Berretti, Torino-Arezzo 3-0: D’Ambrosio-Ibrahimi-Gonella, tris per il primato

Berretti, Torino-Arezzo 3-0: D’Ambrosio-Ibrahimi-Gonella, tris per il primato

Giovanili / I granata di Capriolo vincono lo scontro diretto e sono da soli in testa nel Girone C

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Viaggia col vento in poppa la Berretti del Torino, che vince per 3-0 lo scontro diretto con l’Arezzo nel recupero della prima giornata e resta a punteggio pieno nel girone C di campionato. Un po’ di fatica a sbloccare il risultato, poi ci pensano i subentrati dalla panchina: D’Ambrosio e Ibrahimi non perdonano e poi Gonella trova la ciliegina sulla torta. Si trattava di un vero e proprio scontro diretto tra le due capoliste a pari punti: per il Torino è quindi un successo che consacra il netto primato nel suo girone. Cinque vittorie in cinque giornate, sedici gol fatti e due subiti. I conti tornano, fermo restando che l’obiettivo vero in questa categoria è la produzione di giocatori per la Primavera.

Capriolo accoglie gli attaccanti Gonella e Petrungaro dalla squadra di Coppitelli, che vanno a formare con Christopher Kone un tridente con tre attaccanti di movimento che non dà riferimento alla difesa dell’Arezzo. Nel 4-3-3 di partenza, Sandri galleggia tra mediana e trequarti, mentre sugli esterni la spinta è assicurata da Bongiovanni (ex esterno offensivo che si sta riadattando con buon successo da terzino basso) e Ricossa. L’intenzione di mister Capriolo è chiara, dominare la partita: i giovani granata controllano sempre il gioco, ma là davanti una certa solidità della difesa toscana, unitamente alla poca intesa tra attaccanti non abituati a giocare insieme, fa sì che all’intervallo si arrivi sullo 0-0. Anche perchè Petrungaro e Kone, un paio di occasioni, sono poco freddi in area di rigore.

La situazione di parità permane fino alla mezzora della ripresa, quando – dai e dai – alla fine i granata sfondano. Anche grazie ai cambi di mister Capriolo, che sfrutta bene la ricchezza di alternative oggi a disposizione. Entrano durante la ripresa D’Ambrosio e Ibrahimi, e sono proprio loro a mettere il risultato dalla parte dei granata con freschezza e determinazione. Il primo raccoglie al 31′ un pallone dopo un gran break dell’ottimo Cuoco per saltare un difensore e trovare un sinistro che, deviato, si insacca alle spalle del portiere ospite Ubirti. Poi, due minuti dopo, è Ibrahimi, il centravanti albanese, a portare il Torino sul 2-0 con una rasoiata di sinistro dal limite dell’area.

Infine, al 37′, c’è una vera e propria perla di Gonella, che con una palombella spalle alla porta coglie di sorpresa il portiere aretino che era uscito un po’ avventatamente. Secondo gol in due partite per l’attaccante classe 2000, che vuole recuperare il terreno perso dopo un anno di stop per infortunio e riprendersi lo spazio che merita. Vince dunque la Berretti del Torino, e i risultati si accompagnano alla crescita dei singoli. Federico Coppitelli, presente in tribuna, ha potuto osservare le buone prestazioni soprattutto di Bongiovanni, Cuoco, Leggero e Siniega, che là dietro non hanno rischiato praticamente nulla.

IL TABELLINO DI BERRETTI, TORINO-AREZZO 3-0

RETI: 31′ st D’Ambrosio (T), 33′ st Ibrahimi (T), 36′ st Gonella (T).

TORINO (4-3-3): Trombini; Bongiovanni (40′ st Montenegro), Ricossa, Cuoco, Leggero; Siniega, Gonella (40′ st Abate), Rotella (29′ st D’Ambrosio); Petrungaro, Sandri (17′ st Garetto), Kone (29′ st Ibrahimi). A disposizione: Fontana, Callegher, Oliviero, Ottone, Del Bianco, Savino, Tassone. Allenatore: Massimiliano Capriolo.

AREZZO (4-3-3): Ubirti (36′ st Casini); Ruscetta (36′ st Tralci), Artini, Sbarzella, Neri; Cecci, Sussi, Minoci; Caselli, Verdelli, Fontana (42′ st Finocchi). A disposizione: Vellitri, Nencioni, Malavolta, Colella. Allenatore: Alessandro Longo.

ARBITRO: Luca Leone di Collegno.

AMMONITI: 27′ st Rotella (T), 23′ pt Sbarzella (A), 39′ pt Artini (A).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy