Calciomercato Torino: Lescano e Fissore al passo d’addio, ma con riserva

Calciomercato Torino: Lescano e Fissore al passo d’addio, ma con riserva

In uscita / Ai due giovani classe 1996 non sarà proposto un contratto, ma il club granata non li perderà di vista

Matteo Fissore Andria

Uno è stato il Capitano del Torino Primavera Campione d’Italia, l’altro uno degli attaccanti principali: ma le strade di Matteo Fissore e Facundo Lescano, si dividono definitivamente da quella del Torino. Un addio con riserva, quello dei due giovani classe 1996, perché il club granata, come già fatto in precedenza con altri giocatori usciti dal proprio Settore Giovanile, non li perderà completamente di vista, mantenendo una certa sfera d’influenza su di loro. Ma al momento, quanto fatto vedere dai due non è bastato per strappare il primo contratto da professionista col Torino.

Matteo Fissore, difensore centrale tutto carattere e grinta, ha vissuto nel 2015-2016 la prima esperienza da professionista nella Fidelis Andria, in Lega Pro. Undici presenze condite da una rete il bottino messo a segno da un ragazzo che aveva iniziato l’andata da titolare, per poi essere stato frenato da diversi problemi fisici. Anche Facundo Lescano, centravanti puro che aveva esordito in Serie A nel Torino-Milan del gennaio 2015, è stato protagonista sui campi del Girone C della Lega Pro, con Melfi prima e Monopoli poi: in tutto, diciannove gettoni e una sola rete.

Facundo Lescano (foto Capirossi)
Facundo Lescano (foto Capirossi)

Non esattamente un’esplosione per nessuno dei due giocatori, che tanto bene avevano fatto nella Primavera capace di raggiungere uno storico tricolore. Il Torino, salvo sorprese dell’ultimo minuto, lascerà decorrere il termine del 30 giugno senza offrire loro il primo contratto da professionista. Il club granata, comunque, non abbandonerà i due ragazzi al loro destino; cercherà loro una sistemazione in società “amiche” con una formula che permetta di poter tornare concretamente sui giocatori in caso di necessità. Potrebbe essere una clausola di “recompra” o un semplice “gentleman agreement” verbale; ciò che conta è che, qualora Fissore e Lescano compiano importanti progressi, il Torino conservi voce in capitolo: una soluzione che potrebbe essere replicata anche con altri giocatori classe 1996 quali Debeljuh, Procopio e Mantovani

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy