Calciomercato Torino, Maksimovic e Bruno Peres: si aprono le porte della Premier

Calciomercato Torino, Maksimovic e Bruno Peres: si aprono le porte della Premier

La riforma inglese / Il Ministero degli Interni approva, dal Primo maggio cambiano le regole sul tesseramento degli extracomunitari: l’obbligo di spesa superiore ai 15 milioni di sterline, il dato più interessante…

Rivoluzione in Inghilterra: si aprono le porte ai calciatori extracomunitari d’elite. E tra questi ci sono anche Maksimovic e Bruno Peres del Torino. Una riforma studiata nei dettagli e promossa a gran voce dal presidente della FA Greg Dyke il quale vuole – un po’ come vorrebbe il nostrano Tavecchio – favorire la produzione di talenti sul territorio e limitare l’inserimento di giocatori stranieri provenienti dai confini extra-UE. Gli effetti della riforma, che entrerà in vigore dal Primo maggio, si noteranno già nel prossimo calciomercato estivo: ma andiamo con ordine.

PRIMA NO – Sinora in Premier League non vi era alcun vero e proprio limite al numero di calciatori extracomunitari in rosa, l’unica condizione vincolante era la seguente: regolare permesso di lavoro e almeno il 75% di presenze nelle partite giocate dalla propria nazionale negli ultimi due anni, ammesso e non concesso che questa fosse tra le prime 70 nazioni del Ranking FIFA. Condizioni che in parte i granata Bruno Peres e Nikola Maksimovic non avevano, infatti, per il brasiliano le presenze con la Seleção sono tuttora zero, mentre per il difensore centrale serbo, anche e soprattutto a causa del brutto infortunio patito in allenamento con la Serbia, le apparizioni in campo negli ultimi due anni si sono ridotte a 3 su 17. Percentuali decisamente lontane da quel 75% richiesto dalla lega inglese e che pertanto avevano spazzato via interessi e rumors d’Oltremanica.

Bruno Peres, esterno destro del Toro
Bruno Peres, esterno destro del Toro

ORA SÌ – Adesso cambia tutto: per Maksimovic e Bruno Peres si aprono le porte della Premier League. La riforma approvata, che entrerà in vigore dal Primo maggio, in parole povere recita: possibilità di tesseramento di giocatori extracomunitari ai soli club di Premier League – niente da fare per le leghe minori – e divieto di acquisto con contestuale cessione in prestito ad altre squadre; la nazionale dei calciatori in questione dovrà appartenere alla Top 50 (ad oggi la Serbia è proprio al 50° posto) del Ranking FIFA e la percentuale di gare giocate negli ultimi due anni dovrà essere del 30% e non più del 75%. Certo in caso di infortuni (vedi Maksimovic) e alta concorrenza (vedi Bruno Peres) per alcuni giocatori sarà necessaria una deroga. E la federazione inglese ha pensato anche a quella…

Milan-Torino, Maksimovic, Bacca
Maksimovic. centrale difensivo granata

MONETA PESANTE – “In Premier League i calciatori extracomunitari dovranno davvero essere di un livello altissimo -aveva spiegato il presidente della Federcalcio inglese, Greg Dyke nel 2014 -. Facciamo in modo che da noi arrivino soltanto quelli”. E come limitare il raggio d’azione di un club, senza intaccare la libertà d’iniziativa del privato? Semplice, aumentandone giocoforza i rischi d’impresa. Qui nasce la deroga appena accennata: i giocatori extracomunitari che non hanno le dovute presenze in nazionale, ma provenienti da una nazione inserita nella Top 30 del Ranking FIFA – come il Brasile di Bruno Peres – potranno essere tesserati a fronte di una spesa di almeno 10 milioni di sterline (circa 13 milioni di euro, stando alla valuta attuale) per il loro cartellino. I milioni di sterline dovranno essere addirittura almeno 15 (poco meno di 20 milioni di euro al cambio di oggi) per le restanti nazioni. Come appunto la Serbia di Maksimovic. Un modo pratico per dire: “se davvero vorrete inserire un extracomunitario il rosa, allora ne dovrà valere la pena”.

La riforma inglese sta per entrare in vigore e considerate le condizioni – e gli interessamenti ventilati dai media d’Oltremanica – questa potrà influire e non poco sul prossimo mercato del Torino. Per Maksimovic e Bruno Peres si aprono le porte della Premier League: se sono rose fioriranno, ma i mazzi saranno ceduti a peso d’oro.

19 commenti

19 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. bertu62 - 11 mesi fa

    Beati Voi, che capite tutto e sapete per certo tutto!!!!
    Che invidia….
    Ma come fate a sopportarci, noi poveri mortali e fallaci?
    E soprattutto come fate a sopportare noi TIFOSI del Toro?
    I migliori?
    I migliori DI QUEST’ANNO?
    A TROVARLI!!!
    I peggiori? E’ piu’ facile…..
    PADELLI : inguardabile in più di un’occasione……punti persi per colpa sua almeno 10 finora….
    GLIK : sembra la controfigura del capitano dell’anno scorso! Ed è solo passato un anno, mica 3/4 stagioni!!!
    MAXI LOPEZ : irriconoscibile rispetto all’anno scorso, proprio come Glik….
    Ed assieme a Loro nel pacco-cessioni ci metterei anche PERES e MAKSI…
    Poi da considerare i vari rientri dal prestiti (Prcic, Barreca, Aramu…) ed eventualmente qualche innesto dalla primavera….
    Vives e Bovo e Molinaro e Moretti e Farnerud e Gazzi …… beh, mandiamoli in pensione!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawda - 11 mesi fa

    Credo che sia Maksimovic che Peres saranno ceduti la prossima estate, il brasiliano l’avrebbero gia’ ceduto la scorsa poi non sono arrivate offerte oppure non congrue ed e’ rimasto ma l’arrivo di Zappacosta era un chiaro indicatore della volonta’ della societa’. Le cifre saranno probabilmente ben diverse da quelle richieste lo scorso anno, visto anche le prestazioni in campionato, ma le cessioni saranno inevitabili e non credo saranno utilizzate per riscattare Immobile.
    Io rimango convinto che cedendo sempre i migliori non si possa nemmeno pensare di crescere, ovviamente ci sara’ chi avra’ legittimamente opinioni diverse, ma personalmente non ho mai visto nessuna societa’, non solo in ambito calcistico, svilupparsi perdendo ogni anno i suoi uomini migliori. Se alla politica del non tarpiamo le ali a nessuno ma anzi siamo ben felici di lasciarli andare in cambio di un bel asegno, aggiungiamo quella del non investiamo nulla, pero’ la societa’ non ha debiti con le banche, si capisce perfettamente quella che e’ e sara’ la dimensione del Torino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mik - 11 mesi fa

    Nessuno vieta al presidente di generare plusvalenze, visto che non siamo ricchi quanto il real! Ed è ovvio che a certe cifre nel calcio tutti sono vendibili, compreso CR7! La colossale differenza stà nel reinvestire o meno nella squadra il denaro preso. Ricordo che qui da noi per immobile e cerci arrivavano amauri e nocerino!!! Altrove chi vendeva un certo cavani lo sostituiva con higuain, non sò se mi spiego…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Scott - 11 mesi fa

      La differenza tra investire e generare plusvalenze.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. blackmapan_423 - 11 mesi fa

      È tutto relativo immobile e cerci dove sono andati hanno reso come hanno reso da noi amauri e nocerino. Ogni acquisto è fatto è pensato per generare una plusvalenza poca o tanta non importa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Scott - 11 mesi fa

        Tutto quel che succede al di fuori del Toro mi interessa poco. A me interessa che si facciano investimenti seri e si programmi. Che Immobile e Cerci non potessero rendere fuori non era un dato certo, all’epoca. Che amauri sia stato preso per far numero era da subito una certezza.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. blackmapan_567 - 11 mesi fa

          Mi dispiace ma non sono d’accordo è stata una scommessa (come cerci e immobile) ma più rischiosa (come maxi o moretti ad esempio) alcune sono state fruttuose altre meno. Se la tua preoccupazione sono gli investimenti e la programmazione vuol dire che dopo 10 anni di Cairo non hai ancora capito chi sia

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Scott - 11 mesi fa

            Sono tanto sicuro di cairo che mi auguro faccia meno investimenti possibili in uscita, perchè in entrata mi aspetto poco. Ormai li vedo (insieme a lui ventura) due soggetti con i sintomi delle ludopatie. Hanno vinto qualche scommessa e adesso pensano di moltiplicare pani (calciatori) e pesci (soldi). Si racconta che solo uno sia riuscito a farlo, 2000 anni fa. Sintetizzo il pensiero: non credo, o quantomeno è difficile e raro, che da un Darmian se ne facciano 3. Ossai 3 valori calcistici di livello mondiale + contante moltiplicato per tre. I tre entrati per Darmain sono costati 20 Mln, non hanno reso quanto un solo Darmian e complessivamente adesso non valgono 20 MLn.

            Mi piace Non mi piace
  4. Seagull'59 - 11 mesi fa

    Possiamo dormire sonni tranquilli: la Premier League non è fatta di polli che comprano con leggerezza.
    Peres, prima di metterci piede, dovrà dimostrare di avere anche tanta testa, saper difendere e difendersi dagli avversari: li se ti butti per terra e rotoli solo se solo ti sfiorano, ti fischia tutto lo stadio, inclusi i tuoi tifosi.
    Maksimovic ha invece potenziale enorme ma, dopo il lungo infortunio patito quest’anno, dovrà tornare a dimostrare tutto il suo valore, migliorando la gestione ed il possesso della palla: poi ci finirà.
    Le cifre italiote sono tali solo perché fatte per il mercato interno, a immagine e somiglianza dei 25 Mio€ pagati dal Milan per Romagnoli: un insulto all’intelligenza… o esigenze di bilancio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Scott - 11 mesi fa

    Il 4-5-2 è fantastico. Sarà un’altra scoperta di ventura?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. aste - 11 mesi fa

      Il prossimo anno possiamo prendere come allenatore
      Oronzo Canà cosi possiamo usare il famoso 5-5-5

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Scott - 11 mesi fa

        E’ l’unico modo per riuscire vincere una cazzo di partita con ventura.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. bertu62 - 11 mesi fa

    Plusvalenzificio…!!!! Ahahahahahaha!!!!! Miiiii, che ridere!!! Certo che alcuni personaggi sono proprio fantastici!!!!
    Pensate che secondo costoro, non si dovrebbe MAI vendere un calciatore, e non importa che la rosa sia quella, MAI vendere NESSUNO!!! E se PROPRIO TOCCA, allora è meglio SVENDERLO, mica farci dei soldi!!! Che tanto, i soldi, mica sono i LORO!!!! Ahahahahahahahaha…………!!!!
    Ma smettetela, pagliacci!!!
    Vendere Maksi e Peres per quelle cifre, se fossero vere, e soprattutto venderli ALL’ESTERO, sarebbe tanta tanta roba! Date retta!! Ed anzi, per come ha giocato quest’anno, ci metterei anche Glik!!! LUI non ha nemmeno la scusante dell’infortunio come invece Maksi!!! Pero’ quest’anno è stato proprio PENOSO!!! ANCORCHE’ è pure il capitano!!! MAI che abbia tirato fuori la voce in campo con i compagni, sempre a testa bassa, come a chiedere scusa per l’impegno a dir poco “imbarazzante”…..
    E ci metterei pure EL GALINA, che tanto anche Lui quest’anno, anzichéé dare una mano, ne ha usate 2 PER RIMPINZARSI la pancia!!!!
    Insomma, farei davvero un bel pacchettino di partenti, a prescindere in effetti da chi potrebbe essere il prox allenatore del Toro e dal famoso “modulo”, 3-5-2 o 4-4-2 o 4-5-2 o……fate voi!!
    So solo che mi piacerebbe vedere una c**zo di squadra NON DICO VINCERE, no….sarebbe TROPPO!!! ….. ehehehe……ma almeno fare DEI CROSS decenti (Vero Zappacosta??), non SOLO e SEMPRE addosso agli avversari..
    …dei calciatori che puntino e magari saltino l’uomo (vero Baselli??). …e delle punte che MAGARI la mettano dentro, anche tirando i rigori (Vero Ciro??)……Ecco, mi piacerebbe vedere ALMENO questo!!!
    A Voi no??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Mik - 11 mesi fa

    Non è di certo questa nuova riforma inglese che aprirà le porte del calciomercato in casa toro, porte da sempre straspalancate quando si tratta di generare plusvalenze. Tra “non tarpo le ali a nessuno” e “glielo avevo promesso” il nostro buon cairo non ha certo bisogno di altri escamotage per vendere. L’importante che sia al prezzo giusto, unica condizione che per ora ci ha risparmiato le cessioni di peres e maksi. Ma mai dire mai…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Simone - 11 mesi fa

    tanto abbiamo Gazzi, Vives e Acquah…
    Possiamo dormire sereni!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. PrivilegioGranata - 11 mesi fa

    Per quello che hanno reso quest’anno, a fronte di 35 mln sono da cedersi al volo in Premier.
    Primo, per far dispetto a depezzentis.
    Secondo, perché con 35 mln ci prendi altro che un centrale difesivo e un terzino di spinta!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cecio - 11 mesi fa

      In linea generale sono d’accordo con te, con quei soldi ci compri dei bei giocatori!
      Ci aggiungo anche che l’anno prossimo ho l’impressione che lo schema tattico sarà diverso dal 3-5-2 (sia che rimanga Ventura o che venga qualcun’altro) e quindi bisogna vedere se questi 2 giocatori avrebbero lo stesso valore “tattico” in un altro schema…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Scott - 11 mesi fa

    Il plusvalenzificio funziona alla grande.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. saettadallimite - 11 mesi fa

    Manolo li ha già venduti… Magari non parte nè uno nè l’altro, ma guarda te…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy