Calciomercato Torino, Carlao non nei piani: il brasiliano verso l’addio, le ipotesi

Calciomercato Torino, Carlao non nei piani: il brasiliano verso l’addio, le ipotesi

Calciomercato / Il futuro del difensore brasiliano sembra essere sempre più lontano dal capoluogo piemontese

di Redazione Toro News

L’avventura di Carlao con la maglia del Torino sembrerebbe essere arrivata ai titoli di coda. Il difensore brasiliano, dopo appena sei mesi, potrebbe dunque dire addio alla causa granata. Terminata da poco la sua prima stagione sotto la Mole, il ragazzo ha vissuto una seconda parte di campionato piuttosto negativa: appena 4 presenze, prestazioni poco convincenti e un brutto quanto sfortunato infortunio al gomito che ne ha condizionato la disponibilità. Se a questo si aggiungono gli arrivi di Lyanco e Bonifazi – che non saranno gli unici – nel pacchetto di difensori centrali, il quadro è completo. Proprio per queste ragioni il classe ’86 ex-Apoel sembrerebbe essere finito ai margini del progetto tecnico di Mihajlovic.

Ma quale sarà allora il suo futuro? Attualmente le piste del mercato lo porterebbero lontano dal capoluogo piemontese, con il ds Gianluca Petrachi che nella giornata di ieri ha incontrato l’entourage del giocatore per fare il punto sul futuro. Carlao, dal canto suo, non ha mai nascosto il desiderio di voler tornare a giocare in patria, in Brasile, dove manca ormai da diversi anni: “Sono da molto tempo fuori dal Brasile – aveva dichiarato il giocatore in un’intervista rilasciata al giornale ESPN Brasil – Arriva il momento in cui pensi di voler rimanere più vicino alla famiglia. Il Torino crede in me, ma se sorgesse qualche opportunità, la valuterei con molta attenzione.”  A questo punto la situazione pare chiara e ben delineata: se la dirigenza granata dovesse decidere che il giocatore non fa più parte del progetto tecnico, potrebbero aprirsi per lui le porte della cessione. 

carlao

Tra società e giocatore c’è unità d’intenti: nessuno sembrerebbe intenzionato a mettere i bastoni tra le ruote e, anche per questa ragione, non è da escludersi l’eventualità della rescissione consensuale del contratto tra Carlao e il Torino. Da quando è approdato in granata infatti, il brasiliano si è dimostrato sempre disponibile e molto professionale e se dovesse presentarsi per lui l’occasione di tornare in patria, la società di via Arcivescovado non gli tarperebbe certo le ali. E’ vero, cederlo dopo appena sei mesi, sarebbe una chiaro passo indietro del Torino che ammetterebbe così di aver sbagliato l’investimento. E’ altrettanto vero però, che l’esborso per acquistare il difensore dall’Apoel Nicosia è stato limitato: 500.000 Euro di clausola rescissoria. Inoltre, un addio a titolo definitivo e verso l’estero libererebbe per il Torino uno slot per gli extracomunitari. Tanti motivi, dunque, per andare verso una separazione consensuale, in attesa di capire il modo migliore per portarla a compimento. E il futuro di Carlao ad oggi sembra lontano da Torino.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. valex - 1 anno fa

    Sarà dura rinunciare a questo campionissimo che non ha nulla da invidiare a Beckembauer, ma ce ne faremo una ragione.
    :-)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. LoviR - 1 anno fa

    Va mach….meglio Bonifazi e Lyanco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. torinodasognare - 1 anno fa

    Hai proprio ragione….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. FVCG'59 - 1 anno fa

    Obrigado! Arrivederci e buon rientro in Brasile: nessun rimpianto, anzi, ci si chiede come fanno giocatori così a portare via le opportunità di giocare a tanti giovani italiani, ben più forti e promettenti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. osvaldo - 1 anno fa

      COME SI FA? BISOGNEREBBE CHIEDERE A CAIRO E PETRACHI!
      oSVALDO

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. FVCG'59 - 1 anno fa

        È quello che c’è dietro veramente che non sapremo mai, perché altrimenti non si spiega come uno così possa essere comprato…

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy