Primavera, Torino-Bologna 1-0: i granata “rompono il ghiaccio” al Filadelfia

Primavera, Torino-Bologna 1-0: i granata “rompono il ghiaccio” al Filadelfia

Giovanili / Il gruppo di Coppitelli soffre, ma esce vincitore grazie a Millico. Partita condizionata da un campo ai limiti della praticabilità per la neve

Bastano 15 minuti di vero Toro per avere la meglio su un pericoloso Bologna, che ha comandato la sfida in un Filadelfia innevato ma si è visto beffare da un’autentica invenzione di Millico, che indovina il colpo del ko al 33′ della ripresa. E’ la prima vittoria in campionato per i granata, che sin qui per uno strano susseguirsi di eventi non avevano ancora colto i tre punti nella loro nuova casa.

La partita al Filadelfia è addirittura in dubbio fino a poco prima delle 14.30 proprio per la neve, ora del previsto d’inizio. Poi la decisione: si gioca, ma alle 15.15. Nel Torino, Coppitelli fronteggia l’infortunio di De Angelis inserendo Celeghin davanti alla difesa e dirottando D’Alena sulla mezzala sinistra , inserendo Munari all’esordio in Primavera dall’altra parte. Le due squadre partono comprensibilmente timorose, tastando le intenzione dell’avversario e soprattutto le condizioni del terreno di gioco. Il Torino, però, ci mette poco a prendere il comando delle operazioni, e all’11’ Millico si guadagna un rigore dopo una bellissima sgroppata solitaria. Butic prova a sorprendere Ravaglia e calcia centralmente, trovando il piede del portiere.

I granata non trovano in quest’errore l’occasione di scuotersi, ma anzi iniziano ad arretrare il baricentro, non riuscendo più a costruire occasioni degne di nota. D’Alena e compagni ci mettono 25′ buoni a scuotersi, ma ancora senza creare particolari problemi alla retroguardia avversaria. L’assenza di De Angelis lì in mezzo si sente: il centrocampo – anche a causa della neve in campo – viene spesso sorpassato dai lanci lunghi della difesa, puntuali prede dei felsinei.

Nella ripresa Coppitelli inserisce subito Oukhadda per uno sperso Munari. Il Bologna parte comunque meglio, cogliendo un palo con Valencia e in generale controllando l’andamento del match. I granata non riescono in nessun modo a spezzare l’ordinato schieramento avversario, né con i lanci lunghi né con fraseggio (arginato molto bene dal pressing dei ragazzi di Troise). Ci riesce Millico, totalmente da solo, con uno slalom clamoroso che trova degna conclusione nell’arcobaleno vincente. Il Toro soffre, ma vince, “rompendo il ghiaccio” in tutti i sensi al Filadelfia. E sulla preziosa strada della crescita, anche questa diventa una mattonella importante.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy