Sanchez Mino-Estudiantes: il Toro può ridiscutere i termini temporali dell’accordo

Sanchez Mino-Estudiantes: il Toro può ridiscutere i termini temporali dell’accordo

Retroscena di mercato / Il club granata si riserva il diritto di riportare il giocatore alla base, prima dei 18 mesi pattuiti

Juan Manuel Sanchez Mino ha ormai iniziato la sua nuova avventura professionale, in quel di La Plata, sotto la guida del tecnico Mauricio Pellegrino e i consigli del patron Juan Sebastián Verón. Un luogo in cui il calciatore vorrà certamente mettersi in mostra, dimostrando a tutti il proprio valore.

Prestito di 18 mesi, con opzione di riscatto a favore del club argentino: questa la formula con cui è stato concluso l’affare. Le cifre dell’accordo non sono state rese note, ma stando a quanto riecheggia nei corridoi di via Arcivescovado, i Los Pincharratas dovranno versare circa 3 milioni di euro per poter acquistare l’intero cartellino del giocatore. E in via ufficiale (sebbene ogni tipo di contratto possa essere ridiscusso in maniera consensuale) potranno farlo soltanto al termine dei 18 mesi stipulati.

Un’avventura, quindi, che durerà almeno un anno e mezzo? A prima vista si potrebbe dire di sì, ma andando bene a fondo, ponendo attentamente sotto la lente d’ingrandinento ogni singola fase dell’accordo, ecco che emergono ulteriori dettagli.

Dapprima, un piccolo retroscena: il direttore sportivo Petrachi, venerdì scorso, quando l’affare era in dirittura d’arrivo, ha preteso che venisse riservata al Torino una sorta di ‘contropzione’.

Il club rossobianco ha preso tempo, ha riflettuto e alla fine ha accettato di aggiugere la suddetta postilla. Ecco allora che appare un ulteriore dettaglio: i granata potranno in qualunque momento (ovviamente rispettando le scadenze imposte dalle rispettive Leghe, in merito alla compravendita dei cartellini dei giocatori) ridiscutere i termini temporali della durata del prestito.

L’avventura di Sanchez Miño all’Estudiantes, dunque, potrebbe durare meno di un anno mezzo. E paradossalmente, già in estate si potrà nuovamente parlare di un suo arrivo (ritorno) in granata. Molto, se non tutto, dipenderà dal rendimento del giocatore nei prossimi mesi. Ad ogni modo, l’accordo per riportare il ragazzo alla base prima del previsto c’è. Segno inequivocabile che il Torino punta ancora sul centrocampista classe ’90.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy