Torino: Mathías Suárez, terzino sinistro del Defensor perfetto per il 3-5-2

Torino: Mathías Suárez, terzino sinistro del Defensor perfetto per il 3-5-2

Calciomercato / ”El Zorrito”: classe ’96, fisico bestiale, sogna l’Italia. E quell’esordio in Primera al posto di Gaston Silva…

Mathías Suárez, laterale moderno in forza al Defensor finito sul taccuino del direttore sportivo granata Petrachi. Giovanissimo, classe ’96, protagonista all’ultimo Sub-20 nel quale si è classificato al terzo posto con la selezione uruguaiana del c.t Fabián Coito. In quell’occasione è stato visionato da Luciano Zavagno che ha ovviamente spedito la sua personale relazione in merito, assieme a quelle di Mauro Arambarri (qui l’approfondimento) e Miguel Almiron (ecco la sua situazione).

Soprannominato El Zorrito – la piccola volpe – nomignolo ereditato in un certo senso dal fratello maggiore, attualmente tesserato tra le fila dell’Elche, Mathías Suárez (come la maggior parte dei calciatori professionisti) inizia a muovere i primi passi nelle squadre di provincia della sua città natale: Montevideo. Viene presto notato dagli osservatori del Defensor, per lui è l’inizio di un piccolo-grande sogno: supera il provino a pieni voti, ed entra ufficialmente a far parte della cantera violeta. 

‘Piccola Volpe’, ma neppure troppo. Tecnicamente appare sveglio e intelligente, capisce al volo gli schemi impartiti dall’allenatore. Fisicamente, non è affatto piccolo, anzi: 181 centimetri di altezza, per 79 chilogrammi. Fisico bestiale, soprattutto se rapportato alla sua età. Una stazza che gli ha permesso di scalare velocemente le categorie arrivando ad esordire in Primera già a 17 anni. E qui un piccolo retroscena, nella stessa settimana il giovane Gaston Silva (arrivato al Toro quest’estate) subì un colpo alla testa in allenamento che non gli permise di scendere in campo nel fine settimana. Toccò quindi proprio a Suárez prenderne il posto (segno del destino?).

Terzino sinistro, ma di piede destro, bravissimo ad adattarsi anche sulla fascia opposta. In carriera ha giocato anche da centrale nella difesa a tre e a quattro, così come da esterno di centrocampo. Un profilo perfetto per il 3-5-2 di Ventura, con uno storico da fare invidia nelle nazionali di categoria, che lo pone all’interno dei parametri stilati dalla riforma-Tavecchio. Sogna l’Europa, precisamente l’Italia e la sua Serie A. ”Sarebbe davvero molto bello, un traguardo incredibile. Il calcio italiano è molto competitivo, ci spero”: esordisce così lo scorso gennaio, intercettato dai colleghi presenti al Sub-20. 

Mathías Suárez, un sogno nel cassetto chiamato Serie A. Il Toro lo segue, vedremo se deciderà di dargli una possibilità sotto l’ombra della Mole…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy