Primavera, Sampdoria-Torino 1-0: una perla di Ponce gela i granata

Primavera, Sampdoria-Torino 1-0: una perla di Ponce gela i granata

Finale a Sestri Levante / Il venezuelano trova il jolly a cinque minuti dalla fine: Mantovani e compagni sono di nuovo terzi

Sconfitta per i granata a Sestri Levante: una perla del capocannoniere del girone A, Ponce, gela i granata di mister Longo, che al termine di una partita tirata e combattuta si ritrovano al terzo posto: ora per il secondo posto servirà un mezzo miracolo.

Il primo tempo regala ottimi spunti ma zero goal. Il Torino scende in campo per fare la partita, la prima occasione è già dopo pochi secondi per Candellone, che però vede murato il suo tap-in. Il fraseggio dei granata è buono e trova sbocchi soprattutto sulle fasce, con l’ottima azione di Procopio e Carissoni che propongono buoni palloni; Tobaldo e Candellone ci provano di testa e di piede, ma non trovano la porta. Dal canto suo la Sampdoria, che si gioca le ultimissime chance di agganciare il treno play-off, si rende pericolosa in contropiede: su un cross di Tissone, la palla arriva a Ponce, che si coordina e batte a rete, trovando una grandissima risposta di Zaccagno. Al portiere granata risponde poi l’omologo genovese Massolo, che toglie dal “sette” una conclusione di Tindo.

La ripresa è più equilibrata, tirata e combattuta. Sono poche le occasioni da rete da entrambe le parti, con la Sampdoria che rivede il suo assetto e soffre meno. Entrambe le squadre sentono l’importanza della partita e su ogni pallone si lotta al massimo. A metà ripresa capitan Mantovani deve alzare bandiera bianca: rimasto a terra dopo un contrasto di gioco, lascia spazio a Novello che va ad occuparsi del capocannoniere del campionato, Ponce.

Quando la gara sembra indirizzata sullo 0-0 è proprio l’attaccante venezuelano ad estrarre il coniglio dal cilindro a cinque minuti dal novantesimo: sfugge alla guardia dei granata e libera il sinistro dai 25 metri, gelando Zaccagno e mandando in visibilio i suoi.

I granata provano a gettarsi in avanti col cuore: Carissoni crossa, Tobaldo fa sponda, Osei mette alto. Non bastano quattro minuti di recupero: la Virtus Entella, grazie alla vittoria sulla Pro Vercelli, torna davanti di un punto, e una vittoria sull’ostico Sassuolo all’ultima giornata potrebbe non bastare ai granata per agguantare il secondo posto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy