Calciomercato Torino, il futuro della difesa: più facili cessioni che altri acquisti

Calciomercato Torino, il futuro della difesa: più facili cessioni che altri acquisti

Il punto / Sei centrali di proprietà, più la questione Castan da dirimere: e Mihajlovic gioca con due difensori. Il piano ad oggi è puntare su Lyanco e Bonifazi come titolari del futuro

Non è un mistero che il Torino stia già pensando alla prossima stagione, con il calciomercato estivo che è di fatto iniziato con mesi di anticipo: il portiere Milinkovic-Savic e il difensore Lyanco sono già stati acquistati, prima dell’apertura delle liste, e sono già a Torino per allenarsi con la squadra di Mihajlovic. Un bel segnale da parte della società granata, che sta facendo capire come la programmazione del futuro sia all’ordine del giorno. Proprio l’acquisto di Lyanco, insieme ai rinnovi di Kevin Bonifazi (uno dei migliori prospetti italiani nel ruolo di difensore centrale, attualmente in prestito alla Spal) ed Emiliano Moretti, permette di farsi un’idea su quello che sarà il pacchetto arretrato con cui il Torino affronterà la prossima stagione. La difesa è stato il reparto che più ha evidenziato lacune in questa stagione, essendo attualmente la quart’ultima del campionato per reti subite.

lyanco

Lo stato dei fatti attualmente parla di sei difensori centrali di ruolo che il Torino ha sotto contratto. I già menzionati Lyanco e Bonifazi, giocatori di prospettiva che devono ancora esordire in Serie A; gli esperti Rossettini e Moretti, pedine affidabili, che sono stati i titolari per gran parte di questa stagione; in più Carlao (“Mi sembra che sia un giocatore che può farci comodo in futuro”, sono state le parole recenti di Urbano Cairo), che però ha avuto parecchi problemi fisici questa stagione (anche se l’ultimo problema al ginocchio non desta grandi preoccupazioni e non dovrebbe impedirgli di tornare a disposizione, se non per il Chievo, almeno per la Sampdoria), e Arlind Ajeti, effettivamente il più deludente del lotto, stando a quanto ha detto il campo.

FLORENCE, ITALY - FEBRUARY 21: Kevin Bonifazi of Italy poses during the official portrait session at Coverciano on February 21, 2017 in Florence, Italy. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)
FLORENCE, ITALY – FEBRUARY 21: Kevin Bonifazi of Italy poses during the official portrait session at Coverciano on February 21, 2017 in Florence, Italy. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Non è finita qui, perchè in rosa c’è anche quel Leandro Castan che nella prima parte di stagione è stato leader indiscusso della difesa granata, per poi perdersi completamente i primi mesi del 2017 per una serie infinita di problemi muscolari (il 9 gennaio scorso l’ultima presenza, sul campo del Sassuolo). La sua è una situazione tutta da decifrare, col Torino che attualmente detiene il giocatore in prestito secco dalla Roma, con il gentlemen agreement di ridiscutere poi il futuro del brasiliano a fine stagione.

TURIN, ITALY - MARCH 18: Emiliano Moretti (L) of FC Torino competes with Ivan Perisic of FC Internazionale during the Serie A match between FC Torino and FC Internazionale at Stadio Olimpico di Torino on March 18, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
TURIN, ITALY – MARCH 18: Emiliano Moretti (L) of FC Torino competes with Ivan Perisic of FC Internazionale during the Serie A match between FC Torino and FC Internazionale at Stadio Olimpico di Torino on March 18, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Considerando che Mihajlovic, che sarà l’allenatore del Torino anche per la prossima stagione, potrà anche cambiare modulo ma non derogherà dalla difesa a quattro, ecco che in sei giocatori (più eventualmente Castan) per due posti sono già sufficienti, almeno dal punto di vista numerico. Allo stato dei fatti, è più facile pronosticare delle partenze (Ajeti può essere il primo candidato) piuttosto che degli arrivi, nel pacchetto centrale. Lyanco e Bonifazi come titolari del futuro, alle loro spalle gli esperti Rossettini, Moretti e Carlao: i piani di partenza possono essere al momento questi, per un Torino che a questo punto concentrerebbe i maggiori sforzi del mercato in entrata sul centrocampo.

9 commenti

9 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. die granata - 5 giorni fa

    Io prenderei un terzino e un centrale….io de silvestri ajeti e avelar li farei fuori…..i soli lyanco e bonifazi nn bastano….un paio di centrocampisti forti e direi che siamo apposto…anche se prenderei el sharawy

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. stevetoro - 6 giorni fa

    serve un terzino sinistro che si alterni a barreca,e uno destro con zappacosta, via ajeti-de silvestri-molinaro e avelar e obi,terrei castan,ma servono 2 centrocampisti forti, e se non arrivano l’europa non si raggiunge nemmeno l’anno prossimo, e poi serviranno 2 punte valide x sostituire maxi e belotti che non rimarranno a torino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. miele - 6 giorni fa

    Affidarsi ai due giovani inesperti con Rossettini e Moretti 37enne uniche alternative mi pare un azzardo. Serve assolutamente un difensore di livello, senza dimenticare che anche come terzini e portieri bisognerà fare qualcosa. Poi ovviamente, il centrocampo è da irrobustire. Se Cairo ha intenzioni serie non deve far altro che provvedere: il lavoro non gli manca certo. Speriamo che anche la volontà non faccia difetto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. echoes - 6 giorni fa

    Direi che Ajeti, De Silvestri e Castan possono anche non essere confermati.
    Serve un terzino muscolare, un centrocampista altrettanto muscolare, un portiere con esperienza, e qualcuno che affianchi Belotti al posto del probabile partente Maxi Lopez.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. osvaldo - 6 giorni fa

    Io Castan lo terrei. Tra tutti mi sembra il più tecnico e chiaramente quello abituato a giocare in…alta quota. Sono convinto che giocherebbe molte patrtite da titolare.
    Sacrificherei Ajeti e Carlao(a me sembra che attualmente occupa un posto da extracomunitario.
    Rossettini buona alternativa ai titolari,Moretti Eccellente alternativa ai titolari.
    Il problema della difesa rimane il portiere(scusate se è poco! – Hart non ci ha reso per quello che si aspettava da lui) e, la…mentalità del mister!
    sempre forza Toro
    Osvaldo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. prawn - 6 giorni fa

    Sarebbe stato bello aver provato Castan e Moretti centrali, sicuramente i due con più esperienza e qualità.
    Per quello visto fin’ora Ajeti, Carlao e Rossettini possono anche partire.
    Carlao specialmente perché copre un posto extracomunitario senza dare chissà quali garanzie o prestazioni.
    Comprare Castan è un po’ un rischio ma magari un altro anno in prestito…
    Non c’avevo mai pensato prima ma il calo della difesa può anche essere attribuito all’assenza di Castan.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dbGranata - 6 giorni fa

      Non sono d’accordo su Rossettini, ha fatto un grande campionato e merita la riconferma come riserva. Su Carlao invece ti sbagli, grazie alla moglie di discendenze italiane non occupa un posto da extracomunitario.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. rokko110768 - 6 giorni fa

    Facciamo la conta. Terzini destri: Zappacosta e De Silvestri. Terzini sinistri: Barreca e Molinaro.
    Centrali difensivi: Rossettini, Moretti, Lyanco, Bonifazi.

    Da comprendere Carlao che però ci potrebbe stare come alternativa esperta ed anche come eventuale laterale sinistro difensivo.
    Ajeti via in qualunque modo.

    Un centrale difensivo forte penso manchi comunque, vedi i nomi che circolano da sempre (Vida, Simunovic, Abdennour). Io propendo per Abdennour, tuttavia 6 difensori centrali son tanti, troppi per la stagione che verrà del Toro (campionato e coppa italia).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Filadelfia - 6 giorni fa

      De Silvestri anche NO va!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy