Calciomercato Torino, si accelera per liberare il posto in attacco: e il Latina apre ad Amauri

Calciomercato Torino, si accelera per liberare il posto in attacco: e il Latina apre ad Amauri

In uscita / La lista dei 25 al momento è completa: ad oggi lo stesso Immobile non potrebbe essere schierato in campo. L’oriundo come chiave di volta

Immobile si avvicina (e tanto, leggi qui) al ritorno in granata. Kramaric resta sullo sfondo e con lui Muriel – stuzzica l’idea di uno scambio di prestiti con Quagliarella -: il valzer di mercato è già abbondantemente iniziato dalle parti di via Arcivescovado, con al centro il reparto offensivo da sistemare. Questo spesso e volentieri carente in zona gol. Tuttavia, al momento, il roster a disposizione di Ventura parla di 5 punte in squadra, 25 giocatori in lista (QUI LE REGOLE DELLA RIFORMA TAVECCHIO) e chiaramente servirà una cessione per poter definitivamente permettere a Ventura di utilizzare i nuovi acquisti. A meno che questi non siano nati dopo il primo gennaio 1994.

Amauri e Ventura in Sisport
Amauri e Ventura a colloquio in Sisport

Appurato che Martinez – che piace al Verona – ad oggi dovrebbe restare a Torino almeno sino a giugno (qui le parole del suo agente), pare chiaro ormai da diverso tempo l’eufemisticamente marginale ruolo di Amauri nella squadra granata. L’attaccante, come più volte rimarcato anche dall’agente stesso del giocatore, è in cerca di una nuova avventura, di una squadra che possa accoglierlo e farlo giocare con continuità, cosa che il Toro non può assolutamente garantirgli, e questi primi mesi di stagione sono un segnale inequivocabile in questo senso. Per ora, però, nessuna vera e propria trattativa è in corso: il giocatore vorrebbe rimanere in Italia, ma in SerieA non ci sono club decisi a metterlo al centro del proprio progetto tecnico, e se decidesse di scendere di categoria allora l’oriundo dovrebbe ridursi drasticamente l’oneroso ingaggio.

Il giocatore sembra infatti avere ammiratori in Serie B, con il Latina che pare essere interessato al profilo di Amauri. L’ex diesse del Parma Leonardi, ora direttore sportivo proprio dei laziali, conosce molto bene la persona ed il giocatore, e potrebbe fare leva su Amauri per convincerlo a ridursi lo stipendio ed abbracciare il progetto tecnico nerazzurro. Per ora, comunque, ogni questione è ancora da giudicarsi in alto mare, e finché Petrachi non avrà piazzato la punta – la quale potrebbe anche esser messa temporaneamente fuori dalla rosa, senza dimenticare l’ipotesi di rescissione – nessun nuovo volto potrà essere messo in campo. Nemmeno quello di Immobile…

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Cecio - 1 anno fa

    Vabbè, problema che non esiste.
    Se dovesse arrivare Immobile, Amauri fuori rosa.
    Piuttosto, mi chiedo cosa servirebbe tenere Martinez come 5° attaccante…piuttosto lo si dia via in prestito così da faro giocare altrove e vedere se magari si sblocca.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. robert.spann_306 - 1 anno fa

      Martinez che si sblocca?
      E’ un brocco assoluto, in Lega Pro è già tanto… è stato un completo abbaglio, ha realizzato qualche gol in un campionato modesto come quello Svizzero, è panchinaro fisso nella nazionale venezuelana (notoriamente composta di GRANDI campioni) che è sempre all’ultimo posto della classifica sudamericana, in Italia in questi anni non ha MAI combinato nulla. Davvero, realmente, qualcuno ci crede ancora in Martinez?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Cecio - 1 anno fa

        Appunto, cosa serve tenerlo qui a fare eventualmente il 5° attaccante?
        Diamolo in prestito in B, chissà che non accada il miracolo… 😉

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Ospunda - 1 anno fa

        Col modulo di Ventura assolutamente no. Non è un bomber, potrebbe essere un buon attaccante esterno in un 4-3-3, per esempio. Non ha il senso della porta, punto e basta. Ha altre qualità, ma se non vengono valorizzato tanto vale cederlo in prestito o definitivamente.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy