,io mi accontenterei di 15/16 sperando che avendo appresole “conoscenze”,la squadra faccia un girone di ritorno,normale

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

        Con 15 punti non ti salvi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. rb27 - 1 mese fa

    Tutti temono giustamente che qui il ri-SCATTO lo faccia soltanto la Dea… speriamo vivamente non siano in vena di segnare più di tre reti stavolta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. FORZA TORO - 1 mese fa

    con la Dea sarà un’altra più che probabile sconfitta,ma non mi aspettavo altro,la speranza,ma la vedo dura, è essere sopra le ultime tre alla fine del girone d’andata e naturalmente alla fine,ci vorrà tempo sempre che basti SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. ziketto - 1 mese fa

    IL RISCATTO DI CHI?????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

    A me Atalanta a parte che ci è superiore, fa paura il genoa.
    Le squadre di Maran partono a razzo per poi crollare nel girone di ritorno.
    Incontrarla alla 3 terza di campionato non è il massimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. f_p_b_qsv_14554814 - 1 mese fa

    Riscatto ? Ma di che cosa vi fate !??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. christian85 - 1 mese fa

    basterebbe non aspettarsi nulla… come del resto ormai c’è ben poco da aspettarsi.
    Il mercato ha parlato chiaro, quindi niente aspettative.

    L’unica aspettativa strana potrebbe essere che con questa squadra Giampaolo riesca a piazzarsi tra l’8 e il 10 posto.. ma di certo di buono c’è ben poco.

    Grazie come sempre al nostro amato presidente che ce la mette tutta ogni anno a darci gioie e dimostrare che ci prova a fare il suo meglio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. MASSIMO64 - 1 mese fa

    E’vero,quello della preparazione fisica mai perfetta e’ una problema ricorrente.Vero mistero

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. redman - 1 mese fa

    Basteranno le dita delle due mani per conteggiare i gol? Povero Sirigu

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. ALESSANDRO 69 - 1 mese fa

    È un anno e mezzo che abbiamo benzina solo per 60-70 minuti.
    Ma qual’é il problema….???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dingo68 - 1 mese fa

      Facciamo da una vita, non ricordo mai che abbiamo sovrastato qualcuno di forza e di corsa, forse solo nel periodo Europa league.
      È dire che si era parlato di un preparatore atletico coi controfiocchi, e va da sé che la fiorentina avesse i nostri stessi giorni di riposo, eppure loro correvano noi no.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 1 mese fa

        Veramente l’anno dei 63 punti molte partite le abbiamo vinte nei secondi tempi e per quanto il nostro gioco fosse brutto nessuna squadra ci ha mai surclassato al livello fisico. Dalla scorsa stagione in avanti non si è capito più nulla…

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy