Calciomercato Torino Primavera, Segre per Benedetti: si lavora con lo Spezia

Calciomercato Torino Primavera, Segre per Benedetti: si lavora con lo Spezia

Primavera / Il Torino ha messo gli occhi su Leonardo Benedetti dello Spezia per rinforzare il centrocampo e offre Jacopo Segre come contropartita tecnica

di Redazione Toro News

Leonardo Benedetti, talento del vivaio dello Spezia, è il primo obiettivo per il nuovo Torino Primavera, che verrà affidato nuovamente a Federico Coppitelli, tecnico fresco di rinnovo contrattuale. Si tratta di un centrocampista di qualità e talento, finito nel mirino del Torino dopo una stagione in cui il classe 2000 ha capitanato la Primavera ligure trascinandola ai playoff per la promozione nel campionato Primavera 1. Fa parte del giro della Nazionale Under 18 ed è un centrocampista che abbina tecnica, corsa e possiede un grande tiro da lontano.

TRATTATIVA – Il Torino è intenzionato a portare in granata il diciottenne spezzino ma non intende svenarsi: sul piatto c’è uno scambio di prestiti alla pari con Jacopo Segre con diritto di riscatto e controriscatto a favore del Toro. Il centrocampista di proprietà Toro, reduce da un ottimo biennio a Piacenza, si accaserebbe così nella prima squadra dei liguri, per la sua prima esperienza in serie B: che lo Spezia lo segua da tempo è cosa nota, il Toro vuole sfruttare la situazione per ottenere un elemento di qualità per la prossima Primavera.

LE CIFRE – La trattativa è in corso ma ancora non vicina ad una chiusura positiva. I granata hanno deciso di attuare tale formula con l’intento di abbassare le richieste economiche dello Spezia per Benedetti, valutato 1,5 milioni circa, tramite il controriscatto da versare per Segre nel giugno 2019. La trattativa comunque è ancora lontana dal concludersi e i prossimi giorni saranno decisivi per raggiungere un accordo che faccia felici entrambe le società.

Luca Signorelli

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. 892 - 3 mesi fa

    Qualcuno potrebbe spiegarmi questa mossa di mercato? Scambiamo un giovane centrocampista promettente con un giovane centrocampista promettente. Sfortunatamente i miei limitati mezzi intellettuali mi impediscono di comprenderne la logica profonda.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RinoVecchiato - 3 mesi fa

      In realtà non sarebbe uno vero e proprio scambio, ma con la differenza tra il prezzo di riscatto e di controriscatto di Segre gli paghiamo l’acquisto del loro centrocampista. Alla fine riavremo indietro Segre, con un’esperienza di un anno in serie b, e ci terremo il 2000 spezzino per la primavera pagandolo appunto con la differenza tra i due prezzi. Almeno così ho capito io.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Garnet Bull - 3 mesi fa

      Semplice, inserendo un riscatto e controriscatto la squadra che ha i riscatto a proprio favore è maggiormente invogliata a schierare quel giocatore poiché nel caso lo riuscisse a valorizzare potrebbe incassare il controriscatto guadagnandoci

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 892 - 3 mesi fa

        Grazie a entrambi. Ora la situazione è un po’ più chiara.
        Mi pare però un’operazione di complessità assai elevata, non basterebbe uno scambio di prestiti secchi – così lo spezzino giocherebbe in primavera e il nostro in b – e fare le valutazioni del caso successivamente?

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy