Serie A, la classifica: Torino a quattro punti dal settimo posto e nella parte destra

Serie A, la classifica: Torino a quattro punti dal settimo posto e nella parte destra

Il punto / Ecco i risultati dopo la prima giornata del girone di ritorno

di Redazione Toro News

Ecco il consueto punto dopo la quasi totalità delle partite della 20° di A (mancano Genoa-Milan e Juventus-Chievo, in programma domani). Ma per quanto riguarda la corsa all’Europa le gare che contavano sono andate in scena oggi: straripante vittoria dell’Atalanta a Frosinone (0-5 con addirittura poker di Duvan Zapata), pareggio divertente tra Fiorentina e Sampdoria (3-3, doppiette di Muriel e Quagliarella). Ora l’Atalanta occupa il settimo posto in classifica, a pari punti con il Milan (31). Il Torino, fermo a 27 dopo la sconfitta di Roma, è attualmente all’undicesimo posto, superato dal Parma e raggiunto dalla Fiorentina.

Roma-Torino 3-2
Udinese-Parma 1-2
Inter-Sassuolo 0-0
Frosinone-Atalanta 0-5
Fiorentina-Sampdoria 3-3
Spal-Bologna 1-1
Cagliari-Empoli 2-2
Napoli-Lazio 2-1
Genoa-Milan domani ore 15
Juventus-Chievo domani ore 20.30

La classifica

15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mauro_Mo - 2 mesi fa

    finalmente uno intelligente… allora esistono ancora i veri tifosi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ProfondoGranata - 2 mesi fa

    Siamo sotto di 4 punti, è vero. Ma 4 punti si possono ancora recuperare, siamo solo a metà del campionato.
    Abbiamo perso con la Roma e tutto sommato con alcune attenuanti, come le assenze, un palo, un rigore negato.
    Anche all’andata abbiamo perso.
    Mi permetto di dire che non sono queste le partite che non possiamo permetterci di sbagliare.
    Meglio una “sbandata” contro le gradi che contro una squadra inferiore sulla carta. Quelle dobbiamo vincerle tutte.
    Io non do la colpa a Cairo. Non ha nessun senso pensare che sia una sua volontà. Assurdo. Cairo può aver fatto scelte sbagliate (compresa forse quella di non vendere Belotti quando valeva 100 milioni), ma alcune di quelle scelte (prima fra tutte la vendita di Belotti) come sarebbero state prese dai tifosi? Eh, giù con la tiritera sulle plusvalenze…!
    II credo che Cairo faccia quanto in suo potere per cercare di far crescere il Toro senza perdere di vista il bilancio è senza rimetterci di tasca propria, come oggi qualunque presidente serio farebbe.
    (Ma poi, ma chi se lo prenderebbe il Toro?! Giusto un imprenditore con molti capitali e tifoso del Toro potrebbe andare bene per i “maicuntent”. Eh, si, e dove lo trovi? In Cina? In America? Quelli cercano affari non sentimenti. Con quelli non guadagni. Cairo è più che adeguato al Toro.).
    Petrachi fa il suo mestiere. Non è lui che decide gli obiettivi. Però è lui che tiene bassi i costi e non è poco per il nostro fatturato.
    Mazzari è meno difendibile perché è lui quello che avanza le richieste, è lui che è stato accontentato quasi su tutto… A sua discolpa va detto che poi deve fare i conti con quello che può ottenere (un conto è ciò che si vorrebbe e un altro ciò che ci si può permettere).
    È poi anche lui che stabilisce schemi e ruoli e non sempre i giocatori si adattano bene e rispondono nei tempi che si vorrebbero… (Pecci diceva: lui li schiera bene, poi loro si muovono…!).
    Del resto, per quanto a me non faccia impazzire, gli va dato atto che finora ci ha tenuti in gara e la squadra ha forti potenzialità. Va tuttavia ancora migliorata.
    E poi ci sono i giocatori.
    Anche loro hanno alti e bassi e non si puo non tenerne conto. Piuttosto appare evidente che il problema più grosso che abbiamo è che non tiriamo in porta. Poco da vicino e quasi mai da fuori area o dal limite.
    Su questo si dovrebbe lavorare di più. Così come capire se il blocco di Belotti, di Zaza e adesso anche di Falque sono davvero imputabili a loro (sono improvvisamente diventati tutti schiappe?! Oppure non li stiamo utilizzando nel migliore dei modi?!).
    E poi ci siamo noi con le nostre polemiche ad avvelenare gli animi di chi ci legge.
    Siamo il Toro. Conosciamo la sofferenza perché fa parte del nostro DNA. Ma sappiamo non attenderci e sperare fino in fondo. Lottando fino all’ultima partita. Così abbiamo cucito sulle maglie il nostro, per ora, ultimo tricolore.
    Quindi, facciamo quadrato sulla squadra e sulla società e diamogli il supporto e la fiducia che servono per fargli trovare la via per l’obiettivo EL che è ancora alla nostra portata.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SiculoGranataSempre - 2 mesi fa

      Metto pollice in su per l’ottimismo che ci vuole sempre.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. marione - 2 mesi fa

        Che ci fosse un rigore per la Roma non conta. Che abbiano azzeccato due tiri della domenica nemmeno, che la Roma abbia sbagliato di tutto neppure. Meritavamo noi. E meritando, di domenica in domenica sta società è nella colonna destra, il posto che le spetta di diritto. E non è finita :))))

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. SiculoGranataSempre - 2 mesi fa

          Hai ragione su tutto ma non è nel mio essere non rispettare le posizioni altrui, soprattutto se circostanziate. Io sono furibondo con la squadra ma non smetto di tifare e cercare unità tra di noi. Ciao e FVCG

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. SiculoGranataSempre - 2 mesi fa

    Qualche buona notizia? Magari un’intervista esclusiva chiesta al Presidente per capire cosa ha in mente. Insomma ogni tanto uscite dalle vostre stanze e fate qualche scoop. Fate i giornalisti. È un sito importante questo. Siamo in tanti a seguirvi. Dateci notizie che non siano i risultati e la classifica. Grazie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. SiculoGranataSempre - 2 mesi fa

    Grazie TN per rinfrescarci la classifica del Toro. Ci serve molto il lunedì mattina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Granatissimo1973 - 2 mesi fa

    Vanni tu invece ti fai vedere solo quando perdiamo.

    Contento tu, ognuno gode come puo’, tu sei un tifoso granata che gode se il Toro perde…chissa’ che pazienza che deve avere con te il tuo strizzacervelli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Vanni - 2 mesi fa

    Ma e Serino con la lingua attaccata è sparito? Su fa vedere quando?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. maxxvigg1968 - 2 mesi fa

    ma d’altronde, se quello che viene riconosciuto come uno dei migliori imprenditori contemporanei, colui che riesce in tutte le imprese nelle quali si imbarca, da otto/nove anni si è stabilizzato irremovibile in quella fascia di classifica ……. forse forse forse …. vuol dire che è proprio li che vuole/deve stare

    fascia di classifica ideale x continuare indisturbato a gestire al meglio i propri personali interessi economici

    per i risultati sportivi, c’è la squadra primavera

    tristezza infinita …..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iard68 - 2 mesi fa

      Forse forse forse… è proprio li che DEVE stare (e anche se non vuole…). Nel senso che è lì che ci fanno stare. Sì, credo sia proprio così.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-14158830 - 2 mesi fa

    In perfetta linea con i programmi.. Mercato quasi finito e inizia la parabola discendente… Mica vorrete fare la fine del Parma?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Frenk - 2 mesi fa

    Io penso che in campo non va ne Cairo ne petracchi ma i giocatori con poche palle e con pochi attributi. E soprattutto la porta non sanno dové. E per me non danno il 100%100

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 2 mesi fa

      Dici che entrano in campo x perdere?
      Interessante punto di vista.
      Magari potresti fate un esposto alla procura facendo presente le tue tesi. Chissà che non ti diano ragione…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. andrimo - 2 mesi fa

        io sono dell’idea che i giocatori non vadano in campo per perdere ma sono anche dell’idea che li davanti abbiamo grossi limiti… Iago ottima tecnica ma poco fisico e molte volte affezionato al pallone ritardando la giocata utile, Belotti generoso fisico ma di tecnica non un granchè, Zaza per ora da chi l’ha visto (ma su questo secondo me anche per demerito del mister che non ha provato ad insistere sulle due punte di ruolo…).

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy