Calciomercato Torino, per Meite pericolo Fiorentina. E allora c’è la carta Niang

Calciomercato Torino, per Meite pericolo Fiorentina. E allora c’è la carta Niang

In entrata / Il Monaco potrebbe rifiutare uno scambio alla pari con Barreca. Nella trattativa allora potrebbe essere inserito il nome del senegalese

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Soualiho Meite è il nome su cui attualmente si concentrano le manovre del Torino per il centrocampo. Forza fisica, corsa ma anche piedi non disprezzabili: tutte qualità che il francese 24enne ha messo in mostra negli ultimi sei mesi di Ligue 1, con la maglia del Bordeaux. Nel centrocampo a cinque può giocare sia come perno centrale che come mezzala. Un giocatore seguito da vicino dal Torino, negli scorsi mesi, e su cui ora il diesse Petrachi sta lavorando per portarlo a Torino, alla corte di Mazzarri. Del resto, si sa che proprio il centrocampo è il reparto che necessita di più ritocchi: probabilmente due giocatori in entrata, forse uno in più a seconda di eventuali cessioni. E si sa anche che il Torino, per arrivare a Meite, è disposto a mettere sul piatto Barreca, che ha intenzione di cambiare aria dopo l’ultima deludente stagione. Ma non a titolo definitivo, anche se il terzino sinistro, va da sè, non disdegnerebbe certo la soluzione monegasca.

OCCHIO AI VIOLA – Lo scoglio principale da superare è la valutazione economica che il Monaco dà a Meite: non meno di dieci milioni. Non lo stesso si può dire di Barreca, che è reduce da una stagione che ne ha inevitabilmente abbassato le quotazioni, tra problemi fisici di troppo e qualche limite caratteriale in alcune circostanze. E sebbene il terzino sinistro fosse stato a sua volta seguito dal Monaco un anno fa, il club biancorosso pare al momento restio ad uno scambio alla pari sulla base di due prestiti con diritto di riscatto. C’è poi da considerare il probabile inserimento della Fiorentina: Pantaleo Corvino è un altro che segue da tempo Meite e si sussurra stia preparando un’offerta esclusivamente cash per mettere la freccia sul Torino.

LA MOSSA – Ecco, dunque, che il club granata ha due possibili soluzioni:  alzare l’offerta aggiungendo dei milioni oltre al diritto alle prestazioni di Barreca, o proporre un altro giocatore, che abbia una quotazione paragonabile a quella di Meite, come Mbaye Niang. L’attaccante senegalese, oggi impegnato con il suo Senegal ai Mondiali, è apprezzato oltre le Alpi da tante squadre, anche dal Monaco. Che potrebbe essere stuzzicato dall’eventuale proposta granata se Petrachi e Cairo, per arrivare al centrocampista francese, mettessero sul piatto Niang. Sarebbe un rilancio in grande stile, una mossa che qualora risultasse vincente centrerebbe il duplice obiettivo di sfoltire il reparto offensivo, rinforzando il centrocampo, tutto questo recuperando al meglio il denaro speso un anno fa per un attaccante, Niang, che al Toro ha reso sotto le aspettative. I granata ci pensano, l’opzione a sorpresa è sul tavolo. Di certo, Meite è ad oggi tra gli obiettivi di mercato principali.

28 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. FanfaronDeMandrogne - 6 mesi fa

    Ohhhhhh…un’altro nome “ad quazzum”, tanto per infinocchiare i solti boccaloni cairoti…!!!

    Ottimo, ottimo…non vedo l’ora di leggere i 200 articoli della Redazione sull’argomento (come minimo) con la solita telenovela a puntate, nonchè il solito post di “trionfo alla bracciamozze”:

    #èquasifatta…!!!

    😀 😀 😀 😀 😀

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. iugen - 6 mesi fa

    Sinceramente sto Meite non lo conosco, ho visto un paio di video su YouTube e non sembra male. Che poi possa essere il centrocampista che ci fa svoltare impossibile dirlo.
    Certo se arrivasse in uno scambio alla pari con Niang non potrebbe che migliorare la squadra

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. miele - 6 mesi fa

    Mi pare che si stia ripetendo l’ultimo non mercato di gennaio e confermo il mio parere espresso una decina di giorni or sono: per avere la speranza di vedere qualche acquisto, bisognerà aspettare che Cairo venda qualche giocatore, dopodiché, reinvestirà non più della metà di quanto incassato, come da anni a questa parte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Vanni - 6 mesi fa

    Ti prego Cairo fai l’unica cosa da Toro che non hai mai fatto in 13 anni:
    vendi al cinese delle borse taroccate, lui ci tiene 6 mesi e ci rivende all’americano. Toro a stelle e strisce.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. robert - 6 mesi fa

    Mentre tutti i club trattano i migliori giocatori sul mercato ,l’immobilismo dei dirigenti del Torino è irritante !!!Come tutti gli anni e lo ripeto, l’AVARO aspetta l’ultimo minuto dell’ultimo giorno di mercato per fare figuracce meschine o al massimo prendere scarti di altre società.L’unica cosa che rimane da fare (le parole non servono più) non andare più allo stadio e non fare abbonamenti prima della chiusura del mercato.Bisogna mandare un segnale preciso a questo AVARO, altrimenti non se ne esce.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ANNO1976 - 6 mesi fa

    Niang non può essere così scarso. Io lo aspetterei ancora un po’. A meno che non arrivino offerte clamorose. Regalarlo o svenderlo proprio non mi sembra il caso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 6 mesi fa

      Occupa solo un posto là davanti. Per il resto è INUTILE.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ANNO1976 - 6 mesi fa

        Sull’ impegno si può anche parlare. Scarso a priori no. In Senegal gioca ed è pure titolare. Io a parte due o tre giocatori di fenomeni che cambiano il corso dell’ annata del toro non li vedo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. paoloferrari3_741 - 6 mesi fa

      Sei preoccupato che il tuo presidente vada in perdita per un affare? Tranquillo, piuttosto lo tiene a stipendio ancora un anno sperando che si rivaluti per poi guadagnarci. Negl’ ultimi 5 anni nn ha perso un solo centesimo in una singola operazione bdi mercato e nn sarà certo Niang a far invertire questa tendenza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ANNO1976 - 6 mesi fa

        Si ma i soldi sono i suoi. Conosco tanta gente che si venderebbe l’anima per due euro, Cairo almeno te la fa sudare.
        Lo stratega è lui. E se continua a guadagnare è perché tutto sommato sta facendo bene. Belotti a 70 milioni non te l’ha venduto. Ti rammento il passato:
        Crippa
        Fuser
        Mussi
        Lentini
        Cravero
        Marchegiani
        Annoni
        Comotto
        Poster
        Scifo
        Vasquez
        Tutti venduti.
        Dimmi un campione che invece abbiamo trattenuto negli ultimi 30 anni….
        Solo Belotti.
        Che Cairo ha trattenuto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 6 mesi fa

          Tutti venduti ma dopo essere andati in finale uefa e con i resti di quella squadra si è vinto la coppa Italia… Non mi pare che sia la stessa cosa del nulla visto fino ad oggi

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ANNO1976 - 6 mesi fa

            Non c’erano i soldi dei diritti televisivi dati ai soliti noti.
            E quindi si poteva anche provare a vincere. Ora no.

            Mi piace Non mi piace
  7. user-13685686 - 6 mesi fa

    Sbaglio o niang e stato pagato di più rispetto alla richiesta economica di questo altro sconosciuto calciatore ivoriano ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-13657710 - 6 mesi fa

      Madama granata- è vero, pagato una volta e mezza tanto, (pare 15 milioni) , ma, dato che nel Toro rende 10 volte meno (forse xchè non gliene frega nulla del Toro, stipendio a parte , e sicuramente non si impegna) X me è comunque un AFFARONE togliercelo dai piedi ed ottenere comunque una valutazione almeno “decente”!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13657710 - 6 mesi fa

    Madama granata- questa sì che X me sarebbe una GRAN MOSSA!!! Non conosco bene Maite, ma se è utile alla nostra causa, prenderlo scambiandolo con Nyang sarebbe un miracolo!!
    Perfetto: FUORI NYANG (pure ben valutato!), finalmente arriva la di un rinforzo a centrocampo e Barreca, almeno ancora per un anno, in granata!
    Evitiamo di fare con lui lo stesso errore fatto con Verdi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Michele Nicastri - 6 mesi fa

      Quale errore?
      Verdi era una pippa da noi e resta una pippa anche adesso… un altro Baselli, tutto piedi e zero corsa, zero contrasti, zero grinta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. user-13657710 - 6 mesi fa

      Madama granata- comunque ora, al di là
      delle nostre personali opinioni, Verdi è considerato uno dei giovani più quotati.
      Esattamente come Baselli, super richiesto da squadroni importanti.
      Io auspico caldamente che rimanga con noi,
      mi piace il suo gioco, e credo possa “crescere” insieme alla squadra tutta, con qualche innesto ed il mantenimento
      dei”pezzi migliori”! Poi… Nessuno è perfetto!
      Divergenza di opinioni, tutte da rispettare!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. iugen - 6 mesi fa

        Verdi giovane? Ha 26 anni

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. IlDadoDelToro - 6 mesi fa

      Madama granata concordo in toto con il tuo commento e anche su Verdi: gran bel giocatore che secondo me giocava bene anche quando era al Toro. L’ho sempre stimato.
      De gustibus non est disputandum, ma leggo sul blog tanta gente che sembra porsi come unico obiettivo il disprezzare chiunque, giocatori, dirigenti, tifosi: l’importante è sparare contro tutti, haters in piena attività.
      Cerchiamo tutti di restare una tifoseria unita con accenni più positivi che negativi: ne trarrà giovamento tutto l’ambiente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 6 mesi fa

        sarà perché da 13 anni continuiamo ad essere presi per il culo?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. IlDadoDelToro - 6 mesi fa

          Sinceramente non credo che giustifichi certi atteggiamenti e nemmeno aiuti a risolvere i problemi, anzi, sono convinto che peggiorino solo la situazione. Io non sono né pro né contro Cairo: gli riconosco meriti e colpe.
          Quindi ritengo che essere positivi e propositivi sia l’unica strada percorribile: si DEVE migliorare indicando la strada, non “bruciare” tutto gridando all’untore.
          L’obiettivo è il nostro TORO, non quello di Cairo o dei presidenti che l’hanno preceduto.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 6 mesi fa

            Il problema è che finché Cairo agirà così non avremo alcuna soddisfazione. Purtroppo non si può prescindere dalla conduzione societaria per raggiungere obiettivi sportivi. Possiamo voler bene al Toro finché vogliamo ma andando avanti così si spegne ogni ambizione e di certo non si fanno proseliti verso le nuove generazioni.

            Mi piace Non mi piace
  9. LucioR - 6 mesi fa

    Comunque è abbastanza sconsolante che a una settimana dal ritiro non abbiamo ancora ufficializzato alcun rinforzo. Anche considerando le necessità di WM per il nuovo modulo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 6 mesi fa

      Hahaha….nuovo modulo. 5-4-1 e andare, è l’unico che conosce.
      Cambia solo le gomme del bus.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. LucioR - 6 mesi fa

    Della serie vorrei ma non posso… (spendere tanto) Cairo rompi il salvadanaio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Marchese del Grillo - 6 mesi fa

    Una pallottola spuntata 2 1/2: Leslie Nielsen che fa pipì con microfono aperto durante il discorso della regina…
    “TUTTE STRONZAAAATE, TUTTE STRONZAAAAATE”!!!
    E quest’e’.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. CUORE GRANATA 44 - 6 mesi fa

    Ahi! Siamo alle solite…Dum Romae consulitur……….FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianTORO - 6 mesi fa

      Carpe diem trote gnam

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy