Calciomercato Torino: rifiutati 15 milioni dal Manchester City per Bruno Peres

Calciomercato Torino: rifiutati 15 milioni dal Manchester City per Bruno Peres

In uscita / Il club inglese presenta un’offerta per il brasiliano: Cairo la rispedisce al mittente

17 commenti

Entra nel vivo il calciomercato del Torino: dopo la cessione di Glik al Monaco, in via di definizione, arrivano le prime sirene estere per un altro top player della rosa granata. Proposta per il momento tuttavia rispedita al mittente, come confermano l’entourage del giocatore e il club, e  con il club di via Arcivescovado che non sembra intenzionato a privarsi di troppi giocatori importanti ed al momento non ha considerato congrua l’offerta ricevuta. Negli ultimi giorni infatti il Manchester City ci è fatto avanti per Bruno Peres: il laterale brasiliano ha da tempo calamitato l’attenzione delle big europee ed ecco che il club del presidente Al Mubarak ha recapitato la prima offerta ufficiale alla società granata.

peres
Bruno Peres, uno dei top player del Torino

In questa fase iniziale del mercato sembrano tenere banco le trattative per le corsie, una sorta di gioco ad incastri internazionale nel quale quindi rischia di essere coinvolto anche il Torino: il Manchester City aveva infatti seguito con particolare interesse Sime Vrsaljko, obiettivo però recentemente sfumato poiché il terzino croato del Sassuolo ha accettato l’offerta dell’Atl Madrid. Ecco che allora gli occhi dei citizens si sono rivolti a Bruno Peres, andando ad intessere un intreccio assolutamente interessante con la Roma: anche i capitolini infatti avevano sognato e richiesto il laterale per più d’una sessione di mercato, senza tuttavia sfondare il muro della resistenza granata, mentre sembrano attualmente particolarmente interessati a Zabaleta che milita proprio nel Manchester City.

Zabaleta Manchester City FC v FC Dynamo Kyiv - UEFA Champions League Round of 16: Second Leg
Intrigo esterni: la Roma insiste per Zabaleta, il City pensa a Bruno Peres

Proprio quando il Psg sembrava aver allentato la presa su Bruno Peres stringendo per il belga Meunier (qui i dettagli) ecco che una nuova big si fionda sul brasiliano. Al di là del referendum sulla Brexit, il nuovo regolamento è molto chiaro per quanto concerne gli acquisti: i club di Premier League potranno acquistare giocatori extracomunitari solamente a patto che questi abbiano disputato almeno il 30% degli incontri con le rispettive Nazionali negli ultimi due anni. Esite tuttavia una speciale deroga, che permette di acquistare anche calciatori che non raggiungono la soglia minima di presenze con la Selezione, ma ugualmente provenienti da una Nazione inserita nella Top 30 del Ranking FIFA – della quale il Brasile di Bruno Peres fa parte: questi potranno essere tesserati a fronte di una spesa di almeno 10 milioni di sterline per il loro cartellino, cifra in ogni caso superata dall’offerta del Manchester City per il laterale granata.

Il club d’oltremanica ha infatti messo sul piatto quindici milioni: proposta che è in ogni caso stata rispedita al mittente da Cairo: il presidente come detto non vuole al momento indebolire ulteriormente l’organico, e in ogni caso le pretese per il talentuoso esterno sono senza dubbio più elevate. Il mercato si accende: prime sirene anche per Bruno Peres, Cairo resiste ai primi assalti.

17 commenti

17 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Baveno granata - 7 mesi fa

    Lo ripeterò all’infinito,Prima di fare scelte irreparabili,bisogna cercare di far coesistere Zappacosta e Bruno Peres facendo giocare in posizione più’ avanzata Brunone.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Maury - 7 mesi fa

    Ma io vorrei capire a cosa puntiamo se alla salvezza o all”Europa se vuoi l’Europa non cedi peres ma investi e una volta tanto tiri fuori i soldi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Kaimano - 7 mesi fa

    Ma quale fede, nn esiste la fede nello sport. Totti, Maldini e quello ke ha giocato con i gobbi sono rimasti fedeli xké strapagati altrimenti sarebbero scappati dal miglior offerente e ki si illude del contrario è ingenuo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Scott - 7 mesi fa

    Farebbe bene Cairo, da grande presidente del Toro, a dire che Bruno, l’unico per cui val la pena pagare il biglietto anche se non si è di fede granata, resta per puntare in alto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mik - 7 mesi fa

    Una precisazione doverosa sull’articolo:peres non parte ancora non perché cairo non vuole indebolire al momento ulteriormente l’organico,ma semplicemente perché l’offerta arrivata è ritenuta giustamente troppo bassa.Fa bene il presidente a pretendere di più,ma la distinzione mi sembrava doverosa.Sapendo noi tifosi da tempo che le plusvalenze al toro sono indispensabili,e che parte uno o tutti in funzione di quanti soldi vengono offerti,se tutti i proventi vengono sempre reinvestiti prontamente nella rosa,con innesti validi e mirati…come mai siamo in molti col fiato sospeso sulla possibile partenza di peres o di maksi?Dovrebbero risultare ininfluenti al fine della qualità della rosa in un tale sistema,no?!Io sò solo che siamo a 2 settimane dal ritiro e di certo c’è solo che abbiamo perso due pedine non da poco come glik e immobile in una rosa che ha chiuso il campionato al dodicesimo posto,non di certo in el!In entrata,inoltre,nella casella entrate abbiamo solo un iago falque in prestito oneroso.Quindi esborso per ora quasi pari a zero!E queste dovrebbero essere le buone premesse di una società finalmente decisa a costruire una squadra competitiva che lotti per una qualificazione in coppa??!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 7 mesi fa

      Beh… se è per questo, non abbiamo ancora nemmeno Iago Falque… ma per il semplice motivo che il calciomercato inizia il primo luglio, oggi ne abbiamo 30… se ci fai caso non abbiamo nemmeno ancora venduto… che poi si sappia che Glik e Immobile non ci saranno il prossimo anno è un altro discorso. Se Peres andrà via è perchè con quella cifra ci possiamo fare 2 anni di calciomercato, non per indebolire la squadra. Io non sono mai stato un sostenitore di Cairo, però non si può negare che i soldi siano stati investiti nei giocatori, altrimenti avremmo ancora in campo Rosina, Stellone e Nicola…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mik - 7 mesi fa

        Ufficialmente il mercato inizia il primo luglio ma si sa che nel calcio si lavora prima sottotraccia.Per glik infatti lui stesso lo ha dichiarato alla stampa di aver chiuso per il monaco.Idem per immobile in quanto oggi scadeva l’ultimo giorno per poterlo riscattare e non avendolo fatto è il secondo calciatore,insieme al capitano,certi di non restare al toro.Ci sono pari certezze di una certa caratura in entrata?Inoltro ricordo che pjanic ha firmato il 13 giugno per la juve che depositerà il contratto in lega il primo luglio,come da regolamento.Basta poco!
        I soldi delle cessioni vengono investiti tutti nei giocatori?vorrei sul serio che fosse cosi e credimi prenderei molto piu a cuor leggero altre cessioni importanti in rosa,ora e in futuro.Parliamo del mercato estivo dove venivano ceduti immobile e cerci per un totale incassato di 35ml.Nella stessa sessione arrivavano sanchez mino(3,2),quaglia(3,5),peres(2,2),martinez(3),gaston silva(2,3) e amauri(1) per un totale di 15,2…meno della metà!!!!
        Molinaro,jansson,benassi,nocerino e avramov arrivavano a zero euro!
        E non ditemi che con la partenza di cerci non c’era piu tempo di comprare nessuno perché gia settimane prima si sapeva della sua cessione all’atletico attraverso i social.
        Ma magari il presidente li avesse sempre rispesi nella rosa i soldi guadagnati…non avremmo di certo chiuso dodicesimi questa ultimo campionato!suvvia…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. samuele.u_19 - 7 mesi fa

          Immobile fu ceduto a 10 milioni, Cerci a 13,5.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Mik - 7 mesi fa

            Hai ragione su immobile perché metà è andata alla rubentus.quindi fanno solo 10. Cerci ceduto a 15(fonte Wikipedia) piu uno di bonus legato a rendimento che non credo proprio il toro abbia preso. Alla fine fanno 25 totali. Spesi 15 ne avanzano ancora 10!

            Mi piace Non mi piace
    2. Cecio - 7 mesi fa

      Anche io spero che annuncino tutti gli acquisti oggi…ma la realtà delle cose è che quasi nessuna squadra del livello a cui aspiriamo (zona EL) ha al momento annunciato grandi colpi di mercato (giusto il Milan con Lapadula), quindi capisco la smania di sapere ma aspettiamo a dire che il mercato del Toro è una merda…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mik - 7 mesi fa

        Hai ragione,sono solo macro considerazioni in anticipo…ma giustamente solo alla fine di un mercato,come di un campionato,si devono tirare i conti e giudicare.Una sola precisazione:le 6 squadre qualificate per le coppe hanno già una rosa ad oggi di un livello tale che ha garantito loro un tale traguardo.Noi no…ed è per questo che dobbiamo muoverci bene e per tempo,senza perdere troppi giorni dietro a nomi poco sicuri di venire,o per motivazioni o per richieste economiche.Aggiungiamoci che abbiamo un mister nuovo e sappiamo che la rosa in ritiro a maggior ragione deve essere il piu possibile completa,almeno nella sua spina dorsale,per assimilare al piu presto il credo calcistico di sinisa.Mancano 2 settimane e sull’asse portante di certezza abbiamo solo belotti e sul resto tanta nebbia.
        Bah…speriamo bene!
        FVCG.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Pimpa - 7 mesi fa

    Si ragazzi,tutto bene,varrà quello che varrà,ma il punto è che sappiamo tutti benissimo che alla fine anche Bruno Peres verrà ceduto,perché se questo non succedesse si riproporrebbe pari pari il problema con Zappacosta.
    E chi pensate che venga,al posto di Glik e Bruno Peres,giocatori altrettanto forti,per caso?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cecio - 7 mesi fa

      Anche io non ho tantissime speranze che Peres rimanga proprio per il problema con Zappacosta.
      L’unica possibilità (remota) è che reinventino Peres come esterno d’attacco, ma non so se questo avverrà mai.
      Sugli eventuali sostituti non saprei dirti, anche io sono timoroso..anche se poi penso al fatto che quando Peres è arrivato nessuno se lo cagava e neanche immaginavamo quello che sarebbe potuto diventare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Kaimano - 7 mesi fa

    Questi spendono 45 milioni di € per qualsiasi calzolaio Inglese o straniero e poi offrono a noi 15 milioni di € per il miglio fluidificante di destra al mondo.
    La juve paga 25 milioni di € x Alex Sandro e noi dovremmo svendere Peres ?
    Peres vale almeno, con le cifre ke girano sul mercato in questo momento, almeno 35 milioni di € e se lo vendi a meno fai un errore. Poco importano le plusvalenze. Valgono solo le cifre con la quale vengono venduti i giocatori. Siamo sinceri, se Darmian vale 20, Peres vale almeno 35 !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Achille - 7 mesi fa

      D’accordo con te…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Ospunda - 7 mesi fa

      Esatto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Cecio - 7 mesi fa

    Se fosse vero questa indiscrezione, bene ha fatto Cairo a rifiutare l’offerta!
    Insomma, se qualcuno vuole Peres ne deve cacciare molti di più, altrimenti ce lo teniamo e puntiamo dritti dritti all’EL!

    Sempre che questa voce sia vera…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy