Nazionali, la Serbia batte la Moldavia: buoni segnali da parte di Ljajic che gioca 25′

Nazionali, la Serbia batte la Moldavia: buoni segnali da parte di Ljajic che gioca 25′

Granata in Nazionale / Il trequartista del Torino ha preso parte alla sfida terminata 2-0 in favore della Nazionale serba

Alcuni dei giocatori del Torino, in questo fine settimana, stanno prendendo parte alle sfide delle rispettive Nazionali: se Andrea Belotti scenderà in campo tra pochi minuti, Adem Ljajic ha preso parte alla sfida tra Serbia e Moldavia, terminata 3-0 in favore della selezione serba. Il giocatore del Torino è partito dalla panchina, ed è entrato sul terreno da gioco di Belgrado al minuto numero 65.

L’impatto al match, che era già fissato sul punteggio di 2-0, è stato buono per il trequartista del Toro, che è stato posizionato come esterno destro, ma spesso è rientrato per vie centrali. Buone giocate, tanta corsa e anche un po’ di sfortuna: infatti è capitata proprio tra i piedi di Ljajic la palla del 3-0, ma il terreno molto scivoloso – dovuto ad una pioggia davvero intensa – lo ha fatto scivolare nel momento dell’impatto con il pallone. La sfortuna ha colpito ancora Ljajic, che ha avuto anche la palla per segnare il gol del 4-0, ma il suo tiro centrale è stato parato con il piede dal portiere moldavo. Mitrovic è stato il giocatore che ha trovato il terzo gol per la Serbia. Positivo il risultato per la Nazionale serba, che con questa vittoria si è presa la testa del girone, staccando l’Irlanda, fermata fuori casa dalla Georgia sul punteggio di 1-1.

Un buon ritorno, quindi, quello di Ljajic in Nazionale, che ha speso il suo ventunesimo gettone con la maglia della Serbia: nonostante il basso minutaggio e la posizione non ideale per il giocatore del Toro, le sensazioni sono state assolutamente positive. Adem Ljajic ha dimostrato di essere in forma, proprio come è stato notato anche nelle prestazioni con la maglia granata (2 gol in due partite per lui).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy