Maran pre Cagliari-Torino: “Spero che Mazzarri torni presto. Castro è in dubbio”

Maran pre Cagliari-Torino: “Spero che Mazzarri torni presto. Castro è in dubbio”

Conferenza / Le parole del tecnico rossoblu alla vigilia del match della Sardegna Arena

di Redazione Toro News

Si inizia a respirare aria di partita in quel di Cagliari. Quest’oggi, nel giorno della vigilia di Cagliari-Torino, ha parlato Rolando Maran nella consueta conferenza stampa della vigilia. Il tecnico sardo ha voluto iniziare così il suo incontro con i media: “Vorrei iniziare augurando una buona guarigione a Walter. Ci tengo che sia chiaro il messaggio da parte mia e del Cagliari. Faragó e Padoin non saranno quasi sicuramente della gara ma ci sono altri che sono sicuro che daranno un grande contributo“.

Poi ancora sulla partita di domani: “Abbiamo lavorato bene con la nostra solita mentalità. Non abbiamo lasciato niente al caso e i nazionali sono tornati con lo spirito giusto. Reputo il Torino una delle squadre piú forti del campionato, sappiamo che avremo difficoltà ma le affronteremo“. Qualche dubbio in mezzo al campo, con Castro che non è al 100%: “Le convocazioni le faccio domani, anche Castro ha avuto un problemino, una distorsione e quindi decido domani mattina. Castro ha avuto una distorsione al ginocchio, ma abbiamo appena terminato l’allenamento quindi dobbiamo vedere il decorso. Arrivare a queste gare con la rosa al completo sarebbe molto importante: Klavan è stato fermo per molto tempo quindi deve recuperare il tempo perso“.

Chi non sarà presente in vista del match di domani sono invece Padoin e Faragò: “Per sostituire Padoin e Faragó vedró chi puó darmi di piú tra Lyko e Pajac, sono simili e Pajac è forse un po’ piú offensivo. Lyko ha piú esperienza ma sono molto simili“. Il giudizio sulla squadra avversaria: “Dico che il Torino è una grande squadra perchè lo penso, è tosta ed è difficile da affrontare. Sappiamo peró cosa dobbiamo fare e dovremo essere molto bravi. La gara di domani è molto importante perchè sarà la prima di un filotto che ci pirterá a fine dicembre e iniziare con un buon risultato ci darebbe morale, soprattutto nel nostro stadio con i nostri tifosi, dal cui entusiasmo dobbiamo farci trasportare“.

Ci si aspetta uno stadio gremito, in linea con l’importanza della partita: “Mi auguro che il tutto esaurito allo stadio sia perchè abbiamo trasmesso loro qualcosa. L’aria che si respira allo stadio parla di una grande aspettativa nei nostri confronti e noi dobbiamo fare di tutto per rispondere a questa aspettativa, dovremo essere sfacciati e sfrontati, cioè coraggiosi. Per il momento che stiamo attraversando questa partita puó dare tanto“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy